SOLOPESCARA.COM FA USO DI COOKIE TECNICI PER GARANTIRE UN MIGLIORE USO DEL SITO.

Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy estesa

 

le previsioni del tempo per i prossimi 4 giorni inserisce solopescara.com come pagina iniziale aggiungi solopescara.com ai preferiti email info@solopescara.com    -

Solopescara.com

Mappa del Sito -> Pagina
 
Pescara Calcio Storia - Stagione 1973 1974
  PHOTO GALLERY
  I TIFOSI DEL PESCARA
 
  PHOTO GALLERY
  LA CITTA' DI PESCARA

 

I primi risultati del campionato 1973/1974, che vedono nuovamente il Pescara inserito nel girone C, arrivano durante il calcio mercato, con l'ingaggio del portiere Cimpiel, dei centrocampisti Lopez e Pennati e in avanti dell'ala Capogna e del centravanti Serato.
La squadra messa a disposizione del confermatissimo Rosati, e di tutto rispetto, ma per incominciarla ad apprezzare bisogna aspettare la seconda giornata.
Infatti un’ epidemia di colera, scoppiata nel napoletano, fa rinviare diverse partite tra cui anche quella che i biancazzurri avrebbero dovuto affrontare contro il Torre Annunziata. Nella 2° giornata, che vede ancora una volta la squadra impegnata contro una compagine campana, il Castellamare di Stabia, la Lega dà il benestare e la partita si gioca regolarmente. I pescaresi dominano e vincono per 2 - 0, grazie a una doppietta di Capogna, e sullo slancio di questa vittoria, arrivano altri dodici risultati positivi sulle tredici partite giocate.
Arriva poi la vittoria del Marsala sul Lecce per 2 - 0 a tavolino con l'aiuto dei dirigenti del Lecce a causa di una vicenda legata alla mancanza di un arbitro che permette al Pescara vittorioso sul Sorrento il primo posto in classifica a pari punti con la Casertana.
Il turno successivo vede proprio il Pescara affrontare la Casertana.
La città adesso crede veramente nella sospirata serie B, e lo stadio è tutto esaurito per il match clou del campionato, e il Pescara, sostenuto dai propri tifosi riesce a imporsi per 1 - 0 contro la Casertana ed a conquistare in solitario la vetta della classifica.
La serie B sembra ormai a portata di mano e l'ultimo sforzo richiesto alla squadra é una vittoria nella penultima giornata in casa contro il Lecce così sarà matematica la promozione. L'Adriatico era stracolmo e la Curva Nord molto prima della partita incita la squadra alla vittoria. La partita va avanti con un certo equilibrio, ma ad un certo punto il Lecce passa in vantaggio e lo stadio d'incanto ammutolisce.
Un silenzio di tomba cala sugli spalti, ma passato il lunghissimo attimo di gelo, la curva Nord con l'aiuto di tutto lo stadio riprende ad incitare a squarciagola la squadra.
Alla fine Zucchini pareggia e l'Adriatico esplode. Nulla è compromesso, rimane ancora un'altra partita decisiva che ci vede opposti fuori casa contro il Latina, già retrocesso, e vincerla significa ancora una volta promozione.
Il 16 giugno 1974 lo stadio comunale di Latina era stracolmo di tifosi biancazzurri, quasi sicuramente più della capienza massima, tanto da mettere a rischio la validità dell'incontro. L'arbitro Vannucchi di Bologna, dopo essersi consultato con i suoi assistenti, decide comunque di dar inizio alla gara. La partita si fa più difficile del previsto e l'ex portiere biancazzurro Tampucci (vi ricordate quello degli "incontri osè" che arrivò dal Cagliari, e che contribui alla retrocessione in Serie D con le sue papere!), contrariamente a quanto fatto vedere a Pescara, si rende autore di spettacolari interventi che consentono alla propria squadra di terminare il primo tempo sullo 0 - 0.
Nella ripresa la squadra scende in campo più determinata e dopo pochi minuti una velenosa punizione battuta dall'altro Rosati, Franco (i due sono fratelli), passa nella barriera e finisce alle spalle di Tampucci.
Lo stadio scoppia: finalmente dopo 25 anni è di nuovo serie B! In città é festa, caroselli di auto si susseguono fino a tarda notte. L'unico episodio spiacevole sarà la decisione annunciata due anni prima dal presidente di passare la mano.
Infatti nemmeno le manifestazioni di stima e simpatia riescono a far cambiare idea al presidente Salvatore Galeota che, mantenuta la sua promessa, passa la Società (trasformata da Associazione Sportiva in S.p.a. come previsto dalla Lega) al nuovo gruppo capeggiato da Gianni Capacchietti in cambio di quattrocento milioni.

Dopo 25 anni il Pescara torna in serie B al termine del campionato di C1 1973-74.
Salvatore Galeota e il vice Marinelli spesero complessivamente 110 milioni per allestire una squadra che fu protagonista del torneo incassando la cifra record di 480 milioni di lire.
La squadra, guidata dall'indimenticato Tom Rosati, conquisto' la promozione nell'ultima gara in trasferta a Latina giocandosi la promozione con il Lecce alle spalle ad un solo punto.
Il 16 giugno 1974 Latina - Pescara si concluse 0-1. Rosati entrato al 4o del secondo tempo ando' a segno facendo esplodere di gioia i 5mila sostenitori biancazzurri giunti a Latina.
Al termine della Gara il presidente Galeota per la gioia ebbe un lieve malore.


 

 

Visualizzato: 5694 volte

ID: 72

Stampa questa Pagina

Torna alla Home Page

Indietro - Pagina Precedente



Contenuti Correlati

Knowledge Base - Chi Siamo [vedi]
Nell'ormai lontana estate del 2001 navigando qua e la nella grande rete, ci accorgemmo che erano poc
Knowledge Base - Ringraziamenti [vedi]
Solopescara.com ringrazia tutti quelli che in qualsiasi modo hanno contribuito e continuano a farlo
Knowledge Base - Note Legali - Condizioni Generali di Utilizzo del Portale [vedi]
Uso del sito - Norme Generali di Utilizzo Solopescara.com è un sito amatoriale, non può pertanto co
Nuova pagina 1

               


Powered by www.solopescara.com

SOLOPESCARA.COM NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON E' IN ALCUN MODO COLLEGATO ALLA PESCARA CALCIO.
Loghi e marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta, tutto il resto è di www.solopescara.com
Contatti: info@solopescara.com, fabio@solopescara.com, max@solopescara.com 
E' assolutamente esclusa da questo sito, per le sue stesse finalità, qualsiasi forma di attività pubblicitaria diretta o indiretta.

Questo sito non offre alcun servizio commerciale e non effettua vendita di oggetti e/o prodotti direttamente o indirettamente. Il materiale esposto (biglietti, figurine, maglie etc etc) è a puro scopo illustrativo e non è in alcun modo in vendita!. Il loghi e i banner diversi da solopescara.com se presenti sono esclusivamente per scambio link e comunque senza alcun corrispettivo economico.

E' e rimane del tutto gratuita la lettura agli utenti ai soli fini culturali/cognitivi dell'intero contenuto del sito stesso, mentre è fatto espresso divieto di riproduzione per fini commerciali.

Prima di consultare il sito e utilizzare servizi è fatto obbligo a tutti di leggere le note legali e le condizioni di utilizzo di solopescara.com Questo portale è on line dal settembre 2001 - NU SEM NU E QUAND PASSEM NU LA GEND DIC:<< ESSE QUISS LI PISCARIS>>