SOLOPESCARA.COM FA USO DI COOKIE TECNICI PER GARANTIRE UN MIGLIORE USO DEL SITO.

Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy estesa

 

 le previsioni del tempo per i prossimi 4 giorni inserisce solopescara.com come pagina iniziale aggiungi solopescara.com ai preferiti email info@solopescara.com    -

Solopescara.com

Mappa del Sito -> Pagina
 
Speciale - Giovanni Galeone - neteditor.it/blog 18.01.2004
  PHOTO GALLERY
  I TIFOSI DEL PESCARA
 
  PHOTO GALLERY
  LA CITTA' DI PESCARA

 

18 gennaio 2004, Galeone, il calcio è una questione di chimica...forse
dal sito http://www.neteditor.it/blog
 
 
Il calcio non è più quello di un tempo. Sembra un luogo comune ma è così. Oggi assistere a certi incontri di calcio significa sbadigliare
per tutto il tempo, il festival dei tatticismi, una sorta di guerra di posizione che si gioca al centro del campo, luogo nevralgico dove spesso si decidono e vincono le partite.
Rifletto su questo, sbadigliando e sorridendo, mentre leggo un'intervista a Giovanni Galeone, allenatore di calcio disoccupato.
- Mr. Galeone ma se si fosse trovato al posto di Zoff, messo alla berlina da Berlusconi il giorno dopo aver perso la finale al campionato europeo contro la Francia, lei si sarebbe dimesso o cosa?
- Avrei mandato affanculo Berlusconi!
- Cosa?
- Ha capito benissimo, lo scriva, avrei mandato affanculo Berlusconi!
Questo è Giovanni Galeone, uno che le cose non te le manda a dire, schietto e scomodo.
Senza peli sulla lingua. Da giovane - dicevano -
era tutto genio e sregolatezza, disciplina zero. Uno che nell'intervallo tra il primo e il secondo tempo magari si accendeva una sigaretta e buttava il te' caldo nel cesso.
Poi, appese le scarpette al chiodo, ha iniziato ad allenare. Per lo più squadre di provincia, per lo più il Pescara. Lui zingaro del calcio e un po' bohemienne da giovane ha scelto Pescara per fare il mestiere dell'allenatore e
Pescara ha scelto lui.
Non una volta ma quattro o cinque.
Pescara è come una bella donna - dice - una donna che ami allo sprofondo, e nella vita non ci si innamora mai troppe volte, di solito
una. Lo cercavano altre squadre e lui nicchiava, lo cercava il Pescara
e lui ci andava anche a piedi. Non era una questione di soldi, lui finiva per accordarsi sempre e comunque. E si portava i suoi giocatori,
alcuni avevano pance di birra, scarti di altre squadre, disoccupati, con un pizzico di follia nei piedi.
'Fanculo gli schemi e gli appunti
sulle lavagnette di bachelite a disegnare schemi e moduli.
La zona, la zona è poesia, è un'orchestra che suona in piedi, una banda musicale, un crescendo Rossiniano.
Poi ci sono quelli che prendono il pallone a metà campo e si bevono tutti e va bene così perchè il calcio è fantasia, non muscoli, non
potenza.
Una volta gli chiesero di affiancargli un preparatore atletico.
Lui rispose picche. Poi lo convinsero ma lui fece un patto: il preparatore avrebbe iniziato il suo lavoro quando l'avrebbe finito lui.
Uno finisce, l'altro inzia.
Pescara e il calcio, forse, una questione di chimica tra poesia e mare.
- E se fosse stato l'allenatore dell'Inter dove avrebbe fatto giocare Recoba?
- A Montevideo, o nel Lecce o nella Reggina.
- Ma Recoba è un fuoriclasse!
- E io sono l'allenatore e quindi decido io.
Ora Galeone fa parte della famiglia dei disoccupati del calcio. E' un mondo che dimentica troppo in fretta. Dagli scudi alla polvere ci vuole un lampo, una mano di tressette nel bar degli sportivi a Pescara, con la
sigaretta spenta tra le labbre screpolate.
Molti ricordano gli eccessi di quell'uomo capace di vincere un campionato cadetto con una banda di legionari e l'anno dopo retrocedere
perdendo tutte le partite senza fare una piega.
Qualcuno forse si ricorderà di lui, fra un anno o una vita, lui aspetta una chiamata, dal Milan no fino a quando ci sarà quella dirigenza non
credo che avrò molte occasioni per allenare i rossoneri, dice. Ride e tossisce. Ma se lo chiama il Pescara lui indosserebbe il loden verde, sempre lo stesso per scaramanzia, si accenderebbe una sigaretta e con voce roca direbbe "Dunque, dove eravamo rimasti?"
 

 

Visualizzato: 3733 volte

ID: 175

Stampa questa Pagina

Torna alla Home Page

Indietro - Pagina Precedente



Contenuti Correlati

Knowledge Base - Chi Siamo [vedi]
Nell'ormai lontana estate del 2001 navigando qua e la nella grande rete, ci accorgemmo che erano poc
Knowledge Base - Ringraziamenti [vedi]
Solopescara.com ringrazia tutti quelli che in qualsiasi modo hanno contribuito e continuano a farlo
Knowledge Base - Note Legali - Condizioni Generali di Utilizzo del Portale [vedi]
Uso del sito - Norme Generali di Utilizzo Solopescara.com è un sito amatoriale, non può pertanto co
Nuova pagina 1

 


Powered by www.solopescara.com

SOLOPESCARA.COM NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON E' IN ALCUN MODO COLLEGATO ALLA PESCARA CALCIO.
Loghi e marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta, tutto il resto è di www.solopescara.com
Contatti: info@solopescara.com, fabio@solopescara.com, max@solopescara.com 
E' assolutamente esclusa da questo sito, per le sue stesse finalità, qualsiasi forma di attività pubblicitaria diretta o indiretta.

Questo sito non offre alcun servizio commerciale e non effettua vendita di oggetti e/o prodotti direttamente o indirettamente. Il materiale esposto (biglietti, figurine, maglie etc etc) è a puro scopo illustrativo e non è in alcun modo in vendita!. Il loghi e i banner diversi da solopescara.com se presenti sono esclusivamente per scambio link e comunque senza alcun corrispettivo economico.

E' e rimane del tutto gratuita la lettura agli utenti ai soli fini culturali/cognitivi dell'intero contenuto del sito stesso, mentre è fatto espresso divieto di riproduzione per fini commerciali.

Prima di consultare il sito e utilizzare servizi è fatto obbligo a tutti di leggere le note legali e le condizioni di utilizzo di solopescara.com Questo portale è on line dal settembre 2001 - NU SEM NU E QUAND PASSEM NU LA GEND DIC:<< ESSE QUISS LI PISCARIS>>