SOLOPESCARA.COM FA USO DI COOKIE TECNICI PER GARANTIRE UN MIGLIORE USO DEL SITO.

Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy estesa

 

le previsioni del tempo per i prossimi 4 giorni inserisce solopescara.com come pagina iniziale aggiungi solopescara.com ai preferiti email info@solopescara.com    -

Solopescara.com

Mappa del Sito -> Pagina
 
Archivio News - Anno 2007
  PHOTO GALLERY
  I TIFOSI DEL PESCARA
 
  PHOTO GALLERY
  LA CITTA' DI PESCARA

 

Settimana cruciale; società e mercato. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/1/2007

Entro la fine di questa settimana potrebbe avvenire l’incontro decisivo tra Paterna e Renzetti. Il terzo incontro potrebbe essere quindi quello decisivo e accordare le parti tra 1,5 e 2 milioni di euro per il passggio di consegne. In ogni caso Renzetti pare fermamente deciso a concludere l'acquisto facendo eventualmente ricorso alla partecipazione di altri soci.
Per quanto riguarda il mercato ormai prossivo all'avvio (giovedi'), tutto dipenderà dalla conclusione o meno della trattativa.
Nel caso dovesse rimanere Paterna alla guida della società il Pescara non potrebbe far altro che e ricorrere a qualche prestito gratuito, o magari effettuare qualche scambio. Per rimediare qualcuno ci si rivolgerà probabilmente e come di consueto all'Ascoli che deve sfoltire la rosa.
Si fanno comunque i soliti nomi di calciomercato e spuntano Vastola e Pecchia e per le punte Magliocco (Salernitana) e Morante (Samb).
Un nome che sicuramente è nel taccuino del Pescara pero' è quello dell’attaccante Tulli (ex Roma). Già in procinto di vestire la maglia biancazzurra in estate (quando poi si preferì puntare su Ferrante) l’ex romanista non ha trovato molto spazio a Lecce e adesso, se il nuovo tecnico Papadopulo darà il suo placet alla cessione, potrà tornare sul mercato alla ricerca di una squadra che possa offrirgli una chance da titolare.
Alla Ternana sarebbe infine stato chiesto il mediano Antonio Cardona (classe 81) ma il giovane centrocampista sembra destinato ad andare alla Triestina a fine stagione.
Per contro, sul possibile treno in partenza da Pescara ci sono Ferrante, Moscardi, Delli Carri e Gautieri anche se l'unica certezza al momento sembra essere la partenza di Damian Gimenez che tornerà a giocare in Argentina al Gimnasia.
Da non sottovalutare la Ternana alla quale interessa l'attaccante biancazzurro Marco Martini che andrebbe in umbria per fare da spalla a Tozzi Borsoi Quella di Martini, per la Ternana, è una vecchia storia che risale alla scorsa estate, quando i dirigenti umbri tentarono di assicurarselo nell'operazione che portò in Abruzzo i centrocampisti Romeo Papini e Marco Rigoni, poi tutto sfumò per la mancanza di alternative nell'avanti pescarese.
Per quanto riguarda la guida tecnica, appare ormai sempre più probabile la conferma fino al termine della stagione di Vivarini. Bisogfnerà però provvedere in tempi rapidi ad assumere un tecnico in possesso del patentino di prima categoria in grado di andare in panchina e affiancarlo nel lavoro. Le ipotesi più gettonate sono quelle di massimo Silva e Adriano Buffoni.
Intanto la squadra biancazzurra da domani partirà in ritiro a Norcia fino a fine settimana.

FINALMENTE VIA PATERNA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/1/2007

Adesso è ufficiale: Angelo Renzetti ha rilevato la Pescara Calcio subentrando così a Paterna.

Non sono stati resi noti gli accordi economici e le relative modalità di pagamento, però il prezzo di cessione dovrebbe essere di circa 2,5 milioni di euro, cifra niente male per Paterna che così ha portato a termine il suo progetto-Pescara in maniera veramente eccellente: probabilmente in pochi sarebbero riusciti a fare quello che ha combinato lui, totalmente indisturbato….
Fortunatamente appartiene oramai al passato però, proprio per non ripetere gli stessi errori (noi pescaresi abbiamo facili entusiasmi), non ci esaltiamo più di tanto semplicemente perché per ora non sappiamo nulla, né chi è Renzetti, né tantomeno chi lo affiancherà (questo aspetto è molto importante), né soprattutto come opererà. Probabilmente Renzetti non sarà nemmeno il Presidente, carica che potrebbe essere ricoperta da qualche imprenditore locale che seguirà più da vicino le sorti della squadra, nella quale ci auguriamo si faccia ogni sforzo possibile per mantenerla in serie B e l’anno prossimo, a prescindere dalla categoria, speriamo venga fatta piazza pulita all’interno della società ripartendo veramente con gente nuova, motivata e che sappia finalmente programmare qualcosa.
Formuliamo comunque gli auguri più sinceri al sig. Angelo Renzetti che comunque vada, sarà praticamente impossibile fare peggio del suo predecessore: già questo è un buon punto di partenza

l'obiettivo è riportare l'entusiasmo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/1/2007

Angelo Renzetti, nato a Pescara il 19 Aprile del 1953, arriva da Lugano ed e’ un architetto e imprenditore di successo nell'edilizia. Dal 1960 è titolare della impresa edile Renzetti srl che lavora nell'attività edile non solo in Svizzera ma anche in Italia.
Nel 1983 ha fondato uno studio di progettazione al quale si appoggia per sviluppare le proprie operazioni e nel 2001 ha conosciuto un ulteriore sviluppo con l’acquisizione di nuovi partner.
Per la guida del Pescara, che lo stesso ha definito una scelta di passione, sarà affiancato nella presidenza dal cugino, avvocato in Roma, e anch'egli di origine pescarese.
Tra le prime linee guida tracciate da Renzetti per la nuova società ci sarebbe un nuovo assetto societario e il progetto di aggregare altre forze economoche per formare un gruppo dirigenziale in grado di creare una base solida sulla quale costruire il futuro. Tra i nomi trapelati sulla stampa ci sarebbe intanto quello di Antonio Di Cosimo che potrebbe essere il primo di un'importante lista che riporterebbe serenità entusiasmo e speranza tra i tifosi Abruzzesi.
Proprio riguardo al bacino d'utenza della città e della regione, definito importente, il nuovo presidente non tralascia l'argomento tifosi. A Pescara c'è da mesi lo sciopero del tifo e lo stadio è semi vuoto da anni e Renzetti annuncia iniziative che possano servire a riportare il pubblico allo stadio. L'biettivo è quello di dare una scossa all'ambiente per riportare l'entusiasmo.
La scossa non potrà non passare inevitabilmente dal campo e dal calcio mercato nal quale Renzetti dichiara di voler seguire personalmente l'andamento. Secondo l'architetto, a Gennaio, potrebbero arrivare sei, sette giocatori almeno compreso un portiere. Resta comunque il fatto che bisognerà trovare professionisti in grado di accettrae la sfida della salvezza e credere in un progetto.
Noi aggiungiamo che l'importante è provarci. Benvenuto sig. Renzetti.

Ora il calciomercato! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/1/2007

Dopo l'annunciato e atteso cambio dei vertici societari a Pescara riprende vita il calciomercato.
Secondo Renzetti potrebbero arrivare sei, sette giocatori (compreso un portiere) delegando l'attività al DS Iaconi e confermando al momento lo staff tecnico. Vincenzo Vivarini continuerà dunque a giudare i biancazzurri.
La prima mossa della nuova presidenza potrebbe essere quella di far rientrare a Pescara un'altro pescarese il mediano Carlo Luisi. L'operazione potrebbe essere possibile anche per l'interessamento del Modena, proprietaria del cartellino di Luisi, a Natale Gonnella. Gonnella potrebbe essere rinmpiazzato da, Massimo Lattuca.
Tra gli altri possibili arrivi ci sono poi il portiere Polito e gli esterni Baù (di cui il Pescara ha la comproprietà) e Bellè. Gli innesti riguardanti il reparto avanzato invece, avrebbero portato il club biancazzurro, a Cozzolino del Lecce e all'attaccante dell'Hellas Verona Antimo Iunco (22). Quest'ultima, operazione non facile, visto l'interessamento di altri club.
Sul versante doloroso delle partenze ci sono i così detti senatori tra i quali, primo tra tutti, e senza rimpianti, l'attaccante Marco Ferrante. l'ex torinista, oramai prossimo a compiere 36 anni, sarebbe nel mirino, del club rossonero del Foggia militante in C1. Ad interessarsi del'ex bomber ci sarebbe anche la Ternana, che con il Pescara ha rapporti privilegiati in tema di mercato.
Per la difesa si deve registrare il gradimento da parte del tecnico Cuccureddu del Grosseto per Massimo De Martis, altro ex-Sassari allenato dal tecnico di Alghero in passato. In un intervita ad un quotidiano locale, Cuccureddu ha tessuto notevoli elogi per il difensore di proprietà del Pescara; adesso sta alla società valutare le possibilità.
Per finire segnaliamo l'interessamento della Salernitana per per Marco Martini dato in partenza da Pescara dalla stampa campana.

ADESSO TOCCA A NOI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/1/2007

Con l’ufficialità dell’accordo del passaggio di proprietà fra Paterna e Renzetti (in base agli accordi quest’ultimo acquisterà progressivamente le quote che entro febbraio saranno totalmente sue), la Pescara Calcio ha di fatto cambiato proprietà: era ora!!!

L’importante era compiere questo passo affinché si possano creare le basi per programmare finalmente il futuro con una società seria: aspettiamo a giudicare, ma dalle prime battute sembra proprio che Renzetti sia la persona giusta, un Presidente serio, Pescarese e tifoso.
Sarà difficile salvare la serie B, ma sicuramente ci si proverà (soprattutto con scambi e prestiti) e si imposteranno le basi per il prossimo campionato, a prescindere dalla categoria.

Adesso tocca a noi, abbiamo il dovere di tornare allo stadio iniziando dalla gara di sabato prossimo col Genoa per poter gioire dell’uscita di scena di quello che sarà ricordato come il peggior presidente del nostro Pescara e per poter tornare a tifare come solo noi sappiamo fare.

Sabato sarà anche l’occasione per ricordare il nostro ultimo condottiero Marco Bubù, un anno dopo la sua scomparsa: BUBU’ VIVE

Tante voci per il calciomercato SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/1/2007

Il Pescara atteso al varco calciomercato appare come impegnato su piu' fronti nelle trattative in entrata e in uscita. I biancazzurri avrebbero imbastito numerose trattative per cercare di salvare una stagione in parte già compromessa.
Sarebbero state aperte trattative per la punta del Lecce Giuseppe Cozzolino, per il portiere Ciro Polito del Catania, e per il centrocampista Carlo Luisi del Modena, già stato nel capoluogo abruzzese nelle stagioni scorse.
Come già detto i biancazurri potrebbero bussare anche e insistentemente alla porta dell'Ascoli che si trova a dover smaltire la rosa con sette giocatori in esubero individuati dal presidente Fedeli. Tra questi su tutti al Pescara sembrerebbe interessare l'esperto mediano Fabio Pecchia (33).
Sempre in terra marchigiana il Pescara sarebbe interessato all'attaccante Daniele Morante della Sambenedettese per il quale pero' il club adriatico chiede 600 mila euro.
Per finire si segnala anche la presunta trattativa per il centrocampista (esterno offensivo) del Bari Giorgio La Vista (27).
Sul fronte uscite da segnalare le richieste di Perugia e Sambenedettese per il difensore De Martis e per l'attaccante Martini. Tra le voci in uscita, dopo Ferrante, potrebbe esserci anche Andrea Carozza (21). Frosinone e Rimini si stanno infatti contendendo il giovane regista pescarese.

BUBU' VIVE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/1/2007

Nel nostro piccolo vogliamo partecipare anche noi di solopescara.com nel ricordo dell’indimenticabile Marco ad un anno dalla sua scomparsa (solo a ripensare all’atmosfera del funerale mette ancora i brividi…) con un piccolo omaggio.
Abbiamo pensato di creare una presentazione (file PPS) dedicato a lui che potete scaricare al seguente link
www.solopescara.com/PER_IL_TIFOSO/marco_mazza/Omaggio_a_bubù.zip
Facciamo in modo che venga ricordato a dovere riempiendo la Sua Curva Nord sabato prossimo che dovrà tornare ad essere una bolgia: è quello che lui avrebbe voluto.


Nella tua curva la tua anima vivrà
tu sei il guerriero che per sempre resterà
solo per questo Marco Mazza resterà
nel cuore degli ultraaaaa.
Vive vive condottiero il tuo spirito guerriero
noi non ti lasceremo mai
per sempre tu vivraiiiiii

Il Genoa dell'ex Gasperini. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/1/2007

Domani all'Adriatico il Pescara sarà impegnato nella importante gara casalinga contro il Genoa per la 19ima giornata. I liguri, secondi in classifica cadetta con 32 punti, sono guidati dall'ex centrocampista biancazzurro Giampiero Gasperini.
All'Adriatico, dopo la svolta societaria, si aspetta il ritorno del pubblico che dovrebbe essere favorito dalla blasonata ospite di turno, dall'ex Gasperini, dal nuovo presidente Renzetti, dalla fine dello sciopero della tifoseria organizzata ma soprattutto dalla ricorrenza della scomparsa del condottiero Bubu' che verrà ricordato dai suoi Rangers, in curva nord, con cori e attesissime coreografie.
Per quanto riguarda le formazioni in corso di preparazione dell'incontro nel Pescara di Vivarini non ci sarà Olivieri appiedato dal Giudice sportivo. Per lo stesso motivo non giocheranno la gara Pescara-Genoa anche i rossoblù Adailton e Milanetto.
Buone notizie arrivano per Papini, rientrato in allenamento, che potrebbe far parte della rosa titolare. Fuori Andrea De Falco che deve ancora smaltire i postumi di un lieve infortunio muscolare. In campo dovrebbe vedersi anche Ferrante che fino a ieri lamentava dei fastidi ad una gamba.
Sulla sponda ligure ci sono invece grossi problemi per Gasperini alle prese con Infortuni, ma soprattutto squalifiche, che tagliano fuori dal gioco Adailton, Figueroa, Longo, Milanetto, Sculli, Stellini, Tiago Pires.
per Rossi esiste solo una flebile possibilità. Possibile il ricorso ai giovani della primavera.
Sul suo ritorno a Pescara Gasperini, intervistato, dice: “Premetto che non si possono dare giudizi approfonditi, senza conoscere le cose addentro. Mi pare che nella squadra ci siano comunque molti giocatori che hanno fatto, e bene, la serie B. Sinora il rendimento non è stato positivo, e io non so spiegare il perché. Tornare a Pescara? Mi fa rivivere cinque anni indimenticabili della mia vita”.
La gara sarà diretta da Orsato di Schio. Il fischietto veneto sarà accompagnato dalgi assistenti Vicinanza e Angrisani con terzo unomo Bagalini.
Per finire ricordiamo che Pescara-Genoa in serie B ha 15 precedenti con 9 vittorie biancazzurre 3 sconfitte e 3 pareggi.
L'ultima vittoria del Pescara sul Genoa all'adriatico risale al campionato di B 1999-00 quando nella 22ima giornata il 13.02.00 i biancazzurri si imposero sui liguri per 3 a 1. Per il Pescara allora guidato da Giovanni Galeone reti di Vukoja, Giampaolo e Sullo.
L'ultima vittoria del Genoa a Pescara, con il risultato di 1-2, risale al 16.03.1004 nella 33ima giornata del campionato di B 2003-04.
L'ultimo incontro tra le due formazioni terminato in pareggio (2-2) risale invece al 30-1-2005 nella 23ima Giornata del campionato di B 2004/2005. Per il Pescara gol di Varricchio e Job Iyock.

CREDIAMOCI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/1/2007

C’erano tutte le premesse perché oggi iniziasse finalmente un nuovo ciclo, un nuovo anno e nuovo campionato che dovrà ripartire dalla prestazione odierna.

Arriva finalmente la prima vittoria della stagione nel giorno in cui la Nord s’infiamma ricordando Bubù ad anno dalla sua scomparsa, prima vittoria che fa esplodere di gioia il neo Presidente Renzetti per la prima volta all’Adriatico al timone della società.

Partita non bellissima, ma molto intensa col Pescara ben messo in campo da Vivarini che tiene bene il quotato Genoa sceso in campo rimaneggiato. Inevitabili i rinforzi, ma lo spirito sembra essere cambiato, si è vista una squadra più coperta, ma soprattutto più sicura e grintosa.

I gol portano la firma di Rigoni che trasforma con freddezza due rigori (il secondo sull’ 1-1 a pochi minuti dalla fine per fallo su Paponetti commesso fuori area) che regalano i 3 punti ad uno stadio finalmente schierato tutto con la squadra e contro Paterna invitato ad abbandonare la società al più presto.

La situazione è ancora molto difficile, ma i punti di oggi uniti all’insediamento della nuova società, al calore della meravigliosa Curva Nord Marco Mazza, al ritrovato entusiasmo, ci devono spingere a credere nel miracolo della salvezza che non è più un miraggio: con nuovi innesti e con questo ambiente ritrovato (e lo sarà ancor di più quando Paterna uscirà definitivamente di scena), l’impresa è possibile, ma solo remando tutti nella stessa direzione.

Speriamo quindi che certa stampa “filoPaterniana” la finisca nel cercare di buttare ombre sulla nuova proprietà: diamo tempo a Renzetti di agire e poi giudicheremo, ma facciamolo lavorare in pace e senza finti pregiudizi.
Le premesse sono positive e la gente è con lui, anche perché sembra proprio che sia l’opposto di Paterna.

BUBU’ VIVE

On-line le foto della gara

SI SBLOCCA IL MERCATO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/1/2007

Si sblocca anche il calciomercato per la squadra di Renzetti che così inizia a rinforzarsi per cercare la salvezza che adesso non è più un miracolo.

Arrivano infatti i primi 3 calciatori per Vivarini che avrà a disposizione tre ventisettenni: il portiere Polito dal Catania, il terzino sinistro Mora e il centrocampista con vocazione offensiva La Vista, entrambi provenienti dal Bari.

A breve potrebbero essere conclusi anche gli ingaggi della giovane punta Cozzolino dal Lecce (21 anni) e dell’esperto centrocampista Colucci del Cagliari (34 anni).

Infine Vivarini dovrebbe essere affiancato in panchina dall’ex biancazzurro Gigi De Rosa.

Verso Brescia SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/1/2007

Sono già a disposizione di mister Vivarini i primi due neo-biancazzurri provenienti dal Bari, Mora e La Vista; il primo dovrà sottoporsi ad un’ecografia per una piccola contrattura, ma probabilmente entrambi potrebbero far parte dei convocati per la gara di sabato a Brescia; non ancora sbloccata invece la trattativa col Catania per lo scambio di portieri Polito-Spadavecchia

In terra lombarda mancherà Zoppetti appiedato per un turno dal giudice sportivo, ma rientrerà Olivieri che ha scontato la sua squalifica; nel Brescia invece mancherà lo squalificato Mareco e sarà anche assente per infortunio l’ex Jadid.

In attesa della definizione degli altri acquisti (pare che per Cozzolino si dovrà attendere la gara con i pugliesi fra due settimane), la società ha provveduto al pagamento dell’Irpef scongiurando così altri punti di penalizzazione.
La “vecchia” società ha reso noto il pagamento con un comunicato in cui si elogia Paterna per aver adempiuto a tale obbligo, cosa che per noi è ovvia visto che rientra nella normalità pagare le tasse per una società; ormai però non ci meravigliamo più di nulla, anche perché ci manca un punto in classifica proprio grazie a Paterna che ha adempiuto in ritardo i pagamenti di inizio campionato

Un Principe per il Pescara! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/1/2007

Un tranquillo martedì con ancora l’eco dell’entusiasmo per la giornata di sabato, viene movimentato da una conferenza stampa indetta da Paterna (la Pescara Calcio non c’entra nulla) negli uffici di Mosciano per fare chiarezza su alcuni aspetti legati al passaggio di quote a Renzetti e alle garanzie che quest’ultimo dovrà offrire.

Nel corso del Tg Sport serale di Rete8 viene mandata un’intervista a Paterna che sostanzialmente spiega di voler ricevere subito le garanzie da Renzetti, sbandiera il pagamento dell’Irpef di ieri fatto da lui (!), ribadisce che il socio di maggioranza è ancora lui e dichiara che Renzetti dovrebbe versare subito la cifra da investire nel mercato perché la società tra poco sarà sua, considerandola quindi come una cauzione che sarebbe poi restituita allo stesso Renzetti ad affari conclusi.

La svolta si ha quando si torna in studio quando il conduttore, dopo aver ribadito l’imparzialità (!!!), da il diritto di replica telefonica a Renzetti e qui viene il bello.

Il Presidente premette subito di essere stufo di queste voci che secondo lui sono create ad arte da certi organi di informazione, situazione che non fa del bene in questo momento al Pescara e a tutto l’ambiente.

Risponde a Paterna dicendo che la cifra dell’Irpef pagata ieri era dovuta ad inadempienze dello stesso Paterna e che non trova corretto sborsare ora altri soldi (oltre a quelli pattuiti) per una società in cui al momento non conta nulla perché amministrata ancora da Paterna.

Poi, dopo aver zittito il conduttore che provava a interromperlo (dopo che aveva espresso il desiderio di non essere interrotto), dichiara di voler dare subito le garanzie per “accontentare” Paterna acquisendo in brevissimo tempo l’intero pacchetto azionario.
Già domani costituirà una società con due soci (che poi saranno affiancati da altri) per rilevare le quote della Pescara Calcio; per rassicurare i tifosi della sua passionalità e serietà, dichiara anche i nomi: l’imprenditore italo-americano Massimiliano Pincioni, ma soprattutto il principe del Barhein Khaled Al Waleed Al Faud!!!!

Che dire, se è tutto vero (aspettiamo i fatti come sempre) saremo ripagati con gli interessi di oltre un decennio di grigiore assoluto, culminato con le umiliazioni degli ultimi anni.
Una cosa però è certa, Renzetti sembra aver capito quali sono le “mele marce” dell’informazione sportiva pescarese.

Senza tifo per i 3 punti SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/2/2007

Come da previsioni Pescara – Mantova si giocherà a porte chiuse alle ore 15.
La rincorsa dei biancazzurri quindi riprenderà senza l’apporto dei propri tifosi con i quali si era ricreato il giusto feeling dall’ingresso in società di Renzetti che il 15 febbraio finalmente diventerà proprietario del Pescara facendo finire la disastrosa “era Paterna”.

Saremo presenti comunque fuori per far sentire il nostro calore alla squadra che sta tentando una difficile, ma non impossibile, rincorsa alla salvezza. Si tiferà da fuori affinché arrivi comunque l’incitamento all’interno del terreno di gioco con la speranza che arrivino i 3 punti:saremo il dodicesimo uomo anche se stavolta, dalla strada.

Dovrebbe essere confermata a grandi linee la squadra che ha battuto il Lecce ormai due settimane fa, con il dubbio Antonelli (ha ancora due punti di sutura per lo scontro di gioco avvenuto con Vellucci) e con Vantaggiato che sembra favorito su Russo per far coppia in attacco con Martini; per l’ex barese è l’esordio in biancazzurro.

La Pescara Calcio ha comunicato che “risarcirà” gli abbonati del mancato ingresso per la gara col Mantova concedendo l’ingresso alla partita con la Juventus del 31 marzo, partita che non era inclusa nell’abbonamento!!!
Almeno servirà a rimediare parzialmente ad una gaffe clamorosa della dirigenza in sede di campagna abbonamenti.

Infine è ufficiale che la gara di Bologna sarà recuperata il 17 aprile.


Il Pescara ferma il Mantova SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/2/2007

Nella 23.a giornata di Serie B, Pescara-Mantova termina 0-0.
La gara, giocata a porte chiuse, si è svolta sotto una pioggia a tratti insistente che ha reso il terreno pesante e scivoloso. Durante la gara circa 100 tifosi biancazzurri si riuniscono sotto la curva nord e provano ad incitare la squadra con i cori.
I biancazzurri si presentano in campo con Polito tra i pali, Vantaggiato in panchina e privi di Gautieri e Vellucci fermi per infortunio. De Rosa non può contare nemmeno su Antonelli che ha ripreso ad allenarsi ma non è ancora al top della forma. Schema quindi obbligato per il tecnico abruzzese che sceglie il 4-4-2.
Il Mantova si presenta con il tandem d’attacco Godead-Noselli con quest’ultimo chiamato a sostituire Bernacci squalificato. Gabriele Graziani non è stato convocato in quanto ancora alle prese con guai muscolari.
Il Pescara inizia bene la prima fase di gara con un buon possesso di palla e pressing a centrocampo.
Al 10’ Rigoni ha una buona occasione su punizione ma il pallone termina alto sopra la traversa.
Al 33’ ancora i biancazzurri in avanti con Russo che si vede respingere da un difensore una conclusione a porta vuota.
Nella ripresa i due tecnici provano a cambiare qualche carta in tavola. De Rosa fa entrare Felci e Vantaggiato. Gli risponde il tecnico virgiliano inserendo Altinier per uno spento Godeas (per lui un solo tiro degno di nota).
Il Mantova sembra più pimpante ma il Pescara riesce ad arginare le incursioni ospiti e la gara scivola veloce fino al 63’ quando il Mantova colleziona due buone occasioni da rete.
al 63’ Godeas sfiora il gol con un tiro poi deviato in angolo e al 77' Tarana vola sulla fascia e crossa al centro dove il nuovo entrato Altinier svetta più in alto di tutti ma angola troppo e la sfera esce sfiorando il palo.
L’ultima occasione al Pescara la offre Vantaggiato che da fuori area prova una conclusione sulla quale Brivio si distende senza problemi.
Al termine della gara De Rosa e` ottimista sul recupero biancazzurro sottolineando che non e` assolutamente vietato pensare alla salvezza. Lo 0-0 con cui sono stati fermati i virgiliani e` stato un ottimo segno di vitalità e crescita del gruppo.
Il tecnico binaczzurro continua dicendo: "Sapevamo che il Mantova era una buona squadra e oggi l’ha dimostrato. Nel primo tempo abbiamo fatto noi la partita e potevamo andare in vantaggio`. Nel secondo siamo un po’ calati pur rimanendo sempre in partita. La mia squadra sta crescendo sotto tutti gli aspetti e non e` vietato pensare alla salvezza".
Dalla parte opposta Di Carlo, allenatore del Mantova, sul pareggio di Pescara dice: "Ci hanno creato problemi".
"Tutto sommato e` stata una partita equilibrata con due squadre che hanno espresso un buon gioco. Alla fine il risultato e` giusto`.

Il Tabellino:
PESCARA: Polito, De Martis (dal 60' Felci), Gonnella, Delli Carri, Mora, La Vista, Papini, Luci, Rigoni, Martini (dal 64' Vantaggiato), Russo (dal 85' De Falco). A disposizione: Tardioli, Zoppetti, Aquilanti, Olivieri. All. De Rosa.
MANTOVA: Brivio, Sacchetti, Notari, Cristante, Rizzi (dal 90' Mezzanotti), Tarana, Grauso, Brambilla (dal 75' Spinale), Caridi, Godeas (dal 65' Altinier), Noselli. A disposizione: Bellodi, Franchini, Sommese, Doga. All. Di Carlo.
Arbitro Ciampi Di Roma 1
Note. Ammoniti: Cristante, Rizzi, Mora.


Arrivano i Tornelli e il 15 febbraio. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/2/2007

Dopo la gara casalinga a porte chiuse contro il Mantova per i biancazzurri ci sarà probabilmente un'altra giornata senza il pubblico al San Nicola di Bari. Lo stadio pugliese è tra quelli non in regola con le normative antiviolenza e il Comune di Bari probabilmente non riuscirà a sanare la situazione nei prossimi giorni.
Contro il Cesena invece, il Pescara nella prossima gara casalinga del 24 febbraio, giocherà con il pubblico. Il Comune di Pescara sta procedendo per far iniziare i lavori di installazione di otto tornelli già da questo fine settimana. Lavori preventivati in 900 mila euro stanziati dalla delibera Comunale di giovedì scorso. L’obiettivo è comunque quello di arrivare a montarne almeno 16 in totale entro il 31 marzo per la gara Pescara-Juventus per poi arrivare a lavori conclusi a 21. I primi otto tronelli garantirebbero, per il momento, la possibilità di far entrare circa 7.000 tifosi allo stadio.
Si avvicina, intanto, la data stabilita del 15 febbraio per il passaggio definitivo del pacchetto azionario dall’ex presidente Paterna a Renzetti. Oggi alcuni organi di informazione riportavano la notizia del dissequestro delle quote azionarie significando che la stessa società Pescara 70, che fa capo a Renzetti, ne aveva richiesto il dissequestro.
Tutto dunque sembra essere pronto per l'agoniato passaggio ma le ombre, immancabili, si addensano attorno all'ennesima vicenda che riguarda una presunta rateizzazione Irpef che noi non sappiamo a chi debba essere attribuita negli accordi tra Paterna e Renzetti.

A Bari gara di ex e tante speranze. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/2/2007

Il Pescara rivitalizzato e tornato a esprimere un calcio decoroso crede sempre di piu' alla salvezza (otto punti in cinque gare).
Dopo il buon gioco espresso, i risultati e il rinnovato entusiasmo del pubblico, tornato vicino alla squadra grazie a Renzetti, il Pescara potrebbe avvantaggiarsi anche della situazione degli altri club concorrenti in classifica. Dunque, prima della tasferta di Bari, guardarsi attorno e dare un'occhio soprattutto alla classifica potrebbe aiutare i binacazzurri a trovare la giusta motivazione per tentare l'impresa di vincere al San Nicola. I tre punti in terra pugliese potrebbero definitivamente proiettare il club biancazzurro tra le concorrenti del prossimo campionato di B.
L'occhio alla classifica cade su dirette concorrenti tra cui Crotone e Modena che sembrano in caduta libera e vanno incontro a una crisi tecnica di difficile soluzione, dopo aver sciupato la possibilità di trovare rimedi adeguati sul mercato.
In particolare il Crotone, nell'ultima giornata, ha perso in casa per 2-1 con il Cesena e in 11 partite ha realizzato sette punti. A pagare per tutti, come sempre in primis, l'allenatore Elio Gustinetti ed al suo posto il Crotone ha ingaggiato l'ex tecnico di Viterbese e Bari, Guido Carboni.
Il Modena, sempre in casa, ha subito 3 gol dall'Albinoleffe e in otto partite ha guadagnato solo 4 punti.
Il Verona, dopo il fuoco di paglia di Bari, è tornato subito prigioniero dei suoi problemi e con due gol da Lecce.
L'osso duro potrebbe quindi essere, a questo punto, proprio l'Arezzo di Sarri che come il Pescara procede con entusiasmo e continuità nell'obiettivo salvezza dopo aver recuperato una forte penalizzazione dall'inizio del campionato.
In ogni caso il destino biancazzurro passa prima e soprattutto dal San Nicola. Il Bari di Matarrese che nelle ultime sei gare ha realizzato solo 4 punti si troverà anch'esso a giocare a porte chiuse. I pugliesi allenati dal trentino Rolando Maran (ex Brescia e Cittadella) potranno contare sui nuovi acquisti Piccinni e Vignaroli ma sopratutto sull'ex di lusso Carozza.
Quella tra Bari e Pescara sarà, quindi, la partita degli ex e delle belle speranze.
Nel Pescara La Vista e Vantaggiato potrebbero essere impiegati dal primo minuto mentre Mora salterà l'incontro per probabile squalifica. Per i biancazzurri tornano anche disponibili Gautieri (dopo l'influenza) e Antonelli (dopo infortunio) mentre per Vellucci ci vorrà ancora qualche giorno di recupero dopo la grande paura e il ricovero di due giorni in ospedale per la testata rimediata in allenamento.
Nel Bari tra gli ex, oltre a Micolucci, come detto c’è Carozza che ha già esordito con la maglia barese sabato scorso contro il Brescia.
Per le statistiche ricordiamo che la partita Bari Pescara ha 11 precedenti in serie B che vedono i padroni di casa vittoriosi per ben 5 volte mentre il Pescara è riuscito a raccogliere solo 6 pareggi. L'ultimo incontro tra le due formazioni risale alla 38^ Giornata del campionato 2005/2006 quando il 29 Aprile 2006 il Pescara arrivo' al pareggio 2-2 con gol di Vigna e Zoppetti.
Per finire, la Lega Nazionale Professionisti ha comunicato oggi le integrazioni apportate negli elenchi delle numerazioni delle maglie da gioco. In pratica grazie a questa cominicazione si puo' riassumere il mercato delle società di serie B permettendoci di fare una pannoramica interessante sulle nostre dirette concorrenti.
Tra tutti i club spicca il Lecce scatenato con sette nuovi innesti; sei per il Treviso, cinque per il Crotone.
Per il Pescara i numeri, già noti, sono il 25 per POLITO CIRO, 35 per VELLUCCI IVAN e il 99 per VANTAGGIATO DANIELE.
A Bari CAROZZA ANDREA prende il nr.11 mentre Eder Bau' a Crotone vestirà la maglia numero 23.
Ecco tutti i nuovi numeri in dettaglio:
BARI
11. CAROZZA ANDREA
26. PICCINNI MARCO
31. VIGNAROLI FABIO
BRESCIA
14. ROUSSEL CEDRIC
CESENA
7. PELLICORI ALESSANDRO
CROTONE
1. PAGOTTO ANGELO
4. ESPINAL EDWARDS VINICIO
6. ZAMBONI MARCO
21. MORABITO GIOVANNI
23. BAU’ EDER
FROSINONE
2. BOCCHETTI SALVATORE
9. DI DEO GUIDO
GENOA
3. GALEOTO FRANCESCO
LECCE
2. TESSER RAFAEL LUIZ
4. COTTAFAVA MARCELLO
14. MUNARI GIANNI
19. DIARRA DRISSA
40. GIULIATTO ALBERTO
75. ZANCHETTA ANDREA
83. VASCAK BLAZEJ
MANTOVA
13. GALLO YURI
MODENA
5. LONGO RAFFAELE
10. VIRDIS FRANCESCO
13. ROSSI MARCO
PIACENZA
2. LAZZARI ANDREA
RIMINI
11. AMBROSINI ALEX
30. SEMPRINI ALESSANDRO
46. MONALDINI ANDREA
50. PIGNATARO ANTONIO
SPEZIA
18. COLOMBO CORRADO
33. GUZMAN GAETAN TOMAS ANDRES
37. MONDINI LUCA
77. PECORARI MARCO
TREVISO
2. CAMORANI ALFONSO
7. MUSIC VEDIN
8. VARGAS DAVID
19. PETRAS MARTIN
20. MEZZANO LUCA
71. CORDAZ ALEX
TRIESTINA
6. VENERUSO FRANCESCO
14. CANNONE STEFANO
16. TISIOT STEFANO
25. SILVA JUAN IGNACIO “CERON”
VERONA
13. ANDERSON RODNEY BABU
21. AKAGUNDUZ MUHAMMET HANIFI
VICENZA
23. ZEYTULAEV ILYAS
30. CASTIGLIA IVAN

Rientra Pincione ! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/2/2007

Il notaio D’Ambrosio in diretta Tv nella trasmissione Replay di Enrico Rocchi, ha dichiarato che Massimiliano Pincione è rientrato a tutti gli effetti nella Pescara 70 (in teoria non era mai uscito), avendo chiarito col gruppo tutte le perplessità sorte in precedenza.

Il notaio ha detto che devono essere solo risolti alcuni piccoli dettagli con Pincione (motivatissimo ad entrare nella Pescara calcio) e che quest’ultimo ha autorizzato lo stesso notaio a comunicare il tutto in trasmissione.
Sempre il notaio ha dichiarato che il loro obiettivo non si limiterà a rilevare la società che avverrà come da contratto il 15/2, ma i programmi sono quelli di costruire un grande Pescara.

Aspettiamo giovedì…

La nuova Pescara Calcio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/2/2007

La fatidica data del 15 febbraio è arrivata e la scadenza di domani dovrebbe portare alla coclusione del passaggio delle quote da Paterna alla Pescara 70 (che, dopo il dissequestro delle stesse azioni, verserà un milione e quattrocentomila euro a Paterna, in aggiunta ai seicentomila già versati).
Se, come speriamo tutti, quella di domani dovrebbe portare alla parola fine da apporre su un nome e aprire la strada al nuovo presidente tifoso per il futuro si profilano novità e colpi di scena in grado di far saltare il cuore anche al meno appassionato dei tifosi binacazzurri.
Infatti, quando tutto sembra essere chiaro e il traguardo vicino ecco presentarsi l'ennesimo colpo di scena (o presunto tale). Le sorprese che riguardano la società Pescara Calcio non finiscono mai. L'ultima, dopo il rientro di Pincione, riguarda l'allargamento della base societaria Pescara 70 e forse la ricostruzione di una nuova società ancora piu' sorprendente di quanto non lo si immagini.
Alla già semi nota cordata guidata da Renzetti, se l’affare andrà in porto, potrebbe aggiungersi una figura che giunge dal Libano che consentirebbe di rivoluzionare la Pescara Calcio dalle fondamenta.
L'incontro tra l'ormai famoso notaio D'ambrosio, rappresentante della Pescara 70 e i rappresentanti dell'imprenditore libanese (per ora anonimo) potrebbe avvenire a breve. La notizia dell'ingresso nell'affare dell'imprenditore Libanese, secondo alcuni, avrebbe convinto Pincione e il principe mediorientale Al Waleed a rientrare nella Pescara 70 ed è inevitabile a questo punto chiedeersi cosa ci sia sotto.
Per il momento pero' noi tifosi ci accontentiamo di rivedere alla guida del Pescara Calcio un tifoso! Il presidente tifoso Angelo Renzetti che ha conquistato la nostra stima e quella della tifoseria.
In attesa della definizione della telenovela societaria i tifosi biancazzurri aspettano anche buone notizie sull'eventuale riapertura al pubblico dello stadio Adriatico.
Mentre per la prossima gara interna con il Casena gli abbonati (1400) non dovrebbero avere problemi ad accedere all'impianto adriatico, essendo sufficienti i primi cinque tornelli, il ministero degli interni potrebbe negare il consenso per l'ingresso dei paganti. Il decreto Pisanu richiede che tutti i 22.600 potenziali spettatori dell'Adriatico siano messi in condizioni di entrare nell'impianto (quindi con circa 21 tornelli) e appare quindi scontato che il Viminale rifiuti, vista la situazione, una deroga per la momentanea riduzione della capienza a 7000 posti.
In ogni caso cè un forte interessamento del Comune e della società per far si che ogni problema sia superato e la speranza di rivedere il pubblico pagante all'adriatico contro il Cesena rimane accesa.
Sempre in tema di Stadi si ricorda che anche il San Nicola di Bari non è a norma con il decreto Pisanu e quindi anche la prossima partita in trasferta del Pescara si disputerà a porte chiuse.
La società del presidente Matarrese, starebbe comunque vagliando la disponibilità di alcuni campi pugliesi alternativi al San Nicola in grado di ospitare momentaneamente le gare interne del Bari ma è da escludere che l'alternativa possa essere trovata in tempo per la gara con i biancazzurri.

Cosa accade dietro. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/2/2007

Poco dopo le 22:00 di ieri all'Aquila, presso lo studio del Notaio Marica Schiavone, in Trasacco, c'è stata la lettura dell'atto notarile per il passaggio di consegne tra Dante Paterna e la Pescara 70 che ha quindi acquisito l'intero pacchetto azionario della società Pescara Calcio.
L'intero pacchetto azionario della Pescara Calcio S.p.a. è stato acquisito con liquidazione a Paterna di un milionequattrocentomila euro in assegni circolari.
La tarda ma buona notizia del trapasso societario di Patrena non scrive pero' la parola fine alla telenovelas Pescara Calcio. Chi era pronto a stappare lo spumante per brindare ad un nuovo corso e all'entusiasmo ritrovato sarà rimasto con la gola secca.
La Pescara 70, rappresentata da cinque componenti, attraverso un aumento di capitale a 600mila euro ha permesso l'ingresso in società di Claudio Di Giacomo e Pierluigi Tavarner e grazie a questi si è fatto fronte alle pretese di Paterna concludendo la trattativa senza utilizzare la quota monetaria di Renzetti.
L'aumento del capitale sociale unilaterale e l'aumento del numero dei soci non hanno giustamente trovato il benestare di Renzetti che si è trovato delegittimato (trovandosi a detenere ora una quota minoritaria della Pescara70). Dalla Svizzera, l'architetto, avrebbe dichiarato che i suoi soldi non sarebbero stati utilizzati per far entrare i due del gruppo Pincione e metterlo in minoranza. In pratica la manovra sarebbe servita, secondo Renzetti, a tagliarlo fuori dalla corsa alla presidenza.
Dunque la nuova Pescara Calcio non sembra essere partita bene e si profila un periodo di incertezza non essendo ancora chiaro chi rivestirà la carica di presidente e il ruolo dell'imprenditore libanese e del principe arabo finora rimasti nell'ombra.
Fra 15 giorni dovrebbe comunque tenersi il primo CDA della nuova società e dovrebbero essere definite le cariche societarie e non si puo' escludere che Renzetti, fermo restando la volontà di rimanere con una quota minoritaria, possa mantenere la carica di Presidente.
Le strade sono tante e forse troppe per fare ipotesi e quel che è certo è che a tutto cio' nella storia della Pescara calcio non si era mai assistito.
Dopo anni di totale indifferenza da parte dell'imprenditoria nazionale e locale e indifferenza da gran parte delle istituzioni cittadine d'un tratto la Pescara Calcio si ritrova in mezzo a interessi cosi' forti da legittimare ogni possibile dubbio. I tira e molla e complotti e colpi bassi di non facile decifrazione non fanno inoltre bene nè ai tifosi nè alla squadra che sta provando a salvare il salvabile.
E' iniziata la notte dei lunghi coltelli?

Bari 1 Pescara 2 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/2/2007

Nella 24ima giornata del campionato cadetto il Pescara del duo Vivarini-De Rosa espugna il San Nicola di Bari regalando ai biancazzurri i primi tre punti stagionali in trasferta e la prima vittoria assoluta del Pescara a Bari.
Al San nicola riaperto al pubblico a tempo di record sono presenti circa 4000 mila spettatori di cui fanno parte anche una decina di tifosi biancazzurri.
I biancazzurri che scendono in campo con Vantaggiato titolare si oppongono al Bari di Maran schierato con un 4-2-3-1 con Santuruno a fare da terminale offensivo davanti al trio di centrocampo Carrus, Scaglia e Sgrigna. Nel Bari non gioca Carozza.
La partita, a tratti entusiasmante, viziata solo dalla pignoleria arbitrale si riassume in quattro episodi cruciali: Al 7' Scaglia con un destro sotto l'incrocio dei pali batte un incolpevole Polito e il Bari passa in vantaggio.
Al 27' Vantaggiato spunta piu' in alto di tutti da una mischia in area e azzecca la deviazione vincente su battuta d'angolo.
Al 37' arriva il rigore a favore del Bari. Papini atterra Santoruvo all'inizio dell'area e Velotto assegna il penalty. Sul dischetto va Carrus che tira malamente consentendo a Polito una facile presa.
All' 88' Gillet pressato da Martini raccoglie un passaggio da un difensore e l'arbitro giustamente decreta il fallo. Un minuto piu' tardi Vantaggiato sigla il 2-1 per il Pescara (e bilancia il risultato dell'andata) con un calcio di punizione da dentro l'area che buca otto uomini in barriera, Gillet e rete.
Dopo cinque minuti di recupero al 95', Al fischio finale, esplode la gioia sulla panchina biancazzurra.
A questo punto e con questi risultati bisogna credere alla salvezza senza incertezze. Forza Pescara.

FATECI TIFARE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/2/2007

Dopo la vittoria di Bari che ci ha permesso di rientrare a pieno titolo per la lotta-salvezza, è necessario dare continuità sfruttando a pieno l’entusiasmo che si sta ricreando sempre più attorno alla squadra.

In attesa che si chiariscano le vicende societarie (Renzetti ha minacciato di lasciare se gli altri soci non fanno un passo indietro, in primis il notaio D’Ambrosio col quale si è incrinato il rapporto di fiducia), noi tifosi saremo determinanti come lo siamo stati nei momenti bui con lo sciopero del tifo che ha aiutato il cambio di società scongiurando un probabile fallimento.

Ora più che mai si dovrà sfruttare l’entusiasmo per dare ancor più vigore all’ottimo lavoro che stanno svolgendo Vivarini e De Rosa, ma per far questo è necessario che ci venga data la possibilità di assistere alle gare interne dei biancazzurri.

Che sia l’Adriatico o un campo neutro non importa, l’importante è che col Cesena ci dovrà essere il pubblico sugli spalti; chi non permetterà questo, si porterà sulla coscienza punti preziosi che inevitabilmente la squadra lascerà sul campo per l’assenza del “12° uomo”; tra l’altro il Pescara resta l’unica squadra del fondo classifica a dover rinunciare ai propri tifosi.

Passi la gara col Mantova, ma può bastare così: con più di 2 settimane a disposizione non ci sono scuse per nessuno, il Pescara col Cesena merita di giocare davanti al proprio pubblico.


Renzetti lascia la presidenza SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/2/2007

Come era facile prevedere, Renzetti lascia la carica di Presidente della Pescara Calcio in attesa di decidere se abbandonare definitivamente il progetto-Pescara vendendo le quote della Pescara 70.

Sembra che non ci siano possibilità di recuperare i rapporti soprattutto col notaio D'Ambrosio; probabilmente "la goccia che ha fatto traboccare il vaso" è stata la visita del notaio alla squadra (non si sa a quale titolo) prima della gara col Bari.

La situazione comunque dovrebbe chiarirsi definitivamente (in un modo o nell'altro) al rientro di Pincione, atteso in Italia giovedì prossimo; quella sarà l'occasione per Renzetti di chiarire il suo ruolo all'interno della società.
Aspettiamo gli eventi, ma vogliamo che si faccia chiarezza da subito e che in società restino solo coloro i quali vogliono realmente il bene del Pescara con i fatti e non a parole; abbiamo già subito il trauma del passaggio da Scibilia a Paterna, non vorremmo rivivere lo stesso film, anche se sarà veramente difficile riuscire a fare peggio.

Ci piacerebbe infine sapere quanti dei soci della Pescara 70 (di molti non conosciamo nemmeno il volto), dichiaratisi tifosissimi dei biancazzurri sono mai andati allo stadio, soprattutto quest'anno.....probabilmente l'unico è Renzetti!!

Si spera solo per gli abbonati SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/2/2007

Il giudice sportivo ha appiedato per un turno Russo e Rigoni che così salteranno la gara col Cesena di sabato, mentre tra le fila dei romagnoli mancherà sempre per squalifica Zaninelli.

Con ogni probabilità la gara non sarà giocata in campo neutro (gli stadi proposti sono tutti inferiori ai 10 mila posti), quindi non resta che sperare che riescano a montare almeno i 5 tornelli che garantirebbero l’ingresso ai soli abbonati; in caso contrario, si giocherà nuovamente a porte chiuse.
Domani dovrebbero iniziare i lavori, ma sono ormai due settimane che sentiamo ripeterlo: sarà vero?

Comunque andrà a finire sarà un insuccesso visto che la squadra ha bisogno dei tifosi per tentare l’impresa salvezza e in questo momento, dopo il successo di Bari, sarebbero accorsi doversi spettatori; bene che andrà quindi, la squadra giocherà al massimo davanti a 1.200 tifosi.
Evidentemente questo importa solo a noi veri tifosi e non a quelli che si spacciano tali solo per convenienza e nei momenti in cui c’è bisogno di “salire sul carro dei vincitori”: complimenti.

SOLO GLI ABBONATI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/2/2007

A meno di clamorose sorprese l’Adriatico sarà aperto ai soli abbonati per la gara di sabato contro il Cesena.
Considerando che i tornelli saranno disponibili solo in tribuna adriatica (distinti), l’ingresso dovrebbe avvenire per tutti da quel settore, per poi permettere a ciascuno di prendere posto nel settore di appartenenza una volta superato il tornello.
Saremo quindi al massimo in 1269 a incoraggiare la squadra nella conquista dei 3 punti.

Visto tutto quello che ci sta capitando quest’anno, la salvezza sarebbe realmente da paragonare ad uno scudetto: tutti uniti possiamo farcela.

Renzetti ritira le dimissioni SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/2/2007

Siamo ormai abituati e l'ennesimo inaspettato colpo di scena arriva senza piu' tanto clamore. L'infinita vicenda societaria della cessione del Pescara continua e Renzetti, a sorpresa, ha ritirato le proprie dimissioni tornando quindi a ricoprire la carica di presidente della Pescara Calcio.
Questa la lettera dell'architetto:
"In riferimento alle dimissioni dalla carica di presidente del cda della Pescara Calcio S.p.a. da me rassegnate in data 18/02/07, con la presente sono a comunicarvi formalmente e ad ogni effetto di legge la revoca delle predette dimissioni e, pertanto, il mio intendimento di riassumere con effetto immediato la carica di presidente del cda della Pescara Calcio S.p.a."
A poche ore dal consiglio d'amministrazione della società sembra essere dunque tornata una schiarita tra Renzetti e Pincione il quale parteciperà questa sera al cda della Pescara 70.
Alle ore 15:30, ci sarà il primo Cda con oggetto di discussione l'ordinaria amminastrazione e poi, intorno alle 19, l'assemblea dei soci della Pescara70.
All'attesissimo CDA potrebbero pero' mancare proprio Renzetti e l'avvocato Nebuloso e i motivi di una possibile assenza dei due sono contenuti in due diversi comunicati stampa diffusi nella serata di ieri a seguito di alcune rivelazioni apparse (sempre ieri) su alcuni quotidiani locali).
In sostanza su questi quotidiani ci sarebbe la notizia che Dante Paterna avrebbe l'intenzione di convocare il consiglio di amministrazione per discutere della ratifica del contratto, concluso il 28 gennaio scorso, tra la Pescara calcio e la Calcio Trade s.r.l. Secondo questo contratto Renzetti si impegnerebbe, secondo i termini riportati da alcuni quotidiani locali, a versare a Paterna oltre ai 2 milioni di euro, il 10% degli incassi derivanti dalle transazioni in uscita di giocatori e tecnici fino al 2009. Questo accordo, per avere valore, dovrebbe essere ratificato dal cda della società Pescara 70. Le persone di Nebuloso e Renzetti, però, dichiarano che il suddetto contratto non può più essere discusso e successivamente ratificato in un secondo momento.
Il contratto tra le parti, ad ogni modo, non può andare oltre i limiti prefissati di 600 mila euro. La società Pescara calcio, comunque, non sarà mai danneggiata da questo accordo “segreto” tra Paterna e Renzetti. Solo quest'ultimo dunque, inteso come persona fisica, sarà responsabile delle possibili inadempienze contrattuali. Il sodalizio di via Mazzarino non correrebbe in nessun caso rischi, sia in caso di ratifica del contratto sia nell'eventualità contraria. In pratica è impossibile che il cda ratifichi l'accordo.
Renzetti e Nebuloso, inoltre, nei comunicati hanno rimarcato il fatto che nei punti all'ordine del giorno del cda, non è prevista alcuna discussione riguardo la ratifica di alcun contratto.
Nel cda odierno dovrebbe essere oggetto di discussione soltanto l'elezione del presidente del cda, il conferimento di procure e poteri a terzi e la risoluzione del problema dei tornelli dello stadio Adriatico.
La storia continua...

Il Cesena di castori SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/2/2007

Nella 25ima giornata del campionato di B il Pescara affronterà in casa i romagnoli del Cesena allenato da Castori (ex lanciano e Castel di Sangro).
Il club romagnolo del presidente Giorgio Lugaresi nonostante i 35 punti in classifica non naviga in buone acque ed è alle prese con una situazione delicata aggravata da voci di presunti forti debiti societari che non lascerebbero spazio a progetti importanti.
La formazione cesenate è reduce da una cocente sconfitta interna contro il Vicenza e da due sconfitte consecutive in totale che hanno iniziato minare gli equilibri e le speranze della tifoseria. La situazione tra il club bianconero e i tifosi sarebbe in rotta di collisione anche per il mercato di gennaio dal quale è partito Ferreira Pinto non degnamente sostituito.
Tra le fila del Cesena si deve poi segnalare che Ndiayè Papa Waigo è stato sottoposto a esami ecografici che hanno evidenziato una contrattura ai flessori della coscia destra. Dunque l'attaccante 23enne senegalese, che quest'anno con la maglia del Cesena ha collezionato 23 presenze e 10 gol, non dovrebbe partecipare alla prossima trasferta pescarese.
Nel Pescara del buon duo Vivarini De Rosa, invece, per la prossima gara si potrebbe ritrovare privo di Delli Carri e Vellucci.
Il capitano continua il suo lavoro differenziato, nella speranza di un recupero lampo per sabato. Mentre Vellucci continua ad avvicinarsi al recupero totale dopo il brutto infortunio passato.
Tra i biancazzurri in campo, nella prossima gara, mancheranno per squalifica da parte del giudice sportivo Rigoni e Russo mentre tra i romagnoli a saltare la gara per squalifica ci sarà il solo Zaninelli, espulso sabato contro il Vicenza.
La partita Pescara-Cesena ha 15 precedenti in serie B che si dividono in dieci vittorie per i biancazzurri e cinque pareggi.
Dunque il Cesena all'Adriatico non ha mai vinto e l'ultimo precedente risale al Pescara-Cesena della 39^ Giornata dello scorso campionato quando il 6-5-2006 i biancazzurri si imposero per 3 a 2 con gol di Gonnella, Zoppetti e Cammarata.
La gara sarà diretta da Zanzi di Lugo. Avrà per assistenti Corrado Costa di Albenga e Dario Dattrino di Torino. Quarto ufficiale sarà invece il Sig. Lorenzo Spadaccini di Vasto.

Ancora Paterna presidente! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/2/2007

Neanche la telenovela più lunga della storia farebbe al caso del Pescara: da oggi infatti è di nuovo presidente Dante Paterna che sta diventando l’incubo di tutti i tifosi biancazzurri.
Il CdA riunitosi oggi, ha infatti accettato le dimissioni di Renzetti presentate giorni fa, non riconoscendo il successivo ritiro avvenuto ieri.
Ai voti possiamo dire che Paterna (con Cichella e Corvacchiola) ha battuto oggi Renzetti (col voto di Nebuloso) 3 a 2; come ha spiegato l’avv Cichella l’ordine del giorno era solo questo e quindi non è stata presa in considerazione nessuna altra cosa, tantomeno “l’accordo segreto” fra Renzetti e la Calcio Trade di Paterna.

Sempre l’avv Cichella ha detto che Paterna è stato rieletto ad interim in attesa del nuovo CdA che dovrebbe riunirsi il 28 febbraio e dove faranno parte i soci della Pescara 70 capeggiata da Max Pincione (tornato oggi da New York) che proprio stasera sono in riunione per definire le strategie e gli organici della futura Pescara Calcio.

Una cosa è certa: ci siamo stufati di questi continui colpi di scena, pretendiamo chiarezza e una società sana che faccia il bene del Pescara alla quale si spera non ci sia più nessuno dei vecchi proprietari ; che poi sia Renzetti o Pincione poco importa, l’importante è che colui che guiderà la barca sia un condottiero capace e che faccia la più presto chiarezza su tutto.

Pescara 1 Cesena 0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/2/2007

Nella 25.a giornata di Serie B, il Pescara batte 1-0 il Cesena con un gol bello e decisivo di Vantaggiato.
Nel primo tempo il Pescara parte subito molto aggressivo e schiaccia i romagnoli nella propria meta` campo.
Già dal 1' i biancazzurri vanno subito vicinissimo al gol con Vantaggiato che, però, da 2 passi, spara altissimo.
Al 12’ Martini, lanciato a rete realizza ma Zanzi, tra le proteste generali, anuulla per un dubbio fuorigioco.
A 19’ ancora grandi polemiche quando Anastasi colpisce di mano in area: Zanzi consulta il guardalinee e alla fine decide per un nulla di fatto.
I biancazzurri continuano a spingere e al 32’ Vantaggiato servito da un calcio piazzato di Mora, spedisce sul palo.
Nella ripresa, al 55’ il centrocampista argentino Mezavilla e` espulso per proteste. Il Pescara, in superiorità numerica, continua a spingere ma le gambe cominciano a cedere. De Rosa sostituisce Martini per Paponetti e Antonelli per Gautieri. All’85` arriva finalmente il gol della meritata vittoria: calcio di punizione di Mora, Vantaggiato e` libero di colpire di testa ed insaccare.
La gara comincia a farsi nervosa e fioccano i fichi di interruzione da parte del direttore di gara. Al 91’ espulso il gia` ammonito Lauro per proteste.
Il Pescara dopo 4 minuti di recupero arriva finalmente ai tre punti che gli consentono di agganciare il Verona in classifica generale a quota 19. Da segnalare la splendida forma di Vantaggiato, Antonelli e Mora che assieme agli altri hanno onorato la maglia di fronte ai pochi abbonati pescaresi presenti all'Adriatico.


De Rosa, Castori e Renzetti SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/2/2007

L`allenatore del Pescara De Rosa e` molto soddisfatto: "I miei danno l`anima". Il mister biancazzurro e` soddisfatto dopo la vittoria sul Cesena: "La grande applicazione dei miei porta a questi risultati. Alla vittoria ci abbiamo sempre creduto, anche se e` arrivata verso la fine". La rete di Vantaggiato e` stata decisiva: Ma meritavamo gia nel primo tempo di sbloccare il risultato. Il Cesena ci ha creato molte difficolta` ma i miei sono stati bravi".
Dalla parte opposta Castori dice:"Non sono soddisfatto". Il gol di Vantaggiato ha condannato i romagnoli alla sconfitta e il mister del Cesena non puo` essere felice: "Non sono soddisfatto della prestazione dei miei. Abbiamo tirato troppo poco in porta. E nel gol subito i miei difensori hanno fatto un errore incredibile".
Nemmeno il direttore di gara lo ha soddisfatto: "L’arbitro ci ha massacrato. Le due espulsioni non ci stavano e ci hanno tagliato le gambe. La designazione di un arbitro romagnolo e` stata del tutto inopportuna".
All'Adriatico era presente anche Angelo Renzetti omaggiato dai tifosi con un vistoso striscione nel settore distinti.
Il presidente dei tifosi biancazzurri, intervistato nel dopogara, ha sottolineato che la sua presenza continua a portare bene alla squadra.
Per l'Architetto il Pescara ha giocato bene, con grande intensità, e il tutto sarebbe merito degli innesti di gennaio, che alcuni criticavano, e dei due tecnici che lavorano tanto e bene.
Il protagonista delle ultime vicende societarie nonchè ex Presidente della Pescara Calcio (solo sulla carta - sottolineamo noi) non ha voluto parlare delle vicende societarie.

Il tornello della vergogna SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/2/2007

Nella magnifica giornata di ieri l’unica nota stonata è stato il famigerato tornello, tanto lodato per essere stato installato in “sole” due settimane e che ha consentito l’ingresso agli abbonati che, causa la scriteriata gestione societaria di inizio anno, sono solo 1.269.

Al contrario di quanto scritto su qualche giornale non ci è sembrato affatto efficace, anzi tutt’altro.
Innanzi tutto notiamo che nelle sbarre che incolonnano i tifosi davanti l’ingresso, sono stati saldati dei tubi di ferro posti orizzontalmente e in maniera sfalzata su entrambi i lati ad altezza cintura, con l’obiettivo di cercare l’incolonnamento a serpentina.
Questa non ci è persa una bella pensata perché quando ci sarà molta gente che si accalcherà davanti ai cancelli, si rischierebbe seriamente di farsi del male, considerando che si dovrà entrare in un corridoio largo circa 1 metro e con spuntoni ai lati di circa 30 cm che minano i fianchi dello spettatore.

Detto questo, pensavamo di trovare il rinomato tornello elettronico dove inserire l’abbonamento, ma invece scopriamo che è quasi tutto come prima, ma soprattutto è tutto manuale!!!
Infatti l’abbonamento viene letto col lettore ottico dall’addetto al servizio d’ordine e successivamente si passa nel tornello che deve essere spinto manualmente dal tifoso che così riesce ad oltrepassarlo!!!
Poi ci si imbatte nelle minuziose perquisizioni in cui vengono sequestrate anche le aste delle bandiere perché ritenute pericolose (ricordiamo che eravamo solo 1269 e tutti pescaresi), rendendo così vano anche il minimo colore sugli spalti.

Una volta entrati sugli spalti ci accorgiamo che non tutti gli abbonati sono stati destinati al settore distinti come promesso: infatti gli abbonati della tribuna hanno trovato comodamente posto nel loro settore.
Come avranno fatto ad entrare se in tribuna non ci sono i tornelli?

Ora ci attendono le gare più importanti della stagione perché giocheremo in casa dei veri e propri spareggi salvezza (vedi Modena, Spezia) che però con ogni probabilità saremo costretti ad assistervi ancora in soli 1.269, perché dopo il decantato miracolo per l’installazione in due settimane di un solo tornello e per giunta manuale, l’obiettivo è ora quello di rendere agibile in pieno l’Adriatico per la gara con la Juve del 30 marzo.
E le partite che si giocheranno prima?
A noi non ci interessa nulla della Juve (che richiamerà orde di abruzzesi, molisani, pugliesi, marchigiani, etc nella ns città), noi vogliamo che i nostri ragazzi abbiano quello che si stanno meritando: l’incitamento di tutti i tifosi pescaresi nella partite casalinghe, punto e basta.

Attraverso il tornello dello sgomento SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/2/2007

Quello che è accaduto in questi ultimi mesi e ciò che accade in questi giorni, come avevamo detto, non ha per noi precedenti nella storia della società Pescara Calcio.
Dopo anni di buio e indifferenza da parte dell'imprenditoria locale e delle istituzioni cittadine verso la squadra e il club biancazzurro si assiste ora ad un arrembaggio che lascia tutti senza parole. La voglia di stabilità e di una nuova pagina tutta da scrivere in positivo spinge ogni tifoso e tutti noi a credere e a ricercare il nome nuovo in tutti quelli che vengono proposti.
Il rischio per chi si nutre di sport e di Pescara, non essendo giornalista ma tifoso, è quello pero' di cadere in errore e di farsi idee falsate su progetti e personaggi.
Ogni giorno le notizie di novità importanti e di nuovi nomi si susseguono e a volte si contraddicono a tal punto che è difficile persino cercare di farsi un idea.
L'ennesimo pezzo sbagliato di un puzzle tutto da comporre arriva oggi.
sabato sera, dopo l'importante vittoria contro il Cesena, Pincione ha invitato a cena soci e dipendenti della sede ma nel corso della serata, secondo un noto quotidiano locale, i dirigenti si sono messi a litigare tra loro.
Per risposta Pincione, senza perdere tempo, domenica, in una riunione fiume durata quasi un'intero giorno, ha dapprima ufficializzato la propria candidatura alla presidenza stabilendo già i nuovi assetti societari, quindi ha rafforzato la sua maggioranza all’interno della Pescara 70 e infine ha messo a punto il nuovo aumento di capitale che servirà a ridistribuire ulteriormente le quote. Nel corso della stessa riunione Pincione avrebbe anche cercato di ricomprare senza successo le quote del notaio Massimo D’Ambrosio. Per finire l'italo Americano ha imposto il silenzio stampa a tutti i dirigenti.
Quella del silenzio stampa, ufficialmente, sarebbe una decisione maturata da Il Presidente Dante Paterna e la Pescara ’70 S.r.l.
Tale decisione si sarebbe resa necessaria per garantire la più serena e snella operatività, in una fase cruciale del transito della proprietà ed evitare in tal modo inutili strumentalizzazioni che possano condizionare in maniera negativa il lavoro degli attuali membri del CDA di Pescara Calcio e la maggioranza dei soci di Pescara ’70.
Al termine della riunione di domenica, alla stampa, in sintesi, Pincione avrebbe detto che probabilmente sarà lui il nuovo presidente ma ad interim, perchè nei progetti, la carica di Presidente è destinata al principe Khaled Al Waleed.
Per quanto riguarda la sua attività, Pincione, si farà rappresentare da un suo uomo di fiducia che sarà probabilmente Paolo Iapaolo candidato anche al nuovo consiglio di amministrazione e che assumerà la carica di direttore generale. Con Iapaolo, lavorerà Nicla Corvacchiola che dovrebbe assumere il ruolo di amministratore delegato.
Sul capitolo Renzetti, Pincione, dopo avergli riconosciuto il ruolo di fondatore della Pescara 70, si è augurato che l'Architetto possa trovare, all'interno della società, un ruolo che lo soddisfi.
Oltre a queste importanti novità dalla riunione è emerso poi un problema non trascurabile. Nel corso dell’ultimo Consiglio di Amministrazione, non è stato possibile ratificare l'accordo firmato tra il Pescara e l’Amministrazione Comunale che permetteva l’acquisto dei tornelli. Senza il Pescara Calcio il Comune dovrebbe indire una gara d'appalto e i tempi sarebbero inevitabilmente dilatati. Gli altri 20 tornelli dovrebbero essere consegnati tra il 9 e il 16 marzo prossimi e una volta arriati si dovrà comunque lavorare in fretta e furia per garantire il pubblico in occasione della gara con la Juventus.
In base ai "tornelli" di notizie che arrivano da stampa, Tv e internet, a questo punto, ogni tifoso (noi per primi) ci sentiamo "attraversati" dallo sgomento.
Le notizie contraddittorie sulla nuova società con avvicinamenti e allontanamenti, litigi e congiure, acquisti e cessioni, dimissioni e revoche, anche se probabilmente non interamente veritiere, lasciano l'amaro in bocca.
Tralasciando la riconferma, seppur ad interim di Dante Paterna come Presdente, su tutto poi, nonostante una squadra in netta ripresa e contornata da un rinnovato entusiasmo grazie ai risultati, si abbatte sui tifosi la questione "Adriatico".
Allo stato attuale il pubblico di casa puo' fare la differenza ma è inevitabile pensare che lo stadio cittadino sarà riservato solo agli abbonati anche per le gare contro Modena e Spezia.
Il pubblico pescarese dovrà probabilmente aspettare la vecchia signora per avere uno stadio agibile e chissà quanto per avere un Presidente tifoso.
A voi e a noi tifosi rimane solo la speranza di tempi migliori.

Panorama B SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/2/2007

In serie B sono dopo la 25a giornata sono saltate ben tre panchine.
Il presidente della Triestina Stefano Fantinel ha esonerato l'allenatore Andrea Agostinelli. L'esonero del tecnico arriva dopo una serie di sconfitte della squadra, che nelle ultime dieci gare e' riuscita a conquistare solo sei punti in classifica.
Il Bari ha esonerato il tecnico Rolando Maran: al suo posto arriva Beppe Materazzi, che torna sulla panchina biancorossa dopo 10 anni.
Il Brescia ha esonerato il tecnico Mario Somma. Per la sua sostituzione la societa' ha contattato Gigi Maifredi.
Nel posticipo serale della 25a giornata la Juventus vince a Modena per 1-0. Decide un'autorete di Centurioni all'86'. La juve torna cosiì in testa alla classifica, sola, con 46 punti, due in piu' del Napoli.
Sempre per la serie B il giudice sportivo ha squalificato 17 giocatori tutti per una giornata. Nessuno squalificato tra le fila del Pescara e del Verona. Tra i diffidati c'è il solo Paponetti alla 3^ ammonizione.
Lo stesso Giudice sportivo ha poi multato il Pescara Calcio di 15.000 euro per cori razzisti e va sottolineato che non era mai accaduto prima.

A Verona senza tifosi SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/2/2007

Ad eccezione di Delli Carri e Mora acciaccati, tutti i biancazzurri sono apparsi in buone condizioni nella doppia seduta di allenamenti del martedì svolta all’Adriatico; prima del lavoro atletico, la squadra come di consueto ha studiato gli avversari in un dvd (Vivarini è un maestro in questo avendo svolto anche l’anno scorso per Sarri questo tipo di lavoro).

La società è stata multata di ben 15 mila euro per i cori razzisti verso il giocatore di colore del Cesena Dou Dou, mentre non ci sono squalificati per sabato prossimo sia del Pescara che del Verona.

Da segnalare che sabato il Bentegodi sarà aperto per i soli abbonati (circa 6.500), pertanto i tifosi biancazzurri non potranno seguire la squadra in questo importante spareggio salvezza.

Infine un grosso “in bocca al lupo” ai ragazzi della formazione Primavera di Cetteo Di Mascio che cercheranno di entrare nella storia: alle 14.30 infatti (diretta SKY calcio10) ci sarà a Milano la gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l’Inter (andata 2 a 0 per biancazzurri). La vincente affronterà in finale la Juventus

Società, trasferta e calendario. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/3/2007

Le vicende societarie continuano a tenere banco e ad fornire ogni giorno nuovi particolari e colpi di scena.
A seguito della denuncia sporta dal notaio D’Ambrosio contro Renzetti e Paterna, il giudice Papalia per il momento si sarebbe limitato all’iscrizione dei due nel registro degli indagati per truffa. La truffa è un reato perseguibile d’ufficio e nonostante il notaio ritirasse la denuncia, le indagini andrebbero avanti ugualmente. Paterna ha tenuto ha ribadire che: «Se c’è una truffa la vittima sono io, visto che quel contratto non mi è stato riconosciuto valido». Il contratto, infatti, non è stato ratificato e dunque non è mai entrato in vigore.
Nella nuova Pescara 70, in attesa del 7 marzo giorno in cui è convocata all’Aquila l’assemblea, ci sarebbero nuovi possibili scenari dovuti a nuove alleanze.
Si è appreso infatti che Max Pincione, dopo avre tentato di rilevare le quote del Notaio D'ambrosio vorrebbe ora rileverà anche le quote di Tavarner.
Tutto potrebbe essere normale, il condizionale è d'obbligo, ma potremmo essere difronte all'ennesimo colpo di scena con la scalata ai pacchetti di azioni di qualche altro socio.
Sul capitolo Stadio, per il momento, si puo' solo dire c’è stato un nuovo incontro tra i rappresentanti della società biancazzurra e l’amministrazione comunale per tentare di risolvere il problema. Oltre ai tornelli ci sarebbe anche il problema dela sistemazione dell’area di prefiltraggio composta da doppia recinzione.
La squadra intanto, con 19 convocati da mister De Rosa-Vivarini, si prepara ad affrontare la trasferta di Verona. Questi i convocati tra cui non figurano Moscardi e Paponetti per scelta tecnica.
Portieri: Polito e Tardioli;
Difensori: Aquilanti, Demartis, Gonnella, Mora, Olivieri e Zoppetti;
Centrocampisti: Antonelli, De Falco, Felci, Gautieri, La Vista, Luci, Rigoni, Papini;
Attaccanti: Martini, Russo e Vantaggiato.
Mancheranno per infortunio Delli Carri e Vellucci.
L'arbitro dell'incontro Hellas Verona F.C. - Pescara Calcio, che si disputerà allo stadio "Bentegodi", sarà il sig. Nicola Stefanini di Prato.
La partita Verona Pescara ha 13 precedenti in serie B che comprendono 10 vittorie per gli scaligeri e tre pareggi. Dunque i biancazzurri non hanno mai vinto al bentegodi. L'ultimo precedente tra le due squadre, in terra Veneta, risale allo scorso campionato quando nella 29^ Giornata (11-2-2006) il Pescara di Sarri conquisto' il pareggio per 1-1 con gol di Daniele Croce.
Per concludere si apprende oggi dalla lega che la gara Pescara-Modena è stata spostata a sabato 10 marzo per esigenze televisive.

Verona 2 Pescara 1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/3/2007

Nella 26ima giornata del campionato cadetto il Pescara affronta il Verona al Bentegodi riaperto ai soli Abbonati.
Il Pescara scende in campo con un 4-4-2 formato da Polito, Gonnella, Zoppetti, De Martis, Mora, Papini, Luci, La Vista , Antonelli, Martini e Vantaggiato.
Il Verona risponde con Pegonlo, Sibilano, Biasi, Turati; Teodorani, Guarente, Mazzola, Pulzetti, Cutolo, Ferrante, William.
In una fresca giornata di sole, dopo un minuto di raccoglimento per la scomaparsa del giornalista Giorgio Tosatti la gara inizia tra gli applausi. La tifoseria scaligera inizia a farsi sentire e le due formazioni partono affrontandosi a viso aperto. La gara che nei primi 5 minuti sembrava promettere grandi emozioni va lentamente stabilizzandosi su un equo possesso di palla con grande correttezza fra i contendenti.
De Martis spostato, in gara, da Vivarini su Ferrante fa buona guardia e l'ex torinista fatica a controllare e finalizzare.
Dalla parte biancazzurra Martini e Vantaggiato mostrano vivacità non supportata pero' da un'intesa perfetta viziata dai pochi palloni giocabili ricevuti.
Nessuna delle due formazioni, nel corso del primo tempo arriva al tiro o a creare una vera occasione da rete, e si puo' solo registrare che al 41imo su tiro di la Vista, in piena area veronese, un difensore gialloblù respinge con un braccio. L'arbitro lascia correre.
Il Primo tempo si chiude all'esatto 45imo senza recupero a riprova di una frazione corretta tra le due compagini.
Il Secondo tempo per i biancazzurri si apre nel peggiore dei modi. Dopo soli 46 secondi il Verona passa in vantaggio grazie a un sinistro di William che, in piena area, batte Polito.
Il Pescara prova a reagire e Vivarini butta dentro Rigoni al posto di Antonelli.
Al 10imo, sempre William in area biancazzurra, gira di destro al volo su cross dalla destra di Turati. La palla finisce alta sulla traversa.
Al 12imo Vantaggiato ci prova di testa sulla battuta di Mora da calcio d'angolo.
Il Pescara cresce e william è costretto al fallo da cartellino rosso per un evidente trattenuta su Mora che sulla fascia sinistra appare incontenibile.
Al 16imo e 18imo La Vista va piu' volte al tiro da fuori area.
Al 20imo Martini fa posto a Russo.
Il Pescara continua a spingere e il Verona si chiude a riccio nella propria area. Il Pescara tiene palla e crea gioco ma nelle fasi finali manca di lucidità.
Al 25imo sul sesto calcio d'angolo battuto da Mora arriva la deviazione a rete vincente di capitan Zoppetti che di testa arriva più in alto di tutti. Zoppetti segna il suo primo gol stagionale.
Al 27imo Ventura manda dentro Ferrarese al posto di William.
Un minuto piu' tardi , per un clamoroso black out della difesa biancazzurra, Iunco arriva indisturbato al tiro e centra il palo alla destra di Polito battuto. Il Verona in crescendo inizia a crederci e Turati e Ferrarese diventano spine nei fianchi della difesa biancazzurra.
Pochi minuti piu' tardi il Verona reclama un calcio di rigore per un'uscita pirata di Polito su Ferrante che rimane a terra stordito. L'allenatore del verona Ventura viene espulso per proteste.
Al 45imo la beffa per i biancazzurri porta il nome di Turati. Punizione dalla sinistra di Guarente e colpo di testa vincente di Turati che regala i tre punti al Verona.
Il fischio finale al Bentegodi arriva dopo tre minuti di recupero: Verona-Pescara 2-1.
Successo importantissimo dell'Hellas che sale a 22 punti raggiungendo il Modena. Abruzzesi fermi a quota 19 mancano l'aggancio provvisorio alla salvezza.

De Rosa, Ventura e Ferrante SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/3/2007

Al termine della gara disputata ieri al Bentegodi di Verona dai Biancazzurri il tecnico De Rosa esprime il suo rammarico per il risultato. "Siamo stati meno brillanti dello scorso turno eravamo sotto tono. Nel secondo tempo abbiamo giocato bene ma il Verona ha capitalizzato le proprie occasioni al meglio. Sarebbe stato piu` giusto il pareggio, siamo rammaricati".
Dalla parte opposta Ventura descrive un Pescara superiore sul lato atletico. Cosi' il tecnico scaligero: "Oggi la squadra che abbiamo incontrato stava meglio fisicamente e` una squadra che ha maggiori possibilita` di uscire dalla zona critica. L’azione del gol era programmata, il risultato meritato cercato con convinzione".
Sul sito ufficiale dell'Hellas Verona appaiono anche dichiarazioni di Ferrante sulla gara. Marco Ferrante, contentissimo per i tre punti, sottolinea il ritrovato entusiasmo in casa gialloblù: "Godiamoci questa vittoria. Sono tre punti davvero importanti, che arrivano da uno scontro diretto. Da lunedì inizieremo a pensare al Crotone, un’altra partita delicata. Dobbiamo continuare sulla nostra strada, poche chiacchiere e molti fatti".
Ferrante, nell’ultima parte dell’incontro, è stato travolto in area dal portiere avversario Polito, uscito in maniera scomposta: "Non posso dire niente relativamente al fallo che ho subito, perché non ricordo nulla. L'impatto è stato violento, sono ancora un po' intontito dalla botta.

RENZETTI ROMPE IL SILENZIO STAMPA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/3/2007

Renzetti rompe il silenzio stampa imposto dalla Pescara 70 (a suo dire deciso senza neanche averlo interpellato prima) per chiarire alcuni aspetti.

Il primo è per smentire quanto apparso su alcuni quotidiani secondo i quali lo stesso Renzetti avrebbe dovuto avere un colloquio con i tifosi: l’ex presidente ha smentito categoricamente questa notizia che è totalmente infondata.

Ovviamente poi ha parlato delle questioni societarie: nella giornata di oggi ha detto di aver parlato con alcuni soci della Pescara 70 dai quali è riuscito a farsi confessare che nella riunione del prossimo CdA in cui saranno ratificate le varie cariche, lo stesso Renzetti non ne farebbe parte, essendo di fatto messo ai margini perché già tutto deciso.
Ha inoltre saputo che gli avvocati di Roma di Pincione si stanno già mettendo in moto in tal senso e che sono gli stessi avvocati di Chinaglia (questa notizia non ci fa fare salti di gioia, visti i continui fallimenti societari dell’ex laziale).

La cosa che non sopporta è proprio la mancanza di trasparenza da parte degli altri soci, la mancanza di coraggio nel dirgli in faccia che lui è fuori dai giochi.
Lui ha affermato di esser stato sempre trasparente ad eccezione del rapporto con Paterna in cui ha dovuto agire in quel modo (il famoso contratto segreto) per far “mollare” la società allo stesso Paterna.

Le soluzioni che prospetta sono 3: - che gli sia data la possibilità di acquisire il 51% delle quote in modo da poter continuare il suo progetto iniziale
- che sia estromesso a condizione che gli siano detti in prima persona i motivi
- che trovi un accordo con Pincione per guidare insieme la Pescara Calcio

Il buon Enrico Rocchi ci stupisce e riesce a far intervenire telefonicamente da New York Pincione atteso domani a Pescara:
all’inizio c’è un rovente scambio di accuse (fra tutte Renzetti che gli rinfaccia di essere stato estromesso dai giochi come facevano i carbonari, l’altro che gli risponde della non trasparenza dovuta al contratto stipulato in segreto con Paterna), ma poi grazie ad Enrico Rocchi, seppur a fatica, riesce a strappare ai due un incontro a quattrocchi per domani sera per cercare di ricucire i rapporti.
Visto lo scambio di battute, l’impressione è che difficilmente i due riusciranno a trovare un accordo.
Entrambi hanno detto di volere esclusivamente il bene del Pescara e di sperare nella salvezza, ma una cosa è certa: in questo modo stanno facendo proprio l’opposto.

Speriamo che questa sia veramente la settimana decisiva e che venga fatta chiarezza a 360° affinchè nasca una società SERIA e TRASPARENTE, in primis con i tifosi: siamo stufi di questa telenovela che dura da 4 mesi!!!

ultime news SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 6/3/2007

Domani sera ci sarà finalmente l'attesissima assemblea della Pescara 70 che dovrebbe portare un nuovo consiglio di amministrazione e forse mettere fine al fiume di polemiche scaturite da un'operazione di acquisizione che non ha precedenti. Max Pincione nella riunione di domani dovrebbe consolidare la propria posizione con l'acquisizione delle quote che erano appartenute a Pierluigi Tavarner.
A movimentare l'attesa, nel frattempo, ci ha pensato Angelo Renzetti con la rottura inaspettata del silenzio stampa nella quale ha tirato in ballo Pincione e gli altri soci della Pescara 70, accusandoli di aver già deciso i quadri futuri della società adriatica prima ancora della convocazione del cda prevista per domani. Per l'architetto Renzetti, finito in minoranza nella Pescara 70, dopo aver tentato un ribaltone cercando di acquisire le quote di Tavarner, poi quelle di Galletti, di Giammarco e di Di Giacomo le possibilità di recupero di un rapporto con Pincione & company sono praticamente nulle.
Questa sera, comunque, Pincione dovrebbe arrivare a Pescara e potrebbe esserci un incontro a quattr'occhi con Renzetti che, speriamo noi, possa portare ad un punto di incontro.
Sempre domani, nel Cda della Pescara 70, i soci potrebbero anche essere costretti ad effettuare una maxi ricapitalizzazione da 5 milioni di euro e per far fronte a tale necessità potrebbe rendersi necessaria la collaborazione di tutti, Renzetti compreso.
Per quanto concerne la squadra si segnala che Daniele Delli Carri è in via di guarigione. Il difensore biancazzurro dopo aver saltato due partite, per un infortunio rimediato a Bari, è tornato ad allenarsi.
In tema di giustizia sportiva si segnala che il Pescara ed il Verona sono stati multati entrambi di 1.000 euro per aver fatto cominciare la gara con 3 minuti di ritardo. Nessuno squalificato nelle fila biancazzurre nè in quelle modenesi. Natale Gonnella dopo la 3^ ammonizione stagionale è entrato in diffida.
Per finire la lega Calcio ha comunicato oggi le date delle prossime giornate di campionato. Bologna-Bari, gara della 6ª giornata di ritorno del campionato di serie B, si giochera' alle 21 di venerdi' 9 marzo.
Tutte le altre gare della giornata sono in programma sabato 10 marzo alle 15.
La 7ª di ritorno del campionato di serie B (28ima) e' un turno infrasettimanale, in programma martedi' 13 marzo alle ore 15.
Il calendario diffuso dalla Lega prevede il posticipo serale Rimini-Lecce, alle 21 di martedi', e un altro posticipo alle 21 di mercoledi', Albinoleffe-Crotone.
Dunque il Pescara giocherà la 28ima gara, contro il Frosinone, in trasferta, martedì 13 Marzo alle ore 15.00.

PINCIONE PRESIDENTE, OUT RENZETTI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/3/2007

Dopo aver “fatto fuori” Renzetti, la Pescara 70 si è riunita e nel CdA sono state ratificate le nuove cariche in seno a quella che sarà la società che controllerà la Pescara Calcio.
Presidente Pincione, vice presidente D’Ambrosio, con Di Giacomo, Galletti e Giammarco membri dello stesso CdA.
Come noto quindi Renzetti non ne farà parte (tornerà in Svizzera), ma dovrebbe comunque rimanere socio di minoranza non vendendo le sue quote, cosa che invece ha fatto Tavarner; quest’ultimo infatti è uscito di scena e la sua quota è stata acquisita da Pincione che rafforza così la sua maggioranza.
La Pescara 70 passerà da srl a spa e sarà ratificato l’aumento di capitale sociale per 1 milione di euro.

Oggi quindi finisce ufficialmente l’era Paterna (nemmeno un briciolo di rimpianti) e se ne apre un’altra: viste le premesse e le querelle degli ultimi tempi non c’è da star tranquilli, ma speriamo che ci facciano ricredere.

Aspettiamo e vediamo cosa saranno in grado di combinare questi personaggi: ricordiamo loro che noi tifosi pretendiamo solo il bene della Nostra squadra agendo con la massima trasparenza.
Ciò dovrà materializzarsi esclusivamente con i fatti sin dal primo giorno perché di chiacchiere ne abbiamo ascoltate per mesi.

Intanto noi tifosi saremo costretti ad affrontare i prossimi due spareggi interni decisivi con Modena e Spezia (tra l’altro di mercoledì alle ore 15) con i soli mille abbonati: non vogliamo dare la colpa a nessuno, ma ci limitiamo solo a constatare i fatti che sono appunto quelli che saremo l’unica squadra a giocarci la salvezza con un solo tornello installato nel proprio stadio dopo quasi due mesi.

Un record che solo a Pescara potevamo vincere………grazie di tutto questo!!!

PINCIONE VA IN TV SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/3/2007

Ospite della trasmissione Sportivamente, Max Pincione si è fatto conoscere un po’ meglio dagli sportivi.

In linea di massima non ci sono state grosse novità a livello di notizie, ad eccezione che i vice presidenti saranno due: oltre a D’Ambrosio infatti, anche Di Giacomo ricoprirà quella carica. Come direttore generale (che farà le sue veci in sua assenza) sarà il fidato Iapoalo, anche se ha detto che non gli pesa fare avanti e indietro da New York.

Ai tifosi ha detto che non si sente di promettere nulla perché saranno i fatti a parlare, così come non si aspetta nessuna accoglienza particolare sabato in occasione della gara col Modena; ha aggiunto che i tifosi devono fare il loro compito che è quello di incitare la squadra, mentre la società dovrà fare il proprio, cioè gestire al meglio la squadra stessa. Lui non chiede la fiducia di nessuno, andrà avanti col suo progetto e poi starà alla gente decidere se tornare allo stadio o meno.

Sulla situazione patrimoniale della Pescara Calcio non si è detto preoccupato, anzi pensava di trovare una situazione cattiva, mentre così non è (avrà guardato bene?).

Sullo stadio ha detto che secondo lui è folle spendere molti soldi per rimetterlo in sesto per un evento (giochi del mediterraneo) che dura pochi giorni, quando invece c’è la squadra che è da 50 anni che gioca li e non ha mai avuto investimenti di quel tipo; ha aggiunto che l’immagine di Pescara deve riqualificarsi e questo stadio di certo non è il miglior biglietto da visita. Spera di incontrare in settimana il sindaco.

Sul principe saudita ha detto che ha preferito aspettare un po’ prima di portarlo in città (oggi era a Ginevra), perché se fosse venuto ora non sarebbe stato il massimo, visto il caos generato in questi mesi attorno alla stessa società.

A chi infine (il buon Massimo Candeloro, conduttore della trasmissione) gli ha fatto notare che ha fatto le stesse dichiarazioni di Paterna riguardo alla serie A, ha risposto che non tutti siamo uguali; in cuor suo spera che la squadra si salvi, ma quando ha deciso di entrare in società lo ha fatto considerandola già in serie C (come dargli torto ripensando a due mesi orsono), quindi programmando da quella categoria. Se poi avverrà il miracolo, tanto di guadagnato…..

Il Modena di Mutti SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/3/2007

Nella 27ima gara del campionato cadetto il Pescara del duo Vivarini-De Rosa affronta all'Adriatico il Modena.
Il Modena del Presidente Antonio Amadei, a quota 22 punti in classifica, è in piena crisi di gioco e risultati e arriva a Pescara dopo un pareggio tre sconfitte consecutive e con una parabola discendente di 4 punti in undici gare. Il cambio dell’allenatore Mutti subentrato al posto di Zoratto non sembra aver portato l’attesa svolta. Per gli emiliani oltre alla crisi di risultati ci sarebbero anche problemi di spogliatoio con giocatori in rotta con Mutti.
A Pescara ci sarà anche il difensore Antonazzo, reintegrato dopo l'esclusione con provvedimento disciplinare per alcune dichiarazioni eloquenti nei riguardi della conduzione tecnica. I convocati del Modena:
PORTIERI: FREZZOLINI GIORGIO, NARCISO ANTONIO
DIFENSORI: ANTONAZZO ANGELO, CENTURIONI MATTEO, FREY NICOLAS SEBASTIEN,ROSSI MARCO,TAMBURINI JURI
CENTROCAMPISTI: ABATE IGNAZIO, BALDO LUCA, BENTIVOGLIO SIMONE, GILIOLI CRIS, LAZZARI FLAVIO, LONGO RAFFAELE, LUISI CARLO
ATTACCANTI:BRUNO SALVATORE,COLACONE ROBERTO,PINARDI ALEX,SFORZINI FERDINANDO,VIRDIS FRANCESCO
INDISPONIBILI:CAMPEDELLI NICOLA, CHIECCHI TOMMASO, UNGARI LUCA
Per il Pescara De Rosa convoca in ritiro tutta la rosa a sua disposizione. Questo l'elenco dei convocati.
Portieri: Polito e Tardioli;
Difensori: Aquilanti, Delli Carri, Demartis, Gonnella, Mora, Olivieri e Zoppetti;
Centrocampisti: Antonelli, De Falco, Felci, Gautieri, La Vista, Luci, Moscardi, Rigoni e Papini;
Attaccanti: Martini, Paponetti, Russo e Vantaggiato.
Uniche eccezioni Vicentini infortunato e Vellucci che sarà aggregato alla Primavera.
La partita sarà diretta dal Sig. Christian Brighi di Cesena. Assistenti: Sig. Francesco Altomare di Molfetta (BA); Sig. Giancarlo Rubino di Salerno. IV° Ufficiale: Sig. Luca Tagliarelli di Termoli (CB).

UMILIATI DAL MODENA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/3/2007

Sarà stata la pioggia o le turbolente vicende societarie, fatto sta che il Pescara stecca completamente lo spareggio salvezza del fischiatissmo Luisi perdendo senza lottare addirittura per 2 a 6!

Gli uomini di Vivarini- De Rosa non sono mai entrati in partita facendo fare un figurone a un Modena tutt’altro che fenomenale.
Si doveva riscattare la beffa di Verona provando a vincere per raggiungere in classifica i canarini, ma ora lo spareggio salvezza si allontana a 6 punti: la squadra sembra essere tornata indietro di due mesi non riuscendo mai a tirare in porta nel primo tempo che si chiude con un secco 0 – 3.

Ripresa con la squadra che prova a reagire; Vantaggiato ancora in gol riaccende un minimo gli entusiasmi che sono subito spenti dagli altri gol modenesi. All’ultima azione Rigoni chiude col 2 a 6 una gara diretta in maniera scandalosa dall’arbitro cesenate Brighi: non è stato determinante sul risultato, ma la conduzione della gara è stata indisponente per tutti i 90’ contro i biancazzurri.

Per fortuna che già martedì si ritorna in campo con la trasferta a Frosinone dell’ex Iaconi (martedì ore 15): non c’è tempo da perdere, la squadra deve tornare a far quadrata sperando che arrivino anche segnali positivi dalle querelle societarie.

Non buttiamo la spugna, fin quando ci sarà la matematica a tenerci in vita dobbiamo credere nell’aggancio al quart’ultimo posto, a patto che si torni a giocare da subito col coltello fra i denti.

On-line le foto della gara

Riapriamo il MURO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/3/2007

Dopo qualche tempo abbiamo deciso di riaprire il muro per dare nuovamente spazio alla voce dei tifosi per poter scambiare commenti e opinioni sulla nostra squadra del cuore, ma anche eventualmente su tematiche interessanti che riguardano la nostra città.
Premessa d’obbligo è quella di attenersi a certi regolamenti e comportamenti etici che non ci costringano nuovamente a chiuderlo, stavolta definitivamente.
La nostra è stata una scelta molto combattuta perché da un lato c’era la volontà di tutelarci personalmente visto che comunque la redazione del sito sarà chiamata in prima a persona a rispondere di eventuali illeciti, oltre ovviamente ai diretti responsabili dei quali dovremo fornire la relativa documentazione alle autorità giudiziali qualora ne richiedano l’acquisizione;
dall’altro invece c’era la voglia di dare nuovamente spazio alla stragrande maggioranza di tifosi che ci ha richiesto la riapertura del muro.
E’ stata troppa la voglia di continuare a dare voce ai tifosi soprattutto in questo momento delicato che sta attraversando il nostro Pescara, e così da oggi, il muro riapre.

Per limitare il proliferarsi di personaggi che scrivevano semplicemente per minacciare e/o offendere pesantemente qualcuno, abbiamo scelto la registrazione obbligatoria; con questo non vogliamo limitare la libertà di espressione di chicchessia, però pretendiamo che ciò venga fatto entro i limiti della decenza.
Vi rimandiamo comunque a leggere preventivamente il Regolamento per capire e comprendere al meglio i dettagli.

COME SCRIVERE SUL MURO

1) entrare nella sezione cliccando “il Muro” (in alto a destra sulla Home page)
2) La prima volta occorrerà registrarsi ciccando su “Registrati” dove si dovranno riempire i campi obbligatori contrassegnati da un asterisco;
3) Una volta ottenuta la registrazione (arriverà anche una mail di conferma) cliccare su “login” in cui si dovrà semplicemente riportare la username e la password per accedere al muro e scrivere il proprio commento.

Se siete già registrati, una volta entrati nella sezione sarà sufficiente effettuare solo il punto 3.
Una volta scritto il messaggio, è possibile continuare la navigazione in internet e qualora decideste di ritornare sul muro, potrete nuovamente scrivere direttamente un altro messaggio senza dover fare altro.

Come si dice in questi casi, è più semplice a farsi che a dirsi.

Speriamo di aver fatto cosa gradita a tutti i tifosi e speriamo che serva anche da portafortuna alla squadra che magari già da domani ci regali una soddisfazione vincendo a Frosinone

Il Frosinone di Ivo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/3/2007

Il Pescara nella 28 giornata del campionato cadetto fanno visita ai canarini di frosinone allenati dall'ex Iaconi.
Il Frosinone, con 33 punti in classifica, dopo la pesante sconfitta contro il Lecce dovrà cercare di sfruttare il turno infrasettimanale per tornare a puntare a qualcosa di piu' della semplice salvezza.
Al termine dell’allenamento odierno Ivo Iaconi ha diramato la lista dei convocati per la delicata gara di domani. Assenti gli squalificati Argilli e Cannarsa, non saranno della gara gli infortunati Carbone, Fialdini e Zaccagnini, con quest’ultimi però prossimi al recupero. Dovrebbe essere della partita invece Massimo Zappino, che ha completamente recuperato dall’infortunio rimediato dieci giorni fa nella gara contro il Vicenza. Viste le numerose defezioni è stato convocato anche il giovane Primavera Luigi Lucchese.
Questi i convocati per Frosinone – Pescara:
Portieri: Chiodini, Zappino;
Difensori: Antonioli, Bocchetti, Ischia, Lacrimini, Pagani;
Centrocampisti: D’Antoni, Di Deo, Di Venanzio, Galasso, Lodi, Perra, Lucchese;
Attaccanti: Castillo, Dedic, Di Nardo, Margiotta.
Nel Pescara di Vivarini e De Rosa in pratica partiranno tutti i giocatori disponibili, compreso Ivan Vellucci al rientro. Mancheranno solo lo squalificato Luci e l'indisponibile Vicentini. Questi i nomi dei convocati:
Portieri: Polito e Tardioli;
Difensori: Aquilanti, Delli Carri, Demartis, Gonnella, Mora, Olivieri e Zoppetti;
Centrocampisti: Antonelli, De Falco, Felci, Gautieri, La Vista, Moscardi, Rigoni, Papini e Vellucci;
Attaccanti: Martini, Paponetti, Russo e Vantaggiato.
La gara sarà diretta da Iannone di Napoli e trasmessa sul circuito satellitare Sky.

La partita Frosinone Pescara in serie B non ha precedenti.
Le due formazioni, nel campionato cadetto, si sono incontrate il 14 ottobre 2006 nel girone di andata di questo campionato quando i canarini all'adriatico conquistarono tre punti con il risultato di 0-2. All'Adriatico, dopo l'errore dal dischetto di Ferrante, Di Nardo prima e Lodi poi fecero sprofondare in crisi il Pescara diretto allora da Ammazzalorso.
Altri precedenti tra le due formazioni si ricordano in serie G negli anni 50 e e in C nei primi anni 70.
I precedenti
1952-53, IV serie gir. G: Frosinone-Pescara 3-1; Pescara-Frosinone 1-1.
1966-67, serie C gir. C: Frosinone-Pescara 3-0; Pescara-Frosinone 0-4.
1971-72, serie C gir. C: Frosinone-Pescara 1-1; Pescara-Frosinone 0-1.
1973-74, serie C gir. C: Frosinone-Pescara 1-1; Pescara-Frosinone 0-0.

Frosinone-Pescara 0-0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/3/2007

Al Matusa di Frosinone va di scena la 28ima giornata del campionato cadetto che vede i canarini di Iaconi ospitare i biancazzurri del tandem Vivarini De Rosa. Lo stadio di Frosinone sotto un sole primaverile si presenta con un buon numero di spettatori locali ai quali si aggiungono un centinaio di supporters biancazzurri.
Il Pescara scende in campo con Polito, Olivieri, Delli Carri, Papini, Aquilanti, Rigoni, De Falco, Martini e Vantaggiato.
Il Frosinone risponde con un 4-4-2 con Zappino, Antonioli, Pagano, Bocchetti, Ischia, D'Antoni, Perra, Lodi, Di Venanzio, Margiotta e Di Nardo.
La partita inizia con le squadre equilibrate in campo con un leggero vantaggio per i padroni di casa del possesso di palla.
Al 16imo ci prova Vantaggiato a svegliare tutti con un destro da 25 metri che Zappino manda fuori allungandosi sulla sinistra.
Al 20imo sempre Vantaggiato riprova il destro da fuori area ma quest avolta il portiene gialloblu arriva facile alla presa.
Al 22imo Di Nardo prova a buttare la palla dentro conuna girata da buona posizione, sfruttando un cross in arrivo dalla sinistra, ma la palla va alta sulla traversa. Intorno alla mezzora le squadre si equivalgono e a fare la differenza in campo sono i tifosi locali e gli errori di entrambe le formazioni soprattutto a centrocampo.
Al 30 De Rosa deve sostituire Papini che rimedia una distorsione piede sinistro con Moscardi.
Al 36imo Delli Carri toglie la palla dai piedi di Margiotta che in corsa, tra due difensori biancazzurri, stava per centrare la deviazione a rete. Sulla ribattuta D'Antoni spara alto sulla testa di Polito.
Al 38imo Rigoni riceve da martini sulla destra e spara sul palo lontano della porta difesa da Zappini. La palla sfiora il palo.
Al 40imo Bocchetti rimedia il giallo per fallo a centrocampo su Rigoni.
La prima frazione di gioco si chiude sullo 0 a 0 ma con un Frosinone in crescita che sfrutta le scorribande sulla sinistra di Di Venanzio che diventa una spina nel fianco per i biancazzurri.
La ripresa si apre con i padroni di casa piu' determinati e il gioco si sposta gradualmente verso l'area biancazzurra.
Al 6sto Di Deo da fuori area inizia a scaldare i guanti di Polito con un destro da fuori.
All'11imo Margiotta costringe Delli Carri al fallo tattico da dietro e il capitano biancazzurro rimedia il primo giallo della gara per il Pescara.
Al 12imo Iaconi manda fuori l'ex Margiotta e manda dentro l'ex parma Dedic.
Proprio il croato al 16 va subito vicino al gol sfruttando un sinistro filtrante di Lodi ma il suo destro trova Polito pronto alla presa.
Al 17imo De Rosa butta dentro Paponetti per Martini che esce applaudito dal pubblico locale.
Al 18imo Di Nardo non riesce a concludere da buona posizione perchè a disturbarlo sul tiro cè Dedic in corsa.
Al 24imo Iaconi sostituisce Di Venanzio per Lacrimini.
Al 25imo proprio Lacrimini approfitta di un errore difensivo biancazzurro ma tocca piano verso Polito.
Al 26imo Di Nardo di testa manda la palla fuori su ottimo cross di Lacrimini dalla sinistra.
Il Pescara chiuso nella propria metà campo non riesce a reagire e Vantaggiato rimane praticamente isolato in avanti. Lacrimini dalla sinistra rifornisce in quantità industriale di cross Dedic e Lodi che arrivano facilmente di fronte a Polito.
Al 31imo Uno spunto di La Vista viene fermato fallosamente, da buona posizione, da Pagani. Sulla battuta Mora manda direttamente sul portiere canarino.
Al 33imo Dedic crea panico nell'area pescarese. Il croato passeggia indisturbato, palla al piede, su tutta l'area biancazzurra ma quando arriva al tiro da posizione centrale trova zoppetti a sbarragli la porta. In risposta un minuto piu' tardi Paponetti, senza troppe pretese, prova il sinistro in corsa.
Al 39imo Moscardi rimedia il rosso e lascia i biancazzurri in 10 con un Frosinone tutto in avanti.
Al 40imo Lodi di sinistro manca di poco la porta difesa da Polito con un insidioso sinistro da fuori area.
Il Frosinone ci crede e fioccano le azioni da rete. Al 43imo Polito esce con i piedi su Dedic lanciato a rete.
Al 44imo Ancora Dedic impegna Polito con un destro basso centrale.
La gara si chiude dopo tre minuti di recupero e con un pareggio che al Frosinone puo' stare stretto.
Il punto rimediato dal Pescara serve purtroppo a poco perchè al Bentegodi il Verona vince 3-1 sul Picenza. Buono per la salvezza del Pescara è, invece, il pareggio interno del Modena con il Bologna. Il Crotone se la vedrà domani contro l'Albinoleffe.
A fine gara Vivarini parla di un pari conquistato in un momento difficile. Per il tecnico biancazzurro, quello conquistato a Frosinone, è un punto da non sottovalutare considerando la prestazione del Pescara come prova di carattere.


De Rosa, Iaconi e tabellino SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/3/2007

Al termine della gara contro il Frosinone il tecnico del Pescara Luigi De Rosa commenta cosi` la gara pareggiata per 0-0 allo stadio Matusa.
“Grande partita giocata con molta intensita`. Soprattutto il Frosinone ha impresso un ritmo fortissimo. Abbiamo pagato troppo l’espulsione di Moscardi, ma devo fare i complimenti a tutta la squadra”.
Dalla parte opposta l`allenatore del Frosinone Ivo Iaconi commenta:
“Nel secondo tempo abbiamo dato il massimo per vincere, ci e` mancata solo un po’ di lucidita`. Sarebbe stato importante per noi uscire dalla prima vera crisi stagionale. Nella ripresa e` mancato solo il gol. Giocare tre partite cosi` in breve tempo implica scelte da fare in base alla condizione fisica e non tattiche. Siamo ancora a otto punti dalla zona pericolosa”.
Questo il tabellino della gara:
FROSINONE-PESCARA 0-0
Data: 13/3/2007 Ore:15.00 Stadio: Matusa (Frosinone)
FROSINONE: Zappino, Pagani, Ischia (46` Di Deo), Antonioli, Bocchetti, Perra, Di Venanzio (70` Lacrimini), D`Antoni, Lodi, Di Nardo, Margiotta (59` Dedic) - All. Ivo Iaconi
PESCARA: Polito, Delli Carri, Zoppetti, Olivieri, Mora, Rigoni M., Papini (31` Moscardi), Aquilanti, De Falco (46` La Vista), Vantaggiato, Martini (64` Paponetti) - All. Luigi De Rosa
ARBITRO: Antonio Iannone (Napoli)
RECUPERO: 4 minuti (1` pt + 3` st)
AMMONITI: Di Nardo, Bocchetti, Pagani, D`Antoni (F), Delli Carri, Vantaggiato (P) ESPULSI: 85` Moscardi (P)
Giornata nuvolosa, terreno in ottime condizioni; calci d'angolo 2-1 per il Frosinone; recuperi pt 1' st 3'; spettatori paganti 592 per un incasso di 9.655€


Bigliettoni per tornare allo stadio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/3/2007

Mantova-Triestina, posticipo della 26esima giornata del campionato di serie B è finita 1-1. Al 24’ del primo tempo vantaggio dei padroni di casa con Tarana. Pareggio degi ospiti al 21’ della ripresa con un rigore di Allegretti.
In classifica il Mantova raggiunge Bologna e Piacenza al quarto posto a quota 41, la Triestina raggiunge il Bari a quota 30 punti. L'Albinoleffe ha battuto 2-1 il Crotone. Con questa vittoria l'Albinoleffe sale a 38 punti in classifica raggiungendo il Cesena. Crotone fermo a quota 25, a cinque lunghezze dai bancazzurri.
Per il Pescara, dunque, la possibilità di agganciare la zona spareggio rimane conreta e la delicata trasferta di Vicenza assume un ruolo chiave.
La società Vicenza Calcio rende noto, intanto, attraverso il sito ufficiale, che con il Pescara lo Stadio sarà aperto alle famiglie. La Società Veneta presenta una iniziativa volta a favorire il maggior afflusso di famiglie allo Stadio Romeo Menti in occasione della delicata gara di campionato contro il Pescara, in programma sabato 17 marzo alle ore 15.00. L'evento, che ricade cronologicamente tra la recente Festa della Donna e l'oramai prossima Festa del Papà, intende promuovere, in virtù della consolidata amicizia tra le due tifoserie e il clima di serenità che permeerà l'ambiente sugli spalti, una giornata dedicata allo sport e al divertimento puntando su un maggior coinvolgimento dei giovani e dei nuclei familiari nella fruizione dell'evento sportivo. Per l'occasione tutte le donne e i ragazzi under 18 potranno assistere alla partita in oggetto ai seguenti prezzi scontati e simbolici:
- Curva Sud/ Curva Azzurra: euro 3
- Distinti: euro 6
- Tribuna Centrale: euro 9
I biglietti per la partita saranno disponibili, a partire dalla giornata di domani, giovedì 15 marzo, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso:
- La sede del Centro Coordinamento Clubs Biancorossi
- Collegandosi al sito internet www.bookingshow.com
- I botteghini dello Stadio nelle due ore antecedenti il fischio d'inizio.
Sul versante Pescarese la società biancazzurra prova invece, sfruttando l'attesissimo incontro casalingo della Juventus, a invogliare i propri tifosi con un Mini Abbonamento.
La Pescara Calcio rende noto infatti che dal 15 marzo sarà possibile acquistare un MINI ABBONAMENTO (fino ad esaurimento) per le 3 prossime gare casalinghe del Pescara. Le gare casalinge in argomento sono appunto quella con la Juventus del 31 marzo, con la Triestina del 7 aprile e con l'Arezzo del 21 aprile.
Per info e costi è possibile consultare il sito web ufficiale del Pescara all’indirizzo www.pescaracalcio.com

Vicenza di Gregucci, Renzetti e Galeone SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/3/2007

Nella 29ima giornata di campionato il Pescara sarà impegnato, domani, in trasferta, contro il Vicenza.
La sfida contro i "fratelli" vicentini al Menti assume connotati decisivi per l'obiettivo salvezza considerando che i biancazzurri hanno raccolto solo un punto nelle ultime tre partite.
Il risultato utile rappresenterebbe la possibilità di rimanere in corsa cancellando completamente il capitombolo con il Modena. Il Vicenza nonostante non si possa già chiamare del tutto fuori dalla lotta salvezza è pero', in questo momento, un avversario temibilissimo. I veneti attualmente a quota 33 punti e un buon 12imo posto in classifica arrivano da otto risultati utili consecutivi che hanno fruttato un bottino di18 punti.
Il Vicenza del tecnico Angelo Gregucci è reduce dal buon pareggio a reti inviolate ottenuto al San Paolo di Napoli dove i biancorossi hanno disputato una partita tecnicamente perfetta contro i partenopei che non sono mai stati veramente pericolosi. Anzi il Vicenza è andato vicinissimo al colpaccio in un paio di occasioni, controllando con grande lucidità la partita. Appare quindi chiaro che la formazione del Presidente Sergio Cassingena sta esprimendo un grande calcio e punta dritta alla salvezza e in questa corsa potrebbe travolgere un Pescara incerto che stenta a credere nelle proprie possibilità.
I biancazzurri, che avrebbero percepito solo ora lo stipendio di dicembre, dirottati in Veneto direttamente dal Lazio, dopo l'ultima gara infrasettimanale di Frosinone, lasciano nel capoluogo adriatico il consueto vortice di notizie che riguardano la neo società Pescara 70.
L'ultima notizia proveniente dal nuovo sodalizio alla guida del Pescara Calcio riguarda Angelo Renzetti che dopo aver abbandonato, suo malgrado, il progetto Pescara Calcio torna a farsi sentire chiedendo il rimborso delle sue quote societarie. Angelo Renzetti avrebbe formalmente inviato la richiesta di recesso dalla Pescara 70, richiedendo il rimborso della quota da lui posseduta consistente all'incirca nel venti per cento per un valore approssimativo di 400mila euro. La notizia non dovrebbe causare problemi economici a Pincione e Co. ma ce da giurarci che se il Pescara non riprenderà quota i tanti tifosi nostalgici del simpatico Renzetti inizieranno a farsi sentire.
La nuova società dovrà tener presente che oltre al lavoro di ricostruzione e alla programmazione seria a Pescara cè bisogno di tenere continuamente accesa la fiamma della passione sportiva nei tifosi.
A riprova di cio', e di quanto la tifoseria sia importante, basterà ricordare l'infelice gestione Paterna condita da lunghi periodi di silenzio, dispute tra dirigenti e tecnici, sproloqui mediatici di responsabili contro i tifosi, e attraverso cigliegine varie ricordiamo il bigliettone e l'abbonamento annuale privo della partita piu' attesa. Tutto cio' ha portato la squadra sull'orlo della retrocessione ancora prima della fine del girone di andata e il deserto all'Adriatico.
La nuova campagna del Mini abbonamento per i tifosi biancazzurri ci sembra un buon primo passo (considerando il prezzo) verso la giusta politica di ricostituzione dell'ambiente sempre che tale iniziativa non sia stata presa per ovviare al probelma "Juventus-tornelli".
Pincione, al quale va comunque data massima fiducia, sta lavorando intensamente per riorganizzare, in tempi brevi, la società biancazzurra rendendola più funzionale e produttiva e in cantiere ci sarebbe anche l'idea della costruzione di un centro sportivo che diventi un patrimonio immobiliare della società e che consenta di far lavorare senza problemi sia la prima squadra che l’intero settroe giovanile.
Oltre a cio' si pensa naturalmente al passaggio cruciale della ricapitalizzazione della società che dovrebbe avere luogo il prossimo 29 marzo e che potrebbe ulteriormente ridisegnare le gerarchie all’interno del gruppo dirigente.
Nella nuova Pescara calcio oltre alla realizzazione di tanti progetti strutturali e finanziari ci potrebbe anche essere spazio nel settore tecnico per l'imdimenticato Giovanni Galeone. Prima della partita di Vicenza, il presidente Pincione dovrebbe incontrare Galeone, proprio nella città veneta e tutti si aspettano di riverede il grande condottiero far ritorno all'Adriatico.
Sotto le vicende societarie in continua evoluzione e sotto lo sgaurdo di Picione e Galeone i biancazzurri di Vivarini e De Rosa si apprestano a concludere la preparazione del prossimo incontro.
Nel Pescara certe le assenze per squalifica di Luci (sconta la 2a giornata di squalifica), Moscardi (espulso a Frosinone) e di Papini per infortunio. De Rosa potrà contare dunque su 19 giocatori per via delle assenze obbligate ma dovrà rinunciare anche a Ivan Vellucci che da martedì sera è nuovamente aggregato alla Primavera di mister Di Mascio.
Non ci sono giocatori squalificati per il Vicenza nè altri diffidati in casa biancazzurra.
Tra i biancorossi del Vicenza l'ex di turno si chiama Nicola Zanini, attaccante vicentino che un paio di anni fa fu sul punto di tornare a Pescara per la terza volta.

La partita di domani verrà diretta dall'arbitro Denis Salati della sezione di Trento. Sarà assistito da Maurizio Liberti di Genova e Gianluca Masotti di Bologna, IV° uomo Andrea Grazioli di Maniago (PN).

La gara Vicenza-Pescara ha 13 precedenti in serie B che comprendono 6 vittorie per i biancorossi 3 per il Pescara e 4 pareggi.
Il Vicenza in casa ha fatto 24 gol al Pescara che ne ha restituiti 15. L'ultima vittoria del Vicenza sul Pescara (3-1) al Menti risale alle 30^ Giornata del campionato 1999/2000 il 9-4-2000.
L'ultimo incontro in veneto tra le due squadre coincide anche con l'unica vittoria dei biancazzurri al Menti e risale alla 24^ Giornata del campionato 2005/2006 del 17-1-2006 quando il Pescara si impose su un Vicenza in piena crisi grazie a un gol di Speranza.
L'unico precedente in serie A rilale al 23-10-1977 quando Vicenza e Pescara si fermarono sull'1 a 1 con autorete di Zucchini.

Per finire segnialiamo che al Menti di Vicenza ci in occasione della partita con il Pescara i prezzi dei biglietti di ingresso alla stadio saranno scontati e simbolici per donne e ragazzi Under 18.

Queste le probabili formazioni in campo.
Vicenza:
12 Adriano Zancopè Portiere
14 Daniele Martinelli Difensore
6 Riccardo Fissore Difensore
Mirko Cudini Difensore
13 Evangelos Nastos Difensore
7 Cristian Raimondi Centrocampista
16 Luis Bujia Helguera Centrocampista
4 Luca Rigoni Centrocampista
21 Simone Padoin Centrocampista
88 Salvatore Foti Attaccante
9 Stefan Schwoch Attaccante

Pescara:
25 Ciro Polito Portiere
3 Alessandro Zoppetti Difensore
4 Daniele Delli Carri Difensore
23 Stefano Olivieri Difensore
13 Nicola Mora Difensore
82 Giorgio La Vista Centrocampista
16 Antonio Aquilanti Difensore
8 Andrea De Falco Centrocampista
10 Marco Rigoni Centrocampista
99 Daniele Vantaggiato Attaccante
17 Marco Martini Attaccante

ANCORA UNA DELUSIONE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/3/2007

Doveva essere la gara della possibile svolta, una gara da provare a vincere per cercare di riaprire il discorso salvezza, ma la squadra ha offerto una prestazione molle e deludente perdendo di misura contro un Vicenza che tutt’altro che trascendentale.

Non è stata una bella partita, avara di occasioni da rete e col Pescara che ha per molti versi ripetuto la gara di Frosinone sembrando di accontentarsi di un inutile 0–0; per due volte Vantaggiato ha avuto sul piede la palla per sbloccare il risultato, ma in entrambe ha sparato sul portiere in uscita.

La partita è stata poi decisa al 64’ da uno splendido gol di Cavalli che dal limite lascia partire un tiro sotto l’incrocio che trafigge l’incolpevole Polito.
Con i risultati negativi degli altri campi sprofondiamo a 8 punti dal quart’ultimo posto; la cosa più grave è però che la squadra sembra non credere più nella rimonta.

Anche oggi la squadra è stata molle e priva di idee non riuscendo mai a creare delle trame offensive degne di nota (fatta eccezione per le due fortuite di Vantaggiato); neanche l’ingiusta espulsione (l’ennesima) di Aquilani può essere una valida scusante: una squadra che deve salvarsi scende in campo in altro modo.
Una formazione scesa in campo senza mordente che sembrava limitarsi al compitino: sarà una coincidenza, ma da quando è andato via Renzetti la squadra pare aver smesso di giocare.

Vogliamo credere che sia solo una coincidenza, perché altrimenti sarebbe un atteggiamento gravissimo da parte di professionisti che volenti o nolenti devono onorare la maglia che indossano.

Speriamo che la dirigenza prenda in mano la situazione immediatamente e faccia qualcosa per invertire la rotta: il Pescara dei primi due mesi dell’anno è in grado di tentare la risalita, la squadra delle ultime settimane invece sembra già mentalmente in serie C.

Vicenza 1 Pescara 0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/3/2007

Vittoria di misura per il Vicenza che al `Menti` supera per 1-0 il Pescara grazie a un gol di Cavalli.
La partita nel primo tempo non regala molte emozioni. Le squadre si equivalgono ed e` piu` pericoloso il Pescara con Vantaggiato che, in un paio di occasioni, si fa neutralizzare da un bravissimo Zancope`. Il Vicenza e` pericoloso soprattutto con Schwoch ma, i biancorossi peccano un po’ d’imprecisione.
Nella ripresa il Vicenza cerca con tutti i mezzi la vittoria.
Al 50’ nelle file del Pescara viene espulso Aquilanti per doppia ammonizione e al 64’ viene annullato un gol per fuorigioco a Cavalli.
Un minuto dopo lo stesso Cavalli, con un incredibile sinistro a girare da fuori area centra l’incrocio dei pali e segna la rete dell’1-0 finale.
Al termine della gara Agelo Gregucci sottolinea il fatto che il suo Vicenza si trovava di fronte un avversario ostico ed era una gara importantissima. Il tecnico binacorosso si complimenta con i suoi giocatori per la prova di grande carattere`.
Dalla parte opposta De Rosa definisce la gara come una prova sfortunata sottolineando che non puo` essere soddisfatto dopo una sconfitta di misura. Cosi' De Rosa: "Una prova sfortunata perche` fino allo 0-0 siamo stati molto pericolosi e abbiamo avuto due clamorose palle gol con Vantaggiato. Sul risultato ha pesato l’espulsione di Aquilanti che mi e` parsa un po` affrettata. Il mio giocatore si voleva coprire il viso".
Alla fine Pescara piantato a quota 20 punti e Vicenza che non manca l'appuntamento con la vittoria e allunga la sua serie positiva. In fondo alla classifica si muove solo il Verona che agguanta un pareggio in extremis contro l'Albinoleffe.

Treviso-Pescara, chiesto il rinvio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/3/2007

La società Treviso Fbc 1993 comunica che, viste le convocazioni dei giocatori Vlada Avramov, Vedin Music e Carlos Valdez con le rispettive Nazionali di appartenenza ha richiesto, in data odierna, alla Lega Nazionale Professionisti, così come previsto dalla normativa vigente, il rinvio della gara Treviso-Pescara, in programma lunedì 26 marzo 2007, posticipo della decima giornata di ritorno del campionato Serie B Tim.


L’ultima occasione del decreto SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/3/2007

Nella serata di Venerdì 16 il decreto contro la violenza negli stadi va ai supplementari. La partita degli emendamenti al testo licenziato dal Senato con 5 astenuti e 246 si continuerà oggi pomeriggio, una sfida da chiudere in fretta per non correre il serio rischio di un’affossamento del provvedimento Amato.
Ieri, la sorte del testo antiviolenza è rimasta sospesa per l’intera giornata e, proprio quando l’accordo fra maggioranza e opposizione (ma anche all’interno della stessa Unione) sembrava raggiunto, più dura del previsto è risultata la mediazione finale.
Così, la discussione sugli emendamenti più scomodi è slittata di qualche ora per cadere proprio alla vigilia dell’arrivo del testo nell’aula di Montecitorio.
Oggi (Lunedì), l’accordo si dovrà trovare sulla proposta di inserire pene alternative al carcere (la novità rispetto al Senato sarebbe rappresentata dall’introduzione dei lavori socialmente utili indicati dal ministero di Giustizia o dello Sport e con la collaborazione del Coni o di altri enti pubblici), ma anche sulla possibilità di creare settori per le famiglie oltre a studiare l’ingresso gratuito per i ragazzi sotto i 14 anni.
Il 15 marzo, intanto, sono stati approvati, fra gli altri, gli emendamenti che rivisitano l’accesso degli striscioni allo stadio (scompare il divieto per simboli o emblemi non di chiara matrice razzista) e rivista la posizione dei club nel rapporto con i comuni: le società, si legge nel testo, «potranno» e non «dovranno» contribuire alle spese per la messa a norma degli stadi.
Restiamo tutti in attesa.

Decreto antiviolenza al bivio. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/3/2007

Sul decreto del governo contro la violenza negli stadi la maggioranza è a un bivio. Oltre alle critiche mosse da Forza Italia (Pecorella spiega che è prioritario intervenire su un paio di punti) e da An, anche Rifondazione e Verdi hanno espresso forti perplessità sul provvedimento. Il testo era arrivato a Montecitorio forte dell’approvazione all’unanimità del Senato, ma il decreto scade il 9 aprile, a ridosso delle festività pasquali e Palazzo Madama si trova a dover affrontare altri nodi urgenti, come il rifinanziamento della missione in Afghanistan. Il rischio concreto è quindi che la presentazione e l’approvazione di emendamenti a Montecitorio affossi il provvedimento. Nel dettaglio, gli aspetti che fanno più discutere sono il reato ideologico per chi espone striscioni; l’inasprimento delle pene, con reclusione anche fino a 18 anni, per l’autore di lesioni gravi ai danni delle forze dell'ordine; il differimento fino a 48 ore della flagranza di reato.
Ieri i capigruppo del centrosinistra hanno incontrato il viceministro dell’Interno Marco Minniti, facendo presente i «disagi» di fronte al testo del decreto. Tra le proposte emerse per evitare la pioggia di emendamenti c’è stata quella di approvarlo così com’è con l’impegno di varare subito un disegno di legge che intervenga per correggere alcune criticità. Criticità, assicura il presidente della Commissione Giustizia Pisicchio, sulle quali «c’è un giudizio convergente». E il presidente della Lega calcio Matarrese chiede modifiche nella parte in cui «si prevede che siano le società a pagare i costi di adeguamento degli stadi. Con tutte queste spese che abbiamo sarebbe un dissanguamento, bisogna discutere con gli enti locali».

Treviso-Pescara, rinviata. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/3/2007

Treviso-Pescara, rinviata a martedì 10 aprile
La Lega Nazionale Professionisti ha comunicato (C.U. n. 274 del 20 marzo 2007) che preso atto della delibera dell'Assemblea di Categoria di serie B del 3 ottobre 2006 che consente alle Società di Serie B Tim di chiedere il rinvio delle gare di Campionato in caso di convocazione di almeno due propri calciatori nelle squadre nazionali;
viste le richieste di rinvio delle gare Brescia - Triestina, Juventus - Napoli e Treviso - Pescara, della 10^ giornata di ritorno del Campionato Serie B Tim, in programma domenica 25 marzo, con inizio alle ore 15.00 e lunedì 26 marzo, con inizio alle ore 21.00, avanzate dalle società Brescia Calcio, Juventus F.C. e Treviso Fbc 1993, dispone il rinvio delle suddette gare a martedì 10 aprile 2007.
Gli orari di inizio delle gare verranno comunicati successivamente.

Modificato il decreto "antiviolenza" SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/3/2007

Le commissioni Giustizia e Cultura della Camera modificano il testo del decreto contro la violenza negli stadi uscito dal Senato. E si accelerano i tempi del dibattito in Aula. Visto che il decreto scade il 2 aprile e deve ritornare a Palazzo Madama. In sintesi le novità consistono in pene più severe per chi è responsabile di lesioni a pubblici ufficiali, apertura ai piu' giovani con biglietti gratis per gli under 14 ma soprattutto viene ridimensionata la messa al bando di striscioni e cartelli.

PIÙ MINORI NEGLI STADI - La proposta è del presidente della commissione Cultura della Camera Pietro Folena e viene accolta con entusiasmo da entrambi i poli. In sostanza, si prevede che le società sportive rilascino biglietti gratuiti nominativi ai minori di 14 anni accompagnati da un genitore o da un parente fino al quarto grado. Nella misura di un giovane per ogni adulto. E per almeno la metà delle manifestazioni sportive previste in un anno. L'adulto, si legge nella norma, dovrà assicurare la vigilanza sul minore per tutta la durata della manifestazione.

LA GUERRA DEGLI STRISCIONI - Il Senato aveva aggiunto una norma al decreto (l'articolo 2 bis) per vietare negli impianti sportivi striscioni, cartelli, simboli, emblemi, nonchè cori "relativi ad organizzazioni di sostenitori i cui partecipi siano stati condannati per reati commessi in occasione di manifestazioni sportive". Per i trasgressori, ai quali veniva intimato di ripiegare gli striscioni o di interrompere i cori, era stata prevista a Palazzo Madama la stessa pena stabilita per la resistenza a pubblico ufficiale: la reclusione da sei mesi a cinque anni. Ma le commissioni della Camera modificano il testo: sono vietati negli impianti sportivi striscioni e cartelli "che comunque incitino alla violenza o che contengano insulti e minacce". Punto. La violazione del divieto, si aggiunge, è punita con l'arresto da tre mesi ad un anno.

L'EFFETTO CATANIA - I fatti di Catania, l'aggressione all'ispettore capo Filippo Raciti da parte di un tifoso diciassettenne conclusa con la morte del poliziotto, restano il punto di riferimento del provvedimento. Le commissioni Giustizia e Cultura inaspriscono le pene rispetto al testo del Senato che prevedeva la condanna prevista per le aggravanti (da tre a sette anni) aumentata della metà. Chi commette lesioni gravissime contro pubblici ufficiali è punito con il carcere da otto a 16 anni.

L'ARRESTO IN FLAGRANZA DIFFERITO - La norma emergenziale che prevede l'arresto in flagranza anche non nel momento della commissione del fatto viene prorogata fino al 30 giugno 2010. Anzichè al 30 giugno 2007 come prevedeva il Senato.

NO ALLE PORTE CHIUSE - Si boccia l'espressione "a porte chiuse" perchè "non giuridicamente rilevante". E così se gli stadi non sono a norma, le partite saranno giocate "in assenza di pubblico".

La vedova Raciti e Galeone a Pescara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/3/2007

Promosso dal coordinamento regionale di Libera Abruzzo con la collaborazione dell'Associazione Società Civile, domani 22 marzo alle 17:30 presso la sala consiliare del Comune di Pescara si terrà un incontro centrato sul tema "sport ed etica".
Testimonial di questo incontro Marisa Grasso Raciti, vedova dell'ispettore di Polizia Filippo Raciti ucciso il febbraio scorso a Catania. All'incontro, coordinato da Gina Delli Rocili e introdotto da Michele Meomartino, entrambi dell'Associazione Libera Pescara, parteciperanno anche:
Leonardo Nodari di Libera Teramo e coordinatore regionale di Società Civile;
Il sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso;
Il sindaco di Scafa Luigi Sansovini (che intesterà a Filippo Raciti il nuovo campo sportivo comunale);
Giovanni Galeone allenatore di calcio;
Claudio Di Giacomo, Vice Presidente della Pescara Calcio, in rappresentanza della società biancazzurra;
Don Fabio Corazzina, coordinatore nazionale di Pax Christi.

Crediamoci tutti! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/3/2007

Il tris di trasferte consecutive che aspettano il Pescara sono il risultato di eventi nefasti che si abbattono sul Pescara come una bolletta salata che arriva quando hai dato già fondo alle tue riserve.
Il calendario modificatosi in corso d'opera propone dunque al Pescara, per la seconda volta, ben tre trasferte consecutive da giocarsi in sette giorni. La settimana sportiva incriminata è la seconda di Aprile e parte dal 10 al 17 e vede i biancazzurri così impegnati:
10 Aprile Treviso-Pescara;
14 Aprile Napoli-Pescara;
17 Aprile Bologna-Pescara;
Per capire quanto possa essere critica la situazione dei biancazzurri bisogna guardare in dettaglio il percorso delle avversarie.
Il Treviso dell'ex Avramov, con un bottino di 34 punti in classifica si trova ad un passo dalla zona calda per la retrocessione. La squadra veneta guidata da Ezio Rossi è in crisi profonda e ha raggranellato solo 2 punti nelle ultime 5 partite.
Il Napoli di Reja (49 punti e secondo posto in classifica) dopo aver perso la testa della classifica inizia a dare i primi segni di cedimento. La formazione partenopea, che non ha mai espresso un bel gioco, è sempre riuscita comunque a ottenere risultati importanti ma dopo il sorpasso della vecchia signora ad alta velocità qualcosa tra Calaio' e compagni sembra essersi rotto. Nell'ultima di campionato i campani hanno infatti perso a Crotone dove hanno subito pesantemente la determinazione dei padroni di casa. Il risultato di due pareggi e una sconfitta nelle ultime tre gare non puo' certo essere visto in modo positivo e cè quindi da immaginare che l'11 di Reja cercherà di sfruttare il Pescara come trampolino per la rincorsa alla Juve.
Il Bologna di Renzo Ulivieri, con 46 punti si trova invece in terza posizione in classifica con un'ottimo bottino di 9 punti in 5 gare. Gli Emiliani in netta ripresa sono dunque tornati a lottare per la massima serie e gli ultimi risultati ne fanno una seria candidata.
Si capisce quindi che affrontare in trasferta, in una settimana, la seconda e la terza in classifica e una formazione che si trova a ridosso della zona retrocessione è il peggio che ci poteva capitare. Su tutto, a fare da antipasto, in questo ricco menu' d'aprile cè la Juventus di Deschamps che il 31 marzo prossimo verrà trionfante a inaugurare i tornelli all'Adriatico.
A noi tifosi, dopo le tante delusioni rimediate in questo campionato, rimane solo da sperare che i giocatori onorino la maglia e i colori biancazzurri ricordando loro che non è ancora tardi per lottare. L'esempio di determinazione potrebbe provenire dal Crotone dove i calabresi, dati oramai per spacciati dopo una serie pesante di risultati negativi, hanno rialzato la testa proprio contro il Napoli guadagnandosi tre punti importantissimi. Nonostante i partenopei siano tecnicamente superiori, all'Ezio Scida, i calabresi, guidati dal grande ex biancazzurro Federico Giampaolo e Co. hanno dato gas a tavoletta offrendo una prestazione da incorniciare.
Al Pescara serve quindi la volontà di offrire il massimo delle forze. La speranza e il supporto dei tifosi cè!
Crediamoci Tutti!

Pincione e Galeone. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/3/2007

Dopo l'incotro avvenuto sabato scorso al "Menti" di Vicenza, mercoledì sera Pincione e Galeone si sono incontrati di nuovo per una cena a Pescara.
Sull'incontro Galeone dice di aver parlato a lungo con Pincione di ogni possibilità in merito sul suo ritorno al Pescara Calcio ma lo stesso tecnico aggiunge che è presto per fare programmi. Il Profeta del calcio non si sente fisicamente pronto e specifica che comunque non cè nessuna paura di un eventuale caduta di categoria. Per Galeone il problema della C1 sta nel girone che se dovesse essere quello del sud (girone B) lo troverebbe impreparato non conoscendo la realtà di quel campionato. In ogni caso il tecnico piu' importante della storia recente del Pescara calcio lascia la porta aperta ad ogni possibilità relativa al suo rientro in società e sottolinea che in questo momento Vivari e De Rosa devono essere messi nelle condizioni di lavorare serenamente.


L'Adeguamento dello stadio. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/3/2007

Va avanti a ritmi sostenuti il lavoro di installazione dei tornelli e l'adeguamento dello stadio Adriatico.
Sono stati già sistemati l’impianto elettrico e anche il problema dell’adeguamento dell’impianto di telecamere sembra essere superato (Sono state montate altre otto telecamere in punti strategici) ma la nota dolente arriva dai famigerati tornelli.
I tornelli finora installati sarebbero insufficienti per usufruire della massima capienza potenziale dello stadio pescarese fissata in circa 22.000 spettatori. L'osservatorio del Viminale, in applicazione delle rigide norme del decreto Pisanu, potrebbe concedre l'ok per l'aumento della capienza dell'Adriatico per soli 8-9.000 posti a sedere.
Dunque sulla gara del 31 Marzo gravano ancora molti dubbi in merito alla capacità dell'impianto pescarese e tutto dipenderà da quanti tornelli si riusciranno a sistemare. La zona di prefiltraggio, a detta della società Pescara calcio e del comune, dovrebbe essere invece pronta in tempo. La società ha infatti acquistato delle barriere mobili che delimiteranno, intorno allo stadio, una zona delimitata in accordo con la Questura.
Il vice presidente Di Giacomo (che starebbe utilizzando anche operai provenienti dalla sua azienda) continua a seguire i lavori da vicino: «Abbiamo lavorato anche sotto la pioggia. E’ il momento di fare sacrifci, Dovremo darci dentro fino all’ultimo giorno ma ce la faremo. Abbiamo finito di allestire la parte strutturale di supporto. Oggi arrivano altri tornelli. Saranno tutti qui entro mercoledì prossimo».
Il 26 marzo prossimo, appena cinque giorni prima del match, dopo il sopralluogo dell'osservatorio nazionale per le manifestazioni sportive, si saprà finalmente se i tornelli installati saranno sufficieti e quanti spettatori potranno assistere alla partita.
Inutile chiedersi che percorso avrebbe subito l'adeguamento dello stadio cittadino se non ci fosse stato in agenda l'incontro con la Juve.

X la Juve Mini Abbonamento e biglietti. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/3/2007

Procede bene la vendita dei mini abbonamenti che consentiranno ai tifosi biancazzurri di assistere a prezzo ridotto alle prossime tre partite casalinghe contro Juve, Triestina e Arezzo.
I mini abbonamenti (già a quota mille i venduti, quasi tutti in curva nord) possono essere acquistati presso i botteghini dello stadio e presso i tradizionali punti convenzionati fino al 26 Marzo data in cui inizierà la prevendita dei biglietti per la sola gara Pescara-Juventus.
La prevendita dei biglietti della gara con la Juve inizierà, quasi certamente, solo il 26 marzo prossimo e cioè dopo l'esito del sopralluogo per la definizione dell'agibilità dello stadio e del relativo numero di spettatori. Avendo la società biancazzurra ricevuto già un elevato numero di richieste di tagliandi cè da giurare che la determinazione della capienza massima dell'Adriatico sarà una scelta che peserà in modo sostanzioso sull'economia del Pescara Calcio.
Proprio per cercare di sfruttare al meglio l'evento, i prezzi per la gara con la Juventus saranno quasi certamente aumentati e forse raddoppiati rispetto a quelli abituali. La società mira infatti a incentivare la vendita dei mini abbonamenti e facendo i raffronti per settori omologhi, il prezzo del mini abbonamento sarà solo di poco superiore al singolo tagliando per la gara contro la Juve.

Questi i costi e i punti vendita del MINI ABBONAMENTO (fino ad esaurimento):

SETTORE COSTO DIRITTO DI PREVENDITA
Poltronissima 120,00 euro 5,00 euro
Poltronissima ridotti 75,00 euro 5,00 euro
Tribuna Maiella Numerata 75,00 euro 5,00 euro
Tribuna Maiella Num. ridotti 50,00 euro 5,00 euro
Tribuna Adriatica 40,00 euro 3,00 euro
Tribuna Adriatica ridotti 25,00 euro 2,00 euro
Curva Nord 25,00 euro 2,00 euro
Curva Nord ridotti 15,00 euro 1,00 euro
Curva Sud 25,00 euro 2,00 euro
Curva Sud ridotti 15,00 euro 1,00 euro

I ridotti sono validi per le donne, i ragazzi nati dopo il 1° gennaio 1993 e gli invalidi appartenenti alle seguenti categorie: ANMIL, UNMS, ENS, ANMIG.

I mini abbonamenti potranno essere acquistati esclusivamente nelle rivendite ufficiali, ovvero:
RIVENDITA INDIRIZZO LOCALITA' TELEFONO
Tabaccheria CAMAIONI via B. Croce, 199 Pescara 0854511002
Bar BRASILE via Godetti, 198 Pescara 085380192
Caffè BLUE ICE viale Pindaro, 57 Pescara 0859430333
Punto SNAI via N. Fabrizi, 35 Pescara 0854216276
Punto SNAI via V. Colonna, 130 Pescara 0854549330
Punto SNAI via Naz. Adriatica, 1 Francavilla 0854917097
Caffè TIME OUT c.so Umberto I°, 391 Montesilvano 0854483226

Si fa presente che, per le vigenti disposizioni di legge, per nessun motivo è possibile vendere più di 10 tagliandi per volta.
Infine si ricorda che gli eventuali biglietti residui dalla vendita dei miniabbonamenti saranno disponibili nella settimana antecedente l’incontro con la Juventus.
Per tutte le altre informazioni è possibile consultare il sito web ufficiale del Pescara all’indirizzo www.pescaracalcio.com.

Solo sei gare per la 31° di B SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/3/2007

fra posticipi e gare rinviate, in serie B, si sono giocate questo pomeriggio solo sei gare valide per la 31ima giornata.
Delle ‘big’ dell’alta classifica scende in campo solo il Genoa, che travolge in trasferta il Crotone per 3-0 (doppietta di Di Vaio e acuto di Leon), raggiungendo cosi` temporaneamente il Napoli al secondo posto in classifica.
Mezzo stop per il Rimini, bloccato sullo 0-0 a Bergamo dall’Albinoleffe, mentre anche il Mantova non va oltre il pari 1-1 a Cesena.
In coda vincono le pugliesi. Il Lecce supera 1-0 l’Arezzo con un calcio di rigore mantre il Bari vince in trasferta sul campo dello Spezia.
Vince clamorosamente anche il Verona che si aggiudica il derby con il Vicenza per 2-1 segnando la rete del vantaggio a tempo scaduto.
Juve-Napoli, Treviso-Pescara, Brescia-Triestina si giocano il 10/4. Piacenza-Modena domani sera.

I biglietti per la Juve SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/3/2007

I biglietti per la Juve. Presso i tradizionali punti vendita e il botteghino dello stadio lato Tribuna, inizia questa mattina la prevendita dei biglietti per la gara Pescara-Juventus.
Questi i prezzi, compresi i diritti di prevendita.
Poltronissima 65 euro (ridotti 38);
Tribuna Maiella Numerata 44 euro (ridotti 27,50);
Tribuna Adriatica 33 euro (rid. 16,50);
Curve 22 euro (rid. 11).
I ridotti sono validi per le donne, i ragazzi nati dopo il 1° gennaio 1993.

I TIFOSI DEL PESCARA SIAMO NOI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/3/2007

Come da previsioni, la prevendita dei biglietti per la gara con la Juventus va a gonfie vele: nulla di strano se si considera che ovunque sia stata la Vecchia Signora ha fatto il pienone.
La cosa più triste però, è quella di vedere come il nostro Pescara sia stato abbandonato al suo destino da troppo tempo dalla gran parte dei tifosi o meglio degli sportivi, causa la scellerata gestione Paterna prima e le continue beghe societarie poi, che certamente non stanno aiutando la squadra ad uscire dalle sabbie mobili che ci stanno portando dritto dritto in serie C.

Sabato dunque vedremo l’Adriatico gremito da tifosi juventini che “ricaleranno” da tutto l’Abruzzo nonché dalle regioni limitrofe, ma la cosa più triste sarà quella di vedere tantissimi pescaresi che si degneranno di alzare le chiappe dalla poltrona (per una volta rinunceranno a Sky) solo per vedere e magari tifare la Juve, molti dei quali solo qualche anno fa riempivano l’Adriatico per festeggiare il ritorno in B del Pescara spacciandosi per sfegatati tifosi del delfino con tanto di sciarpa al collo.

Beh, cari “tifosi del sofà” sappiate che non siete degni di essere tifosi del Pescara, godetevi questa giornata di gloria e poi tornatevene davanti al televisore a vivere le vostre partite comodamente seduti, noi invece continueremo a sostenere la nostra unica squadra del cuore in un mondo a voi sconosciuto: un mondo fatto di passione per i colori della nostra città, incitamento e presenza costante allo stadio, a prescindere dalle condizioni metereologiche o dai risultati.

SE VINCI, SE PERDI, PUOI STAR SICURO CHE, PRENDO LA SCIARPA E VENGO CON TE.

I TIFOSI DEL PESCARA SIAMO NOI.

CHE FUTURO CI ASPETTA? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/3/2007

In moltissimi fremono per la gara di sabato con la Juve, a noi tifosi invece interessano cose molto ma molto più importanti, ovvero le querelle societarie che a breve inevitabilmente decideranno l’immediato futuro del calcio pescarese.

Al momento è ancora in corso l’importante riunione del CdA, ma sicuramente i segnali non sono certo positivi, visto che quotidianamente ci riservano delle sorprese, ovviamente sempre tutte negative.
Ormai sono 4 mesi che ascoltiamo chiacchiere, ma i fatti stanno ancora a ZERO e già questo è purtroppo un dato di fatto.

Intanto oggi è stata presentata la maglia con la quale i biancazzurri scenderanno in campo sabato, maglia che festeggerà i 70 anni di storia del club (che strana coincidenza, hanno aspettato proprio la gara con la Juve per sfoggiarla…): una maglia completamente bianca con davanti appena 3 strisce azzurre orizzontali!!!

Infine il recupero di martedì 10 aprile a Treviso, sarà disputato alle ore 18.

ADESSO E' IL TURNO DEGLI INGLESI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/3/2007

Ennesimo colpo di scena della telenovela ormai più famosa di tutti i tempi: l’acquisto della Pescara Calcio.

Pincione nella conferenza stampa di questa mattina ha sostanzialmente detto che:

- una holding inglese rileverà le azioni della Pescara Calcio
- L’accordo è stato trovato col referente della holding Anthony Baron, tramite il mediatore di origine cosentina Francesco Fucilla il quale ha confermato il tutto in un intervenuto telefonico
- una volta che la holding avrà rilevato le quote, la società sarà quotata in borsa nel mercato britannico col nome di Pescara Calcio Football Club UK plc
- La maggioranza della Pescara Calcio è rappresentata dallo stesso Pincione e da Di Giacomo; gli altri soci saranno liquidati da Pincione alle condizioni pattuite con gli stessi pochi giorni fa
- l’accordo con gli inglesi non esclude l’ingresso del Principe arabo
- c’è l’ingresso di un nuovo socio (quota poco meno del 5%) che Pincione non conosce personalmente: tal Marco Papa


Anche stavolta non resta che aspettare i fatti per giudicare, ma il non aver risolto ancora nulla, purtroppo è già un dato di fatto. Basti pensare che fino a pochi mesi fa questa società non ha interessato nessuno per anni, poi di colpo ci siamo ritrovati: lo svizzero, l’americano, il principe, ora gli inglesi, soci locali che entrano e escono scornandosi un giorni si e l’altro pure nei salotti tv, etc, etc
Per non parlare poi dell’aspetto calcistico che ci vede con una classifica con l’acqua alla gola che lentamente ci portando in serie C.

Tutto questo scenario con il totale immobilismo delle istituzioni locali, dei giornalisti e dei tifosi: STIAMO VERAMENTE A PEZZI!!!

Tutto pronto per la Juve SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/3/2007

Dopo il via libera dell'Osservatorio per la sicurezza delle manifestazione sportive arriva anche il definitivo si sulla messa a norma dello Stadio Adriatico da parte della Commissione provinciale di vigilanza di Pescara che ha accertato la piena agibilita' dell'impianto pescarese.
La gara di domani tra Pescara e Juventus (senza precedenti in serie B) sara' quindi accessibile al pubblico che si stima si aggirerà intorno a quota 20.000. Infatti dei 22.760 tagliandi disponibili per la gara di domani ne sono stati venduti circa 18 mila.

Le previsoni del Tempo su Pescara per domani danno una probabilità di pioggia intorno al 50% ma se per domani la previsione resta incerta la pioggia caduta nei giorni scorsi sul capoluogo adriatico sembra aver già lasciato il segno sulla prossima di campionato.
Dalla preparazione atletica settimanale condizionata dal maltempo, alla vigilia dell'incontro con la Juventus (Stadio Adriatico ore 16), dallo spogliatoio biancazzurro arrivano le defezioni di Tardioli, Felci e Aquilanti. Tutti e tre hanno la febbre e non si sono allenati questo pomeriggio al "Vestina" con il resto della squadra e sono rimasti precauzionalmente a letto. Aquilanti oltre allo stato febbrile lamenta anche mal di schiena. Saranno fuori gioco anche Papini (distorsione) e Vicentini.

Nella super Juve di Deschamps, nella gara valida per l’11ª giornata di ritorno di Serie B a Pescara, non ci sarà Trezeguet (squalificato) mentre è in forse l'impego di Bojinov tornato solo giovedì dalla sua nazionale.
La Juve recuperà pero' il giovane Palladino che dopo la rinuncia per infortunio della partita della nazionale under 21 a Wembley ha recuperato e figura nella lista dei convocati.
Sulla trasferta abruzzese Deschamps, dichiara alla stampa, che come tutte le trasferte quela di Pescara nasconde insidie. Per il tecnico della Juve il Pescara è disperato e giochera' fino alla morte e bisognerà ricordarsi, prma di scendere in campo, delle brutte figure per trovare la giusta concentrazione.
Ecco l’elenco dei 20 bianconeri convocati:
Buffon, Birindelli, Chiellini, Zanetti, Giannichedda, Bojinov, Del Piero, Nedved, Mirante, Balzaretti, Marchisio, Boumsong, Paro, Palladino, Belardi, Zalayeta, Zebina, Legrottaglie, Marchionni, Giovinco.

Pescara-Juventus 0-1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 31/3/2007

Nella 32.a giornata di Serie B, la Juventus vince 1-0 a Pescara grazie alla rete di Birindelli.
Il primo tempo parte su ritmi piuttosto blandi. I bianconeri non sembrano essere in giornata e il Pescara gioca senza troppi timori. I biancazzurri sono attivi sulle fasce con La Vista e Antonelli. Al 15’ Polito e` bravo su un tentativo di Boumsong.
Al 25’ la Juve non sfrutta la sua prima palla gol con Zalayeta che, con una rasoiata, manda fuori di un soffio.
Nella seconda frazione del primo tempo i bianconeri sembrano piu` convinti e spingono parecchio.
Zoppetti soffre le incorsioni di Del Piero mentre dalla parte opposta De Martis non digerisce bene Marchionni.
Al 40’, su cross di Marchionni, Olivieri intercetta con un braccio in piena area di rigore. Nonostante il giocatore avesse le bracce ancorate al corpo per il direttore di gara si tratta di rigore. Sul dischetto va Del Piero ma Polito e` strepitoso nell’intercettare il tiro e mandando la palla alta sulla traversa.
Dopo il penalty fallito la juve non si perde d'animo e con Nedved e Del Piero inizia a puntellare la difesa biancazzurra grazie anche al calo vertiginoso di Antonelli e Luci.
I bianconeri continuano a spingere e al 74’ arriva la rete del vantaggio su corner di Palladino. Birindelli, entrato da poco, lasciato completamente solo dalla difesa pescarese, infila di destro al volo la palla sotto l'angolino alto della porta sotto il naso di polito.
Dopo succede poco. Il Pescara non ha una reazione veemente e la Juve controlla agevolmente. tre i minuti di recupero.
La squadra di Deschamps, cosi, si invola lasciando il vuoto dietro di se’ in classifica e il vuoto all'Adriatico.

Pincione: Baron a Pescara il 15 aprile SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/4/2007

De Rosa "Non potevamo fare di piu"
L`allenatore del Pescara De Rosa dopo la sconfitta con la Juventus: "Non potevamo fare di piu`".
Perdere 1-0 con la capolista e` qualcosa di tutto sommato accettabile: "Sono deluso solo da come abbiamo preso il gol, per il resto non si poteva di certo fare di piu`".
De Rosa sa dove i suoi hanno peccato: "Abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo e con la Juve questo non te lo puoi permettere. La differenza l’hanno fatta i singoli; la Juventus e` piena di campioni e basta una loro giocata per essere castigati".

Deschamps "Brutto solo il campo".
L`allenatore della Juventus Didier Deschamps dopo il successo di Pescara: "Di brutto solo il campo".
Una rete di Birindelli ha regalato i tre punti ai bianconeri. E il mister non puo` che essere soddisfatto: "La cosa piu` brutta e` stato il campo, era scandaloso, era quasi impossibile scorrere la palla e ci ha impedito di fare il nostro gioco. Abbiamo vinto, la squadra aveva l’atteggiamento giusto, il Pescara ci ha creduto. Non abbiamo rischiato quasi nulla, in trasferta ultimamente e` sempre stato complicato, anche oggi lo e` stato per colpa del campo, ma la squadra ha manifestato determinazione. Io penso solo a fare punti, quello che conta sono i punti e bisogna essere realisti e adattarsi agli avversari che incontriamo".
Decisiva la sostituzione di Zebina con Birindelli: "Sono le sensazioni che mi portano a fare queste scelte. Zebina era stanco e ho messo Birindelli per avere piu` spinta. Palladino sta attraversando un momento positivo e quando entra da` mobilita` al gioco".

Massimiliano Pincione "Possiamo ancora salvarci"
Il Presidente del Pescara Calcio Max Pincione a termine gara offre ai giornalisti un'analisi positiva sulla prestazione della squadra: «La prestazione dei ragazzi è stata ottima in quanto davanti a noi avevamo la Juventus. Davvero sono stato impressionato positivamente, possiamo ancora salvarci ed io ci credo. Ad ogni modo serie B o C non cambia molto per i programmi. Riguardo il fronte societario non ci sono novità a parte che Anthony Baron arriverà a Pescara il 15 o 16 di aprile. Sono stato contento nel vedere lo stadio pieno. I tifosi ci servono ora per questo difficile finale di stagione. Tornerò negli Stati Uniti tra due settimane penso ma lascerò il club in buone mani».

FINALMENTE LA JUVE E' PASSATA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/4/2007

Finalmente è passato il 31 marzo 2007, il giorno che per NOI TIFOSI DEL PESCARA verrà ricordato come il più SURREALE che si ricordi e non come ha detto qualche tv e/o giornale locale che ha addirittura parlato di giornata di festa…….
Ma la festa di chi? di cosa?

Giornata surreale per noi, la zona stadio invasa come da previsioni da persone “ricalate” da tutto l’Abruzzo a Pescara (cosa che sono abituati a fare generalmente, ma per compere e divertimenti, non per lo stadio) per vedere la loro squadra del cuore: la giuventus.
Tristissimo vederli “pascolare” sia dentro che fuori lo stadio, si vedeva lontano un miglio non appartenevano al nostro mondo, al nostro calcio fatto di passione, di colori, di tifo, di incitamento per la SQUADRA DELLA PROPRIA CITTA’, sotto l’acqua o con 40 gradi, con la neve o col diluvio, disposti anche a fare migliaia di KM in ogni angolo d’Italia pur di vedere quei colori dal vivo.

Fuori lo stadio eravamo un po’ tutti spaesati: sembrava dovesse svolgersi un concerto, anzi sembrava proprio una Partita del Cuore; addirittura all’interno dello stadio c’era uno speaker che prima della partita intratteneva il pubblico con delle canzoncine ed ha toccato l’apice quando ha cercato di coinvolgerci nel fare la ola……..MA CHI TI IMBAZZIT, solo a pensarle certe cose……
La partita è stata vissuta “col naso tappato”, non vedevamo l’ora che finisse tutto questo folklore degno di una sagra e non di certo di uno stadio, del NOSTRO STADIO.

Per fortuna ora è tutto finito, ci siamo svegliati dal brutto sogno e torneremo sin da venerdì a vedere il NOSTRO PESCARA con lo spirito di sempre e con le persone di sempre, sperando che la squadra riesca nella disperata impresa di evitare la retrocessione in serie C, il tutto con le ormai immancabili vicende societarie che quotidianamente ci fanno ormai solo sorridere, visto che le lacrime sono finite da un pezzo.
In attesa delle prossime puntate, proiettiamoci già alla gara di venerdì con la Triestina che dovrà essere vinta ad ogni costo; solo così potremo tener vive le ultime speranze di salvezza.


Decreto antiviolenza in bilico. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/4/2007

Il decreto antiviolenza rischia di saltare. Il motivo? Due emendamenti (meglio sarebbe chiamarli controemendamenti) piazzati dalle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia del Senato, che, se approvati martedì 3 aprile in aula, costringerebbero il decreto a tornare per la seconda volta alla Camera per l'approvazione definitiva. «E' materialmente impossibile, non esistono i tempi per questa quarta lettura» fanno sapere dal ministero dello Sport dove una sbalordita Giovanna Melandri ha commentato con il suo staff come «inattesa e preoccupante» la novità. Il problema dei tempi è infatti diventato vitale: il decreto scade (e salta) l'8 aprile, ma il 5, causa festività pasquali, Camera e Senato chiudono i battenti.
I due controemendamenti cancellano due degli undici emendamenti alla legge approvati dalla Camera dopo il primo passaggio al Senato: uno modifica, per il reato di lesioni gravi o gravissime provocate ai tutori dell'ordine, la specifica «in occasioni di manifestazioni sportive» in un più esteso (e meno anticostituzionale, secondo i senatori delle due commissioni) «in occasione di servizio di ordine pubblico».
Il secondo, che certo andrà di traverso a Matarrese e alla Lega di Milano, reintroduce a carico delle società il «provvedono» al posto del «possono provvedere» per le spese relative agli stadi. Un verbo destinato a modificare in misura sostanziale i costi a carico dei club.

Decreto. Oggi il Senato dice sì! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/4/2007

Il decreto antiviolenza oggi passa anche al Senato. L'impegno lo hanno preso ieri i capigruppo di Palazzo Madama eil Governo. Oggi l'Esecutivo «prenderà atto» degli emendamenti proposti dalle commissioni Affari costituzionali e Giustizia e li trasferirà in un altro decreto legge che verrà predisposto dal Consiglio dei ministri di venerdì.
La richiesta unitaria della Casa delle Libertà è di Fi, An e Udc (con Renato Schifani, Altero Matteoli e Francesco D'Onofrio) e si oppone la sola Lega Nord e parla di «un impegno esplicito del Governo a ritoccare le norme contestate».

LE NORME CONTESTATE Sono cinque gli emendamenti proposti, ma per due di essi i senatori saranno inamovibili e il Governo dovrà inserirli nel nuovo decreto: abolizione della «limitazione» alle manifestazioni sportive della modifica dell'articolo 583 del codice penale che inasprisce le pene per chi colpisce un pubblico ufficiale; l'altro aspetto riguarda le società sportive che dovranno di nuovo «provvedere» agli adeguamenti degli impianti per farli andare a norma secondo le richieste di sicurezza.

IL MONDO DEL CALCIO ieri all'assemblea della Figc tutti si sono detti d'accordo: il decreto deve passare. Lo ha detto il neopresidente Abete. E prima di lui anche il rappresentante dell'Uefa, Gianni Infantino, aveva ribadito: «Ho letto che ci sarebbero problemi con il decreto antiviolenza. Spero di aver letto male». Si sa anche la nostra candidatura a ospitare Euro 2012 doveva fare i conti con il decreto antiviolenza.

DIRITTI TV E ieri al Senato è terminato anche l'iter del disegno di legge delega sui diritti televisivi. Andrà dopo Pasqua in aula e potrebbe diventare legge alla fine del mese e dare una grossa accelerazione al cambiamento.

Il decreto è stato approvato. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/4/2007

Dal Senato via libera al decreto anti-violenza

Il Senato ha dato il via libera al decreto legge contro la violenza negli stadi: ben 244 i voti a favore contro 1 solo contrario e 20 astenuti.

Il testo, che era stato già approvato alla Camera dei Deputati, diventa così legge a tutti a tutti gli effetti.

La Triestina di Varrella. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/4/2007

Venerdi' 6 aprile alle ore 16.00 si giocherà, all'Adriatico, Pescara-Triestina per la 33ª Giornata (12ª giornata del girone di ritorno) del campionato di serie B.
Nel Pescara, contro la Triestina, potrebbe rientrare Papini che, dopo la distorsione alla caviglia rimediata a Frosinone, si è allenato regolarmente. Certo anche il recupero di Mora mentre resteranno fuori Olivieri e Paponetti. Olivieri salterà la triestina fermato da un attacco febbrile mantre Paponetti dovrà scontare il turno di squalifica rimediato dal Giudice sportivo. Sempre il Giudice sportivo ha aggiunto alla lista dei diffidati anche Vantaggiato oltre a Papini e Gonnella.
Nella Triestina impegnata a Pescara sono invece squalificati Marchesetti e Kyriazis. Gli alabartati saranno guidati dal tecnico romagnolo Franco Varrella ex (Padova, Salernitana, Reggiana) che è subentrato all'anconetano Andrea Agostinelli esonerato alla fine del febbraio 2007.
La squadra dopo il cambio di panchina nelle ultime cinque gare sono riusciti a raccogliere ben otto punti. La Triestina naviga attualmente a metà classifica cadetta a 37 punti e arriva dal pareggio casalingo con il Verona per 1-1 e dalla trasferta torinese contro la Juventus. Anche la Triestina è reduce come il Pescara dell'incontro clow della stagione ma la vecchia signora ha lasciato alla Triestina cinque buoni motivi (5-1) per tornare presto al risultato positovo. Sicuramente gli alabardati cercheranno di sfruttare, come tutti quest'anno, il Pescara malandato per tornare al risultato positivo e per cancellare i risultati non entusiasmanti delle ultime due gare.
Nella gara Pescara-Triestina ex di turno sono Emanuele Pesaresi, Giorgio Gorgone, Marco Rigoni.

Nella partita di andata giocata il 17.11.2006 al Nereo Rocco gli alabardati si sono imposti sui biancazzurri per due reti a uno con gol dell'ex Pesaresi e Piovaccari. Per il Pescara rete di Martini.


SI DIMETTE LO SPEAKER SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/4/2007

Di seguito riportiamo la lettera indirizzata al presidente Pincione con la quale Danilo Iannascoli, la mitica voce dell’Adriatico, ha rassegnato le proprie dimissioni.
Come noterete è lo sfogo di “uno di noi”, l’ennesima persona contrariata per quanto accaduto sabato scorso; malcontento che purtroppo come avviene spesso, è stato riportato solo sui siti internet dei tifosi, al contrario di altri organi di informazione che invece hanno addirittura esaltato la giornata di sabato.

Speriamo che divulgando questa news, si possa contribuire a far cambiare la situazione e che Danilo ci ripensi e torni al suo “posto di combattimento” come faremo noi tifosi veri, sin dalla gara di domani con la Triestina.


Caro Presidente, Le scrivo per esternarLe il mio rammarico e la mia profonda delusione per quanto accaduto in occasione della partita di sabato scorso con la Juventus, che è solo l’ultima perla tra le diverse gemme di saggezza alle quali ho assistito in questi ultimi anni. Penso che lo spettacolo offerto da chi ha pensato e poi messo in atto quell’indecoroso pre-partita è riuscito solo a suscitare incredulità ed amarezza nei tifosi pescaresi che di partite del genere ne hanno potute, così come il sottoscritto, fortunatamente, vedere tante altre, contrariamente a chi, forse, ci si è trovato per la prima volta. Forse qualcuno si è dimenticato della storia del Pescara Calcio e della città di Pescara e che la presunzione e l’ingratitudine non sono un pregio o una bandiera da innalzare. Nell’immediato dopo gara ed in questi giorni ho dovuto anche fornire risposte a chi mi chiedeva il perché di un’accoglienza così dichiaratamente “filojuventina” con inni e richieste di applausi ed incitamenti in favore dei nostri avversari, cosa mai successa allo Stadio Adriatico. L’attuale stagione calcistica rappresenta, per il sottoscritto, quella del venticinquennale e non pensavo di viverla in maniera così negativa e di ricevere, tra l’altro, queste forme di ringraziamento. E’ dal lontano 1982, anno del Presidente Marinelli e del compianto mister Rosati che, puntualmente, ad ogni partita casalinga del mio amato Pescara, sono nella “mia” cabina dello speaker, in un ruolo che ormai sento come una seconda pelle e che mi ha visto sempre presente, in più di 600 occasioni: gare ufficiali, amichevoli, spareggi e partite della Nazionale. In questi anni ho avuto la fortuna di vivere direttamente tante emozioni calcistiche: momenti ed anni di felicità legati alle 4 splendide promozioni ma, anche di intensa sofferenza culminati nelle 3 retrocessioni. E’ da più di un anno che l’impianto fonico non funziona ed a nessuno, fino ad oggi, tra il Comune e la Sua Società, interessa ed è solo grazie ad un microfono prestato settimanalmente dal Sig. Recinella che è possibile, almeno, fornire un minimo di servizio e poi invece, in occasione di questa gara, si mette addirittura in funzione un intero impianto noleggiato per l’occasione. Capirà che in questa situazione il mio stato d’animo non può essere più quello che mi ha sostenuto nei precedenti venticinque anni e quindi, con mio profondo rammarico, Le rappresento la volontà di non essere più al mio posto di speaker già dalla prossima gara casalinga con la Triestina di venerdì 06/04/2007. Ritengo questo atto dovuto nei confronti di tutti i tifosi, soprattutto quelli della curva nord, con i quali ho sempre avuto un rapporto di reciproca stima ed affetto e con i quali ho condiviso tante gioie e che non posso assolutamente tradire. La saluto cordialmente e … sempre Forza Pescara.

TRE PUNTI D'ORO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 6/4/2007

Con la vittoria sulla Triestina si torna a sperare clamorosamente nella salvezza.
La gara non è stata entusiasmante, ma per il Pescara, al contrario degli alabardati, era fondamentale prendere i 3 punti per continuare a sperare, a prescindere dalla prestazione prettamente estetica.

Vivarini – De Rosa mandano in campo il seguente undici: Polito, Zoppetti, Gonnella, Delli Carri, Mora; La Vista, Luci, De Falco, Antonelli; Vantaggiato e Russo.
Abulico l’attacca biancazzurro, mentre sono molto positive le prestazioni di La Vista, Zoppetti e Polito che para l’ennesimo rigore ad Allegretti sul risultato di 1 a 0.
La partita è sbloccata dal rientrante Gonnella sul finire del primo tempo; nella ripresa la Triestina, rigore a parte, non è parsa mai veramente pericolosa, così come il Pescara che ha controllato la gara, ma non è riuscito a chiudere prima la partita.
Tardivo l’ingresso in campo del contropiedista Martini al posto di Russo entrato solo sul finire di gara (mentre in precedenza erano entrati Rigoni e Felci al posto di Vantaggiato e Antonelli) e proprio nei minuti di recupero è riuscito a trafiggere per la seconda volta Rossi per il 2 a 0 finale.

Tutte le dirette concorrenti hanno perso, quindi ora i play out non sono più un miraggio; ora dobbiamo assolutamente credere nella rimonta già a partire dal recupero di martedì prossimo a Treviso dove si deve andare per vincere.

Anche la voce dell’Adriatico, Danilo Iannascoli, ha fatto dietrofront sulle dimissioni ed è tornato regolarmente al suo posto a leggere le formazioni: anche se non c’era il pubblico di sabato scorso, quello di oggi è stato il nostro stadio, questo è il clima che noi vogliamo vedere dentro l’Adriatico, sempre.

On-line le foto della gara.


NOVITA' : PILLOLE DAI MURI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/4/2007

Nasce una nuova rubrica sul nostro sito dedicata ai tifosi: si chiama PILLOLE DAI MURI ed è una raccolta delle immagini commentate e dei messaggi più divertenti che si trovano sui forum dedicati al nostro Pescara.

Sarà anche un modo divertente per rivivere ad esempio alcuni momenti della travagliata querelle societaria che è ancora in via di definizione (a proposito, speriamo bene…).

La nuova rubrica la trovate all’interno della sezione TIFOSI.

Sperando di aver fatto cosa gradita, con l’occasione approfittiamo per porgere gli auguri di una serena e felice Pasqua a tutti i tifosi biancazzurri.

Il recupero Treviso-Pescara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/4/2007

Domani il Pescara sarà impegnato allo stadio "Omobono Tenni" di Treviso (inizio ore 18:00) per il recupero della 10 giornata di ritorno del campionato cadetto.
Il Treviso del presidente Ettore Settin e dell'allenatore Ezio Rossi (ex Torino e Triestina) attraversa un momento difficile in campionato.
Nell'ultima di campionato il Treviso è riuscito solo a pareggiare contro il Vicenza e con 35 punti in classifica (12 punti in piu' del Pescara) ora i veneti lottano per tirarsi fuori dalla zona retrocessione cercando di non perdere il contatto con le dirette concorrenti Verona e Bari. Nell'ultimo mese i veneti hanno rimediato in sette gare solo 3 punti incassando una pesante sconfitta in casa con il Crotone.
Dunque per il Pescara si presenta l'ennesima sfida salvezza con un avversario agguerrito e affamato di punti.
Nella formazione di Vivarini-De Rosa, in partenza per il Veneto, sono tutti in buone condizioni e tutti sono stati convocati (ad eccezione di Vicentini e Vellucci). Tra i 15 giocatori di serie B sospesi dal giudice sportivo, in riferimento alle gare di campionato giocate venerdì, non ci sono calciatoi del Pescara e del Treviso.
Questi sono dunque i 22 a disposizione del duo tecnico biancazzurro tra i quali rientra Paponetti dopo lo stop per squalifica;
Portieri: Polito e Tardioli;
Difensori: Aquilanti, Delli Carri, Demartis, Gonnella, Mora, Olivieri e Zoppetti;
Centrocampisti: Antonelli, De Falco, Felci, Gautieri, La Vista, Luci, Papini, Moscardi e Rigoni;
Attaccanti: Martini, Paponetti, Russo e Vantaggiato.
A Treviso arbitrerà Zanzi della sezione di Lugo, che sarà assistito da Franzi di Verbania e Di Fiore di Aosta. Il quarto uomo sarà Santonocito di Abbiategrasso.
Per il recupero della 10ima di ritorno si giocheranno anche Brescia - Triestina e Juventus - Napoli.

INGUARDABILI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/4/2007

Doveva essere la partita della svolta, l’ennesima occasione che si ripresentava ai biancazzurri che nonostante il pessimo campionato disputato, avevano nuovamente la possibilità di riaprire il discorso salvezza, ma invece ancora una volta questa squadra non ha giocato, confermando così di essere la peggiore squadra della serie B, come dimostrano i punti racimolati.

Era una partita in cui si doveva giocare col coltello fra i denti contro un Treviso piuttosto mediocre, ma anche stavolta gli 11 scesi in campo hanno dimostrato di non essere attaccati alla maglia e sono stati messi sotto senza attenuanti; se poi pensiamo che ci sono anche dei pescaresi in campo, la rabbia aumenta ancor di più……

Attenuanti che non hanno nemmeno Vivarini- De Rosa che sembrano aver perso totalmente la bussola da un po’ di tempo: Martini non viene impiegato nemmeno stavolta titolare e viene fatto entrare con colpevole ritardo, addirittura dopo soli 30 minuti viene fatto uscire Russo per far entrare De Falco quasi come per mantenere lo 0-0 che non serviva a nulla.
La sintesi della partita è presto fatta: il Pescara non ha praticamente quasi mai tirato in porta, mentre il Treviso pian piano è riuscito a trovare il gol all’inizio della ripresa e poi ha controllato la gara sfiorando più volte il raddoppio.

Ora non resta che aspettare che finisca questo calvario che, a meno di miracoli, ci riporterà in serie C, sperando di non rimediare troppe umiliazioni già a partire da sabato prossimo a Napoli.
Non sarebbe male dare spazio a molti giovani della primavera con Cetteo di Mascio che sicuramente metterebbero almeno più cuore per questi colori che ormai annualmente vengono infangati dai giocatorini di turno che la società raccatta all’ultimo momento.

Speriamo ora che Pincione riesca finalmente a trovare il giusto assetto a questa società in modo da ripartire subito per programmare il prossimo anno, perché tra un po’ potrebbe essere già tardi.

L'analisi e la cronaca di Treviso SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 11/4/2007

Il Pescara chiamato a confermare gioco e risultato dopo l'importante vittoria sulla triestina rimedia una meritata sconfitta a Treviso per 1 a 0.
L'occasione era buona per continuare ad alimentare la speranza della salvezza ma i biancazzurri tornano dal Veneto con l'ennesima sconfitta maturata tra errori e orrori di gioco.
Il Pescara schierato a Treviso scende in campo senza Delli Carri e Martini. Il tandem Vivarini-De Rosa preferisce partire con Polito, Gonnella, olivieri, Zoppetti, Mora, Papini, Luci, Antonelli, La Vista, Vantaggiato e Russo.
Il Treviso di mister Rossi si presenta invece con l'ex Avramov tra i Pali e l'ex Beghetto in avanti in tandem con il giovane Russotto.
Il recupero infrasettimanale si svolge in uno stadio semi deserto e i pochi presenti non mancano di punzecchiare il tecnico Rossi per la situazione in clasifica con ripetuti cori.

La gara inizia con una palla gol per i padroni di casa già al 6' quando Acquafresca mette al centro dalla destra e Beghetto che arriva sul pallone sbilanciato non trova la deviazione Al 12' il Treviso centra il Palo con Beghetto che semina Oliveri e con una secca conclusione radente centra la base della porta. I padroni di casa fanno la partita mentre i biancazzurri subiscono con affanno nella propria tre quarti.
Al 25' altra palla gol per il Treviso ma stavolta è Russotto a impegnare a terra Polito con una conclusione sul primo palo.
Al 31' il Pescara cambia Russo (piuttosto contrariato della sostituzione) con De Falco. I biancazzurri provano ad arginare i padroni di casa con una sola punta (Vantaggiato) e centrocampo più folto.
Sul finire del primo tempo, che si chiude con un minuto di recupero, sembra essersi un po' interrotta la pressione del Treviso ma il Pescara non riesce ad approfittarne e a rendersi pericoloso.

La ripresa si apre con i veneti determinati e determinati a fare il risultato. Il gol infatti non tarda ad arrivare e al 51'il Treviso passa in vantaggio con Russotto che riesce a battere a rete di fronte a Polito sfruttando una palla vagante dopo l'ennesimo calcio d'angolo.
Il Pescara incassa il colpo e stenta a dare segni di vita e al 54' ancora Russotto in palleggio gira di sinistra a rete ma il tiro centrale è facile preda di Polito.
Al 58' esce l'ex Beghetto (applaudito dal pubblico casalingo) per problemi muscolari alla coscia sinistra e al suo posto entra Fava.
Al 62' la traversa salva due volte il Pescara: prima Acquafresca, con una girata a rete da posizione ravvicinata, e poi Fava, in appoggio, con un colpo di testa, centrano in pieno il montante!
Il Pescara è completamente incapace di reagire e al 67' De Rossi e Vivarini provano il cambio Mora per Rigoni.
Al 71' i biancazzurri iniziano a svegliarsi e Vantaggiato, che si trova il pallone buono sui 16 metri, spreca clamorosamente e manda la palla alta sulla traversa.
Al 74' ancora il Pescara riprova ad agguantare almeno il pareggio con Rigoni che mette in mezzo un'ottimo pallone sul quale si butta Luci con la testa. Avramov arriva sull'angolino alla sua destra opponendosi alla sua ex squadra con la punta del piede.
Nel finale i tecnici biancazzurri buttano dentro anche l'incolpevole Martini che comunque porta vivacità e ritmo alla squadra.
La partita termina dopo quattro minuti di recupero con continui capovolgimenti di fronte.
Alla fine il Treviso torna al successo dopo sette risultati senza vittorie e il Pescara resta tristemente penultimo in serie B a quota 23, 4 punti in piu’ dell’Arezzo, fanalino di coda del campionato cadetto.
L'ennesima sconfitta esterna a Treviso conferma che per vedere il Pescara bisogna aspettare come sempre la fine ma la sconfitta veneta probabilmente segna anche la fine delle speranze di salvezza del mondo calcistico biancazzurro.
La mancanza di rabbia agonistica ha nuovamente sfiduciato il pubblico pescarese che a questo punto puo' solo sperare in un miracolo.
Il prossimo futuro riserva al Pescara due trasferte proibitive, a Napoli prima e Bologna poi al cospetto quindi di due corazzate lanciatissime verso la zona play-off.
La retrocessione in C1 è più di una realtà.
A questo punto, ci auguriamo, che il campionato si chiuda in modo decoroso, cercando di evitare ai tifosi biancazzurri umiliazioni con prestazioni vuote e deludenti come questa di Treviso.

Pincione, De Rosa, Rossi e Aramov SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 11/4/2007

Le dichiarazioni dei protagonisti:

DE ROSA
Il tecnico Luigi De Rosa a termine gara rimane calmo. Il mister ammette che il Treviso e` stato superiore soprattutto nella prima meta` della gara: `Purtroppo abbiamo sofferto soprattutto nel primo tempo. Ho anche cercato di dare piu` vivacita` alla manovra inserendo De Falco per Russo`.
Meglio nella ripresa: `Nel secondo tempo dopo aver preso subito il gol, siamo riusciti a uscire dalla nostra metacampo e pressare il Treviso nella sua, cercando piu` volte di giocare sulle fasce. Abbiamo anche ottenuto un’importante occasione ma non e` andata dentro`.
Mister De Rosa rimane fiducioso in chiave salvezza, nonostante il penultimo posto: `La nostra situazione rimane critica ma dobbiamo puntare a vincere tutte le gare in casa e racimolare quello che riusciamo in trasferta. Le nostre possibilita` di salvezza sono rimaste invariate`.

ROSSI
Ezio Rossi commenta la vittoria casalinga contro il Pescara, senza nascondere un po` di amarezza. Secondo il tecnico, l`1-0 va un po` stretto ai suoi che potevano chiudere prima il match. `E` stata una vittoria importante contro una squadra che era reduce da un successo: dovevamo chiudere la gara prima pero`` Invece il Treviso ha rischiato nel finale, concedendo una grande opportunita` al Pescara.
Il pubblico, nonostante la vittoria non ha mancato di farsi sentire con dei fischi ingenerosi: I fischi dei tifosi? Non so se ci saro` il 10 giugno, ma non si puo` sempre pensare di criticare.

PINCIONE
Al termine della gara così PINCIONE: «Sono arrabbiato, certo che lo sono! Non mi piace questo atteggiamento della squadra, questo modo di giocare troppo difensivo. Non lo capisco. Forse sono io che sono ignorante di calcio. Ma non riesco a capire cosa ci sia da difendere. Siamo sull’orlo del baratro e io mi aspettavo una prestazione più aggressiva. Invece ci siamo svegliati quando la partita era già scappata via. Venivamo da una partita vinta, avevamo bisogno di un colpaccio, e invece ancora una prestazione così. Dov’era nella prima ora di gara la grinta che abbiamo sfoggiato nel finale». Il presidente lo dice chiaro, per lui non è un problema di giocatori: «Qusto gruppo ha dimostrato di avere le possibilità di fare molto meglio. Il problema è la mentalità. E’ un eccesso di prudenza che in questo momento della stagione non capisco a cosa serva. La salvezza? Certo che adesso è molto ma molto difficile. Dovevamo vincere una di queste tre partite esterne consecutive e quella di Treviso sulla carta era ovviamente la più facile. Vorrà dire che dovremo vincere a Napoli o a Bologna. Vediamo che risposta sarà in grado di dare la squadra. No, non ho ancora parlato con i giocatori. Ma prima di Napoli faremo un discorsetto!».

AVRAMOV
Vlada Avramov, il grande ex biancazzurro che con una sua prodezza ha negato a Luci il gol del pareggio, sulla partita dice: «Noi oggi dovevamo vincere ma vi giuro che mi dispiace vedere il Pescara in questa posizione di classifica. A quella maglia e a quella città resterò legato sempre, in qualunque categoria. Mi sono sentito a casa nella stagione che abbiamo vissuto insieme e se oggi indosso la maglia della nazionale del mio paese è anche merito vostro. E magari un giorno quella maglia la indosserò di nuovo. L’ho già detto tempo fa, e non l’ho dimenticato».

IL NUOVO CdA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/4/2007

Nella giornata di ieri è stato ratificato il nuovo CdA della società con le seguenti cariche:
Masssimiliano Pincione Presidente
Claudio Di Giacomo Vice Presidente
Massimiliano Naddeo consigliere

Quest’ultimo in pratica dovrebbe rappresentare Pincione in sua assenza, in quanto uomo di fiducia dello stesso presidente.
Paolo Iapolo sarà invece il nuovo Direttore Generale, la cui carica però sarà ratificata nel prossimo CdA.

In attesa del progetto inglese, ora manca la sostanza: la nuova società infatti dovrà scegliere in primis chi sarà il Direttore Sportivo perché da li dovrà ripartire la ricostruzione dalle fondamenta del nuovo Pescara.
Con lui infatti si dovrà scegliere l’allenatore e di conseguenza si potranno iniziare ad avviare i contatti con i calciatori per la prossima stagione che, a meno di miracoli, ci rivedrà in serie C; per fare tutto questo non c’è molto tempo a disposizione.

Se questa è una società seria e affidabile lo scopriremo propri da questo: quest’anno la squadra dovrà esser fatta in estate e in ritiro dovrà partire una rosa già competitiva (più o meno definitiva) che affronterà il campionato di serie C e che si spera sia protagonista per risalire suBito nella cadetteria.

La trasferta di Napoli SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/4/2007

La comitiva biancazurra, dopo la sconfitta contro il Treviso, ha ripreso la preparazione per la prossima gara. Dopo l'arrivo di ieri, in un centro sportivo alle porte di Napoli, direttamente da Verona, la squadra ha lavorato a ritmi blandi. De Rosa per la gara di sabato al "San Paolo" ha a disposizione quasi tutti i 21 calciatori partiti per la doppia trasferta. Mancherà dalla lista dei disponibili Gonnella per squalifica mentre è in dubbio l'impiego di capitan Delli Carri che ha lavorato a parte per fastidi alla caviglia.
Il Napoli, reduce dalla sconfitta esterna di torino, prosegue gli allenamenti a Castelvolturno.
Per la partita con il Pescara Reja comincia a fare i conti con le assenze: certa quella di Grava, squalificato, probabile quella di Dalla Bona. Il centrocampista veneto oggi si è allenato a parte per un problema agli adduttori: la sua presenza è in dubbio, al suo posto pronti Montervino e Amodio. A parte anche Cannavaro, ma il suo impiego pare fuori discussione.
La gara Napoli-Pescara, valevole per la 34ima giornata del camponto cadetto, sarà diretta dall'arbitro Luca Banti della Sez. di Livorno.

GALEONE - Napoli secondo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/4/2007

Per Giovanni Galeone Napoli-Pescara non è una partita normale: lui a Napoli è nato e a Pescara è diventato "mago", ed oggi da Udine presenta la sfida consegnando lo scettro di seconda della classe proprio alla formazione di Reja.
"Napoli per me resta qualcosa di straordinario - ha detto alla Gazzetta dello Sport - Come città, come gente, come capacità di appassionarsi al calcio. Mi rimane il cruccio per essere arrivato nel momento sbagliato, con le persone sbagliate. Erano anni bui, quelli, per i colori azzurri. Basta dire che vennero alternati sette allenatori in un paio di anni. Poi Novellino riportò la squadra in A, ma i problemi strutturali portarono il club al fallimento, inevitabile. Incredibile vedere il Napoli in serie C.
Ma per fortuna è arrivato De Laurentiis, che con Marino sta riportando il Napoli dove merita, nella massima serie. Arriverà secondo, perché dietro la Juve quello azzurro mi sembra l'organico più attrezzato. Solo il Genoa può essere al livello. Per questo sono sicuro che alla fine la maggiore esperienza del gruppo prevarrà.
Il "mio" Pescara oggi è una squadra leggerina, non credo sia in grado di mettere in difficoltà i ragazzi di Reja. Se devo vedere un pericolo dico attenzione al Frosinone ben organizzato da Ivo Iaconi e all'ostico AlbinoLeffe del solito Mondonico. Ma contro Treviso e Cesena credo arriveranno altri successi per rilanciare la squadra al secondo posto. Con lapanchina ho chiuso e da supervisore dovevo fare all'Udinese, ma non è andata così. Mi hanno proposto qualcosa del genere a Pescara e ho preferito prendere tempo. Se la proposta arrivasse da Napoli non avrei dubbi. Perché De Laurentiis e Marino sono garanzia di serietà nel lavoro".
fonte gazzetta dello sport - goal.com

A Napoli con Delli Carri e Martini. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/4/2007

Si disputa oggi la 34ima giornata del campionato cadetto e il Pescara (ore 16.00) scende in campo al San Paolo di Napoli. Dai biancazzurri guidati da De Rosa e Vivarini ci si attende l'ennesima disperata prova d'orgoglio.
Al 'San Paolo' nessuno è mai riuscito a strappare i tre punti ma è anche vero che la squadra di Reja soffre contro le formazioni che giocano raccolte, come dimostra lo 0-0 contro il Vicenza, l'1-1 con il Bari, l'1-1 contro il Frosinone. Quindi sarà molto importante vedere all'opera il carattere dei biancazzurri e sperare nei favori della dea bendata.
I Tecnici Pescaresi per la gara di oggi hanno in previsione alcuni cambi nella formazione. Gonnella squalificato dovrebbe lasciare il posto a Delli Carri mentre a centrocampo Rigoni prenderà il posto di Antonelli.
Per l'attacco, ad affiancare Vantaggiato, Martini al posto di Russo.
Queste le probabili formazioni:
Napoli: Iezzo, Cannavaro, Maldonado, Domizzi, Trotta, Amodio, Gatti, Bogliacino, Rullo, De Zerbi, Calaiò.
Pescara: Polito, Zoppetti, Olivieri, Demartis, Mora, La Vista, Luci, Papini, Rigoni, Martini, Vantaggiato.


SCONFITTA DI MISURA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/4/2007

Sconfitta di misura dei biancazzurri che perdono 1 a 0 al San Paolo contro un Napoli che a fine gara viene fischiato dai suoi sostenitori, prova del fatto che hanno dovuto sudare fino al 93’ per avere ragione di un Pescara gagliardo, anche se poco pericoloso sotto porta.

Vivarini- De Rosa stravolgono la squadra schierando dal primo minuto i vari Moscardi, Rigoni, Demartis e Martini con Vantaggiato, Antonelli, Mora e La Vista in panchina.
La squadra è reattiva, ma al 12’ Bogliacino sigla il gol vittoria ribadendo in rete dopo una corta respinta di Polito (forse poteva fare meglio) su tiro di Calaiò, l’ex che offre una prestazione negativa, tanto da essere sostituito nella ripresa.
Il Napoli sembra controllare la gara con qualche affanno dovuto soprattutto allo sgusciante Martini che purtroppo non è supportato a dovere da Russo che anche oggi offre una prestazione incolore.

Nella ripresa è un altro Pescara che a tratti chiude i partenopei nella propria metà campo da quando iniziano i cambi, da quando cioè entrano Mora e Vantaggiato al posto di Demartis e Russo; al 75’ entra anche Gautieri al posto di Rigoni e il Pescara si fa sempre più minaccioso sfiorando il pari con Luci che da fuori area sfiora il palo con Iezzo battuto.
Alla fine però il Napoli prende i 3 punti e il Pescara torna nuovamente a mani vuote, anche se è una sconfitta profondamente diversa da quella di Treviso.
Martedì si va a Bologna che ha appena esonerato Ulivieri dopo due ko consecutivi.

Singolari le prestazioni di questi giocatori che di recente hanno ben figurato contro Juve e Napoli, mentre hanno puntualmente fallito le partite più importanti (su tutte con Modena e Treviso) compromettendo la salvezza.

La trasferta di Bologna SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/4/2007

Dopo la sconfitta di Genova il Bologna Calcio ha esonerato Renzo Ulivieri.
Il Bologna, con un comunicato ufficiale di poche righe, ha rivolto a Renzo Ulivieri "i piu' sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto". La squadra e' stata affidata al vice Luca Cecconi. Il sostituto di Ulivieri, che potrebbe anche terminare il campionato alla guida dei rossoblu', ha subito diretto il primo allenamento settimanale.
Il Bologna, settimo in classifica con 50 punti, in attesa dunque di una nuova guida tecnica e proveniente da due sconfitte, martedì, ospiterà in casa i biancazzurri nel recupero della 22ima giornata di campionato.
Il Pescara alla prese con i risultati altalenanti e acciacchi vari dovrà fare i conti anche con le importanti assenze imposte dalla giustizia sportiva.
Il giudice sportivo, in relazione alla 34/a giornata di serie B, ha inflitto tre turni di squalifica al capitano biancazzurro Delli Carri e due turni per Mora.
Nell'elenco dei possibili indisponibili per problemi fisici ci sono Gonnella e Rigoni. Gonnella lamenta ancora qualche problemino fisico, residuo della gara di Treviso mentre Rigoni, toccato duro nel corso del match contro il Napoli, è sotto osservazione.
Nel Bologna non ci sono squalificati ma per Cecconi i problemi arrivano dalle possibili defezioni per problemi fisici. Potrebbero saltare la gara con il Pescara Marazzina, Meghni, Danilevicius, Mingazzini e Bellucci.
Marazzina, ieri fermo a causa di un riesentimento muscolare alla coscia sinistra, ha svolto una seduta differenziata rispetto ai colleghi.
Danilevicius, Mingazzini, Meghni e Bellucci hanno ripreso ad allenarsi con la squadra ma rimane da valutarne l'impiego.

clicca qui per avere informazioni sui biglietti del Dall'Ara di Bologna


Bologna - Pescara a Stefanini SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/4/2007

Lo starmbo campionato cadetto non conosce sosta in questo periodo; domani infatti alle ore 17.30 si tornerà di nuovo in campo per il recupero della prima giornata di ritorno.
Il Pescara sarà di scena nuovamente in trasferta (la terza nel giro di 7 giorni) a Bologna, contro una squadra che non attraversa un buon periodo, ma ancora in piena corsa per i play off; a dirigere la gara di domani è stato designato Stefanini.
Fra i biancazzurri mancheranno Deli Carri e Mora che sono stati appiedati dal giudice sportivo rispettivemente per 3 e 2 turni; il fatto singolare è che nessuno dei due è stato espulso a Napoli, ma i provvedimenti sono stati presi per il loro comportamento avuto a fine gara nei riguardi dell'arbitro che così ha calcato la mano sul referto.

L'undici che scenderà in campo potrebbe essere il seguente, anche se Vivarini - De Rosa ci hanno abituato a clamorose sorprese dell'ultimo momento: Polito, Zoppetti, Gonnella, Olivieri, Demartis; La Vista, Luci, Papini (De Falco), Rigoni; Martini, Vantaggiato

Inutile dire che so dovrà giocare per vincere sin dal primo minuto: non abbiamo nulla da perdere!!!

Pincione "Pescara, spirito ok" SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/4/2007

Il patron della società abruzzese torna sulla battuta d'arresto di Napoli.
Stavolta la sconfitta brucia meno, anche se di punti nel carniere il Pescara continua a non inserirne. Ma a Massimiliano Pincione va bene anche così, perchè i biancoazzurri hanno saputo perdere a testa alta e non meritando il passivo al San Paolo contro il Napoli.
"Perdere non mi piace mai - ha spiegato il presidente pescarese al Messaggero - ma questo è lo spirito che la squadra deve avere sempre. Che ci sia stato un animo diverso l’avete notato tutti. E allora io ribadisco che questo era l’atteggiamento che dovevamo avere a Vicenza, a Treviso, a Frosinone, col Modena...
Se avessimo avuto questo spirito, state sicuri che quelle partite non le avremmo perse e adesso avremmo un’altra classifica. Oggi comunque, ai giocatori non posso rimproverare niente. Anche perché avevamo davanti un avversario di valore. La salvezza è difficile, lo so benissimo. Ma dobbiamo crederci tutti, i giocatori per primi. Io dico che se giochiamo con questo spirito, possiamo ancora dire qualcosa in questo campionato".

DI NUOVO SCONFITTI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/4/2007

Arriva il terzo KO consecutivo in appena una settimana e la possibilità di agganciare lo spareggio si fa sempre più remota; questa volta è il Bologna a imporsi sui biancazzurri per 2 a 1.

Pescara che anche stavolta deve fare a meno di diversi giocatori causa squalifiche e infortuni (su tutti Delli Carri, Mora, Rigoni e Gonnella), ma la partita si mette subito bene perché al 16’ De Falco con un bolide da fuori area insacca sotto la traversa e batte Antonioli.
Passano però solo dieci minuti e il Bologna riesce a pareggiare con Brioschi abile a sfruttare di testa un cross dalla fascia; ora sarà il Bologna a fare la partita col Pescara che cerca di ribattere in contropiede senza successo.

Polito più volte evita il raddoppio dei felsinei, ma non può far nulla al 55’ quando Marazzina riesce a bruciare sul tempo Olivieri siglando il 2 a 1 con una zampata fulminea che risulterà decisiva; ora il Pescara si butta alla ricerca disperata del pari col Bologna che più volte sfiora la terza rete che gli viene negata da un super Polito.

Addirittura nei minuti di recupero (col Pescara in dieci per l’espulsione per proteste di Zoppetti, ormai abbiamo perso il conto degli espulsi quest’anno…) il portierone biancazzurro si porta in area di rigore avversaria sugli sviluppi di un calcio di punizione e sul cross è proprio lui che riesce a colpire di testa e indirizzare la palla nello specchio della porta con Antonioli che blocca in tuffo: un vero peccato per il miglior giocatore in campo.
Dopo 6 minuti di recupero la partita finisce e si torna ancora una volta a mani vuote: sabato ci aspetta il confronto casalingo con l’Arezzo per evitare l’ultimo posto in classifica.

Certo è che fa rabbia pensare di aver giocato praticamente senza portiere tutto il girone di andata, chissà col solo Polito dall’inizio stagione quanti punti in più avremmo avuto …….

IL GIORNO DEGLI INGLESI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/4/2007

E’ arrivato il grande giorno, il giorno di Anthony Baron che accompagnato da Francesco Fucilla terrà la conferenza stampa all’Hotel Promenade (ore 15) per illustrare il progetto della holding inglese sulla Pescara Calcio: speriamo bene…

Intanto nello spareggio fra le cenerentole del torneo, il Pescara avrà la difesa totalmente da reinventare, difesa che è la peggiore del torneo con ben 52 reti subite: infatti contro l’Arezzo oltre a Delli Carri e Mora, mancherà anche Zoppetti appiedato per ben due turni dal giudice sportivo dopo l’espulsione subita a Bologna; la società è stata anche multata di € 1.500.
Nell’Arezzo invece mancherà l’ex Terra squalificato per una giornata

Senza difesa contro l'Arezzo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/4/2007

Dopo la conferenza stampa di Baron che ha illustrato il progetto – Pescara (investimento di 7 milioni di euro, risanamento societario e quotazione in borsa nella City londinese), si torna al calcio giocato con i 3 punti da conquistare assolutamente domani contro l’Arezzo, per avere ancora un minimo di speranza nei play out.
Vivarini e De Rosa dovranno reinventarsi la difesa per le contemporanee assenze di tutti i titolari del reparto: mancheranno infatti per squalifica Zoppetti, Delli Carri e Mora, mentre Gonnella ancora recupera dall’infortunio; probabilmente mancheranno ancora anche Rigoni e Paponetti, oltre a Vicentini e Vellucci, fermi da ormai da mesi.
Dovrebbe rientrare Papini a centrocampo a far coppia con Luci per un undici titolare che potrebbe essere il seguente:
Polito, Felci, Olivieri, Demartis, De Falco; La Vista, Papini (o Moscardi), Luci, Antonelli; Martini, Russo (o Vantaggiato).

Intanto il preparatore atletico Fabbiano abbandona la squadra probabilmente per incomprensioni con Vivarini (Fabbiano venne insieme ad Ammazzalorso).

Speriamo che almeno stavolta gli undici in campo giochino alla morte, degnandosi di onorare la nostra maglia biancazzurra.


Il Pescara dei record SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/4/2007

Un Pescara senza difesa, ai ferri corti e alle prese con l'Arezzo (fanalino di coda del campionato) offre l'ennesima delusione ai propri tifosi.
Parte subito a mille la squadra di Antonio Conte che schiaccia i biancazzurri nella propria meta` campo.
Al 10’ dopo una grande discesa sulla fascia, Bondi crossa per Croce che mette dentro la rete dello 0-1. L'ex Pescarese ha la decenza di non esultare nonostante lìimportanza del gol realizzato.
Il Pescara cerca di reagire ma Bremec e` bravissimo in un paio di circostanze a neutralizzare le conclusioni insidiose di Vantaggiato.
I toscani, pero`, sono sempre piu` pungenti, e al 43’ Capelli, su assist dello stesso Bondi, realizza la rete dello 0-2.
Nella ripresa i biancazzurri abbozzano una reazione, mettendo in difficolta` la difesa aretina.
Lo spettacolo indecente porta allo svuotamento della curva dove i gli spalti rimangono tristemente vuoti.
All’80’ Martini accorcia le distanze, dopo un bel triangolo con Vantaggiato.
Ci prova ancora La Vista che, al volo e in corsa, da fuori area, impegna l'estremo difensore toscano.
La rete di Martini e la solita "verve" dell'ultima ora non serve, pero`, ad evitare la sconfitta e dopo 4 minuti di recupero per il Pescara arriva la retrocessione morale.
Questo Pescara dei Record in questa stagione di serie B ha collezionato 4 tecnici, 3 Presidenti e 1200 abbonati ma la sconfitta interna con l'Arezzo segna, oltre alla 4rta sconfitta consecutiva, la 20esima sconfitta della stagione in corso e la 400esima sconfitta in serie B. Un Pescara da Record.

A fine gara, l'ex juventino Antonio Conte, tecnico dei toscani dichiara: "Un risultato che ci da morale"
Così Conte:"abbiamo cominciato a raccogliere quello che di buono stiamo facendo. Nel finale abbiamo sofferto un po’ di calo fisico. Non ci diamo ancora per vinti. Le prossime tre gare per noi saranno determinanti".

Dalla parte dei biancazzurri cè invece un Luigi De Rosa deluso che analizza la gara persa dal suo Pescara contro l`Arezzo.
Così De Rosa: "Quello di oggi era un incontro molto difficile dal punto di vista psicologico. I primi 15 minuti abbiamo giocato bene. Dopo il secondo gol subito ci siamo spenti. La situazione a questo punto si e` complicata particolarmente. Ora la salvezza la dobbiamo cercare fuori casa".

GAME OVER: RIPARTIAMO DA ZERO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/4/2007

Anche oggi abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione della pochezza di questa squadra capace di essere dominata anche dall’Arezzo, ormai non si contano più le figuracce che stiamo rimediando.
Anche stavolta nell’ultima gara che si doveva provare a vincere ad ogni costo per cercare il miracolo, la squadra ha dimostrato di meritare l’ultimo posto in classifica: questi giocatori (ad esclusione di Polito e Martini) si sono confermati di essere i più scarsi della serie B, giocando senza cuore e senza dignità.
L’ennesimo colpo al cuore per noi pochi tifosi rimasti a seguire le vicende biancazzurre; la Nord nella ripresa ha prima girato le spalle al campo e poi ha abbandonato le gradinate in segno di protesta.
Tutto lo stadio (pochi intimi) ha applaudito la curva quando si è levato il coro “vogliamo la Primavera”: come dargli torto vedendo l’ennesima figuraccia, meglio i ragazzi di Di Mascio che almeno lottano per la maglia che indossano.

Purtroppo restano ancora diverse gare da vedere e sarà una lenta agonia che ci farà sprofondare di nuovo in serie C (stavolta non ci sarà nessun ripescaggio), il tutto con una società che da dicembre ancora riesce a trovare il bandolo della matassa.

Come dice Pincione noi tifosi dobbiamo pensare solo al calcio, ai pagamenti penserà lui avendo garantito più volte che non ci saranno problemi sull’Iva e sull’iscrizione al prossimo campionato; bene, noi tifosi facciamo i tifosi e pensiamo al calcio.
Allora alla nuova società ricordiamo che ormai è tempo per programmare la nuova stagione e quindi è lecito conoscere a breve i programmi calcistici: il nuovo allenatore, i giocatori su cui puntare l’anno prossimo, quelli da riscattare, il preparatore atletico, c’è da ricostruire tutto.
La nuova società dovrà essere in grado di mandare in ritiro a luglio la rosa completa che affronterà il prossimo torneo e visto che fino ad oggi ancora si accapigliano per la gestione societaria, di certo non stiamo tranquilli.
Non è mancanza di fiducia in Pincione, ma veniamo da anni di prese in giro fatti solo di promesse che ci hanno portato a questa triste realtà; ad oggi siamo punto e capo, con le promesse che sono state fatte e i fatti che devono arrivare.
Il primo segnale che la nuova dirigenza dovrà darci sarà proprio della programmazione calcistica del prossimo campionato, da subito. Si dovrà per forza ripartire da zero con facce nuove e motivate, sarebbe quindi inconcepibile trovare nel nuovo Pescara le stesse persone che per anni hanno operato in malo modo portandoci a questo fallimento calcistico; equivarrebbe a dire che non è cambiato niente e allo stadio probabilmente non andrebbe più nessuno, magari seguiremo la Primavera…..

La lo-bo-to-mia societaria SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/4/2007

La sconfitta interna contro l'Arezzo manda in frantumi tutti i sogni di rincorsa salvezza del Pescara. Il primo ad accorgersene è il presidente Massimiliano Pincione, durissimo con i suoi.
"La matematica non condanna ancora la squadra alla retrocessione - ha detto al quotidiano "Il Messaggero" - Anche se più che una scossa qui ci vorrebbe un elettroshock, una lo-bo-to-mia, si dice cosi? Per ora dobbiamo però rassegnarci a un progetto a lungo termine. E programmare il futuro. La situazione attuale è pesante e si può fare poco.
La diatriba con Di Giacomo? Sì, dovevamo sentirci. Ma io non sono stato bene e forse ci sentiremo prima della mia partenza.
Comunque starò fuori meno di una decina di giorni. Poi sarò di nuovo al lavoro Evidentemente i giocatori non hanno bisogno del premio salvezza di 750 mila euro. Non ha avuto nessun effetto. No, non lo ritiro anche perché non avrebbe senso. Il premio resta lì. Anche se a questo punto penso che non avrò modo di pagarlo, purtroppo".

Società e trasferta. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/4/2007

Il Pescara calcio continua a vivere un momento di grande incertezza sportiva e societaria.
I risultati deludenti e la serie C alle porte sono lo specchio delle turbolente vicende societarie che intorbidiscono le acque biancazzurre.
Se da un lato arriva la buona notizia per il pagamento dell'Iva (per cui è stata ottenuta presso l'agenzia delle entrate la rateizzazione) dall'altro continua il processo di stabilizzazione degli assetti societari che sembra non avere fine. In seno alla società Pescara 70 l'arrivo dell'affarista Londinese Baron non sembra aver placato le liti intestine. Ci sarebbe ora la volontà di estromettere Claudio Di Giacomo quale membro del Cda per comportamenti giudicati inadeguati e per aver divulgato notizie in maniera distorta e nocive nei confronti della stessa Pescara Calcio e del Presidente Massimiliano Pincione.
Intanto la tifoseria non puo' che sperare in un doppio miracolo chiamato salvezza e stabilità.
Per cio' che concerne la prossima partita De Rosa, per la trasferta di Rimini, recupera in difesa Delli Carri ma nel reparto difensivo è comunque emergenza.
Difesa da inventare per il tecnico pescarese che dovrà anche rinunciare ai tre squalificati (tutti per un turno) Luci, Zoppetti e Mora oltre agli infortunati Gonnella e Vicentini.
Nel Rimini del tecnico umbro Acori (ex l'Aquila, Viterbese e Ternana) non ci sarà Jeda, uscito durante il secondo tempo di Vicenza-Rimini. L'ecografia cui è stato sottoposto il giocatore ha evidenziato uno stiramento al bicipite femorale della gamba sinistra che probabilmente costringerà l'attaccante ad uno stop di circa 2 settimane.
La gara Rimini-Pescara sarà arbitrata dal sig. Lops Giorgio di Torino, assistito dai sig.ri Maggiani Luca di La Spezia e Vicinanza Fabio di Albenga, IV° uomo il sig. Borracci Leandro E. di San Benedetto del Tronto.

L'INUTILE PAREGGIO DI RIMINI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/4/2007

Dopo le ultime batoste arriva l’inutile pari di Rimini che serve solo a depennare un’altra gara del torneo per l’agonizzante ritorno in serie C che ormai dista solo 6 partite, partite che sul piano della classifica non servono a nulla come questa di Rimini, ma che devono essere comunque onorate fino alla fine.
Le due squadre erano entrambe prive di diversi giocatori, al Pescara mancava come noto mezza difesa, mentre ai romagnoli mezzo attacco per le assenze dei forti Moscardelli e Jeda; alla fine è venuta fuori una gara piacevole sul piano delle occasioni da rete che il Rimini ha avuto a ripetizione e che ha saputo sfruttare solo due volte grazie alle parate di Polito e agli errori degli attaccanti.

Il Pescara è riuscito a recuperare entrambe le volte lo svantaggio grazie alle reti nel primo tempo di Vantaggiato (bellissima rete da oltre 30 metri) e di Aquilani nella ripresa; nonostante il Rimini avesse fallito più volte il colpo dei tre punti, è proprio Vantaggiato che all’ultimo secondo ha la palla per chiudere il match, ma spreca tutto solo davanti a Handanovic.

Martedì pomeriggio si torna in campo contro lo Spezia, in quella che fino a poche settimane fa poteva essere la partita che avrebbe riaperto il campionato, ma questa squadra non ci ha saputo regalare neanche questa speranza condannandoci alla retrocessione ben prima.

Un ultima considerazione va fatta: come mai nessun calciatore rilascia un’intervista da mesi?
Siamo costretti a sentire esclusivamente le inutili interviste del dopo gara del solo De Rosa, come mai?

Ci piacerebbe conoscere le motivazioni di questa decisione che, come tante altre, accade solo a Pescara: così avrebbero potuto almeno metterci la faccia, ma evidentemente avranno preso l’esempio di qualche vecchia volpe che sta in società e che da anni si comporta in questo modo.


Rimini-Pescara e protagonisti. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/4/2007

Rimini e Pescara si annullano con un 2-2 inutile per entrambe le squadre.
La squadra romagnola prende subito in mano le redini del gioco, e il vantaggio arriva presto: al 14` pt, su cross perfetto di Valiani, Pagano appoggia di piatto in rete.
Il Pescara accusa il colpo, e i romagnoli sfiorano il raddoppio al 23’ con una bella conclusione al volo di Cristiano.
Al 28` il Pescara trova il pari: Vantaggiato con una palombella da fuori area che beffa Handanovic, colpevolmente fuori posizione. Il numero 99 abruzzese aiutato anche dal sole ma bravo nel calibrare il tiro.
Poco dopo pero` il portiere casalingo si riscatta, salvando su tiro al volo di Aquilanti che dalla distanza lascia partire un destro micidiale indirizzato nel sette.
Successivamente il Rimini va vicino al vantaggio con Matri: il centravanti prima coglie una traversa piena e poco dopo sfiora il gol di testa. La prima frazione di gioco si chiude sul pareggio.

Nella ripresa il Rimini torna in vantaggio dopo appena 25 secondi con Pagano che sfrutta un grossolano errore di De Martis e appoggia il pallone in rete.
Sembra fatta per il Rimini, ma al 25` st, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Aquilanti, da fuori area, trova il sinistro giusto per battere Handanovic.
Sul 2-2 al 73’ Martini si fa espellere dal direttore di gara per gli insulti al guardalinee. Il Pescara in 10 lascia così spazio ai romagnoli che stringono d’assedio i biancazzurri.
Al 74’ Polito salva su colpo testa Cristiano, e al 77’ Bischeri solo in area davanti a Polito spreca la piu` facile delle occasioni.
In pieno recupero, e` Handanovic a salvare su un tiro a colpo sicuro di Vantaggiato che solo e lanciato a rete spreca il gol del miracoloso vantaggio.

A fine gara l`allenatore del Pescara De Rosa ha anche dei rimpianti e dichiara alla stampa che alla fine poteva anche scapparci il colpaccio.
Così il tecnico biancazzurro "Nonostante la difficile situazione di classifica siamo stati all’altezza del match giocando una gara a testa alta".
Sulla panchina di casa l`allenatore del Rimini Leonardo Acori dopo il 2-2 con il Pescara dichiara "Il pari ci sta stretto". Il pareggio è infatti un risultato che blocca la corsa dei romagnoli verso i playoff. Acori lo sa ma rimane convinto che in fondo i suoi meritassero di piu`.
Il tecnico del Rimini sa che pero` gli errori ci sono stati "Avremmo dovuto chiudere prima la gara, purtroppo il calcio e` questo e siamo stati beffati".

PIGNORAMENTO: RISPONDE PINCIONE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/4/2007

In attesa della gara con lo Spezia, è arrivato il temuto pignoramento per il mancato pagamento dell’IVA ad opera dell’Agenzia delle Entrate; si tratta dei primi 200 mila euro e a breve dovrebbe essercene un altro di 400 mila.

In diretta TV dagli States interviene il presidente Pincione nelle trasmissioni di Rete8 e ATV7 rassicurando i tifosi e allo stesso tempo sfogandosi contro tutto e tutti lamentandosi in particolare di:
- persone vicine alla società che gli avevano assicurato che il pignoramento non sarebbe avvenuto
- gli ex soci che in tv e sui giornali si sono professati tifosi del Pescara, ma che poi hanno agito diversamente pretendendo l’immediato pagamento delle loro quote non permettendo così allo stesso Pincione di versare subito soldi nelle casse societarie
- Di Giacomo accusandolo di essere stato minacciato affinchè liquidasse gli ex soci
- dell’amministrazione locale che in tutto questo marasma non ha mosso un dito, ma anzi è sembrata andare controcorrente (ad esempio ha appreso della chiusura dello stadio solo dai giornali)
- di tutta l’opinione pubblica che ha permesso a Paterna di violentare la Pescara Calcio non dicendo mai nulla, mentre ora che lui deve mettere riparo ai danni, gli sono tutti addosso come se fosse il responsabile

A chi gli paventava l’ipotesi di “sciacallaggio” da parte di imprenditori locali (cioè far fallire il progetto Pincione appropriandosi poi della società a costo zero) ha risposto con un paio di frasi che la dicono tutta sulla sua volontà:
“la Pescara Calcio è diventata la mia ragione di vita”
“ per togliermi la Pescara Calcio o mi sgozzate o non me lo togliete”

Non resta che aspettare ancora con la speranza che Pincione sia davvero il nostro salvatore e non l’ennesimo bluff; il suo rientro è previsto fra un paio di settimane.

Domani ricordiamo c'è la gara con lo Spezia, anche se la cosa interesserà a pochi...

La Via Crucis continua: 21° KO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/5/2007

La Via Crucis per noi tifosi arriva puntuale anche stavolta, ormai siamo alla “21 stazione” di sconfitte e anche stavolta la squadra gioca senza un briciolo di dignità offrendo una prestazione indecente.

Allo Spezia sono sufficienti i primi due affondi per chiudere la gara che dopo 17 minuti è già sullo 0 a 2 che resterà il risultato finale.
Nel Pescara solo un palo di Mora su punizione e qualche generoso affondo di Gautieri che nel secondo tempo ha rilevato uno spento esordiente Velluci. I meno peggio si confermano i soliti Polito e Luci.
L’atmosfera che respirava all’Adriatico è presto descritta: i pochi fedelissimi (neanche mille persone eravamo) che sono costretti ad essere umiliati anche stavolta che gridano insulti ai biancazzurri che ormai scendono in campo sconfitti in partenza incapaci di fronteggiare qualsiasi avversario.

Insulti anche contro il sindaco e Andrea Iaconi che però probabilmente non avranno sentito perché disertori da tempo dell’Adriatico; ci aspettano altre 3 gare casalinghe per chiudere questo penoso torneo cadetto che ci riporterà, si spera, in serie C1.

Pescara 0 - Spezia 2 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/5/2007

Nel Pescara, fuori Martini per squalifica, il peso dell’attacco viene affidato a Vantaggiato con Rigoni leggermente dietro. Antonio Soda deve ancora fare a meno di Varricchio e Guidetti e conferma gli stessi undici che hanno sbancato l’Ezio Scida con la coppia d’attacco Guzman-Colombo.
Decisivo si rivela l’ottimo avvio di gara dei liguri. La compagine di Soda passa in vantaggio al 13’ con Guzman che, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Saverino, insacca con un tocco di sinistro da distanza ravvicinata sfruttando una sponda di Colombo.
Passano quattro minuti e gli ospiti raddoppiano: cross dalla destra di Padoin e colpo di testa vincente a centro area di Colombo.
Il Pescara accenna ad una reazione con un’incornata di poco alta di Vantaggiato al 31’ e soprattutto con un clamoroso palo colpito su punizione da Mora al 41’.

Durante l’intervallo nel Pescara escono Vellucci ed Antonelli ed entrano Gautieri e La Vista, nessuna sostituzione nello Spezia.
Alla ripresa del gioco De Rosa cambia entrambi gli esterni di centrocampo ma Santoni, alla resa dei conti, viene chiamato in causa soltanto da una battuta da fuori area di Luci.
Al 63° Soda sostituisce Guzman per Ponzo. Alla mezz’ora nel Pescara esce Aquilanti ed entra Nello Russo. Cambio nello Spezia fuori Colombo dentro Alessi.
Lo Spezia, pericoloso con un colpo di testa di Gorzegno deviato da Zoppetti, gestisce con sicurezza il finale contenendo la timida reazione biancazzurra.
Nel finale Vantaggiato prova e riprova il tiro a rete ma il gol della bandiera non arriva.
Lo Spezia passeggiando a Pescara incamera tre punti preziosi in chiave salvezza e balza a quota 40 punti mentre il Pescara, fanalino di coda, retrocede mentalmente i serie C1 in anticipo rispetto all'aritmetica.

A termine gara De Rosa commenta la gara non nasconde la sua delusione dopo la cocente sconfitta interna subita dai biancazzurri ad opera dello Spezia.
"Mi aspettavo una prestazione decisamente diversa da parte della squadra. A livello psicologico e` una sconfitta davvero pesante".
Il tecnico dei biancazzurri guarda ai prossimi impegni: "In questo finale di stagione intendo dare spazio a qualche giovane della Primavera. Per quanto concerne il futuro aspettiamo una schiarita societaria".

Pescara triste primavera... SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/5/2007

Nel tormentato campionato biancazzurro non mancano mai le notizie riguardanti la società e i tanti indisponibili di turno che fanno gridare all'emergenza che è nella rosa ormai una regola.
La notizia del rammendo della rosa di prima squadra con sette giovani della Primavera non desta alcuno stupore. Le ultime novità societarie, invece, riguardano l'aumento immediato del capitale sociale per tentare di salvare almeno la serie C1.
Alla società di via Mazzarino servono nell'immediato circa 2 milioni di euro di cui 1,5 serviranno per pagare l’Irpef, e 5mila euro serviranno per pagare le sanzioni del debito Iva e consentire la rateizzazione. Il pagamento delle sanzioni IVA consentirebbe al Pescara di sbloccare i soldi in Lega e pagare gli stipendi oltre ad ottenere le liberatorie dei giocatori. L'appuntamento è fissato per sabato prossimo dove nell’assemblea dei soci di Pescara 70 si cercherà di trovare una soluzione a queste problematiche.
Nell'obiettivo rimane Pincione che sarà dunque chiamato a dare concretezza al suo desiderio di guidare la società biancazzurra. Pincione, attualmente negli Stati Uniti, sarebbe ormai ai ferri corti con Iaconi (oltre che con Di Giacomo) e qualcuno inizia a pensare che ormai l'americano abbia fatto terra bruciata attorno a se.
Non è un caso che nell'ultima di campionato Pescara-Spezia all'Adriatico fossero presenti Di Giacomo, Renzetti, Galletti, Miccini, Giammarco, D’Ambrosio e signora.


Domani Pescara-Crotone SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/5/2007

Il Pescara si prepara alla gara di domani pomeriggio contro il Crotone cercando di tamponare le assenze importanti con i giovani della primavera di Cetteo Di Mascio.
Ai tecnici biancazzurri De Rosa-Vivarini mancheranno per squalifica di Zoppetti, Martini e Vantaggiato (la cui stagione è da considerarsi finita). si aggiungono poi gli infortunati De Falco, Gonnella e Paponetti.
A disposizione della prima squadra ben 7 "primavera" ovvero il portiere Amadio, i difensori Ciofani e Sembroni, i centrocampisti Luca Di Matteo e Scappaticci e gli attaccanti Pignotti e cani.
Nel Crotone di Carboni sono in diffida: Soviero, Borghetti, Galardo, Dionigi e Tisci. Torneranno disponibili Baù, Maietta e Palmieri.
Il Tecnico rossoblu' Guido Carboni cosi' sulla trasferta Pescarese:"La positiva prestazione della squadra a Rimini, lascia soprattutto molto amaro in bocca perché il Crotone ha disputato una buonissima gara ma non ha raccolto purtroppo i punti che avrebbe meritato. Alla fine, così come era già successo in altre occasioni, ci sono rimasti solo i complimenti di tutti, ma che purtroppo però non servono a nulla, perché nel calcio serve solo il risultato". "Adesso bisogna continuare a lavorare, e magari cercare di ripetere a Pescara, dove non sarà affatto facile per noi, la prestazione offerta a Rimini, perché giocando in questo modo arriveranno anche le vittorie. La squadra in questo momento ha l'obbligo di continuare ad esprimersi così, senza pensare e guardare alla classifica, e cercando di sfruttare al massimo ogni partita. Ci sono ancora sei gare e non dobbiamo mollare assolutamente, perché i giochi secondo me non sono ancora fatti".

Queste le probabili formazioni.
Pescara: Polito, Aquilanti, Delli Carri, Olivieri, Mora, Gautieri, Luci, Moscardi, La Vista, Rigoni e Russo.
Crotone: Soviero, Borghetti, Fusco, Rossi, Morabito, Piocelle, Espinal, Galardo, Sedivec, Cariello e Lopez.

La partita sarà diretta dal fischietto napoletano Antonio Iannone. Sarà assistito da Dario Dattrino di Torino e Paolo Conca di Roma 1. IV° uomo Vincenzo Manna di Isernia.

Pescara 2 - Crotone 3 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/5/2007

All'Adriatico, cronicamente deserto, Pescara e Crotone scendono in campo per la 37ima giornata di B.
Vivarini-De Rosa metto in campo con un 4-5-1: Polito, Delli Carri, Olivieri, Ciofani, Mora, Moscardi, Aquilanti, La Vista, Luci, Rigoni e Russo.
Risponde il Crotone schierato con un 4-4-3 con: Soviero, Rossi, Fusco, Borghetti, Morabito, Espinal, Galardo,Piocelle, Sedivec, Giampaolo e Lopez.
La gara inizia con un Crotone in avanti che passa subito in vantaggio dopo solo sei minuti con Espinal che batte Polito con un tiro da centro area. La palla finisce nell'angolo basso sinistro alle spalle del portiere biancazzurro.
Il Pescara stenta a reagire e il Crotone ha gioco facile nell'imbastire ogni tipo di schema. Ancora Espinal al 21imo raddoppia per il Crotone con un tiro da dentro area su passaggio smarcante di Lopez dal fondo.
Il terzo gol degli ospiti arriva al 27imo ad opera di Dante Lopez che lasciato libero sulla tre quarti di sinistra scodella un tiro che dopo aver colpito il palo alla destra di Polito finisce in rete.
Il Pescara, forse scosso dai cori dei tifosi che urlano VERGOGNA, prova una reazione che passa soprattutto attraverso l'impegno di Mora e La Vista.
Al 32imo Nello Russo (ex di turno) imbeccato da Rigoni segna in scivolata il suo primo gol con la maglia pescarese. Al 34imo giallo per Mora per fallo da dietro su Giampaolo.
Al 39imo La Vista, solo di fronte al portiere avversario, manda fuori di testa contemporaneamente all'ennesimo fischio del fuorigioco.
Al 40imo giallo per Fusco che ferma La Vista in corsa sulla tre quarti avversaria. Sugli sviluppi del calcio piazzato, un minuto piu' tardi, Mora impegna soviero da fuori con un buon tiro raso terra sul primo palo. La prima frazione di gioco termina senza recupero sull 1-3.

Al rientro Vivarini-De Rosa riconfermano l'undici della prima frazione. Nel Crotone Bau' rimane in panchina.
La partita si stabilizza su ritmi blandi e il Pescara timidamente prova qualche azione. Al 4to st Morabito ammonito per proteste. al 15imo cambio nel Crotone esce Morabito entra Bonomi.
Al 16imo Dante Lopez passeggia in area e tira ma la poca potenza inferta alla palla facili Polito ben piazzato alla presa.
Al 17imo secondo cambio per Carboni esce Giampaolo entra Cariello.
Il pubblico saluta l'ex bomber biancazzurro e lui risponde con un bell'applauso indirizzato alla curva Nord.
il Pescara non riesce a trovare la concretezza per accorciare le distanze e il gioco concentrato a centrocampo inizia a diventare frammentato e noioso.
al 20imo il primo cambio nel Pescara, esce Moscardi entra Vellucci.
Al 28imo altra sostituzione per i biancazzurri esce il nr.10 Rigoni entra il nr. 33 scappaticci.
Il Pescara trova il secondo gol al 33imo con Aquilanti che, nella mischia, devia di testa un calcio d'angolo battuto da Mora. Soviero nell'occasione uscito a vuoto lascia la porta sguarnita e vede la palla carambolare a rete. Comincia a piovere con insistenza e la partita inizia a farsi interessante.
Al 35imo La Vista guadagna una punizione dal limite dell'area destra di Sovieri. dagli sviluppi arriva un colpo di desta di Delli Carri che impensierisce la difesa rossoblu' ma finisce fuori.
Al 36imo esce Ciofani entra Felci.
Il Pescara cerca il pareggio e l'onore e dagli estreni biancazzurri Scappaticci e Felci nascono buoni spunti per Russo e l'attivissimo La Vista.
Al 39imo esce Sedivez per il 33enne Dionigi. Il Crotone toglie una punta per un difensore.
al 45 dionigi a porta vuota, con Polito battuto, servito da espinal mette clamorosamente fuori.
Dopo tre minuti di recupero il Crotone guadagna senza sforzi la settima vittoria in campionato. Per il Pescara si tratta della sconfitta nr22.


PINCIONE CHIUDE AGLI EX-SOCI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/5/2007

Intervenuto telefonicamente come ormai di consueto il lunedì nelle trasmissioni tv, il presidente Max Pincione da New York ha chiarito alcuni aspetti relativi alle voci su possibili rientri di ex soci.

Pincione ha ribadito fermamente che sono pure invenzioni, non c’è infatti alcuna possibilità che gli ex soci possano rientrare in società; ha detto di aver parlato solo con Renzetti che però gli ha nascosto il fatto che si sarebbe fatto rappresentare dalla Damiani, compagna di D’Ambrosio: per questo motivo anche Renzetti ha la porta chiusa.

Il presidente infine, dopo essersi lamentato di nuovo con l’opinione pubblica e la classe politica (mandandoli all’altro paese) che hanno permesso a Paterna di depredare la Pescara Calcio, ha rassicurato i tifosi dicendo ancora una volta che pagherà tutto, aggiungendo che farà una ricapitalizzazione (non ha voluto dire la cifra) cospicua.

Sul lato tecnico ha detto di aver parlato con Bignone e Iaconi e che l’obiettivo è quello di tornare in serie A in quattro anni.


Aspettiamo come al solito i fatti.

La lettera di EQ SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/5/2007

Pubblichiamo la lettera aperta inviataci da Roberto Florindi e indirizzata a “IL CENTRO”.

Alla cortese attenzione de “IL CENTRO”.

Spett.le Direttore, diamo già per scontato (ma speriamo ci smentisca) che cestinerete o censurerete questa mail, perchè già altre volte non avete ritenuto di dare spazio alle considerazioni, pacifiche e tutt’altro che offensive emerse dal nostro Club Essequisse. EQ è rappresentato da un gruppo di pescaresi residenti al nord, che annovera tra le sue file uno zoccolo duro formato da un’asse molto consolidata milano-vicenza, (ma ci sono soci e consiglieri da Pisa, Torino, Bologna…) che forma per la quasi totalità un direttivo molto affiatato. Tra gli svariati soci c’è lo studente, l’operaio, il libero professionista, l’avvocato, tutti accomunati da una passione comune che si chiama Pescara Calcio. Nel nostro statuto, che è possibile leggere consultando il nostro sito internet www.essequisse.net, sono chiare le nostre finalità: sostenere il caro delfino, divertendoci, organizzando trasferte socio/culturali di un certo spessore, ove la partita del Pescara sia solo la ciliegina sulla torta di una giornata spensierata.
Attualmente, il nostro è lo sfogo di tifosi, che fanno mille sacrifici per tenere vivo questo legame, che non vogliono arrendersi all’ineluttabile, alla vergogna di anni di gestione societaria paradilettantistica. Quest’anno, fatalità, ricorrono due anniversari importanti per la Pescara calcio: il 70° dalla fondazione ed il ventennale dalla straordinaria, quasi irripetibile impresa di Galeone, oltre che essere prossimi all’appuntamento dei Giochi del Mediterraneo che Pescara siamo certi ospiterà degnamente. Però ci arriviamo…alla canna del gas, sportivamente parlando, anzi come protagonisti di un miracolo al contrario, che ci ha reso ridicoli in tutta Italia. Sinceramente non capiamo perchè non ci sia consentito dissentire su come viene gestito in generale lo sport a Pescara (ma nel resto d'Abruzzo non va molto meglio, vedi Aquila rugby, Chieti e Roseto basket e l'anno zero per il calcio regionale). Voi della stampa avreste un compito importante ed il silenzio sugli scricchiolii già evidenti da tempo, secondo noi di EQ, è equivalso a complicità per quello che poi è avvenuto. Fatevelo dire da fuori, visto che magari a Pescara pensate che va tutto bene e spesso siete impegnati a sopravvalutare quanto accede laggiù: quest'anno abbiamo fatto ridere e la faccia l'abbiamo messa noi "emigranti", presi in giro e mortificati, col solo torto di essere pescaresi. Avevamo come detto già sollecitato in tal senso alcuni Suoi collaboratori, venendo sempre ignorati, quasi fossimo degli antipatici scocciatori. Tra l’altro, in tempi non sospetti e quando ancora non si era al dissesto totale, avevamo proposto l'azionariato popolare per 2 motivi:
1) vedere su quanti appassionati veri può contare il Pescara, chiacchieroni a parte,
2) fondare il Pescara sui pescaresi, con un controllo diretto sulle attività dirigenziali.
Una domanda tra l’altro sorge spontanea, esordirebbe qualcuno più importante di noi: ma in Abruzzo come gestiscono le società sportive? Un breve elenco: l'Aquila Rugby che retrocede dopo 41 anni ininterrotti in massima serie (e svariati scudetti), la pallanuoto Pescara (plurititolata anche in Europa) è alle soglie dell'estinzione, il basket ha visto autoretrocedersi Roseto per guai finanziari, al femminile ha fatto harakiri Chieti per grossi problemi disciplinari ed ora si sta per perdere pure l'ambizioso Siviglia Teramo, nella pallavolo resta praticamente solo Pineto come piazza ai vertici e del calcio sappiamo già la fine che hanno fatto Pescara (in un vergognoso valzer dirigenziale) e Giulianova, retrocessi con largo anticipo, e delle difficoltà in cui versano Teramo, Lanciano, Pro Vasto e Celano, dopo la scomparsa dal professionismo di Chieti, l'Aquila e Casteldisangro. Una vera debacle che nasce soprattutto da grossi limiti organizzativi e, quindi, dalla carenza di dirigenti sportivi di spessore. Fino a qualche anno fa, infatti, poteva bastare una gestione artigianale, qualche conoscenza sporadica, per racimolare qualche scarto o un favore; oggi, le società sportiva vanno trattate come aziende e per ottenere il necessario ossigeno dagli sponsor, per allestire rapporti con altre società, gli incarichi non possono più essere affidati a pur volenterosi pensionati o dopolavoristi.
Un esempio? Che dire appunto del dirigente dell'Aquila Rugby che dimentica di iscrivere a referto il numero d’italiani previsto dal regolamento, col risultato di beccare 8 punti di penalizzazione proprio nel rush finale per la salvezza? Ingenuità? Assolutamente inconcepibile a questi livelli, tanto più che da mesi la società aquilana, una delle pioniere in Italia di questo sport, vivacchiava senza idee.
Per farsi due risate amare, basterebbe leggere inoltre le cronache quotidiane, che vedono succedersi in staffetta Presidenti, responsabili e dirigenti nella Pescara calcio, oramai una mera carcassa attorno al quale sciamano solo sciacalli. Una barzelletta continua, ripetiamo, se non ci fosse di mezzo l'amore e l'orgoglio dei poveri tifosi. La stampa locale, poi, invece di investigare, sottoporre perplessità e domande è divenuta complice di questa agonia generale dello sport abruzzese. Anzi spesso si sono prese le parti dei nuovi padroni, rassicurando la massa che tutto andava bene, che i progetti erano seri e lungimiranti. In un altro contesto fece così anche il codazzo di giornalisti economici attorno a Callisto Tanzi, alla vigilia del crack Parmalat. Ora che, finalmente, sono diventate più serie e restrittive le normative di bilancio per le società sportive, i tanti nodi vengono al pettine e si scoperchiano i troppi bluff sopravvissuti finora. Proprio perchè queste "aziende" erano e sono gestite, nel migliore dei casi, da personaggi inadeguati.
Ovvia, quindi, questa moria di società e questa caduta verticale, verso categorie, appunto, dilettantistiche. Non riusciamo a credere, però, che in tutto l'Abruzzo non sia possibile reperire almeno una decina di dirigenti professionalmente preparati e dinamici, ma soprattutto realmente al servizio del loro datore di lavoro. La realtà è che probabilmente si è creduto che si potesse continuare come prima, affidando l'ufficio stampa al fidanzato della figlia del presidente oppure mandando allo sbaraglio in Lega emeriti Carneadi. Il risparmio in termini di ingaggi è poi stato pagato col crollo di credibilità delle aziende di cui sopra, sbranate da quelle più organizzate. Eppure ci risulta che a Teramo ci sia un Corso di Laurea in Management sportivo, ma anche altre sedi danno supporti manageriali. Che siano finiti tutti nel calderone dei Giochi del Mediterraneo i professionisti illuminati? Allora che si prendano gli scalpi di dirigenti che operano nelle realtà economiche di casa nostra: in fondo i Marchionne ed i Toto sono partiti da qui.
Ci auguriamo comunque che, dopo questo mortificante resettaggio, che ha portato l'Abruzzo quasi a livello di regioni senza tradizione sportiva, si riesca lentamente a riemergere...ma questa volta seriamente però.
Concludiamo questa lunga “filippica”, sperando di non averla tediata, perché crediamo che da Voi giornalisti, riferimento dell’informazione locale e inevitabilmente pure opinion leaders, deve partire il segnale della riscossa. In maniera trasparente, coraggiosa e senza connivenze o simpatie. La vera perestroika sarebbe, ripetiamo, l’azionariato popolare, mai come in questo momento possibile ed auspicabile (se ne parlò anche nel ’77). Quindi ripartire da dirigenti con la D maiuscola, col cuore e con la voglia necessaria a ripartire, tanto peggio di così è impossibile. Per i processi, ci sarà tempo magari dopo, ora sono altre le priorità e sarebbe il caso di mettere da parte la litigiosità tipicamente abruzzese: partendo dal Vostro esempio.
Grazie per l’attenzione.
Cordialmente.

CLUB ESSEQUISSE PESCARA CALCIO

La trasferta di Piacenza SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/5/2007

Il Pescara in procinto di partire per il ritiro di Piacenza fa l'ennesima conta degli indisponibili.
Nella prossima trasferta emiliana mancheranno certamente Vantaggiato, Gonnella, Paponetti e Papini. Il duo De Rosa-Vivarini nonostante il rientro di Zoppetti e Martini (che hanno scontato il turno di squalifica) dovranno probabilmente attingere dalla primavera.
Sulla sponda piacentina, in allenamento per la preparazione della gara contro i biancazzurri, si registra invece la sola indisponibilità di Cacia e Gobatto. Rientro per Miglionico e lavoro più leggero per Nocerino e Lazzari reduci dallo stage con l'under 21 a Coverciano. Come per il Pescara per domani è prevista la rifinitura e le convocazioni per la gara di domenica.
Il Piacenza del presidente Fabrizio Garilli guidato dal tecnico ascolano Giuseppe IACHINI è reduce da due sconfitte e un pareggio.
La squadra emiliana a quota 57 punti in classifica dopo un periodo altalenante nei risultati conta di sfruttare il fanalino di coda biancazzurro per tornare a sperare nella zona play off.
La partita sarà diretta dal siciliano (messinese) Roland Herberg.
Sarà assistito da Marco Musolino di Taranto e Onofrio Fiore di Molfetta (BA) mentre il IV° uomo è Matteo Russo di Milano.

Conocati per Piacenza-Pescara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/5/2007

Al termine del consueto allenamento di rifinitura Gigi De Rosa ha diramato l'elenco dei 20 convocati per la trasferta di Piacenza. Per la gara di domani alle 16 in terra emiliana al "Leonardo Garilli", nel Pescara, tante le novità in rosa dovute a infortuni e scelte tecniche.
Questi i biancazzurri convocati: Amadio e Tardioli, Aquilanti, Ciofani, Demartis, Mora, Olivieri, Sembroni, Zoppetti, De Falco, Antonelli, Di Matteo L., Felci, Gautieri, Luci, Scappaticci, Vellucci, Çani, Martini e Russo.
Mancano per infortunio Gonnella, Vantaggiato, Paponetti e Papini e tra i giovani convocati spicca l'attaccante di origine albanese Edgar Çani che avrà il numero 44.
I biancorossi Piacentini rispondono con 20 calciatori: Coppola, Cassano, Nef, Iorio, Anaclerio, Gemiti, Olivi, Campagnaro, Miglionico, Nocerino, Riccio, Bianchi, Patrascu, Nainggolan, Padalino, Stamilla, Rantier, Lazzari, Simon, Piccolo.


Il Piacenza manda il Pescara in C1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/5/2007

Il Piacenza mantiene fede ai pronostici della vigilia superando per 3-1 il Pescara con qualche difficoltà di troppo.
Il Duo tecnico De Rosa-Vivarini manda in campo Tardioli, Zoppetti, Olivieri, Ciofani, Mora, Agomeri Antonelli, Aquilanti, De Falco, Luci, Russo e Martini.
Iachini risponde con Coppola, Olivi, Campagnaro, Nef, Gemiti, Riccio, Patrascu, Nocerino, Padalino, Degano e Simon.
Ottima la partenza per gli emiliani con Nocerino subito in evidenza. Lo stesso Nocerino, sfruttando al meglio un paio di uscite approssimative di Tardioli, va a segno al 16’ e al 20’.
Il Piacenza insiste sfiorando nuovamente il bersaglio al 25’ con una battuta di poco a lato di Campagnaro dal limite.
Il copione non sembra mutare in avvio di ripresa: Riccio al 48’ chiama in causa Tardioli con una conclusione dalla distanza.
Il Pescara, nella ripresa, con il passare dei minuti si fa apprezzare in fase offensiva impegnando severamente Coppola con i tentativi effettuati in rapida successione da Russo e Martini al 55’.
La compagine di De Rosa corona il suo buon momento dimezzando lo svantaggio al 60’ con un gran destro da fuori area di Antonelli. Il Piacenza riprende in mano il controllo del gioco e, dopo aver fallito alcune ghiotte opportunita` con Degano (67’) e Patrascu (86’), realizza all’89’ la rete del definitivo 3-1 con Simon liberato al tiro da Lazzari.
I Biancazzurri sconfitti al “Garilli” retrocedono matematicamente in Serie C-1 nella quasi indifferenza generale.
Le vicende societarie e tutte le polemiche tra i tanti (troppi) soci ed ex soci della Pescara '70 sembrano aver dato il colpo di grazia ad un Pescara rassegnato al suo destino già da inizio campionato.

Al termine della gara con il Piacenza De Rosa, alla stampa, sintetizza con un "ringrazio i miei ragazzi per la prestazione offerta".
Il tecnico abruzzese preferisce sottolineare gli aspetti positivi della trasferta in terra emiliana riconoscendo comunque un grande merito alla squadra.
"Di fronte avevamo un’ottimo Piacenza ed essere riusciti a tenerle testa praticamente sino al termine deve costituire per noi un motivo d’orgoglio".
Sulla panchina di casa l`allenatore del Piacenza Beppe Iachini, ormai lanciato verso i playoff grazie alla vittoria sul Pescara, così alla stampa:"La squadra ha attraversato momenti particolari, e l`infortunio di Cacia e` stato un colpo duro da superare. Lavorando molto sul piano mentale, pero`, abbiamo ottenuto un traguardo inaspettato a inizio campionato. Essere qui sino alla fine. E cosi` dico che ce la giocheremo sino all`ultima giornata`.

Questo il tabellino della gara:
PIACENZA-PESCARA 3-1 (2-0)
Data: 12/5/2007 Ore:16.00 Stadio: Leonardo Garilli (Piacenza)
RETI: 16` Nocerino (P), 20` Nocerino (P), 60` Agomeri Antonelli (P), 90` Simon (P)
PIACENZA: Coppola, Olivi, Campagnaro, Nef, Gemiti, Riccio, Patrascu, Nocerino (78` Anaclerio M.), Padalino (58` Stamilla), Degano (72` Lazzari), Simon - All. Giuseppe Iachini
PESCARA: Tardioli, Zoppetti, Olivieri, Ciofani, Mora, Agomeri Antonelli (75` Felci), Aquilanti, De Falco, Luci (72` Scappaticci), Russo (80` Di Matteo), Martini - All. Luigi De Rosa
ARBITRO: Roland Herberg (Messina)
RECUPERO: 4 minuti (0` pt + 4` st)
AMMONITI: Patrascu, Olivi (P), Agomeri Antonelli, Martini, Scappaticci, Aquilanti (P)
ESPULSI: nessuno


Il comunicato dei Rangers SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/5/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976,CURVA NORD MARCO MAZZA.

In questo momento di incertezza e di indifferenza generale che regna all’interno della nuova (?? ?) dirigenza della Pescara Calcio, nei palazzi della politica e nell’imprenditoria locale, riceviamo da più parti esortazioni a prendere posizione ufficiale su tali problematiche e a svolgere il nostro naturale ruolo di catalizzatori del tifo organizzato, cercando di convogliare idee, sentimenti, proposte e rabbia dei tifosi biancoazzurri preoccupati del futuro del Delfino.
Fra le tante proposte avanzate da alcuni tifosi, quella che porta il nome di “giornata dell’orgoglio biancoazzurro” e che invita tutti gli sportivi pescaresi a gremire l’Adriatico in occasione dell’ultima gara casalinga contro il Brescia, non riceverà la nostra adesione in quanto riteniamo che l’orgoglio vada ostentato per 365 giorni l’anno, in tutta Italia, in qualunque categoria, con fierezza , coerenza e camminando sempre a testa alta. L’orgoglio biancoazzurro è nel nostro DNA da più di trent’anni, è punto cruciale della nostra mentalità e del nostro vivere quotidiano. Questa non vuole essere una bocciatura dell’iniziativa ne’ tantomeno una presa di posizione egoistica da parte nostra, ma semplicemente un invito, rivolto a tutti quelli che hanno a cuore le sorti della Pescara Calcio 1936, a tirare fuori l’orgoglio sempre e non una volta l’anno.
Manifestiamo comunque soddisfazione vedendo che una parte della città non vuole restare indifferente di fronte alla situazione che rischia di farci scomparire dal calcio professionistico; pertanto invitiamo tutti a seguire e sostenere le iniziative che, a breve scadenza, i PESCARA RANGERS porteranno avanti, come è nostra abitudine, per le strade e non sui fogli di carta, per far sentire ancora la nostra voce a chi pensa di poter buttare via 70 anni di onorata storia calcistica.

…L’IMPERO CONTINUA!


Pescara, capolinea. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/5/2007

Dopo il mancato versamento dei soldi dai parte dei soci della Pescara 70 per l’aumento di capitale già sottoscritto la Pescara Calcio 1936 è al capolinea.
Pincione, Di Giacomo e Papa , lunedì scorso, non si sono infatti neanche presentati dall'amministratore Felizzi.
Adesso il presidente Massimiliano Pincione verrà dichiarato moroso e avrà diritto a un nuovo termine, stavolta perentorio, che sarà probabilmente di 15 giorni.
Se, alla scadenza, Pincione sarà ancora moroso, potrà subire richiesta di esclusione della società. Le sue quote andranno valutate, come già accaduto per quelle di Renzetti, e liquidate. Pincione che continua a dichiarare di essere stato messo nelle condizioni di non lavorare puntando il dito contro amministrazione comunale e ex soci della Pescara 70.
Telefonicamente, al Messeggero, ha spiegato Pincione: «Vi dico solo l’ultima cosa avevo chiesto la rimozione di Felizzi dall’incarico di amministratore di Pescara 70. Dopo la valutazione spropositata delle quote di Renzetti era un atto legittimo da parte mia. Ma il sindaco ha detto che Felizzi (area Margherita) non si tocca. Pensate che io possa lavorare in questo modo?».
In questo scenario apocalittico tra il rischio fallimento e quello della totale cancellazione di 70 anni di storia si muovono ora nuove cordate che potrebbero tentare di salvare il salvabile naturalmente in extremis.
Da un lato Renzetti si starebbe adoperando alla ricerca di soci (speriamo per lui fidati) e dall'altro lato ci sarebbero i soci dissidenti della Pescara 70 (Miccini, Giammarco, Galletti e Di Giacomo) che sarebbero disposti a rilevare in toto la Pescara calcio con l'aiuto di un' imprenditore romano.
Su tutto resta pero' il presidente Pincione che sembra pero' piu' impegnato nella ricerca dei colpevoli che ad un opera di salvataggio del delfino. In ogni caso c'è ancora del tempo e questo è il momento giusto per vedere chi davvero ha a cuore le sorti di questa società.

L'infinita telenovelas fatta di dichiarazioni telefoniche, conferenze stampa, infinite partecipazioni a salotti televisivi da parte di tutti contro tutti ha comunque dato il colpo di grazia a chiunque potesse ancora nutrire interesse per il Pescara Calcio. In questa difficilissima situazione per tutti i sostenitori del Pescara si fanno sentire i Rangers che attraverso un comunicato stampa invitano, giustamente, tutti a manifestare il proprio orgoglio biancazzurro per 365 giorni l’anno, in tutta Italia, in qualunque categoria, con fierezza , coerenza e camminando sempre a testa alta.
Per il momento dunque, in attesa di sviluppi, non vi saranno manifestazioni di tifosi in piazza o allo stadio.
Aspettiamo e prepariamoci...


IL SOLITO TEATRINO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/5/2007

Anche ieri sera è andato in onda l’ormai consueto teatrino societario che va avanti da 5 mesi orsono con i vari personaggi che si sono “fronteggiati” nelle tv locali dando ognuno la propria versione dei fatti (chiaramente il torto è sempre della controparte), ovviamente tutti rigorosamente solo per il bene del NOSTRO Pescara.

Restiamo in attesa che cali il sipario su questa “commedia alla pescarese” (la prossima settimana?) sperando che in un modo o nell’altro qualcuno di questi personaggi riesca a iscrivere la squadra in C1.

Intanto oggi c’è l’insignificante gara casalinga contro l’Albinoleffe in cui probabilmente si riuscirà a battere il record negativo di presenze allo stadio (saremo 4 gatti): viste le convocazioni con molti “senatori” assenti, ci hanno tolto anche il gusto di un “sano insulto” da gridare a questi professionisti (eccetto alcune eccezioni) che per quest’anno si sono rivelati tali solo nel momento in cui c’era da prendere lo stipendio.

CI AVETE ROTTO IL CA…LCIO

Arriva il 24° KO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/5/2007

Solo i circa 200 presenti hanno avuto “l’onore” di assistere alla 24° sconfitta dei biancazzurri (on-line le foto degli spalti desolati), anche stavolta surclassati dall’avversario di turno, l’Albinoleffe dell’ottimo Mondonico.

La gara è terminata 2 a 3 per i lombardi (per il Pescara reti di Martini su rigore e Olivieri) che si sono divorati tantissime palle gol, visto che ad ogni affondo potevano segnare: i nostri hanno fatto la solita gara, dimostrando per l’ennesima volta di essere i calciatori più scarsi della cadetteria, senza grinta, senza idee, senza cuore e senza dignità: nu schif!!!

Gli unici da salvare oggi l’encomiabile Luci e i due baby Cofani e Di Matteo.

E ora prepariamoci al gran finale della stucchevole vicenda societaria

adesso chi paga? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/5/2007

Tra pochi giorni si conoscerà il destino del Pescara Calcio.
Dopo settant’anni di storia il club biancazzurro si trova sull'orlo del primo clamoroso fallimento.
Il fallimento potrebbe arivare ai primi di giugno se nessuno interverrà mettendo fine ai teartini e mettendo mano al portafolgi.
D’Ambrosio e Tavarner si sono detti pronti a iscrivere il Pescara al campionato di serie C1 e per far cio' avrebbero "pronta consegna" un milione di euro e di essere anche disponibili al successivo esborso di cira 2 milioni di euro per il pagamento dell’Irpef (con fidejussione di 206.000 euro).
Per far cio' attendono Pincione che dovrebbe rinunciare al diritto di prelazione sull’acquisto delle quote di Marco Papa e al ridimensionamento del suo ruolo in società. A questo punto quindi sembra che tutto ancora dipenda dal Presidente che viene ancora chiamato alle proprie responsabilità. Se Pincione vuole il bene del Pescara deve onorare i pagamenti oppure mettere gli altri nelle condizioni di salvare il salvabile. Non cè piu' tempo per litigare. E’ arrivato il momento dei fatti. Una risposta parziale alla domanda iniziale "e adsso chi paga?" la possiamo dare già con certezza; A pagare per il momento sono stati solo i tifosi con tante e troppe umiliazioni.

Per una importante iniziativa di beneficienza, segnaliamo, che da oggi saranno in vendita sul sito di aste online E-bay, le maglie del Pescara Calcio utilizzate in occasione dell’incontro Pescara-Juventus del 31 marzo scorso.
La vendita on line delle maglie biancazzurre celebrative andrà a contirbuire al finanziamento di un costoso intervento chirurgico per un giovane tifoso biancazzurro negli Stati Uniti.


Comunicato Tavarner-D'ambrosio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/5/2007

Comunicato stampa Tavarner-D'ambrosio


A seguito di rinnovate, numerose e pressanti istanze per un nostro ulteriore intervento da parte di molti ambienti cittadini Pierluigi Tavarner e Massimo d’Ambrosio desiderano ribadire – coerentemente a quanto già espresso molte volte – che sussistono ancora, e sono anzi aggravati, i fondati motivi che hanno loro consigliato, a suo tempo, di lasciare la società. Da mesi Pierluigi Tavarner e Massimo d’Ambrosio sono fuori dalla società ed hanno espresso la loro opinione critica sulla conduzione societaria nella loro semplice qualità di appassionati e di cittadini.

Il recente tentativo di versare nelle casse societarie un milione di euro e i passi compiuti per colmare l’ulteriore deficit del Pescara Calcio non vanno dunque assolutamente intesi come desiderio di rientrare in società, né tantomeno di intraprendere una “scalata”, o addirittura di condurre una guerra personale contro l’attuale proprietario del Pescara Calcio sig.

Pincione, bensì solo come un tentativo personale di portare un contributo economico alla salvezza del Pescara dal fallimento, tentativo posto in essere peraltro solo dietro molteplici ed anche autorevoli sollecitazioni in tal senso.

L’acquisto di una piccola quota societaria era solo il mezzo per poter portare giuridicamente in seno alla società il danaro necessario e non può dunque essere interpretato in nessun altro modo. In particolare non può essere interpretato come manifestazione di voler acquistare la società, di volerne assumere il controllo, di volervi partecipare seppure in minima quota, o quant’altro. E’ poi destituito da ogni logica l’attribuito desiderio di voler acquistare le quote che il sig. Pincione è disponibile a vendere.

E’ con doloroso dispiacere che Massimo d’Ambrosio e Pierluigi Tavarner rappresentano agli amici e a tutti coloro che hanno presentato sollecitazioni in tal senso che è inimmaginabile, atteso il fallimento del tentativo, la impossibilità di una sua riproposizione, la ferma volontà di non partecipare neppure minoritariamente in siffatta compagine societaria, ipotizzare altri spazi per un altro loro intervento.

La salvezza e il futuro del Pescara sono esclusivamente in mano alla proprietà.

Massimo d'Ambrosio
Pierluigi Tavarner

E i soldi? no solo garanzie! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/5/2007

Le ultime vicende della storia infinita portano nel nuovo continente dove Max Pincione, dopo aver rinviato il suo rientro di qualche giorno, dichiara alla stampa pescarese che tornerà nel capoluogo adriatico la prossima settimana e che i soldi "per la salvezza" arriveranno presto.
Pincione, a suo modo di dire, nell'ultimo possibile tentativo di salvezza, sottolinea che se anche questa volta troverà i bastoni a bloccargli le ruote sarà disposto a regalare la Pescara Calcio.
Il regalo, per indenderci, lo farebbe ai poteri forti della città rei di non aver favorito il suo progetto.
Cosi' Pincione sul Messaggero:«Stiamo preparando una maxi garanzia bancaria. La cifra è alta, molto alta, diciamo qualche milione di euro. Una fidejussione? Una garanzia bancaria come ne ho fate migliaia nella mia attività e che sono state accettate ovunque. Si tiene una cifra bloccata a garanzia nella mia banca americana e in cambio ci viene fatto un affidamento in Italia. Se la Caripe, come spero, le accetterà allora avremo risolto i problemi. Altrimenti io lascio perdere? Vendere la società? Macchè venderla, la società la regalo. Sì, avete capito bene, la regalo. Se c’è qualcuno in grado di mettere dentro una iniezione sostanziosa di capitali, prenda pure il Pescara. Io chiedo solo una cosa: chi vuoe il Pescara deve venire a chiederlo a me, come si fa tra uomini. Non cercare di portarmelo via con trucchetti e sotterfugi come è stato fatto fino a oggi. Io sono una persona leale: se dico questo, non mi rimangio certo la parola. Se qualcuno pensa di poter far meglio, venga da me. Mi piace chi dice le cose in faccia, mentre a Pescara ho ricevuto solo colpi bassi e pugnalate alla schiena.».
La garanzia promessa dallo stesso Pincione potrebbe arrivare dal Medioriente attraverso il benestare del tanto sbandierato principe Khaled Alwaleed Al Faud.
A quanto pare, salvo solite smentite dell'ultima ora, le garanzie bancarie dovrebbero arrivare alla Caripe tramite una banca di Dubai.
Nel prossimo lunedì si dovrebbe sapere se questa benedetta garanzia esiste e se la caripe di Pescara la giudicherà idonea per prestare altrettante garanzie.
Resta il fatto, e ci siamo seccati la gola a dirlo e a ridirlo, che di garanzie questi personaggi ne hanno sbandierate fin troppe e che resta sul piatto un Pescara morente mentre proclami e promesse volano.
Sono volati i vari inglesi, americani, svizzeri e persino teramani ma di soldi per mettere a tacere tutti e guidare con orgoglio il delfino non se ne sono visti.
Ora basta!
Appoggiamo e riproponiamo il fortunato slogan CI AVETE ROTTO IL CA..ILCIO, titolo e sunto di un articolo di B. BARTELONI pubblicato sul sito cronacheabruzzesi.com già il 19 dicembre 2006 che resta in assoluto il manifesto dei tifosi del delfino.
Segnaliamo quindi che questa sera al posto del consueto appuntamento con la trasmissione "Sportivamente" su tele 9 hanno deciso di mandare in onda per circa un'ora uno spazio nero con la scritta:"Basta ci avete rotto il calcio, salvate il Pescara".


La disinformazione SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/5/2007

Ormai siamo agli sgoccioli della pagliacciata inscenata da oltre 5 mesi da svariati personaggi che si sono accostati alla Pescara Calcio, col risultato finale che è quello che proprio noi tifosi presagivamo da tempo: il fallimento.

Infatti col passare delle ore prende sempre più corpo questa strada (sembra che per la Caripe le garanzie offerte da Pincone non siano sufficienti), il tutto con le ventilate ipotesi di cordate locali facenti capo la sindaco che prenderebbero la squadra col lodo Petrucci in C2: sarà vero?
Non entrando nel merito sulla veridicità di tali voci, restiamo invece sorpresi (si fa per dire...) da come il popolo dei giornalisti che si interessano quotidianamente del Pescara non siano riusciti a far luce su niente.

Tralasciando lo scempio messo in opera da Paterna (fin troppo spudorata la "complicità" di certa stampa) nessuno, ma proprio nessuno, è stato in grado in questi mesi di dirci veramente chi fossero e quali attività svolgessero i vari Pincione, Renzetti, & Co., per non parlare dei misteriosi Baron e Principe di cui non si è mai risucito a sapere se sia stata una enorma bufala o meno.
Ma la cosa più eclatante la riscontriamo in casa nostra: passi per il fatto che "investigare" a New York, a Londra o negli Emirati Arabi possa esser complesso, ma non vedere neanche cosa succede dentro casa nostra è veramente stucchevole.

Come è possibile che sono mesi che si parla della presunta cordata locale capeggiata dal sindaco e NESSUNO ha avuto la briga di prendere un microfono e una telecamera per intervistarlo su tutta la vicenda Pescara Calcio?
Si sono scritte pagine e pagine di giornali, continue trasmissioni tv e ora ci ritroviamo sull'orlo del fallimento senza sapere se esiste questa ancora di salvataggio.

Complimenti alla professionalità.


ARRIVA LA SCONFITTA SETTIMANALE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/5/2007

Puntuale arriva anche la 25° sconfitta ad opera del Genoa lanciatissimo in serie A che neanche suda per avere la meglio sul gracile Pescara imbottito di primavera.

Anche questa gara è chiaramente a senso unico con i grifoni che passano al 25’ grazie ad una papera di Tardioli che si fa trafiggere su punizione da Milanetto con un tiro morbido centrale a mezza altezza. Due sono le cose: o l’ha fatto apposta, oppure ha i riflessi di un ottantenne; probabilmente è quest’ultima l’ipotesi più verosimile.

Il resto della gara è semplicemente un allenamento per gli uomini di Gasperini che poi trovano col rientrante Adailton il secondo e il terzo gol che rendono più giusto il risultato: infatti basta vedere lo score degli angoli e il possesso palla per capire che partita è stata:
angoli 10 a 0
possesso palla 65% contro 35%

Un elogio particolare va a tutti i tifosi che nonostante questo stillicidio che stiamo subendo, erano presenti anche al Marassi ad onorare la nostra città.

Entriamo nella settimana decisiva che potrebbe portarci al fallimento se nessuno di questi cazzari che gravitano attorno al Pescara farà qualcosa per salvare la squadra: mancano solo 3 giorni lavorativi.

ANCORA A PARLARE!!! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/5/2007

Continuano a parlare i personaggi che ci hanno portato a questa situazione drammatica a poche ore dal fallimento e noi diamo loro lo spazio che si meritano riepilogando i punti salienti di quanto detto e svolto finora.

Ecco i programmi e i fatti realizzati finora da questi individui per il Nostro Pescara: “bla, bla bla”.

Ci avete rotto il ca…lcio,
O CACCIATE I SOLDI A-D-E-S-S-O PER SALVARE LA SQUADRA OPPURE TACETE PER SEMPRE PERCHE’ SIETE TUTTI RESPONSABILI DI QUESTO SCEMPIO.

Si scende in piazza? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/5/2007

Oggi su altri siti dedicati ai tifosi del Pescara è apparsa la notizia di una "convocazione" dei tifosi fatta dai Pescara Rangers.
Noi di Solopescara.com non abbiamo ricevuto nessuna email da parte dei Pescara Rangers e quindi non possiamo confermare la notizia o l'autenticità della fonte dell'iniziativa.
Dal canto nostro possiamo solo evidenziare che i comunicati ufficiali dei Pescara Rangers si aprono sempre con la dicitura "COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976 - CURVA NORD MARCO MAZZA" e che l'impaginazione e i caratteri utilizzati si discostano molto dal modello di solito utilizzato.
L'imagine riportata su questo sito è stata inviata dal modulo utenti e quindi chiunque potrebbe averla costruita e messa sul web.
Se il volantino non è autentico "come crediamo" lo si saprà presto.


Tutti al consiglio comunale! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/5/2007

Il volantino "digitale" del quale avevamo dubitato si è rivelato autentico. Ci scusiamo dunque con tutti i nostri utenti per i dubbi sollevati. In aggiunta al comunicato, solopescara.com chiede a tutti di diffondere la notizia e partecipare al raduno;
Nonostante sia un giorno feriale, è l'ultima occasione per farci sentire per non far scomparire 70 anni di storia.
Tutto questo vale un piccolo sacrificio...PESCARA SIAMO NOI.

Il comunicato stampa del Presidente SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 31/5/2007

Il comunicato stampa del Presidente Pincione.
New York.

Io, Massimiliano Pincione, nella duplice veste di Presidente del Consiglio di amministrazione della Pescara Calcio S.p.A. e di socio di maggioranza della Pescara 70 S.p.A. rendo noto:
1) Di aver corrisposto nella giornata di ieri 29 maggio 2007, a mezzo di bonifico bancario quanto di mia spettanza per il richiamo dei decimi inerente alla deliberata ricapitalizzazione della società controllante Pescara ‘70 S.p.A.

2) Che la società Pescara Calcio S.p.A. provvederà nell’immediato al pagamento delle mensilità arretrate degli stipendi.

3) Di non essere più disposto a tollerare strumentali critiche non sulla mia persona, ma sul futuro della Pescara Calcio da parte di chi, non avendo ancora adempiuto ai propri obblighi societari, in nome proprio o per conto altrui divulghi e diffonda notizie che hanno come unico risultato quello di recare danno e nocumento alla Pescara Calcio. Detta divulgazione contravviene inesorabilmente a precise statuizioni codicistiche che inibiscono, a chi gestisce la società, di diffondere dati riservati della società medesima. Ho dato mandato, pertanto, di perseguire chiunque abbia messo in atto, nel corso di questi quattro mesi, condotte pregiudizievoli nei confronti della Pescara Calcio S.p.A. Non sono più disposto ad accettare rilievi da parte di chi, in nome del presunto bene della Pescara Calcio S.p.A. o di contrasti sorti con la mia persona, ha avuto il coraggio di chiamarsi fuori dalla società riprendendosi per intero quanto versato, spese comprese. Sino ad oggi ho versato circa 1.900.000 di Euro solamente per poter arrivare dove sono e per poter iniziare a lavorare in società. Considero fuori luogo dunque rilievi mossi quotidianamente, e su più fronti, da chi non si assume responsabilità in prima persona come me che al contrario sto seguitando a fare.

4) Di voler evidenziare come non possa naturalmente essere precluso a nessuno di versare denari nella Pescara Calcio S.p.A. seguendo canali istituzionali e legali e come abbia più volte esortato coloro che si sono dichiarati disponibili a contribuire, a farlo senza indugio.
Gradirei non sentire più parlare di rocamboleschi e scenografici salvataggi perché non c’è nulla da salvare. Bisogna solamente, a questo punto, effettuare il versamento IRPEF che ci compete per iscrivere la squadra al campionato.

5) Di voler inoltre far rilevare ai professionisti che quotidianamente pubblicano articoli e recensioni relativi alla attuale situazione societaria della Pescara 70 e della Pescara Calcio S.p.A., come ingeneri unicamente confusione e danno riportare “atecnicamente” e spesso in modo parziale e distorto, notizie riguardanti attività, bilanci, operazioni societarie, vieppiù sulla scorta di informazioni e fonti non adeguatamente verificate. Il sacrosanto diritto di cronaca non giustifica infatti tali comportamenti spregiudicati che espongono i giornalisti stessi a conseguenze legali. Ho letto di “perdite” confuse con “debiti”, di “consigli di amministrazione” confusi con “assemblee”, di “conferimenti” confusi con “finanziamenti” etc. Il diritto societario è materia complessa ed addentrarsi nei suoi meandri evidentemente non risulta comprensibile, utile e conveniente.

6) Di voler mettere dunque, un punto fermo su questa stanca e stucchevole diatriba che va oramai avanti da troppo tempo, ringraziando i collegi sindacali delle due società in parola della notevole pazienza dimostrata in considerazione dei frequenti ed inappropriati riferimenti di cui sono stati fatti oggetto.

7) Di voler ringraziare il dott. Alessandro Felizzi per l’alta dedizione, professionalità ed impegno con cui ha svolto il proprio incarico di amministratore unico della Pescara 70 S.p.A.

8) Di rassicurare infine tutti, soprattutto i tifosi, circa l’iscrizione della Pescara Calcio S.p.A. al prossimo campionato di serie C1. Chiedo solamente, come più e più volte espresso, di poter lavorare assieme a tutto il personale della società, con tranquillità e serenità.


MANIFESTAZIONE ECCELLENTE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/6/2007

Come da programma ci raduniamo sotto al Comune alle 10 per salire alla spicciolata nell’aula consiliare dove è in corso il consiglio comunale, alla presenza dei consiglieri e del Sindaco D’Alfonso: alla fine gremiamo la sala in ben 300 unità (con questa situazione e in un giorno feriale eravamo tantissimi).

Il consiglio prende atto della ns presenza e ci viene proposto un incontro in altra sala con i rappresentanti della tifoseria, proposta che viene immediatamente bocciata perché volevamo che le cose venissero dette davanti a tutti.
Il Consiglio viene sospeso e inizia il confronto dove prendono la parola i tifosi.

Inizia Marco che chiede la non chiusura dell’Adriatico per l’anno prossimo prendendo esempio da tutte le altre città italiane dove sono stati rifatti completamente gli stadi con la chiusura per settori; considerando che a Pescara saranno effettuati lavori che non stravolgeranno nemmeno lo stadio, non si capisce perché per oltre 1 anno dovremo stare senza stadio.
Accusa anche l’intera amministrazione dell’immobilismo avuto nei confronti della società che dopo 70 anni rischia di sparire: l’intervento si chiude con uno scrosciamte applauso.

Poi è la volta di Semproni che prende la parola solo per chiedere pubblicamente scusa di quanto detto ieri sera in una trasmissione sportiva, in cui si era dichiarato favorevole al ventilato interessamento del presidente della Lazio Lotto a rilevare il Pescara (Semprò, ma come hai fatto solo a pensare una cosa del genere, meglio in 3° categoria che con i laziali)

Alla fine prende la parola Stefano Caravaggio che espone tutto il ns malcontento all’amministrazione comunale accusandola di non aver fatto nulla in questi 6 mesi per la società che porta il nome della ns città, immobilismo di cui il sindaco (in qualità del ruolo che riveste e non come Luciano D’Alfonso) è il primo responsabile perchè a capo del consiglio comunale.

Si passa alla replica di D’Alfonso che si alza in piedi e, fogli alla mano (il solito discorsetto?) dice che delle due questioni poste, quella inerente lo stadio è di loro competenza, mentre il Comune non può essere in prima fila per le questioni societarie.
Dal pubblico gli risponde Caravaggio con un “Luciano, la squadra porta il nome della tua città” a cui D’Alfonso ribatte indispettito :”Se voi volete che io vi risponda lo faccio, ma se volete che io dica quello che in una battuta guadagna un applauso, questo sindaco non sono io”.

A quel punto mentre lui si apprestava al presumibile “sermone”, tutti la platea abbandona compatta l’aula con cori e fischi facendo restar il sindaco in evidente disagio in piedi davanti al microfono con i fogli in mano davanti a 300 sedie ormai vuote.

Da segnalare l’assenza di diversi giornalisti, soprattutto di quelli che hanno coperto le malefatte di Paterna: chissà perché…..

Manifestazione riuscitissima e civilissima, la tifoseria biancazzurra ha dato un segnale forte alle istituzioni locali: mai giorno di ferie fu così gratificante.

NO STRUMENTALIZZAZIONI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/6/2007

Premessa: quanto di seguito riportiamo è esclusivamente il pensiero di solopescara.com per precisare quello che abbiamo ascoltato ieri con le ns orecchie, visto che eravamo presenti alla manifestazione.

Queste due righe sono appunto per chiarire un concetto a chi evidentemente fa finta di non capire cercando di strumentalizzare i tifosi: la manifestazione di ieri NON HA AVUTO ALCUN FINE POLITICO (la tifoseria pescarese tra l’altro è stata sempre apolitica), le rimostranze sono state fatte all’intero consiglio comunale e a chi lo guida, ovvero il sindaco.

L’intervento quindi è stato fatto non perché il sindaco appartiene a quella fede politica piuttosto che ad un’altra, ma semplicemente perché riveste la carica di sindaco, cioè primo cittadino della ns città che porta lo stesso nome della ns squadra di calcio.

Nonostante Stefano Caravaggio abbia spiegato questo chiaramente nella premessa del suo interevento, cosa poi ribadita anche in un’intervista tv di un altro rappresentante dei PR, c’è qualcuno che si ostina a dire il contrario.

Ora due sono le cose: o siete in malafede oppure STURETEV LE RECCHIE!!!

Oggi si torna a giocare. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/6/2007

Si giocherà oggi alle 15.00 la partita Pescara- Brescia valida per la 41esima giornata del campionato di B.
Dopo le innumerevoli vicende settimanali riguardanti società e tifosi si torna dunque in campo. Nel Pescara di Vivarini-De Rosa mancheranno molti "senatori" e con molta probabilità si lascerà spazio ai giovani della primavera. Al termine della seduta di rifinitura, Serse Cosmi ha convocato 19 giocatori che saranno disponibili all'Adriatico.
Questi i nomi: ALBERTI, AMBROSIO, BERARDI, BODINI, CERCI, CORTELLINI, DEPETRIS, JADID, KROL, LIMA, MANNINI, MUSTACCHIO, PIANGERELLI, POSSANZINI, SANTACROCE, SERAFINI, VIVIANO, ZANARDINI, ZOBOLI.
Assente nel brescia lo squalificato Zambrella.
Nella giornata di ieri il Presidente Corioni ha annunciato che è stato firmato un contratto che legherà Serse Cosmi alla Società Brescia Calcio per i prossimi due anni.
A dirigere la gara di Pescara è stato designato l'arbitro Oberdan Pantana di Macerata, che sarà coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Foschetti e Fabio Vicinanza e dal quarto uomo Luca Tagarelli.


FINITO IL CALVARIO CASALINGO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/6/2007

Come da copione anche l’ultima apparizione all’Adriatico riserva ai pochi intimi la partita-tipo del Pescara: squadra senza gioco, senza idee, senza grinta e con pochi ragazzi della Primavera schierati dal primo minuto: grazie mister De Rosa, almeno se volevi farci un regalo potevi schierare tutti i titolari così li congedavamo da Pescara con la giusta dose di fischi a coronamento della fallimentare stagione di cui si sono resi protagonisti.

Questa volta è il Brescia a passare senza nemmeno sudare con un facile 1 (al 90’ segna Martini, il bomber stagionale) a 3 finale che mantiene le rondinelle ancora in corsa per i play off e congeda il Pescara dal proprio pubblico in serie B e dall’Adriatico che sarà oggetto dei lavori di ristrutturazione.

Finalmente il calvario casalingo è terminato, speriamo che Pincione faccia quanto promesso iscrivendo al più presto la squadra in C1 e scelga subito un valido ds dal quale ripartire per programmare la prossima stagione.

Encomiabili i ragazzi della Nord che anche sotto il diluvio a petto nudo hanno continuato a cantare “per la maglia” fino al novantesimo.

On-line le foto della gara

CHE FINE FARANNO I NS GIOVANI? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/6/2007

In questi giorni sembra rientrare pian piano la crisi societaria, nel senso che dovrebbe essere almeno scongiurato il pericolo fallimento, anche perché la ricapitalizzazione richiesta dal collegio sindacale è di “appena” € 1.200.000 invece dei € 2.000.000 preventivati.

Il Presidente Pincione probabilmente rientrerà la prossima settimana e dovrebbe adempiere alle formalità burocratiche che consentano l’iscrizione della squadra in C1: da quel momento si potrà finalmente programmare l’aspetto tecnico a partire dal ds, punto cardine per l’allestimento della squadra.

Iaconi qualche giorno fa sul sito della società ha rilasciato un’intervista chiedendo tra l’altro (al momento entriamo nel merito solo su questo aspetto) a Pincione di voler lasciare la piazza nonostante sia ancora vincolato contrattualmente.

Pincione interpellato sull’argomento nella trasmissione Replay di ieri sera, ha dichiarato che per lui Iaconi resta confermato (!!!), ma che comunque al suo rientro in città ne discuteranno insieme.

Ora ci poniamo una domanda: in questo periodi di smobilitazione, che fine faranno i giocatori di proprietà (pochi), quelli in comproprietà e quelli del settore giovanile?

Non è che Iaconi ci vuole abbandonare lasciandoci un bel ricordino stile Scibilia che ci lasciò nelle mani di Paterna?

Per avere la risposta basta aspettare e seguire i movimenti di mercato di questi giocatori; vedremo in quali squadre andranno a giocare e chi saranno i loro allenatori…

Confidiamo che Pincione riesca ad allestire una squadra competitiva e che si possano trattenere tutti i giovani del ns vivaio, magari riuscendo a non (s)vendere tutti i calciatori in comproprietà, su tutti Croce, Carozza, Diakitè e Baù.

Pincione e l'ultima di campionato. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/6/2007

Max Pinione in rientro anticipato in Italia, a Roma, dovrebbe arrivare a Pescara nella giornata di domani.
A Roma Pincione starebbe curando interessi personali o forse lavorando per procurarsi garanzie bancarie necessarie alla società Pescara calcio. Dunque il primo dirigente biancazzurro starebbe dunque preparandosi all'importante assemblea di Pescara70, prevista per Sabato, e all'imminente scadenza (18 giugno) quando dovrà essere effettuata la sottoscrizione dell’aumento di capitale.
Secondo il presidente biancazzurro, non solo sarà garantita l'iscrizione della squadra alla C1, ma si procederà ad una programmazione ed ad una ricostruzione di una rosa che punti diritto alla B.
Programmi e dichiarazioni d'intenti si dovrebbero comunque consolidare entro poco tempo e se Pincione non dovesse farcela a soccorrere il Pescara Calcio ci penserebbe il primo cittadino. Il sindaco, qualora Pincione non dovesse riuscire nell'iscrizione e ricapitalizzazione, avrebbe pronta una soluzione per garantire la C1 ai tifosi.
Vedremo.
Sulla vicenda Stadio per oggi è attesa la risposta del minstero degli Interni ai quesiti sottoposti dall’amministrazione comunale volta ad ottenere di giocare almeno le prime gare della stagione o meglio la chiusura graduale della struttura.
Sull’ultima gara di camionato, in programma domenica a Lecce, cè poco da dire. Il Lecce a quota 55 punti è ormai fuori sia dalla corsa play-out che da quella play-off e quindi il risultato della gara contro i biancazzurri sarà irrilevante se non per le statistiche.
Proprio per le statistiche ricordiamo che la partita Lecce-Pescara ha 14 precedenti con 7 vittorie per i giallorossi, 5 vittorie per i biancazzurri e due pareggi.
L'ultima vittoria del Pescara a Lecce risale all 37^ Giornata del campionato 1998/1999 quando con un gol di Sullo (10" pt) i biancazzurri vinsero per 0-1 il 6-6-1999.
Per ciò che riguarda il giudice sportivo segnaliamo che sono squalificati per un turno La Vista e il salentino Valdés.
Per finire, secondo quanto si apprende dal sito ufficiale del Lecce, il costo dei tagliandi per la curva ospiti allo Stado del Mare è di 10 euro.


ONORE AI PRESENTI A LECCE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/6/2007

A Lecce si chiude finalmente il campionato e la squadra porrà fine a questa disastrosa avventura che ci ha fatto vergognare per mesi interi.

Queste righe però sono semplicemente per rendere ONORE a tutti quei tifosi che anche domani saranno presenti in buon numero a Lecce semplicemente per onorare la maglia a salutare la seria B:
la tifoseria del Pescara nonostante sia stata “massacrata” da questi continui campionati penosi e le molteplici problematiche interne, ha dimostrato ancora una volta di esserci e di farsi sentire quando serve, vedi la manifestazione in comune. ONORE A TUTTI I RAGAZZI CHE QUEST’ANNO, NONOSTANTE AVESSIMO UNA SQUADRA RIDICOLA, SI SONO FATTI IL CULO GIRANDO TUTTA L’ITALIA PORTANDO IN ALTO IL NOME DI PESCARA! torno suBito.


I VERDETTI DELLA SERIE B SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/6/2007

Come da copione Napoli e Genoa raggiungono la Juve in serie A senza neanche passare per i play off: scommettiamo che fra un paio d’anni, quando faranno salire in serie A anche le ultime grandi città come Bologna e Bari, ridurranno le retrocessioni dalla massima serie così giocheranno e si arricchiranno sempre e solo loro?

Retrocede in serie C (con Pescara e Crotone) l’Arezzo che nonostante l’incredibile rimonta viene beffato dallo Spezia che addirittura vince a Torino (!!);
i toscani però restano alla finestra in attesa del verdetto contro la penalizzazione dei 6 punti, mentre Spezia e Verona, sentenza permettendo, si affronteranno nei play out per decidere l’ultima retrocessione.

Per la cronaca il baby Pescara perde anche l’ultima a Lecce per 4 a 1: da segnalare il primo gol nei professionisti del biancazzurro Mazzella.

E ora iscriviamoci al campionato!!!

Pescara: solo in 4 sotto contratto. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/6/2007

Mentre in società si profila una schiarita, il lato tecnico del Pescara sarà praticamente da ricostruire in vista della prossima stagione in C1.
Solamente Moscardi, Zoppetti, Gonnella e Martini sono infatti legati da contratto con il sodalizio abruzzese, e non è certo che rimangano tutti e quattro. Da decifrare il futuro di Luci (22) e Vantaggiato (23), visto che Juventus e Bari hanno fissato un prezzo di riscatto piuttosto oneroso: 400.000 euro e un milione. Il Pescara deve poi guardarsi dalla corte serrata che Lecce, Piacenza e Bologna stanno facendo a Luci e l'interessamento dell'Arezzo per Vantaggiato. Anche trattenere Romeo Papini (24), a metà con la Ternana, non è economico.
Rimarranno invece tutti i giovani che stanno esordendo nel torneo cadetto: i difensori Ciofani (19) e Sembroni (19), il centrocampista Scappaticci (20) e la punta Di Matteo (20).
Per quanto riguarda la guida tecnica, sulla panchina biancazzurra, inizia a consolodarsi l'ipotesi dell'idea Cetteo Di Mascio mentre al posto del DS dimissionario Iaconi dovrebbe essereci Bignone.
La fine del campionato cadetto, intanto, porta con se le inevitabili polemiche. L'Arezzo condannato alla C chiede che la Figc indaghi su Juve-Spezia.
Il Comune di Arezzo non ha digerito la vittoria dello Spezia contro la Juventus nell'ultimo turno di campionato, vittoria che ha scaraventato in serie C l'Arezzo di Antonio Conte.
"Il Comune di Arezzo - ha scritto l'Amministrazione della città aretina in un comunicato - con l'intento di tutelare la città e la squadra, sta valutando l'opportunità di interessare l'Ufficio Indagini della Figc". L'amministrazione cittadina lamenta che "quanto accaduto va contro i valori di lealtà, correttezza e rispetto".
Insomma, secondo il Comune di Arezzo c'è qualcosa di marcio dietro il 2-3 di Juventus-Spezia di ieri pomeriggio.

SENZA PAROLE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 13/6/2007

Continuano le querelle societarie: Di Giacomo ha versato oggi pomeriggio i suoi decimi nonostante i termini fossero scaduti da molto tempo, Pincione si dice soddisfatto e che accetterà ugualmente nonostante i termini scaduti perché sono soldi che entrano nelle casse societarie e chiude definitivamente la porta a Renzetti, probabilmente perché rappresentato dalla Damiani.

Insomma stiamo a 5 giorni dalla ricapitalizzazione e invece di parlare di programmi, allenatore, calciomercato, assistiamo ancora dopo ben sette mesi ai soliti teatrini:
tutti che si azzuffano per entrare/uscire/rientrare nella società, tutti che si dichiarano tifosi che agiscono solo per amore della squadra, ma fino a sette mesi fa, chi caxxo l’aveva mai visti sti personaggi allo stadio a tifare Pescara?

Ormai siamo disgustati da tutti e chiunque starà a capo della società, sappia che i tifosi pescaresi non tollereranno più un Paterna-bis.

Iscrizione, mercato, stadio e speranze. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/6/2007

Attualmente tutti noi tifosi attendiamo non solo il 18 giugno (lunedì) con relativa ricapitalizzazione ma soprattutto il fatidico 27 giugno, data in cui si saprà quale campionato disputerà il nostro Pescara.
Il problema, non problema, del pagamento di circa un milione e 400mila euro per l'Irpef e fidejussioni per le circa 200mila euro per l'iscrizione sarebbero dunque risolti dallo stesso Pincione.
Il Presidente dal canto suo non sembra mostrare debolezze sulle sue potenzialità economiche e per cancellare ogni dubbio potrebbe assorbire le quote di Marco Papa (quote che avevano riaperto le porte a Renzetti in caso di acquisto).
Intanto il mercato soccorre il Pescara grazie alle comproprietà.
Andrea Carozza sembra destinato al Bari grazie ad un riscatto di 650mila euro.
Daniele Croce dovrebbe restare ad Arezzo per circa 700mila euro che poi lo girerebbe in B al Piacenza.
Marco Martini, capo cannoniere del Pescara di quest'anno, potrebbe finire all'Ascoli (per circa 350 mila euro) del nunovo tecnico Ivo Iaconi che ha già avuto la punta riminese nell'esperienza laziale di Frosinone. Rimane quindi, scogiurata la possibilità del fallimento societraio, l'attesa della ricostruzione.
In ogni caso dopo il fallimento scongiurato, dovrebbe scongiurarsi anche la chiusura dello stadio per il lavori della prossima stagione infatti Comune e Prefetto, avrebbero messo a punto un piano che dovrebbe evitare la chiusura dell'impianto.
Come sempre… Vedremo

Sarri e Ballardini per una panca SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/6/2007

I due tecnici reduci dall'esperienza pescarese sarebbero in lista per la panchina di Piacenza. Gli emiliani, autori di un finale di campionato in crescendo ai margini della zona promozione, hanno perduto il tecnico Beppe Iachini.
L'allenatore ascolano ha trovato posto in casa Chievo, e il Piacenza si trova adesso alla ricerca disperata di un tecnico. Il toscano Sarri sembra il favorito, ma le ultime poco incoraggianti prestazioni aretine minano la sua posizione.
Avversario dichiarato è il bravo ravennate Davide Ballardini, autore però anch'egli di una mediocre stagione con il Pescara terminata già nel conosciuto ottobre pescarese 2006.

Comunicato stampa Pescara Calcio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/6/2007

In data odierna, 18/06/2007, l’Assemblea Straordinaria della Pescara Calcio S.p.A., ha dato atto dell’avvenuto ripianamento delle perdite infrannuali e della regolare esistenza del capitale sociale.

Pescara Calcio S.p.A.
- Ufficio Stampa -


Il tempo è tiranno!!! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/6/2007

Il tempo è tiranno.
Ci vorrebbero le giornate di 48 ore per poter portare a termine tutti i progetti che abbiamo in mente per questo sito. Nonostante le giornate siano composte di "sole" 24 ore cerchiamo di ritagliare, come sempre, un piccolo spazio nel nostro quotidiano andirivieni.
Taglia e cuci Solopescara.com continua a crescere e lo fa con le nostre e le vostre idee. Siamo riusciti a ricucire assieme una bella raccolta di materiale video sul Pescara Calcio e sui suoi tifosi raccogliendo il tutto dalla grande rete e dando a voi tutti la possibilità di fruirne come noi gratuitamente. La nuova pagina con circa 150 video si trova nella sezione DOWNLOAD dove sono già disponibili da sempre tanti altri "TOOLS" da scaricare gratuitamente.
Ci è venuta poi l'idea di una piccola agenda (in home page) attraverso la quale ricordare i campioni del passato e del "presente" attraverso la data di nascita. Quando sarà a pieno regime potremo sapere ogni giorno chi compie il compleanno e sarà un modo per conoscere e ricordare le vecchie glorie calcistiche biancazzurre.
Le novità sono tante e vi invitiamo a scoprirle giorno per giorno e a contribuire al nostro progetto di raccolta e conservazione del materiale PESCARESE.
Grazie a tutti!!!

7 GIORNI IN APNEA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/6/2007

In attesa di conoscere il destino dei giocatori in comproprietà che si risolveranno alle famose “buste” (Croce con l'Arezzo, De Falco con la Fiorentina, Olivieri con il Chievo, Felci con il Giulianova e Baù con lo Spezia), ci apprestiamo a vivere l’ultima settimana (sarà veramente l’ultima?) in apnea per conoscere il futuro del nostro Pescara, mai stato così bistrattato.

Un concetto però deve esser chiaro: non ci venissero a raccontare altre favole sia in caso di salvataggio in extremis da parte di qualcuno se non dovesse farcela Pincione, né tanto meno se malauguratamente dovessimo fallire e ripartire col lodo Petrucci.

In 7 mesi potevano accordarsi in mille modi e in questo tempo chiunque si sarebbe potuto comprare il Pescara se ne avesse avuto veramente voglia (bastava presentarsi con il cash), quindi lungi da noi ringraziare l’eventuale “salvatore della patria” che magari aspetta da tempo quest’occasione studiata a tavolino per poi fare pure un figurone agli occhi dell’opinione pubblica: per quanto ci riguarda, non ci sarà alcun ringraziamento.

Speriamo comunque che tutto ciò non accada e che Pincione riesca risolvere tutti i suoi problemi per poter iniziare finalmente a parlare di calcio giocato dopo l'iscrizione in C1.


Via Croce, restano De Falco e Felci SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/6/2007

Previsioni rispettate all’apertura delle buste:
il Pescara infatti perde Daniele Croce che resta ad Arezzo (in bocca al lupo), mentre restano in biancazzurro De Falco e Felci.

Ovviamente la priorità resta l’iscrizione al campionato che resta ancora incerta a soli 5 giorni dalla scadenza.

Nel frattempo il Verona appena retrocesso in serie C, tenterà l’immediata scalata in serie B grazie anche al coinvolgimento della giunta comunale con in testa il sindaco che sarà in prima linea nel coinvolgere l’imprenditoria locale nel tentativo di rafforzare ulteriormente la società scaligera: proprio come a Pescara...

Trovato l'accordo con la Caripe SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/6/2007

Dopo mesi bui, arriva finalmente una notizia positiva: è stato raggiunto l’accordo fra Caripe e Pescara Calcio.
L’accordo dovrebbe essere il seguente: la Caripe anticiperà la somma necessaria all’iscrizione al campionato di C1 e il Pescara darà come garanzia la somma ricavata dalla vendita dei calciatori, per capirci i vari Croce, Diakitè, Carozza,etc.

Probabilmente però causa problemi tecnici, il tutto potrebbe avvenire oltre 27 giugno, il che vorrebbe dire quasi sicuramente una penalizzazione in campionato (1 punto?).
Dunque pare scongiurato il pericolo fallimento e la squadra dovrebbe partecipare regolarmente al prossimo campionato di C1: ora però viene il bello, Pincione dovrà fare in modo di far arrivare i suoi soldi per poter allestire la squadra da zero, sperando sia competitiva come promesso più volte.

Probabile che resti in società Iaconi (forse come garanzia dell'operazione voluta dalla Caripe), segno che non si riesce a spezzare questo legame ultradecennale col giuliese; evidentemente è un matrimonio che conviene a entrambe le parti e che come al solito scontenta la maggioranza dei tifosi che non volevano più Iaconi in società: pazienza.

Certo è che esaltarsi per essersi iscritti all’ultimo momento al campionato di C1 è pazzesco, ma in tutti i casi dopo mesi di chiacchiere e di teatrini, occorre dare atto a Pincione che almeno ha fatto qualcosa a differenza di altri che invece hanno fatto passerelle in tv e sui giornali senza tirar fuori neanche 1 centesimo.

Speriamo di tornare presto a parlare di calcio.

Perso anche Baù SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/6/2007

Come da pronostico, anche Eder Baù non viene riscattato dal Pescara o meglio alle buste è lo Spezia ad aggiudicarsi il talentuoso trequartista.

In pratica i migliori in comproprietà sono andati tutti via, speriamo che Pincione si dia da fare per allestire un organico di primo piano che possa fare il ritiro precampionato: siamo stufi delle gestione degli ultimi anni dove si raccattavano a fine agosto gli scarti delle altre squadre.

Purtroppo ad oggi, praticamente a luglio, non abbiamo nulla, nè una rosa di giocatori nè un allenatore.

SI PARTE DALL'ULTIMO POSTO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/6/2007

La Caripe non ha anticipato il denaro alla Pescara Calcio perchè sono necessari prima i documenti ufficiali della Lega che però arriveranno solo il 4 luglio.

Domani la squadra verrà iscritta in C1, ma la penalizzazione sarà inevitabile: pertanto partiremo dall'ultimo posto in classifica, sperando che sia solo -1.

Speriamo ora che venga allestita una squadra competitiva, finora è tutto in alto mare e purtroppo ancora riusciamo a vedere i cambiamenti con le passate gestioni: speriamo di essere immediatamente smentiti.

FATECI LA SQUADRA, ADESSO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/7/2007

Ormai siamo a circa 2 settimane dall’inizio dei ritiri precampionato, ma a Pescara ormai è diventata una prassi saltare in toto questa fase per mancanza della materia prima, cioè i giocatori.

Ormai siamo stati abituati a raccattare gli scarti delle altre squadra a fine agosto, pur di non spendere neanche un centesimo per allestire un organico decente (a proposito, chissà se mai qualcuno riuscirà a far luce sulla gestione economica di questi ultimi anni).

Siamo arrivati al primo luglio e finora l’unica cosa certa è la penalizzazione con cui inizieremo il prossimo campionato, per il resto manca ancora tutto: allenatore, (il ds purtroppo resterà il solito), calciatori e tutto lo staff tecnico.
Presidente Pincione, speriamo che i decantati soldi che dovranno arrivare dagli States agli inizi di luglio arrivino veramente per allestire da suBito una squadra competitiva, cioè che parta già dal ritiro una rosa all’altezza.

Se così non fosse è meglio farsi da parte, perché i tifosi sono stufi di anni di prese in giro e di chiacchiere, l’Adriatico il prossimo anno rischierà veramente di essere completamente deserto: le figuracce con Potenza, Sorrento, etc, vorremmo risparmiarcele.

Speriamo anche si ritrovi una certa compattezza fra i tifosi, perché queste scellerate gestioni societarie sono state facilitate anche da questo.

Voglio tornare suBito.


Gautieri al Francavilla SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/7/2007

Secondo quanto riportato dal portale abruzzocalciodilettanti il trentasettenne centrocampista Carmine Gautieri, reduce dal biennio in B con la casacca del Pescara, avrebbe raggiunto l'accordo con il Francavilla.
Il "gaucho" ha condiviso con entusiasmo il progetto esposto dal ds Pesce e dal Patron Luciani. In base agli accordi l'esterno, tra l'altro ex Roma, Napoli e Piacenza, ricoprirà anche il ruoli di responsabile e allenatore del settore giovanile. L'Eccellenza abruzzese si prennuncia un torneo assai spettacolare e competitivo vista la presenza di Penne e l'Aquila, oltre al promosso Chieti e al ritorno del blasonato Castel di Sangro.

Ecco il calendario, si parte il 26 agosto SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/7/2007

Attraverso un comunicato ufficiale della lega calcio di serie C è stato reso noto il calendario delle attività agonistiche per i campionati 2007-08.
Il Consiglio Direttivo di Lega ha approvato le seguenti date di calendario:

1) CAMPIONATO SERIE C/1
Inizio: 26 Agosto 2007
Soste:
30 Dicembre 2007 (sosta natalizia)
6 Gennaio 2008
da determinare due soste
Giornata infrasettimanale: 1° Novembre 2007
Giornata di Sabato: 22 Marzo 2008 (Pasqua)
Termine: 4 Maggio 2008

2) Play - off Play - out
Gare di Andata 18 Maggio 2008
Gare di Ritorno 25 Maggio 2008
Play-off
Finali:
Gare di Andata 1° Giugno 2008
Gare di Ritorno 8 Giugno 2008

3) COPPA ITALIA SERIE C
La manifestazione per la Fase Eliminatoria, secondo la formula della composizione di gironi con cinque squadre.
Ogni girone effettuerà cinque giornate di calendario con gare di solo andata. Pertanto ogni squadra effettuerà due gare interne e due esterne.
La Fase Finale verrà disputata con la formula della eliminazione diretta con gare di andata e ritorno (sedicesimi, ottavi, quarti, semifinali e finale).
Fase Eliminatoria
1° giornata Domenica 19 Agosto 2007
2° giornata Mercoledì 22 Agosto 2007
3° giornata Mercoledì 29 Agosto 2007
4° giornata Mercoledì 5 Settembre 2007
5° giornata Mercoledì 12 Settembre 2007

4) SUPERCOPPA DI LEGA – SERIE C/1
Andata 11 Maggio 2008
Ritorno 15 Maggio 2008

ORARI UFFICIALI DELLE GARE DEI CAMPIONATI
dal 26 Agosto 2007 ore 15,00
ora solare dal 28.10.2007
dal 28 Ottobre 2007 ore 14,30
ora legale dal 30.3.2008
dal 30 Marzo 2008 ore 15,00
dal 18 Maggio 2008 ore 16,00

TOTO ALLENATORE: LE PRIME VOCI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/7/2007

Iniziano a circolare le prime voci sul toto-allenatore del prossimo Pescara.

In pole position sembra esserci Cetteo Di Mascio, ma in queste ultime ore si sono fatti i nomi anche dell'ex tecnico del Monza Sonzogni (eliminato quest'anno ai play off) e soprattutto di Giovanni Galeone che verrebbe affiancato dall'ex biancazzurro Michele Zanutta.
Speriamo bene.

Due settimane per Caramanico SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/7/2007

A circa due settimane dal fantomatico ritiro pre campionato i biancazzurri sono, come consuetudine, in alto mare. Mancano i giocatori, manca il tecnico, manca il pubblico e soprattutto mancano come sempre i soldi!
Pincione, dal canto suo, ha ribadito anche ieri la sua volontà di mettere in piedi una squadra competitiva. La realtà è che tra poco meno di due settimane il nuovo Pescara dovrebbe partire per il ritiro a Caramanico e al momento le parole sono tante e i giocatori sono pochi.
Il mercato come sempre registra solo uscite e dopo la partenza di Gautieri per il Francavilla, il rientro di Polito al Catania e Luci all’Ascoli si registra la partenza di Antonelli per Trieste. La Triestina ha infatti ufficializzato l'ingaggio di Filippo Antonelli Agomeri, in comproprieta' con il Chievo.
Potrebbero invece restare in biancazzurro Martini, Gonnella, Zoppetti e Moscardi ma solo con una revisione contrattuale.
Per quanto riguarda la guida tecnica rimane il nome di Di Mascio mantre Sonzogni resta un'ipotesi. Quasi inevitabile poi la voce del ritorno del Gale che, nella forsennata lista dei nomi papabili alla panchina biancazzurra, da tirare in ballo fa sempre bene per chiunque.
Riamne comunque il fatto che, fino a quando non arriveranno i soldi di Pincione, non sarà possibile effettuare alcun movimento e nessun tipo di progetto.
Per finire segnaliamo che sulla vicenda penalizzazione Il DS Andrea Iaconi chiarisce che l'Irpef sarebbe stata pagata venerdì 29 con l'aiuto della Caripe.

ANCORA TUTTO FERMO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/7/2007

I giorni passano, ma intorno al Pescara è ancora tutto fermo, anzi gli unici movimenti semmai si registrano chiaramente in fase di uscita.

Anche per bocca dello stesso ds Iaconi, fin quando Pincione non farà sapere quali programmi intende realizzare (secondo lui dovrebbe fare un programma a medio/lungo termine con l’obiettivo di riportare il Pescara in serie A), la società è costretta a stare ferma sul mercato sia per quel che riguarda l’allenatore che i calciatori; qualcuno è stato sicuramente bloccato sulla parola, ma chiaramente questo tipo di accordi durano molto poco, quindi se Pincione non si muoverà, i calciatori bloccati dallo stesso Iaconi e da Bignone si accaseranno inevitabilmente altrove.

Iaconi ha infine dato per certa la partenza di Martini in quanto è stato l’unico a mettere in mora la società, mentre su Gonnella e Zoppetti ha detto che resteranno, ma solo se avranno pazienza….

Infine l’Adriatico dovrebbe poter ospitare regolarmente il prossimo campionato, ma probabilmente la tribuna adriatica (i distinti) resterà chiusa fino ad aprile.

"OSTAGGI" DI PINCIONE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/7/2007

Andati via anche Zoppetti (al Pisa), Martini (al Frosinone) e Gonnella (al Grosseto), siamo rimasti praticamente senza nessun calciatore potenzialmente titolare: abbiamo solo la Primavera, oltre a Cinelli, De Falco e Felci!!!

Se da un lato il fatto di aver ceduto anche gli ultimi calciatori protagonisti dell’osceno campionato scorso potrebbe voler dire aver fatto pulizia totale per ripartire da zero, dall’altro purtroppo c’è da constatare che sono andati via 3 ottimi calciatori che in serie C avrebbero fatto molto molto comodo a chiunque, tant’è che si sono accasati tutti in B.

Ora però siamo al 7 di luglio e l’aspetto più grave è proprio che siamo a zero, nel senso che non c’è nulla del nuovo Pescara: manca l’allenatore, manca tutta la squadra titolare, mancano i soldi e abbiamo il ds che è rimasto dopo aver palesato più volte di voler abbandonare.
Una situazione del genere non l’avevamo mai vista.

E adesso che si fa?

Abbiamo le “mani legate” e con la situazione che vive Pescara in questi anni bui che ha coinvolto anche il tifo organizzato, siamo “ostaggi” di Pincione:
le uniche cose che possiamo fare sono aspettare e sperare che sia tutto vero, altrimenti veramente sarebbe stato meglio fallire e ripartire davvero da zero.

Altre soluzioni non ne vediamo, se non quella remota che Pincione si faccia da parte e venda la società a qualcuno.


Organici di serie C1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/7/2007

Con un comunicato apparso sul sito della lega professionisti di serie C sono stati resi noti gli organici dei Campionati di Serie “C/1” e di Serie “C/2”, della Stagione Sportiva 2007 – 2008.
La suddivisione in girone A e B verrà resa nota il 19 luglio.

S E R I E " C/1"
A.C. ANCONA S.p.a.
NOVARA CALCIO S.p.a.
AREZZO A.C. S.p.a.
CALCIO PADOVA S.p.a.
S.S. CAVESE 1919 S.r.l.
S.S. PAGANESE S.r.l.
A.S. CITTADELLA S.r.l.
PERUGIA CALCIO S.p.a.
U.S. CREMONESE S.p.a.
PESCARA CALCIO S.p.a.
CROTONE F.C. S.r.l.
A.C. PISTOIESE S.p.a.
U.S. FOGGIA S.p.a.
A.S. CALCIO POTENZA S.r.l.
FOLIGNO CALICO S.r.l.
PRO PATRIA GALLARATESE G.B. S.r.l.
GALLIPOLI CALCIO S.r.l.
A.C. PRO SESTO S.r.l.
S.S. JUVE STABIA S.p.a
SALERNITANA CALCIO 1919 S.p.a.
S.S. LANCIANO S.r.l.
S.S. SAMBENEDETTESE CALCIO S.r.l.
CALCIO LECCO 1912 S.r.l.
A.C. SANGIOVANNESE 1927 S.p.a.
A.C. LEGNANO S.r.l.
U.S. SASSUOLO CALCIO S.r.l.
A.S. LUCCHESE LIBERTAS S.r.l.
A.S. SORRENTO CALCIO S.r.l.
S.S. MANFREDONIA CALCIO S.r.l.
TARANTO SPORT S.r.l.
A.C. MARTINA S.r.l.
TERNANA CALCIO S.p.a.
U.S. MASSESE 1919 S.r.l.
S.S. CALCIO VENEZIA S.p.a.
A.C. MONZA BRIANZA 1912 S.p.a.
VERONA CALCIO S.p.a.

- Le società Arezzo, Crotone e Pescara e Verona sono retrocesse dalla Serie “B”.
- Le società Foligno, Lecco, Legnano, Paganese, Potenza, e Sorrento sono promosse dalla Serie “C/2”


Siamo tutti in attesa. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 11/7/2007

In attesa dell'arrivo dei soldi di Pincione per dare finalmente inizio all'annunciata ricostruzione il mercato pescarese, come di consueto in questo periodo, fa registrare il pienone sul binario delle partenze. Gli ultimi a partire sono stati Gonnella al Grosseto, Martini al Frosinone e Zoppetti, ceduto al Pisa neopromosso in serie B. Prossime le partenze di Felci e De Falco per Ternana e Taranto.
Sul piede della possibile partenza anche Paponetti per il Foggia, Cinelli per Benevento e Tardioli per Ancona.
Per l'allenatore non si sa ancora nulla ma viste le attuali risorse non sembrano esserci alternative valide all'ottimo Di Mascio. Il ritiro pre campionato di Caramanico Terme partirà il 23 luglio ed il DS Andrea Iaconi ha fatto sapere che entro quella data verrà ufficializzato il nuovo allenatore ma non è chiaro chi andrà ad allenare.
Intanto Mister Cetteo Di Mascio si è iscritto al Supercorso di Coverciano che gli consentirà di allenare ufficialmente sia in serie A che in serie B.
Sulla vicenda stadio la commissione sport del comune di Pescara ha presentato il progetto definitivo per la ristrutturazione e l'inizio dei lavori sono previsti per la metà di ottobre. Per le gare casalinghe la capienza dell'impianto sportivo dovrebbe essere ridotto a 8000 o 7500 in modo da far decadere le limitazioni del rigido decreto Pisanu. Secondo quanto esposto da Comune ci sono buone possibilità che nel corso del campionato regolare sia disponibile oltre la curva anche la tribuna Majella con una sostanziale riduzione della capienza. In ogni caso secondo la tabella di marcia lo stadio Adriatico verrà chiuso il primo maggio 2008.

FATTA GIUSTIZIA PER MAURIZIO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/7/2007

A distanza di 3 anni è stata fatta finalmente giustizia sull’accaduto nel pre partita Fiorentina Pescara: è infatti arrivata la condanna per il poliziotto ritenuto responsabile del ferimento all’occhio del tifoso biancazzurro Maurizio.
Era il 1 febbraio 2004 quando prima dell’ingresso dei tifosi biancazzurri, si scatenarono dei tafferugli fuori al Franchi e in quella circostanza venne gravemente ferito ad un occhio il 24enne Maurizio, colpito senza motivo da ripetute manganellate che gli costarono la quasi totale perdita di un occhio, danni che purtroppo saranno permanenti.

Questa condanna non ridarà l’occhio a Maurizio, ma almeno si è fatta chiarezza sull'episodio, cosa che non sempre accade.


Parlando della squadra le notizie sono 3:
- Pincione ha ordinato a tutti i tesserati di attuare il silenzio stampa (speriamo che almeno questo serva a schiarire la situazione che diventa sempre più tragicomica col passare dei giorni)
- Paponetti è stato riconfermato ed è vicino l’accordo anche con Aquilanti
- la Co.Vi.Soc ha dato pare favorevole all’iscrizione dei biancazzurri in C1

LA SETTIMANA DECISIVA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/7/2007

Passano i giorni, ma del nuovo Pescara non c’è ancora nessuna traccia.
Fra poco più di una settimana avrà inizio il ritiro e siamo ancora in attesa che Pincione torni dagli States con la grana che servirà a costruire ex-novo la squadra, visto che del manipolo di ragazzini della Primavera che si aggregheranno al gruppo, nessuno o quasi dovrebbe essere titolare.

Aspettiamo anche questa settimana sperando ancora che Pincione non sia una bufala, non vogliamo credere che possa saltare tutto dopo aver investito quasi 2 milioni di euro, anche se a Pescara ne abbiamo viste di tutti i colori.
Ma ora il tempo è davvero finito, non sono più ammessi ritardi e soprattutto non c’è più tempo di far proclami: il presidente quindi dovrà ingaggiare un allenatore e mettergli a disposizione un organico in grado di vincere il campionato di C1, così come ha sempre promesso.

Dovesse passare anche la prossima settimana senza aver visto nulla, Pincione non sarebbe più credibile, qualsiasi cosa dicesse.

IN BOCCA AL LUPO CETTEO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/7/2007

Dopo il rifiuto (giustificato) di Galeone, la panchina del Pescara è ora ufficialmente di Cetteo Di Mascio.

Al 48enne tecnico pescarese non possiamo fare altro che un enorme IN BOCCA AL LUPO per questa nuova avventura che finora è ancora tutta da scoprire, visto che il mister a meno di una settimana dal ritiro, non ha nessun calciatore a disposizione, se non i suoi ragazzi della Primavera.

Non sappiamo se questa soluzione sia un ripiego oppure se realmente sia una soluzione in cui crede la società, ma Cetteo merita di essere supportato in questa avventura più di ogni altro, non fosse altro per aver avuto il merito di tenere a galla per anni l’intera società sfornando ottimi ragazzi che poi venivano immediatamente venduti dal presidente di turno per fare cassa, evitando così di sborsare i soldi di tasca propria.

In attesa del rientro di Pincione, ma soprattutto dei soldi promessi per allestire una squadra competitiva che inizierà l’avventura in C1 tra poco più di un mese (probabilmente siamo gli unici in Italia ad avere questa situazione), rinnoviamo gli in bocca al lupo al nuovo mister sperando che ripeta la stessa carriere brillantemente avuta col settore giovanile.

CONFUSIONE TOTALE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/7/2007

Ormai siamo arrivati al caos più totale, mai ci eravamo trovati ad una situazione del genere da quando seguiamo il Pescara.

Ad oggi non si è in grado nemmeno di sapere se veramente Di Mascio sarà il nuovo mister del Pescara, visto che l’annunciata conferenza stampa di presentazione non si è tenuta per motivi che a nessuno sono apparsi chiari (silenzio stampa?, ripensamento di Di Mascio per ”l’ombra” di Galeone?).

Fatto sta che a 5 dal ritiro precampionato, del Pescara 2007/2008 manca tutto.

Non potendo entrare nella testa di coloro che stanno gestendo la situazione societaria, l’unica cosa che possiamo limitarci a fare è la constatazione dei fatti che ad oggi è ZERO (o meglio, sono stati venduti i pochi calciatori sotto contratto: a proposito, ma quanto abbiamo incassato dalle cessioni dei vari Martini, Gonnella, Zoppetti, De Falco e Cinelli?)

Se questa è la nuova era che doveva riportare l’entusiasmo a noi tifosi reduci da annate di umiliazioni, la strada non sembra affatto cambiata, anzi…

LA SVOLTA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/7/2007

Camplone nuovo allenatore, Galeone consulente tecnico Il duo torna a ricomporsi in biancazzurro dopo 15 anni La Pescara Calcio S.p.a. comunica che il nuovo allenatore della Prima Squadra è il sig. Andrea Camplone. La società si avvarrà della collaborazione del sig. Giovanni Galeone in qualità di consulente tecnico, che a distanza di sette anni torna nell'organico biancazzurro. Il Presidente Massimiliano Pincione a nome di tutta la società, porge il benvenuto al sig. Camplone e al sig. Galeone e augura ad entrambi il più sincero buon lavoro in vista dell’imminente inizio della stagione ufficiale. Pescara Calcio S.p.A. --- Ufficio Stampa ---

Pescara in letargo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/7/2007

Riceviamo e pubblichiamo

C'era una volta un periodo nel quale un ragazzo 20enne, pescarese a Vicenza, andava orgoglioso delle proprie origini e, soprattutto, del proprio credo calcistico. Un periodo nel quale la favola biancazzurra riscuoteva simpatia e rispetto, per il calcio sbarazzino praticato da Galeone, per il tifo folkloristico e torrido dell'Adriatico, per gli acquisti spesso di prestigio che sceglievano Pescara, non ultimo quel Dunga che si è fatto beffe dell'Argentina, sovvertendo il pronostico in Coppa America. La stessa cosa succedeva a Milano dove un altro giovane, nativo di Pescara, andava in classe mostrando ai propri compagni, la sciarpa biancazzurra dei Rangers o la maglia a strisce verticali del suo idolo di turno. C'era un volta, appunto, perchè da anni con i colleghi giornalisti e con gli amici che conoscono il nostro "tarlo", dobbiamo glissare o commentare a testa bassa, se si affronta l'argomento calcistico. Fortunatamente l'effetto gemellaggio coi vicentini (uno dei più solidi a livello sportivo in Italia) mitiga l'imbarazzo e veniamo solo bonariamente commiserati, ma c'è pure chi ci sferza con stilettate, tipo: "ma che cavolo combinano i vostri compaesani?" Infatti, ora c'è proprio da vergognarsi: il bonus di simpatia l'abbiamo esaurito coi due ripescaggi che, tra l'altro, abbiamo dimostrato di non meritare affatto. Sconfitte deprimenti, atteggiamento di rassegnazione in campo, nessuna disponibilità a rapportarsi coi tifosi, presidenti burleschi e dirigenza assente hanno reso un vero calvario le trasferte di noi emigranti e l'anno scorso si è toccato proprio il fondo, rischiando pure di falsare il campionato con l'arrendevolezza della squadra. Non è tutto, quello che ci dà più fastidio, soprattutto nel confronto coi i nostri colleghi addetti ai lavori, è la disorganizzazione e l'incapacità di comunicare della società, tanto che oramai i media nazionali hanno smesso di occuparsi del Pescara, realtà precipitata nella mediocrità assoluta. Che figura ci facciamo, annunciando sceicchi e petroldollari, facendo proclami di serie A in cinque anni, se poi ogni estate si trasforma nella sagra delle frustrazioni?
Facciamo fatica a scorgere una logica o un progetto di fondo, quindi preferiamo non rispondere alle stilettate di cui sopra. A Vicenza, per esempio, fanno concorsi per assumere steward che parlino inglese, hanno un ufficio stampa con sette collaboratori, che invia sms sulle novità quasi ogni giorno, si organizzano eventi di marketing e c'è perfino una conferenza stampa per i tifosi, nella cittadella appena inaugurata in periferia per gli allenamenti. Sulla stampa si parla di calcio e non di litigi parrocchiali tra emeriti sconosciuti e pseudo-dirigenti: come possiamo competere o confrontarci dignitosamente coi nostri colleghi? Pescara è sportivamente inguardabile ed in giudicabile, ma forse specchiandosi dal di dentro, neanche se ne rende conto. Di riflesso si è afflosciato anche l'entusiasmo di noi di Esse Quisse, al di sopra di ogni sospetto di strumentalizzazione perchè frutto di sacrifici, lunghi viaggi e completo autofinanziamento.
Restiamo tifosi, ci mancherebbe altro, quello è proprio un tarlo, ma si fa sempre più fatica a mettere in piedi iniziative. Un esempio? Prima non c'erano esami, clienti, riunioni, battesimi di nipotini che tenessero, a costo anche di bronci di morose o mogli, che magari minacciavano di non darcela più neppure per una sveltina. Il Pescara veniva prima. Da qualche mese, invece, sono sempre meno quelli che rispondono alle mail, unico cordone ombelicale per noi figli della diaspora, sparpagliati tra Liguria e Veneto. Nessuno più crede alle promesse continue dei nuovi arrivati e non ci interessa neppure parteggiare per questo o quello: si sono dimostrati tutti uguali, nelle bugie e con le chiacchiere.

Infine, e qui vogliamo suggellare il nostro intervento con una ciliegina sulla torta, sottolineiamo la nostra infinita vergogna PER QUANTO USCITO OGGI SULLA GAZZETTA dello sport, CONFERMAndo CHE PESCARA E L'ABRUZZO ORAMAI SONO TERZO MONDO SPORTIVO: LE NAJADI OSPITANO UN MATCH STELLARE DI PALLANUOTO, MA, COME SOTTOLINEATO CON RAMMARICO DA MALARA, LA SQUADRA CHE DOMINAVA IN EUROPA OGGI E' IN B E NON C'E' PIU' PUBBLICO (speriamo che non facciamo la solita figura di M pure oggi in Eurovisione), MA ORA TUTTI SANNO CHE LA CRISI SPORTIVA E' DI TUTTO L'ABRUZZO...SPUTTANATI! INFINE, TUTTA LA C DISCUTE SUL PROGETTO GIRONE ADRIATICO (Ne saremo felici viste le 4 trasferte al Nord), MA L’UNICA SOCIETA' CHE NON SI E' ESPRESSA E' IL PESCARA...MA CHE C. CI SIAMO ISCRITTI A FARE?' PESCARA E' IN LETARGO E NON SE NE ACCORGE NEPPURE.

Andrea e Roberto

Ecco i gironi della C1. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/7/2007

La Lega di serie C ha reso noti i gironi di C1 e C2 per la stagione 2007-08.
La divisione dei gironi in est-ovest ha portato molte novità e il Pescara inserito nel girone B giocherà con Ancona, Lucchese, Arezzo e Pistoiese. Verrà a mancare l'incontro con il Foggia.
Questi gli organici:

C1/A
Cavese, Cittadella, Cremonese, Foggia, Foligno, Lecco, Legnano, Manfredonia, Monza, Novara, Padova, Paganese, Pro Patria, Pro Sesto, Sassuolo, Ternana, Venezia, Verona.

C1/B
Ancona, Arezzo, Crotone, Gallipoli, Juve Stabia, Lanciano, Lucchese, Martina, Massese, Perugia, Pescara, Pistoiese, Potenza, Salernitana, Sambenedettese, Sangiovannese, Sorrento, Taranto.


Comunicato Pescara Rangers SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/7/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA

Domenica 29 Luglio 2007 si ricomincia….

In occasione della prima uscita stagionale della nostra amata Pescara Calcio si ritorna a fare sul serio, e con la serietà, mentalità e coerenza che da sempre ci contraddistingue, i Pescara Rangers, a poco più di un mese dal giorno della manifestazione nelle aule del consiglio comunale, invitano nuovamente l’intera tifoseria a mobilitarsi per raggiungere il ritiro di Caramanico Terme.
Anche se siamo sicuri che non serve un ulteriore dimostrazione di quanto sia grande il nostro attaccamento ai colori sociali, dobbiamo e vogliamo essere presenti in massa per dire che NOI ci saremo sempre e soprattutto per far capire a tutti, dalla dirigenza ad ogni singolo giocatore, ed a ogni collaboratore sia esso gradito o meno dalla tifoseria, che NOI, Pescara Rangers, vogliamo anzi, pretendiamo il massimo impegno da parte di tutti e non accetteremo più errori.
Partenza ore 14:00 piazzale antistante la Curva Nord “Marco Mazza”. Vogliamo un autostrada biancoazzurra.

….. L’IMPERO CONTINUA !!!


ASPETTIAMO LA SQUADRA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/7/2007

Scelto lo staff tecnico, il presidente Pincione dovrà iniziare al più presto il calciomercato, cosa che ormai le altre squadre lo hanno già terminato e partono per i ritiri nelle normali condizioni di una squadra professionistica, cioè con l’ossatura della rosa che sarà puntellata col tempo.

Nel Pescara invece il ritardo è già abissale, visto che a mala pena si è riusciti metter su lo staff tecnico col duo Camplone-Massara e Galeone consulente tecnico.

Sia chiaro che i tifosi biancazzurri non sono così ingenui da farsi “zittire” dai graditi ritorni di chi ha fatto la storia della nostra squadra, ma è indispensabile passare ai fatti, che vuol dire allestire un organico competitivo che possa lottare da subito per al risalita in serie B, così come promesso più volte da Pincione.

Se infatti la campagna acquisti non sarà all’altezza, tutta questa “operazione simpatia” si scioglierà inevitabilmente come neve al sole.
Probabilmente questo non è solo il nostro pensiero, ma potrebbe esserlo anche dei diretti interessati, visto che ad esempio Galeone non ha ancora firmato nulla, presumibilmente in attesa che si concretizzino le promesse di Pincione.

A GIORNI SAPREMO QUALCOSA? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/7/2007

Ogni settimana sembra essere la decisiva, ma poi siamo sempre li che ci ritroviamo a dover coltivare una speranza che quanto raccontato e promesso sia vero almeno per il 50%.

E settimana decisa dunque sembra essere anche questa, settimana iniziata col primo allenamento in ritiro a Caramanico per i baby biancazzurri a cui oggi si è aggregato il veterano trentasettenne pescarese Luca Leone, reduce da buoni campionati in C1 (le ultime due stagioni a Lanciano): se arriveranno i soldi di Pincione attesi a giorni, potrebbe essere lui il primo rinforzo per mister Camplone.

Restano in piedi anche le speranze per arrivare a Correa (sembra che ancora abbia firmato col Gallipoli) e la punta Morante, ma fin quando non ci saranno news da Pincione, Iaconi & Bignone resteranno con le mani legate.

Entro un paio di giorni dovrebbe arrivare anche Galeone per mettere nero su bianco sul progetto che Pincione dovrà garantirgli di portare a termine.

Infine ricordiamo le date delle prime amichevoli: l’esordio domenica prossima alle ore 17 a Caramanico contro la squadra locale; dobbiamo essere presenti numerosi per dare calore ai baby biancazzurri e soprattutto al duo Camplone-Massara che meritano il supporto dei tifosi, a prescindere da quello che combinerà Pincione.
Le altre uscite sono previste il 4, l’8 e il 12 agosto, mentre la Coppa Italia di C dovrebbe partire il 19 agosto

TUTTI A CARAMANICO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/7/2007

Domani alle ore 17 il "baby Pescara" sosterrà a Caramanico la prima uscita stagionale contro la formazione locale.

Sarà quella la prima occasione per tutti noi tifosi di far sentire ai tecnici e ai calciatori che, nonostante tutte le pene che stiamo passando, noi ci saremo sempre, PECCHE' NU SEM NU!!!

Accorrriamo in massa a Caramanico con macchine e motorini e coloriamola di biancazzurro con sciarpe e bandiere

I Pescara Rangers si raduneranno alle ore 14 davanti la curva nord Marco Mazza.

I TIFOSI CI SONO, LA SOCIETA'? SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/7/2007

Prima uscita stagionale per i ragazzi di mr Camplone che battono per 12 a 0 i dilettanti del Caramanico davanti ad un buon numero di tifosi giunti da Pescara a sostenere la squadra (da segnalare uno striscione che “invitava” Iaconi ad andare via).

Una scampagnata che non si rivedeva da tempo con una tifoseria che, nonostante le 4 retrocessioni in 6 anni, gli stucchevoli teatrini societari iniziati da gennaio, con la sola Primavera in ritiro e ancora in attesa dei soldi di Pincione per poter iniziare a fare la squadra, hanno dato un segnale forte alla squadra, ma soprattutto alla società: quest’anno non potrà ripetersi lo scempio consumato l’anno scorso.
NIENTE PROMESSE, MA MAGLIE SUDATE!


Pescara – Caramanico 12 – 0

Pescara 1 tempo : D’ettorre, Mottola, Pomante, Vitale, Rapino, Aquilanti, Leone (capitano), Felci, L.Di Matteo, Ciofani, Scappaticci.

Pescara 2 Tempo : Amadio, Fruci, Brizio, Spoltore, Ciofani, Calabrese, M. Di Matteo, Aquilanti, Mazzella, Cani, L. Di Matteo.

Reti 1 tempo : Scappaticci, Ciofani, Ciofani,Vitale, aut., Felci, Felci, Felci, L. Di Matteo
Reti 2 Tempo: Mazzella, M Di Matteo, Calabrese

 

In Coppa Italia con la Samb SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/7/2007

Sorteggiati i gironi di Coppa Italia di serie C: come era nelle previsioni sono state formati i gironi tenendo conto delle vicinanze geografiche.

Nel girone composto da 5 squadre partecipano 2 società di C1, 2 di C2 e una di serie D;
il Pescara è stato inserito nel girone N con Sambenedettese (C1), Teramo e Giulianova (C2) e Sangiustese (D).

ADESSO BASTA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/8/2007

Siamo arrivati ad agosto, ma ancora non si vede traccia dei milioni di euro promessi e sbandierati a più riprese da Pincione.

Per quanto ci riguarda è giunto il momento di dire BASTA, siamo stati 8 mesi ad ascoltare chiacchiere su chiacchiere di svariati personaggi che di colpo si sono ritrovati a fare i tifosi per il nostro Pescara, aspettando i famosi fatti che non si sono mai concretizzati.

Ora il presidente Pincione è in Usa, la squadra non esiste, i tecnici hanno un contratto “virtuale”, i dipendenti della società non percepiscono da mesi lo stipendio e noi tifosi con questa situazione cosa dovremmo fare a 3 settimane dall’inizio del campionato?
Credere ancora in Pincione?

Beh, di tempo ne ha avuto fin troppo a disposizione per operare o per tornare sui suoi passi ammettendo di essere stato troppo “sborone” nei suoi proclami, ma finora ricordiamo solo promesse non mantenute, come ad esempio:
- riscattare Luci, Vantaggiato e Papini (PROMESSA NON MANTENUTA, nessuno dei 3 è stato riscattato)
- allestire una squadra competitiva per il ritorno immediato in B (PROMESSA NON MANTENUTA, in ritiro ci solo i ragazzini della primavera)
- non ripetere più le umiliazioni ricevute dalle scorse gestioni allestendo la squadra per tempo e non gli ultimi giorni del mercato (PROMESSA NON MANTENUTA, siamo ad agosto e non ancora è stato acquistato nessun calciatore, nemmeno Paterna su questo era riuscito a far peggio…)
- investire decine di milioni di euro per riportare il Pescara in A in quattro anni, dopo un solo anno di C1 e due di B (PROMESSA NON MANTENUTA, se non si vendevano i calciatori di proprietà e la Caripe non si impegnava ad anticipare i soldi dell’iscrizione accettando come garanzia il ricavato di queste cessioni, eravamo falliti)

IL GIOCO DELL'OCA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/8/2007

Gira e rigira, passano i giorni, i mesi, gli anni, ma a Pescara sembra di stare sempre al punto di inizio, quasi come se avessimo beccato la casella del “torna al punto di partenza” nel mitico gioco dell’oca.

Ormai Pincione si è praticamente fatto fuori da solo visto che non riesce a tramutare in realtà le promesse sbandierate; la situazione è arcinota a tutti, zero soldi, zero società, zero giocatori, zero allenatori, il che vuol dire che si prospetta un’annata peggiore dello scorso anno, ma stavolta in serie C.

A meno di clamorose sorprese (speriamo sempre in una svolta dell’ultimo momento), se il campionato sarà disputato dai pur bravi ragazzotti della primavera ai quali non faremo mai mancare il calore, sprofonderemo probabilmente in C2 rimediando figuracce anche da squadrette di cui non ne conoscevamo neppure l’esistenza fino a qualche tempo fa.

Ci ritroveremo così in quella serie C2 che era il punto di partenza se fossimo falliti e avessimo aderito al lodo Petrucci ripartendo però con una nuova società fatta verosimilmente da imprenditori locali che solo a quelle condizioni avrebbero preso la squadra.
Come sappiamo questo non è accaduto perché è arrivato il ciclone Pincione che in un modo o nell’altro è riuscito ad acquistare la squadra e iscriverla in C1, ma restando così le cose la porterà ugualmente in C2 (e qui torna in mente il gioco dell’oca).

E’ degli ultimi giorni la voce che vorrebbe Oliveri interessato all’acquisto della squadra qualora Pincione decidesse di mollare; in teoria sarebbe l’identikit del presidente ideale, giovane, ambizioso e soprattutto benestante (veramente e non a chiacchiere), ma non tutta la tifoseria è d’accordo.

In questi periodi di confusione societaria ci tornano in mente vecchi pensieri, vecchi tarli che non ci hanno mai abbandonato e che ci riportano in un certo senso al “nostro” gioco dell’oca.


Siamo alla fine degli anni 80 quando il duo Scibilia/Oliveri rileva il Pescara in serie A con 15.000 abbonati.
Nella loro quasi ventennale permanenza, oltre ad una seria A, ricordiamo 2 anni di C, ma soprattutto tre cose:

- la continua ostilità verso i tifosi (come non ricordare ad esempio quando a Verona Scibilia rilasciò un’intervista dicendo che portavamo sfiga perché appena entrati allo stadio la squadra subì il gol…)
- il continuo tarpare le ali dell’entusiasmo ad un’intera città (come non ricordare le mitiche frasi “mi vendo pure i pali delle porte” o “questi tifosi non meritano niente”, etc) come nel ritorno in B dove in soli due giorni si riuscì a far allontanare i 25 mila col Martina, invece di cavalcarne l’entusiasmo
- ma soprattutto l’apatia trasmessa ai tifosi per i campionati “scontati” che disputavamo, quasi come se ogni anno si sapesse che non saremmo mai saliti in A e mai scesi in C perché forse economicamente la serie cadetta era la più redditizia delle tre (così si spiegherebbe anche il perché venne allestito uno squadrone per tornare subito in B quando si retrocesse in terza serie).
A sostengo di questa tesi ci fu l’indimenticabile intervista di De Canio che all’indomani della mancata promozione in A nel 99 per un solo punto disse “ho raggiunto il massimo risultato che si potesse fare a Pescara: il quinto posto!!!”


Detto questo, il duo Scibilia/Oliveri vende la società a Paterna (molto amico dei due, vista anche la stretta vicinanza dei luoghi di lavoro a Mosciano) dal quale, se non ricordiamo male, devono ricevere ancora l’ultima delle rate pattuite.

Sappiamo tutti com’è stata la gestione di Paterna e quanto ne ha ricavato dalla vendita, sappiamo dei relativi sviluppi societari che hanno portato dopo mille casini e colpi di scena la società nelle mani di Pincione; il tutto con i famigerati imprenditori locali (fra cui Oliveri?) sempre pronti a intervenire in caso di necessità, ma solo a determinate condizioni (fallimento?) e a determinate cifre.

Ora non vorremmo ritrovarci nuovamente nella casella del “torna al punto di partenza” con la società che in un modo o nell’altro finisca in C2 e nelle mani degli originari proprietari (qualcuno insinua che forse non sono mai andati via).

Un ultima cosa: come si spiega la lunghissima permanenza a Pescara di Andrea Iaconi iniziata all’epoca di Scibilia-Oliveri e ancora terminata nonostante non abbia quasi mai avuto i soldi necessari per fare normalmente il suo lavoro e che ci ha portato ai risultati scadenti degli ultimi anni?
Chiunque avrebbe abbandonato da tempo, ma qui siamo a Pescara e non c’è mai nulla di scontato…..


Probabilmente questa è pura fantascienza, ma a Pescara siamo stati abituati a vederne di tutti i colori, quindi non ci stupiremo più di tanto; ci piacerebbe solo avere un presidente che ami questi colori, ma forse chiediamo troppo.

Ora è tempo di tirare nuovamente i dadi, sperando di non finire nuovamente nella casella sbagliata….

(05 agosto 2007) tratto da "IL CENTRO"
SERIE C1-B - Pescara
«Ma cosa sta facendo Pincione a New York?
Tanto di cappello a Paterna: ha saputo vendere un club già retrocesso a due milioni di euro»
Scibilia, il gusto di essere rimpianto
Marco Camplone
Era il presidente più contestato ora in molti lo rivorrebbero  PESCARA. La lingua è quella di sempre: tagliente come un rasoio e velenosa come il morso di un cobra nero. Lo status, invece, ha subìto una metamorfosi: da presidente più contestato della storia del Pescara a presidente più rimpianto. Il tempo, si sa, è galantuomo. Pietro Scibilia, settantotto anni compiuti il primo maggio, osserva le macerie biancazzurre un po’ dispiaciuto e (ma sì, l’ammetta) un po’ soddisfatto. Gli piace sentire dire: “quando c’era lui...”.
E quando c’era lui, l’industriale di Gioia Tauro trapiantato in Abruzzo, le banche avevano rispetto del Pescara e lasciavano sempre la porta aperta perché la garanzia di ricevere quanto pattuito era indelebile. La squadra aveva generalmente una caratura di medio livello in serie B, anche se veniva messa su passando quasi sempre per sentieri tortuosi. Il salto di qualità spesso annunciato («saremo il nuovo Parma») non si è mai concretizzato e il crepuscolo nell’avventura di Scibilia nel Pescara è stato triste. Insomma, se lo stadio ce l’aveva con il Commendatore non era solo per quella spiccata attitudine alla critica, spesso gratuita, incisa a caratteri di fuoco nel dna dei pescaresi. Don Pietro alimentava senza soste le esagerazioni di un carattere forte, portato allo scontro. Picchi col tempo diventati sempre più alti. Quasi due decenni di Pescara, del resto, avrebbero logorato, indispettito e irritato anche un uomo cresciuto a pane e moderazione, figuriamoci uno abituato a restituire con gli interessi ogni colpo incassato. Un duro con una smodata passione per il lavoro. Nato il primo maggio...
E’ uscito male dal Pescara: questa è dolente nota. Ma la gente ha fatto poco o nulla per invogliarlo a restare. Sbagliando. Lo striscione esposto per anni in tutti gli stadi d’Italia (“Scibilia vattene”) è un monumento all’intolleranza della tifoseria. Cieca e sorda. Sterile. Solo ora, di fronte all’angosciante nulla di Pincione, i pescaresi hanno capito che Pietro Scibilia aveva portato un dono di eccezionale valore: la stabilità.
«Ci ho rimesso tanti soldi, con quella squadra», ricorda il Commendatore. I numeri li fa, ma il crescendo imperioso invita a soprassedere. «Ci ho rimesso e, poi, ho dato la società gratis a Paterna». Gratis no, a dire il vero. La transazione parla di 900mila euro. «Settecento, prego. Ma gli avevo lasciato un milione e mezzo di utili e un settore giovanile con i fiocchi. Paterna mi deve ancora pagare l’ultima rata di 300mila euro, che scadrà a settembre. Vedremo. Davanti a Dante Paterna mi tolgo il cappello: è stato abilissimo e fortunato a vendere la società, oramai condannata alla retrocessione, a due milioni di euro. Tra il dare e l’avere ci ha guadagnato: solo un commerciante nato poteva portare a termine un’operazione del genere. Con i problemi che assillavano le sue aziende, non ce l’avrebbe fatta a tirare avanti il calcio pescarese, ma ha trovato un Renzetti capace di strapagare il club. A me una cosa del genere non è successa. Abile e fortunato».
E’ facile immaginare Scibilia che, dalla sede della Gis Gelati, a Mosciano Sant’Angelo, legge le notizie del giorno e rimane allibito davanti alle acrobazie di Pincione, l’ultimo dei presidenti del Pescara. «C’è qualcosa di patologico nel suo comportamento perché non è la prima volta che va via, mi sembra. Non capisco come possa starsene a New York con tutto quello che c’è da fare in questo momento. Vedo che nel Pescara c’è tanta gente che conosco. Galeone, Massara, Camplone... brave persone. Ma senza i giocatori bisogna confidare in un miracolo. Quando Pincione ricomparità, dovrà portare tanti soldi con sè perché - questo ho potuto capire - i debiti ci sono e la squadra è tutta da costruire. Con le chiacchiere non si gestisce una società nè si vince il campionato». Lo dice uno che ha ottenuto una promozione in B e una nella massima serie.
Scibilia è tornato a Pescara una volta, alla fine degli anni ’80, chiamato dai fratelli Fedele. C’è da chiedersi se tornerebbe di nuovo. «No. No. No e poi no. Il mio tempo nel calcio è finito. Ma mi porto dietro una grandissima soddisfazione: nessuno potrà parlare male del sottoscritto». Tutto sommato ha ragione: il male che gli è stato detto basta e avanza.

QUALCUNO FACCIA QUALCOSA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/8/2007

Siamo proprio curiosi di vedere di che morte moriremo, si perché è questa la fine che pian piano stanno facendo fare alla NOSTRA gloriosa squadra.

Sul fronte Pincione tutto tace (a proposito, complimenti per il silenzio stampa azzeccatissimo in momenti come questi dove invece parlare e spiegare ai tifosi la situazione è fondamentale, ma evidentemente è proprio questo l’obiettivo da non raggiungere…) e di conseguenza resta immobile il mercato biancazzurro: ormai manca veramente poco per iniziare a fare le prime figuracce stagionali.

La voce “nuova” di oggi è quella delle presunte dimissioni di Iaconi ritirate subito dopo o non ancora ufficializzate: accidenti, Iaconi che vuole andare via e poi non lo fa, questa si che è una novità!!! (vedi la casella del “torna indietro” del precedente articolo)
Solo quando vedremo Iaconi lavorare ufficialmente per un’altra società potremo iniziare a credere che se ne sia andato veramente, prima di allora non ne vale la pena nemmeno parlarne.

Siamo ormai all’8 agosto e l’immobilismo da parte di tutti è semplicemente umiliante per noi tifosi: non parla il presidente, non parla il vice-presidente, non parlano le istituzioni e non parla nemmeno la tifoseria organizzata dalla quale ci saremmo aspettati una presa di posizione.

Restiamo in attesa che qualcuno faccia qualcosa per evitare una fine ingloriosa che nessuno di noi tifosi merita: se accadesse l’irreparabile, TUTTI i protagonisti (insieme a chi ovviamente ci ha lasciati in questa situazione qualche mese fa) saranno ricordati per sempre come i killer della Pescara Calcio 1936.


GRAZIE LO STESSO GALE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/8/2007

Come preannunciato tempo fa, Galeone attraverso un’intervista pubblicata da Il Messaggero, abbandona prima di incominciare il “progetto Pincione” che finora si è rivelato un bluff totale che ci sta portando solo umiliazioni. Il Gale giustamente non se la sente di fare da parafulmine e garante col suo nome per un qualcosa che non esiste (“Mi erano stati prospettati con grande insistenza certi programmi ambiziosi ma ormai mancano pochi giorni all’inizio della stagione e nessuna di quelle promesse è stata mantenuta. E allora io non ci sono, non ci posso stare. Ho troppo rispetto e troppo amore per Pescara e per la sua gente.”

A questo punto chissà che anche Camplone e Massara possano seguire le orme di Galeone, abbandonando anche loro un progetto nel quale tra l’altro, non sono vincolati da nulla, visto che non si è stati in grado di garantire loro nemmeno i contratti: è sufficiente che si spoglino della divisa (rossoblu!) e facciano ritorno a casa.

Intanto domani saranno stilati i calendari del campionato e, restando così le cose, vedremo dove inizierà il calvario di umiliazioni che ci aspetta.

SI RIPARTE DA POTENZA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/8/2007

Il calvario inizierà il 26 agosto da Potenza.
Restando così le cose, ogni giornata di campionato sarà un colpo al cuore per tutti i tifosi che da un decennio sono umiliati, ma quello che si prevede quest’anno potrebbe essere il peggiore in assoluto.
L’esordio all’Adriatico sarà contro la Lucchese il 2 settembre. La terza giornata sarà fuori casa con la Sangiovannese e la quarta in casa l’acceso derby contro la Samb; 5 e 6° giornata rispettivamente a Castellamare di Stabia e altro derby casalingo contro l’Ancona.

L’unica nota positiva in questo scenario apocalittico sono le dimissioni di Iaconi che non fa più parte della Pescara Calcio: alcuni tifosi saranno di opinione contraria, ma per quanto ci riguarda la viviamo come una liberazione (sempre che siano definitive e irrevocabili).

Inutile star qui a commentare il suo operato in 5 lustri, ci piace ricordarlo tanto per dirne una quando all’inizio dello scorso anno attaccò pesantemente i tifosi per non aver supportato con gli abbonamenti una squadra a suo dire all’altezza della situazione (a febbraio eravamo praticamente già retrocessi), ma a fine campionato disse che la squadra era stata allestita con un budget da serie C2 e che i risultati fossero una logica conseguenza degli investimenti!

Visto che ora non fa più parte della società e quindi libero da silenzi stampa e altro, ci piacerebbe conoscere le “sue verità” su questa lunghissima permanenza in biancazzurro, magari svelandoci scenari a noi segreti, soprattutto degli ultimi 2 anni: questa sarebbe a nostro avviso un bel modo per riabilitare la sua figura e una degna uscita di scena.

Nel frattempo restiamo in attesa che Pincione si decida a far qualcosa, anche se fuori tempo massimo, ma qualcosa dovrà pur farla.


SI FINISCE COL LANCIANO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/8/2007

26/8/07 – 16/12/07 POTENZA – PESCARA
2/9/07 – 23/12/07 PESCARA – LUCCHESE
9/9/07 – 13/1/08 SANGIOVANNESE – PESCARA
16/9/07 – 20/1/08 PESCARA – SAMBENEDETTESE
23/9/07 – 3/2/08 JUVE STABIA – PESCARA
30/9/07 – 10/2/08 PESCARA –ANCONA
7/10/07 – 17/2/07 TARANTO – PESCARA
14/10/07 – 24/2/08 PESCARA – AREZZO
21/10/07 – 9/3/08 PESCARA – PERUGIA
2/10/07 – 16/3/08 MARTINA – PESCARA
1/11/07 – 22/3/08 PESCARA – MASSESE
4/11/07 – 30/3/08 CROTONE – PESCARA
11/11/07 – 6/4/08 PISTOIESE – PESCARA
18/11/07 – 13/4/08 PESCARA – GALLIPOLI
25/11/07 – 20/4/08 SORRENTO – PESCARA
2/12/07 – 27/4/08 PESCARA – SALERNITANA
9/12/07 – 4//5/08 LANCIANO - PESCARA

Pescara-Prato; Moscardi e Paolucci. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/8/2007

Il Pescara ha annunciato di aver ceduto al Prato Damiano Moscardi, centrocampista 32enne che in biancazzurro aveva totalizzato 18 presenze nel corso dell'ultima stagione. L'ex giocatore di Andria, Genoa, Foggia, Cosenza, Salernitana, Vicenza e Piacenza, tutte formazione di cui ha vestito la maglia in 12 anni di cadetteria, torna nella sua città natale dopo ben 11 anni.
Al Pescara arriva in cambio il 21enne centrocampista Alessandro Paolucci, lo scorso anno 20 partite tra le fila dei lanieri.

INIZIANO LE UMILIAZIONI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/8/2007

Arriva la prima disfatta per i baby biancazzurri sconfitti nell’amichevole di Castel di Sangro con un secco 0 a 3 dai dilettanti campani dell’Aversa Normanna: il risultato non ci coglie di sorpresa visto che tutti, probabilmente tranne Pincione, sappiamo che non è possibile affrontare un campionato professionistico con la squadra primavera, figuriamoci il girone B della C1.
Restando così le cose siamo destinati a battere tutti i record negativi.

Non si capisce il perché Camplone & Massara ancora abbiano abbandonato visto che dalla prossima settimana non ci sarà più nemmeno lo staff sanitario e il Pescara di fatto esisterà solo sulla carta.

Incredibile come in questa situazione drammatica Pincione dalle pagine dei giornali continui a dire che il Pescara inizierà il campionato con una squadra competitiva!!!

Ma si, sarà l’ennesima promessa mantenuta così come lo è stata quella di trattenere Luci e Vantaggiato…

SIAMO ALLA FRUTTA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/8/2007

Continua il fuggi fuggi dal Pescara targato Pincione: dopo Galeone, Iaconi, Talarico e Visci, è il turno di Marco Bignone e dell’intero staff medico (Vincenzo Salini, Ernesto Sabatini, Marco Andrea Natale, Claudio D’Arcangelo, Stefano Falchi, Francesco Zulli); a questo punto mancano solo Camplone e Massara (anche se i due non sono formalmente legati da contratto col Pescara) e poi il Pescara sarà una vera e propria “SQUADRA FANTASMA”.

Ora è il turno delle voci che vorrebbero le solite cordate locali pronte a rilevare il pacchetto societario da una parte e un nuovo staff che Pincione farebbe insediare in società dall’altro.

Insomma, ancora le solite chiacchiere che ci stanno propinando da otto mesi fatte di promesse roboanti, ma allo stato attuale il Pescara di Pincione (per intenderci quello che per lui sarebbe stato competitivo per tornare subito in B) a 10 giorni dall’inizio del campionato manca di alcuni piccolissimi dettagli: mancano infatti soltanto i giocatori, i direttori sportivi, lo staff medico e gli allenatori!

Adesso si che siamo pronti per vincere il campionato di C1; per ora ne abbiamo già vinto uno, quello di essere i più ridicoli!!!

ENZO NUCIFORA NUOVO DS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/8/2007

Enzo Nucifora è il nuovo direttore sportivo del Pescara.

L’emittente Rete 8 ha trasmesso la sua prima intervista telefonica e sostanzialmente l’esperto ds (conosce molto bene la categoria avendo militato a lungo in diversi campi caldi del sud) ha ribadito i concetti espressi da Pincione, cioè che sarà allestita una squadra competitiva che probabilmente sarà tale sin dalla prima giornata.

La sua candidatura è stata proposta a Pincione da un dirigente che è in procinto di entrare in società; Nucifora ha scelto Pescara perché vicina alla sua residenza e per il blasone della piazza che deve subito ritornare a vincere.

Non si è detto preoccupato per la situazione che comunque è ad handicap visti i tempi, ma grazie alle sue amicizie, conta di avere già a Potenza una squadra competitiva, anche se non completa.
A breve incontrerà con Camplone e valuteranno se resterà lui l’allenatore o meno.

Comunicato PESCARA RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/8/2007

Pubblichiamo quanto ricevuto.


COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA

DOMENICA 19 AGOSTO
TUTTI A GIULIANOVA

Finalmente dopo tre mesi di chiacchiere, colpi di scena, accuse e articoli di carta stampata si torna a parlare di calcio.
Si ricomincia una stagione nell’incertezza generale, in un ambiente spaccato da chiacchiere sparate ai quattro venti e da articoli di “giornalai” mossi non si sa da quale intento o con quale scopo.
Si ricomincia con la coppa italia e con la nostra squadra impegnata sul campo del Giulianova e NOI Pescara Rangers dobbiamo e vogliamo essere presenti, come sempre d’altronde, per sostenere con tutti noi stessi quegli undici ragazzini che ci rappresentano. Quegli undici ragazzini che sono gli ultimi a dover pagare una situazione di caos generale, quegli undici ragazzini che guardavano stupiti le 400 persone di Caramanico, e che hanno bisogno di NOI ora più che mai, che devono capire quanto siano importanti per noi quei colori storici che indossano, quanto valga per noi, più di ogni milione di euro, sudare e lottare per questa maglia e questi colori che da trent’anni portiamo e continueremo a farlo, in giro per l’Italia contro tutto e tutti.

E’ giunto il momento di tirare fuori l’orgoglio, di ricominciare a colorare le strade e le curve con i nostri colori, Domenica 19 Agosto torniamo a fare ciò che ci compete, dimenticando per un giorno tutto il resto, invadiamo Giulianova con qualsiasi mezzo, colorati e carichi come non mai e facciamo capire a tutti che NOI viviamo per il Pescara e con il Pescara nel cuore!!!


….. L’IMPERO CONTINUA !!!

CONTINUA IL TEATRINO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/8/2007

Inizia ad essere difficile trovare anche le parole per commentare quello che stiamo subendo a Pescara.

Gli ultimi addii ampiamente previsti sono stati di Camplone e Massara (grazie lo stesso a entrambi) che in giornata hanno abbandonato “l’ambizioso” progetto targato Pincione.
Ma l’addio che ha fatto più clamore è stato quello dell’ex presidente avellinese Sibilia; l’ultraottantenne è stato accostato al Pescara per un solo giorno e il fragore della sua rinuncia sta proprio nelle parole del suo “figlioccio” Nucifora che soltanto ieri aveva sbandierato le ricchezze di Sibilia a garanzia di tutti i pagamenti necessari sia dei dipendenti che della campagna acquisti, a garanzia quindi di un progetto ambizioso e vincente.
Anche stavolta ci siamo sentiti dire di non preoccuparci degli aspetti economici, ma soltanto di badare al campo e vedere la squadra vincere.

Peccato che anche stavolta si sia trattato solo di chiacchiere, ma almeno di positivo c’è che son durate solo 24 ore.
Avanti il prossimo!

Quindi è di nuovo tutto da rifare, siamo sempre al punto di partenza, ma i giorni che ci separano dall’inizio della stagione sono sempre di meno.
Nucifora ha provato a contattare Di Mascio per affidargli la panchina a Giulianova domenica prossima senza successo (ormai sarebbe anche l’ora di finirla di chiamarlo in causa solo per fare il tappabuchi), quindi dovrebbe sedere in panchina il tecnico degli allievi Di Battista.

Tornando all’addio di Camplone, in una intervista televisiva ha detto che non c’erano più i presupposti per andare avanti e che magari il Sindaco e/o la Caripe avrebbero dovuto far qualcosa per scongiurare questa situazione in cui è coinvolta la nostra squadra, la più alta espressione calcistica regionale.

Aah, quasi dimenticavamo: Pincione pare abbia promesso che fra dieci giorni arriveranno due milioni di euro…

TUTTI A GIULIANOVA? SI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/8/2007

Domani ci sarà la prima partita ufficiale della stagione che affronteremo con i problemi cronici ormai noti a tutta l’Italia, anzi definirli solo problemi è fin troppo ottimistico.

Non tutti i tifosi però sembra siano disposti a seguire la squadra nella vicina trasferta giuliese perché in disaccordo con il comportamento della tifoseria organizzata.

E’ vero, siamo tutti destabilizzati da queste stucchevoli vicende che durano da 8 mesi (e non contiamo le 4 retrocessioni negli ultimi 6 anni) che ci stanno portando all’esasperazione, ma non facciamo l’errore di metterci l’uno contro l’altro noi tifosi, atteggiamento che magari farà piacere proprio a chi ci ha portati in questa situazione.

Legittimo criticare i Rangers per non aver preso una posizione decisa, ma non può essere fine a se stessa limitandosi a infangare su internet il nome del gruppo che da oltre 30 anni difende i colori della nostra città OVUNQUE: quell’indiano è un po’ il simbolo di tutti noi e molti ci hanno speso una vita intera per poter essere conosciuto e rispettato in tutta l’Italia.

La critica è lecita se è costruttiva, è ragionevole essere in disaccordo con l’unico gruppo organizzato, ma si dovranno proporre delle alternative, delle soluzioni, dare dei consigli a chi magari pecca di ingenuità o di inesperienza: insomma, i tifosi del Pescara siamo tutti noi!

La partita di Giulianova può essere quindi l’occasione giusta per guardarci in faccia tutti quanti (Rangers e non) e magari lasciare da parte tutte le incomprensioni per provare a ricompattarci per affrontare quest’agonìa tutti uniti, magari proponendo qualche rimostranza verso la società e/o le istituzioni, tentando fino alla fine di fare il possibile per non far sparire la Pescara Calcio 1936.

Ognuno di noi nel suo piccolo ha il dovere di fare qualcosa: restare a casa aspettando che il Pescara fallisca che senso ha?

BUON PARI A GIULIANOVA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/8/2007

Finisce 0 a 0 il primo impegno ufficiale della stagione.
I baby biancazzurri guidati dal tecnico degli allievi Di Battista, nonostante la catastrofe societaria in corso, si fanno rispettare e fermano il Giulianova sul proprio terreno nel primo turno di Coppa Italia di serie C sfiorando addirittura la vittoria con un palo di Ciofani.
Certo è che i problemi rimangono e con questa squadra, a meno di miracoli, la retrocessione resta inevitabile: tuttavia c’è il rammarico di dover vedere questi promettenti giovani andare allo sbaraglio negli infuocati campi della C, quando si sarebbe potuta fare una stagione almeno dignitosa affiancando loro alcuni senatori.
Ma questa speranza giorno dopo giorno si affievolisce sempre più, visto che ormai siamo a una sola settimana dall’inizio del campionato e non c’è alcun segnale positivo che provenga dalla società.

I ragazzi biancazzurri sono stati comunque incitati a gran voce per tutti i novanta minuti da circa trecento supporters che di fatto hanno invertito il fattore campo, visto che ci sentivamo solo noi.

Nonostante tutto quello che stiamo vivendo, è stato bello vedere i ragazzini sul campo onorare la NOSTRA maglia (avessero messo la metà del loro orgoglio i morti dell’anno scorso, ci saremmo salvati tranquillamente) incoraggiati incessantemente da tutti i pescaresi presenti.


Sono on-line le foto della gara nella sez. Foto tifosi 07-08

ABBONIAMOCI AL NS PESCARA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/8/2007

Campagna Abbonamenti 2007/2008
Numero degli eventi inclusi negli abbonamenti: 17 (diciassette)

POLTRONISSIMA (Intero) €. 425,00 - (Ridotto)€. 300,00

TRIBUNA MAIELLA NUM.(Intero) €. 140,00 - (Ridotto) €. 100,00

CURVA NORD (Intero) €. 80,00 - (Ridotto) €. 60,00


Nota: Non si potranno emettere abbonamenti nel settore di Tribuna Adriatica (distinti) causa inizio lavori di ristrutturazione ai primi di Ottobre 2007. Ci scusiamo e preghiamo l'affezionato pubblico dei distinti di consultare il presente programma di abbonamento

I ridotti, come di consueto, sono validi per le donne, per i ragazzi nati dopo il 01/01/1993, per gli invalidi appartenenti alle associazioni: ANMIL, ANMIG, ENS, UNMS, ed infine per gli OVER 65.

Inoltre prevediamo due tipologie di abbonamento – SOLO NEL SETTORE TRIBUNA MAIELLA NUMERATA” - denominati “FAMIGLIA 2” e “FAMIGLIA 3” al costo rispettivamente di €. 60,00 e di €. 30.00

L’iniziativa prevede che il c.d. “capofamiglia”, dietro presentazione dello “stato di famiglia”, possa acquistare n. 3 abbonamenti al costo complessivo di €. 200.00.
Il rivenditore, pertanto, dovrà rilasciare n. 1 abbonamento intero di €. 140.00 più 2 abbonamenti “famiglia 3” al costo di €. 30.00 cadauno.
Se invece il “capofamiglia” vorrà solamente due abbonamenti, il rivenditore dovrà emettere 1 abbonamento al costo di €. 140.00 più 1 abbonamento “famiglia 2” al costo di €. 60,00.

Sarà concessa inoltre la possibilità, (SEMPRE DIETRO PRESENTAZIONE DELLO STATO DI FAMIGLIA) di aggiungere “n” abbonamenti ai 3 previsti dall’iniziativa, al costo aggiuntivo di €. 30.00 cadauno.
Pertanto chi vorrà 4 abbonamenti dovrà pagare €. 230,00 (€. 200,00 per il pacchetto “famiglia 3” più €. 30,00 per il 4° abbonamento) e così via.
Per quanto riguarda i punti vendita abbiamo raggiunto un accordo con i “punti SNAI” per concedere loro l’esclusiva per la vendita degli abbonamenti.

I 5 punti vendita autorizzati sono:
PUNTO SNAI - Via N. Fabrizi 35 - PESCARA
PUNTO SNAI - Via V. Colonna 132 - PESCARA
PUNTO SNAI - Via Nazionale Adriatica Sud 1, FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Tabaccheria OMAR DE SIMONE – C.so Umberto n. 214 – MONTESILVANO (PE)
Tabaccheria DAVIDE RAPACCHIANI – Via G. D’Annunzio n. 58 – MONTESILVANO (PE)

10 MOTIVI PER ABBONARSI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/8/2007

Questo messaggio è rivolto a tutti coloro che hanno a cuore le sorti del nostro Pescara, ma che a causa delle note vicende che stiamo subendo, hanno deciso di abbandonare lo stadio pur continuando a seguire le sorti del delfino; a loro diciamo che ci sono valide ragioni per poter seguire ancora dal vivo le maglie biancazzurre che MAI COME QUEST’ANNO HANNO BISOGNO DI TUTTI NOI.

E’ normale invece che chi come noi ha il Pescara nel sangue si abboni a prescindere, in quanto dovere del tifoso, ma è comprensibile che ci siano moltissimi decisi ad abbandonare lo stadio e proprio a loro abbiamo riservato questa news.

10 BUONI MOTIVI PER ABBONARSI QUEST’ANNO
1) per vincere l’ennesima sfida che ci si prospetta, tifare una squadra che ad oggi non esiste

2) per sostenere i ragazzi della Primavera che difenderanno le nostre maglie giocando per la prima volta in un campionato professionistico

3) per dare uno smacco morale a chi ci ha portato a questa situazione

4 )per dimostrare ancora una volta che il popolo pescarese è capace ancora di stupire: magari potrebbe essere un segnale per eventuali nuovi acquirenti che constateranno che la piazza pescarese è ancora viva

5) per ricreare entusiasmo attorno alla squadra, paradossalmente nel momento più buio della nostra storia

6) per avere una curva più compatta e numerosa che, complice la chiusura dei distinti, ospiterà anche il pubblico di quel settore

7) per non partire in svantaggio facendo in modo che sia tangibile il fattore campo, sia per gli ospiti che per gli arbitri

8) per poter eventualmente contestare dal vivo chi ci ha portati in questa situazione

9) è conveniente

10) PECCHE’ NU SEM NU

A POTENZA CON I RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/8/2007

I Pescara Rangers organizzano la trasferta di Potenza in pullman, per info e prenotazioni recarsi presso lo stabilimento balneare la "Croce del Sud", giovedi' e venerdi' dalle 16 alle 24!!

TUTTI A POTENZA!!!

Si riparte con mille incertezze SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/8/2007

Da quanto riportato dagli organi di informazione, ieri è arrivato a Pescara il sig Pilip Skoczek, rappresentante della Soccer Colsult Agency, con l'intenzione di rilevare la società; il vice presidente Di Giacomo ha consigliato la persona di sentirsi col presidente Pincione, ma non si conoscono gli esiti: ne sapremo di più al suo rientro slittato nuovamente alla prossima settimana.
Dopo arabi e inglesi, ora è il turno dei polacchi!

In attesa del CdA di oggi per la ratifica delle cariche (in primis Nucifora e Multineddu), la squadra si prepara per l’esordio in campionato a Potenza ancora con mille problemi e incertezze: infatti ancora si sa chi siederà in panchina, visto che il neo tecnico Lerda col secondo Manari (ex Giulianova) seguiranno la gara dalla tribuna e difficilmente lo farà il bistrattato Cetteo Di Mascio.
L’unico potrebbe essere Di Battista come fatto a Giulianova, ma non è sicuro.

Sul fronte mercato, pare che Nucifora abbia bloccato l’attaccante 32enne ex Arezzo Grabbi (ex promessa poi svanita negli anni) e il centrocampista ex Samb Visone.

Pescara, parla Camplone. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/8/2007

Camplone ai microfoni di Calciopress.net

Il direttore di calciopress, Rosario Murro, ha intervistato in esclusiva l'ex tecnico del Pescara, che ha parlato della situazione attuale della squadra biancoceleste.

Mister le sue dimissioni erano inevitabili ?
“Direi proprio di si. Quando ti ritrovi, nonostante la buona volontà a lavorare senza alcun punto di riferimento, e l’unica persona disponibile è il vice presidente Di Giacomo, diventa tutto difficile per qualsiasi persona di buona volontà”.

Allora mister, l’epurazione del Pescara non la possiamo addebitare ad una precisa scelta da parte dei vertici societari ?
“Assolutamente no. Tutti sono andati via, dall’addetto stampa Visci a Bignone, i due direttori sportivi, l’intero staff compreso quello sanitario”.

Notizie del presidente ?
“Senta, non sono a conoscenza dove sia attualmente”.

Cosa può accadere ora ad una settimana dall’inizio del campionato ?
“Il Pescara non può assolutamente iniziare il campionato con l’organico composto da giovani nati nel 1988 e 1989. Il tempo stringe, in una settimana non si può rinforzare la squadra. Se le cose resteranno così è chiaro che il Pescara diventerà la cenerentola di questo prossimo campionato, rischiando di falsare lo stesso. Un fatto analogo accadde qualche anno fa a Giulianova, solo che in quel caso nell’organico c’erano alcuni calciatori di grande esperienza”.

Mister tutti via ma la squadra a chi è stata affidata ?
“Al responsabile del settore giovanile Di Mascio ma, a questo punto direi nelle mani del Sindaco di Pescara, il quale si è sempre impegnato per far invertire la rotta su questa brutta situazione”.

La sua scelta di allenare o, per meglio dire, aiutare il Pescara è stata dettata dal cuore ?
“In ognuno di noi si annida quasi sempre un particolare “amore” verso la propria città. Accettando l’incarico ho sempre vissuto nella speranza che arrivassero dei cambiamenti, purtroppo questi non sono mai arrivati. C’e da aggiungere che il Pescara non può assumere nessun altro tecnico in quanto Ballardini è ancora ufficialmente l’allenatore del Pescara, e siccome ha sottoscritto con la società abruzzese un impegno economico abbastanza alto, la società non garantendo in Lega calcio di serie C le dovute fideiussioni si trova purtroppo a non poter assumere un altro tecnico. Altro drammatico nodo da sciogliere in questa attuale intrigata matassa”.

Quante possibilità ci sono affinché tutto si risolva al meglio ?
“Solo la buona volontà da parte di chi ha il dovere, nei confronti di tanti tifosi, di dare delle risposte immediate a questa drammatica situazione. Per far cambiare rotta a questa nave che sta affondando. Quando dico buona volontà intendo dire rispetto verso una intera città che ama la propria squadra”.

Pubblicato da Rosario Murro su calcopress.net

Potenza-Pescara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/8/2007

Domani il baby Pescara esordirà nel campionato di C1 nello stadio Viviani di Potenza.
Quello che si puo' dire sul Pescara purtroppo per noi riguarda solo vicende societarie e non il calcio giocato. Dopo l'ultimo Cda Claudio Di Giacomo è stato confermato alla vice presidenza con potere di firma mentre Enzo Nucifora sarà il nuovo direttore sportivo. Marco Bignone sarà probabilmente il direttore generale mentre Gianfranco Multineddu il team manager. Franco Lerda sarà il tecnico ma sarà presentato lunedì mattina a stampa e tifosi. Per quanto riguarda i rinforzi si parla di Ciccio Grabbi e Roberto Goretti.
L'obiettivo di Nucifora sarebbe quello di di trovare i giocatori disposti a giocare nel Pescara tra quelli che non rientrano nei piani delle società di B che sono costrette a chiudere le rose a 21 elementi. In due parole al Pescara solo scarti o giocatori in esubero che dir si voglia!.
Nell'incertezza generale biancazzurra e in considerazione del punto interrogativo che grava su ogni aspetto tecnico è possibile solo parlare dei nostri avversari.
Dopo anni di buio la piazza potentina rossoblù sta rivivendo un momento felice grazie alla famiglia Postiglione che attraverso un importante processo di risanamento societario sta riavvicinando il pubblico allo stadio.
Il Potenza neo promosso in C/1, allenato da Pasquale Arleo, è reduce da un buon 5-3 rifilato al NOICATTARO in coppa italia. I Rossoblù nel loro primo impegno hanno conquistano i tre punti in palio e hanno offerto una prima prestazione importante. A segno Cammarota e Berretti con una doppietta e Memè su calcio piazzato.
La prima gara del campionato pescarese al Viviani sarà diretta dal Sig. Magno Omar della sezione di Catania. Assistenti Roccasalvo di catania e Milazzo di Enna.

Biglietti:
I biglietti per i tifosi pescaresi sono a disposizione a Pescara presso i punti vendita del circuito TicketOne mentre nella città di Potenza i tagliandi sono disponibili presso gli abituali punti vendita:
- Tabaccheria Marino (Viale Marconi)
- Bar Primavera (Piazza XVIII Agosto)
- Bar Da Vito (Piazza Pignatari)
- Coluzzi Calzature (Via Pretoria)

Sardelle, risultati e marcatori 1a di C1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/8/2007

Il baby Pescara allo sbaraglio in quel di Potenza rimedia 4 prevedibili "sardelle" e torna a casa con la prima umiliazione di campionato.
Sorrento corsaro ad Arezzo. La Salernitana passa a San Benedetto. Crolla in casa la Pistoiese con il Lanciano. Il Taranto è sconfitto al Curi dal Perugia. Doppio poker del Gallipoli con la Massese.
Pareggio tra Lucchese e Crotone al Porta Elisa. L'Ancona regola la Juve Stabia al Del Conero. Pari tra Martina e Sangiovannese.
Questi i risultati e i marcatori:

Ancona-Juve Stabia 2-0
7’ e 25’ Basso

Arezzo-Sorrento 0-1
79’ Fragiello

Gallipoli-Massese 4-1
21’, 32’ e 40’ Di Gennaro (G), 42’ rig. Amodeo (M), 93’ Di Miceli (G)

Lucchese-Crotone 1-1
7’ Basso ©, 40’ Morello (L)

Martina-Sangiovannese 0-0

Perugia-Taranto 2-1
25’ e 31’ Ginestra (P), 92’ Mancini (T)

Pistoiese-Lanciano 0-3
9’ Giorgetti, 37’ Wilker, 83’ Lauria

Sambenedettese-Salernitana 1-3
32’ Ciarcià (Sal), 47’ Di Napoli (Sal), 87’ Marino (Sam), Ferraro (Sal)

Potenza-Pescara 4-0
Potenza(4-3-3): Iuliano, Tassone, Urbano, Cuomo(Malafronte), Meme, Cammarota, Dettori, Berretti, Grillo (Mencarelli) Galantucci (Bevo), Delgado.
Pescara(4-4-1-1): Bartoletti, Mottola, Vitale, Pomante, Fruci, Vicentini, Leone, Felci, L. Di Matteo (Scappaticci), M. Di Matteo(Vellucci), Ciofani (De Lucia).
Reti: 8' Glantucci, 36' Dettorri, 56' Berretti, 89'Delgado

INIZIANO LE UMILIAZIONI: 4-0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/8/2007

Come ampiamente prevedibile, il Pescara (primavera) rimedia la prima batosta in campionato ad opera del neo promosso Potenza: un 4 a 0 eloquente che la dice tutta sulla disparità dei valori tecnici delle due formazioni.

I baby biancazzurri hanno retto l’impatto con la gara fino all’1 a 0 (siglato all’8’) sfiorando un paio di volte il pari ma, arrivato il raddoppio al 36’, la gara è praticamente finita.
Nella ripresa i lucani bissano le reti del primo tempo (56’ e 89’) rifilando così un poker al “blasonato” Pescara che, grazie all’immobilismo di questa società, sta diventando la squadra zimbello d’Italia e stando così le cose, rischia di falsare il campionato per manifesta inferiorità tecnica.

Chiariamo un concetto: i calciatori non c’entrano nulla, anzi i piccoli biancazzurri stanno dando l’anima in campo e fuori adeguandosi alla situazione paradossale che vivono quotidianamente in cui anche il pernottamento è un problema!

Ancora riusciamo a capire i motivi per i quali Pincione abbia rilevato la società per poi disintegrarla e umiliarla in questo modo: tutti i pescaresi sono ormai arrivati al limite della sopportazione dello stucchevole atteggiamento della società e se non cambieranno le cose immediatamente c’è il serio rischio di “insurrezioni dei tifosi” stanchi di essere umiliati.

Pincione che finora non ha avuto il coraggio di metterci la faccia evitando di tornare a Pescara, si limita dagli USA a rilasciare dichiarazioni “on-line” dove continua nelle sue ormai celebri promesse: stavolta ha promesso l’acquisto in settimana di almeno 10 giocatori!!!

Inutile star ad elencare le tantissime promesse fatte e non mantenute (magari un giorno faremo una raccolta) ma ci limitiamo all’ultima: “ per la prima di campionato a Potenza scenderà in campo un Pescara competitivo”!!!

Se fallisse anche stavolta, Cugnoli potrebbe diventare la nuova Collodi…

Complimenti a ENRICO ROCCHI!!! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/8/2007

Nella prima puntata del mitico programma Replay quest’anno in onda su TV6, Enrico Rocchi nella puntata numero zero ha dato solo spazio alle telefonate dei tifosi senza avere ospiti in studio.
Il titolo della puntata è stato “dalla Paterna alla brace”.

Ascoltare il giornalista stasera è stata “musica per le nostre orecchie”: il mitico Enrico ha fatto secondo noi chiarezza su tutte le malefatte subite dal Pescara come nessun’altro giornalista aveva fatto mai finora, senza peli sulla lingua, accusando senza mezzi termini Paterna, i vari giornalisti “complici” di averlo coperto nel suo operato e poi Pincione.

Anzi, quando quest’ultimo è voluto intervenitre telefonicamente (cosa che Rocchi non voleva fare perché preferiva dar voce ai tifosi invece di sentire le solite promesse), non c’è stata storia nel contraddittorio con Rocchi che ha rinfacciato a Pincione tutte le promesse fatte e non mantenute (es. trattenere Luci e Vantaggiato, progetti faraonici, quotazione in borsa, etc, fino all’ultima della squadra competitiva per Potenza), di aver preso in giro la città e i simboli calcistici come Galeone, Camplone e Massara, e invitandolo più volte a farsi da parte perché non in grado di fare calcio.


Complimenti Enrico Rocchi, UNO DI NOI!!!


Domani a San Benedetto SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/8/2007

I Pescara Rangers per la prima "calda" trasferta dell'anno si muoveranno in treno.
L'appuntamento è per tutti alle ore 14 davanti la stazione centrale di Pescara: invitiamo tutti i tifosi biancoazzurri a seguirci per presentarci di nuovo in massa a San Benedetto del Tronto.

I biglietti per la trasferta sono disponibili da questa mattina presso la tabaccheria Camaioni in Via Benedetto Croce fino a questa sera alle ore 19.

TUTTI A SAN BENEDETTO!!!

PESCARA RANGERS 1976 L'IMPERO CONTINUA

Finisce 1 a 1 contro la Samb SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/8/2007

Finisce 1 a 1 il derby di Coppa Italia contro la Sambenedettese; al Riviera delle Palme il Pescara gioca una buona gara sfiorando più volte la vittoria non arrivata solo per le imprecisioni sotto porta e per gli ottimi interventi del portiere marchigiano Visi.
Il primo tempo finisce a reti bianche, ma è il Pescara a fare la partita e a impegnare Visi prima con De Lucia e poi con Leone dalla distanza.
Il baby Pescara passa in vantaggio con De Lucia (uno dei ragazzi più promettenti) al 58’ con un gran tiro dal limite dell’aria che trafigge l’estremo difensore rossoblu; al 73’ arriva il pari della Samb dovuto ad una dormita della difesa che permette all’ex Palladini (due minuti dopo espulso per doppia ammonizione) di servire su calcio piazzato Curiale che batte Aridità con un pallonetto.
Sul finale è ancora il Pescara a provare a vincere la gara, ma stavolta Visi fa il miracolo su colpo di testa di Cofani: peccato perché i nostri ragazzini avrebbero meritato maggior fortuna, ma è comunque un passo in avanti.

Certo è che la squadra deve essere puntellata in ogni ruolo e non saranno certo gli acquisti dei soli Packer, Fortunato e Romito a rendere la squadra un minimo competitiva….per salvarsi ovviamente!

Onore agli oltre cento tifosi biancazzurri che nonostante il giorno feriale, l’orario pomeridiano e la situazione che stiamo vivendo, erano come al solito presenti a portare in alto i colori della nostra città.

Formazione del Pescara di oggi: Aridità, Mottola, Pomante (Ciofani), Rapino, Vicentini, Leone (Scappaticci), Zappacosta, Felci, Vellucci, L. Di Matteo, De Lucia.

RICOMPATTIAMOCI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/8/2007

Naturalmente passano in secondo piano i 7 giocatori (Diliso, Romito, Caracciolo, Micco, Indiveri, Conti e Sansovini) bloccati oggi da Nucifora per rinforzare la squadra, visto che siamo investiti quotidianamente da notizie sconfortanti.

Solo negli ultimi 4 giorni siamo stati travolti dai vari eventi come: il sindaco che va a vedere la squadra a Potenza (!!!) non si sa per quale motivo, l’indagine sul presunto illecito di Vicenza Pescara causato dalle dichiarazione di Pincione, l’ipotesi di vendita della società alla Football Consulting Agency prima e alla cordata emiliana poi, fino alla probabile chiusura dello stadio a soli due giorni dall’esordio casalingo.

Come al solito siamo sempre e solo noi tifosi a dover pagare per magagne altrui: come si dice in questi casi, adesso stanno “cacxndo fuori dalla tazza”, TUTTI!!!
Ma è mai possibile che noi tifosi del Pescara dobbiamo SUBIRE sempre di tutto e di più?
Sembra che qui stiano veramente giocando con i nostri sentimenti e la nostra dignità che viene calpestata continuamente: è giunta l’ora di ricompattare tutto l’ambiente della tifoseria organizzata e non, lasciando da parte eventuali screzi passati.

Qui dobbiamo fare un corpo unico e lottare affinché non affossino definitivamente il NOSTRO Pescara Calcio1936, è un nostro dovere di tifosi muoverci e fare qualcosa per uscire da questo tunnel che sta diventando sempre più buio, ad incominciare ad esempio con l’essere presenti domenica allo stadio, aperto o chiuso che sia, ma dobbiamo essere in tanti.

NON LASCIAMO MORIRE IL NOSTRO PESCARA SENZA AVER PROVATO A FAR QUALCOSA!!!

SI GIOCA A PORTE APERTE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 31/8/2007

da Pescaracalcio.com

COMUNICATO STAMPA:
Rendiamo noto che la partita del 02/09/2007 Pescara-Lucchese si svolgerà regolarmente allo Stadio Adriatico di Pescara.
L’Osservatorio Provinciale ha dato il permesso per l’agibilità allo Stadio Adriatico e la partita si svolgerà regolarmente a porte aperte.

ore 19:Comunicato PESCARA RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 31/8/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA


ORA BASTA… IL TEMPO E’ SCADUTO !!!
Si è appena concluso il calciomercato e ci ritroviamo a dover fronteggiare una situazione che mai avremmo immaginato e voluto avere. Abbiamo contestato le precedenti proprietà e relative gestioni che hanno allestito squadre assolutamente poco competitive a soli venti giorni dall’inizio del campionato; ma ora si è davvero toccato il fondo. Alla seconda giornata di campionato abbiamo un “PRESIDENTE” completamente ASSENTE e NON INTERESSATO alle sorti della Pescara Calcio; un TOTALE CAOS a livello societario sicuramente controproducente per la Pescara Calcio.

Per questo NOI, PESCARA RANGERS diciamo : ORA BASTA.

Invitiamo quel “personaggio” che nessuno ha mai chiamato e desiderato di smetterla con le prese in giro e promesse faraoniche mai mantenute, accompagnate da atteggiamenti, parole ed espressioni colme di arroganza e presunzione, ad ANDARE VIA, a lasciare la Presidenza della Pescara Calcio e non importa quanti e quali giocatori ha portato, il campionato è iniziato e NOI ci stiamo più!!

Noi Pescara Rangers, non siamo mai stati strumentalizzati, manovrati o “assistiti” da nessun personaggio, sia esso politico, interno alla Pescara Calcio o semplice giornalista; ed è proprio questa mentalità e questo nostro modo di fare che ci permette di assumere le scelte migliori riguardo il nostro modo di operare, di contestare o meno, al contrario di alcune persone che si definiscono giornalisti, quando il termine più appropriato sarebbe Affaristi.

In questa situazione di CAOS gli unici a meritare il nostro incondizionato e costante sostegno sono i Ragazzi della Primavera che sfruttando il massimo delle loro potenzialità, lottando con la grinta e il cuore, ONORANO la nostra maglia, facendoci vedere dopo anni, veri calciatori legati ai nostri colori!!

Invitiamo pertanto l’intera cittadinanza a recarsi allo stadio, per la prima uscita casalinga contro la Lucchese, per far sentire il NOSTRO apporto alla squadra e per gridare la nostra rabbia!!


DAL 1976 PESCARA RANGERS … L’IMPERO CONTINUA

PESCARA - LUCCHESE 0-3 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/9/2007

La Lucchese espugna l’Adriatico sconfiggendo per 3 a 0 un volenteroso, ma inesperto Pescara.
Nonostante il gran caldo, nella primo tempo si assiste ad una partita vivace nonostante non ci siano state molte occasioni da rete: il baby Pescara (che ha potuto schierare solo Fortunato e Parker degli 11 nuovi acquisti) cerca di fare la partita puntando sulla velocità dei suoi giovani, mentre i rossoneri di Braglia, dall’alto del loro maggior tasso tecnico ed esperienza, si limitano a controllare le sfuriate dei biancazzurri che addirittura passano anche in vantaggio con De Lucia, ma la rete è annullata per fuorigioco.
Al 29’ viene espulso il capitano dei toscani Masini, reo di aver colpito al volto il biancazzurro Mottola. Potrebbe essere la svolta della partita per i pescaresi che invece di prendere fiducia dalla superiorità numerica, si ritrovano sotto di un gol per la rete un po’ fortunosa messa a segno da Bolzan al 42’: la sua punizione calciata dalla destra è carica di effetto, ma non viene toccata da nessuno e si insacca sulla destra del portiere Aridità
Ad inizio ripresa gli ospiti chiudono la gara: al 2’ su calcio d’angolo di Bolzan, Nocentini anticipa tutti sul primo palo trafiggendo nuovamente Aridità con un gran colpo di testa.
A questo punto il pur volenteroso Pescara cerca ancora di riaprire la gara, ma è la traversa a salvare Gazzoni su colpo di testa di De Lucia.
Al 25’ viene espulso Fortunato e si torna a giocare in parità numerica, ma il Pescara è ormai stanco e la Lucchese amministra agevolmente la gara colpendo di rimessa: la terza rete arriva nei minuti di recupero su calcio di rigore procurato e realizzato da Giglio.
Alla fine la squadra viene comunque applaudita dal poco pubblico presente che ha sempre sostenuto i calciatori, ma ha contestato tutta la società.
Speriamo ora che dal ritiro uscirà un Pescara più forte e anche più fortunato: quest’anno ci sarà da soffrire fino alla fine.

Pescara: Aridità, Mottola, Vitale, Vicentini (1'st Cani), Pomante, Fortunato, Felci, Leone, De Lucia, Di Matteo L. (34'st Ciofani M.), Packer (28'st Ciofani D.). In panchina: Bartoletti, Rapino, Calabrese, Fruci. All. Lerda

Lucchese: Gazzoli, Azizou, Bolzan, Briano, Nocentini, Zanetti, Dei, De Simone (10'st Bono), Zizzari (28'st Giglio), Bertolini (8'st Morello), Masini. In panchina: Cstelli, Guidi, Bonfanti, Renzetti. All. Braglia
Espulsi: 28' Masini, 25'st Fortunato
Reti: 42' Bolzan, 2'st Nocentini, 49'st rig. Giglio

Contestata la società, cacciato Renzetti SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/9/2007

E’ stato l’esordio stagionale all’Adriatico, ma sembrava la prosecuzione dello scorso campionato.

Mentre la squadra perdeva nuovamente in campo (i ragazzi della Primavera però sono soltanto da elogiare), la curva oltre a sostenere la squadra, contestava pesantemente tutta la società: striscioni contro Pincione fuori la nord, mentre ci sono stati cori contro lo stesso Pincione, Di Giacomo, Nucifora e Olivieri.

Da segnalare che all’inizio del secondo tempo è stato avvistato sulla gradinata in alto della curva nord Angelo Renzetti: appena “scovato”, è stato cacciato a molo modo dalla curva da alcuni ultras.

Coppa Italia e ritiro. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/9/2007

Domani alle ore 20.30 il Pescara incontrerà il Teramo (serie C2-b) per la 4a giornata di coppa Italia di serie C.
Nei biancazzurri, attualmente in ritiro a Porto San Giorgio, per preparare la gara di domenica con la Sangiovannese (San Giovanni Valdarno) saranno disponibili tutti i nuovi acquisti. La gara di Coppa Italia con la formazione abruzzese biancorossa potrebbe quindi essere un buon banco di prova per i nuovi arrivati. Arbitro della gara il Sig. Bagalini Roberto della Sezione di Fermo.
Per quanto riguarda il solito minestrone societario cè poco o tanto da dire. Tralasciamo quanto avrebbe dichiarato Pincione sullo Stadio e suoi Tifosi, in un'intervista apparsa sul Messaggero, perchè il tutto si commenta da solo.
Di concreto (o forse) cè che venerdì ci sarà l’assemblea generale e Pincione dovrà versare denaro per portare avanti i propri progetti o andare avanti almeno fino alla prossima scadenza. In agenda cè infatti la delibera per aumento di capitale che dovrebbe essere di tre milioni di euro. Soldi che servirebbero ad azzerare i debiti pendenti (1,5 milioni) e per ricomporre il capitale societario per la gestione corrente. Nel caso in cui ciò non dovesse avvenire potrebbe essere la Caripe, quale creditore pignoratizio, a subentrare all'attuale proprietà (con i tempi dovuti) e a gestire poi il passaggio di consegne a uno dei tanti discussi gruppi imprenditoriali presenti al capezzale della Pescara Calcio.

TERZO PARI IN COPPA: 1 - 1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/9/2007

Finisce 1 a 1 il derby di Coppa Italia contro il Teramo.
Probabilmente questa è stata l’ultima partita per vedere all’opera diversi ragazzi della Primavera che già da domenica potrebbero lasciare il posto ai nuovi acquisti; a causa dell’ampia rosa, molti di loro che finora hanno onorato alla grande la maglia biancazzurri, dovranno accontentarsi della formazione Beretti, visto che come noto la società di C non possono avere la squadra Primavera.

La gara, giocata in un clima invernale, ha riservato le principali note di cronaca nella ripresa, in particolare al 70’ quando l’arbitro decreta un rigore a favore del Teramo (e sono 2 rigori contro in 4 giorni) che però Margherita si fa respingere da Bartoletti.
Sul capovolgimento di fronte, il Pescara passa in vantaggio con un gran tiro di Fortunato: il difensore biancazzurro esulta togliendosi la maglia e col doppio giallo, rimedia la seconda espulsione in 4 giorni.
Quando sembrava fatta per il Pescara che avrebbe avuto un’iniezione di fiducia importantissima, arriva all’87 il pari dei biancorossi con Marolda che mette in rete su una respinta di Bartoletti.

Peccato perché la squadra gioca un buon calcio, ma commette ancora troppi errori banali che vengono subito castigati, così come è accaduto nelle ultime 4 partite.

Eroici i tifosi sugli spalti dell’Adriatico, nonostante tutto SEMPRE PRESENTI.

PARLIAMO DI CALCIO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/9/2007

In attesa (ma da quanto aspettiamo? è una vita che speriamo accada qualcosa ma poi niente, anzi accade sempre qualcosa che peggiora la situazione del momento) del 17 settembre per l’importante assemblea che si spera stavolta sia definitiva (almeno sapremo di che morte morire…), non resta che provare a parlare di calcio giocato, visto che tra le solite mille difficoltà, la squadra PESCARA CALCIO 1936 scenderà in campo per la terza giornata di campionato a San Giovanni Valdarno contro la locale formazione guidata da Nicola Caccia che attualmente ha un punto in classifica.

Ancora è chiaro se saranno schierati tutti i nuovi acquisti o meno, ma indicativamente questo potrebbe essere il nuovo undici iniziale:

Indiveri, Diliso, Conti, Romito e Micco; Felci, Leone, Caracciolo e Alfageme; Di Matteo e Sansovini.

Speriamo di iniziare a muovere la classifica e che un pizzico di fortuna ci accompagni, visto che finora è girato tutto storto sotto ogni punto di vista.

NONOSTANTE TUTTO E TUTTI, FORZA PESCARA CALCIO 1936

ARRIVA IL PRIMO PUNTO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/9/2007

Arriva il primo punto per il baby Pescara grazie al pari in terra Toscana con la Sangiovannese: finisce 1 a 1 e così riusciamo a muovere la classifica alla terza di campionato.

Stavolta è un Pescara meno brillante di quello sconfitto dalla Lucchese, ma più pratico.
Lerda come noto può schierare dei nuovi acquisti solo Indiveri in porta a Romito in difesa, mantenendo di fatto il blocco dei primavera che finora si sono ben comportati.
L’undici sceso in campo è stato il seguente:
Indiveri, Mottola, Pomante, Romito, Vitale, Zappacosta, Leone, Felci, Packer, Di Matteo e De Lucia.

La gara è stata avara di occasioni da rete e sostanzialmente il pari rispecchia i valori in campo: i due gol sono frutto di due mischie nelle rispettive aree di rigore.
I toscani passano in vantaggio già al 5’ con Cesaretti e il Pescara pareggia al 53’ con De Lucia dopo una bella incursione sulla fascia di Vitale.

L’attaccante biancazzurri è sicuramente il giovane che più di tutti si sta mettendo in mostra in questa prima fase della stagione e sicuramente avrà un gran futuro davanti a se (speriamo che in futuro non venga svenduto come al solito alla prima occasione per far cassa).
Nel recupero Pomante viene espulso per doppia ammonizione.

A fine partita si ripete la consueta scena con la squadra che va a salutare i tifosi sotto la curva; encomiabili entrambi, sia i “ragazzotti” che i tifosi che nonostante tutto, ci sono sempre e dimostrano con i fatti l’ATTACCAMENTO ALLA MAGLIA.

Questa è l’unica nota lieta di questo tremendo inizio di stagione.

INFO ABBONAMENTI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 11/9/2007

Oggi, mercoledì 12 settembre, è l'ultimo giorno utile per fare l'abbonamento.

Per quelli che lo hanno già fatto e che quindi sono in possesso del voucher, dovranno sostituirlo con la card elettronica presso il punto vendita dove l'hanno acquistato a partire da venerdì 14 settembre.

Già nella gara contro la Sambenedettese di domenica entrerà in vigore l'uso di tali tesserini, pertanto chi si presenterà allo stadio col voucher, non potrà entrare.

LA PRIMA VITTORIA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/9/2007

Davanti ad un centinaio di spettatori, arriva la prima vittoria stagionale per i biancazzurri che nell'ultimo turno di Coppa Italia di C battono la Sangiustese, formazione di Serie D, per 2 a 0.

Entrambe le reti nel primo tempo con Cani e Ciofani su rigore.
Vittoria che serve semplicemente per il morale e che comunque, nonostante le mille difficoltà, chiude la Coppa Italia con i "ragazzotti" imbattuti (3 pareggi e una vittoria).

Vittoria ben più significativa sarebbe quella di domenica nel derby contro la Samb nella quarta di campionato, ma la partita più importante ci sarà lunedì, quando sapremo inequivocabilmente se Pincione resterà o meno al comando della nostra società.

Fidejussioni, Dubai e scioperi. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/9/2007

L'ultimo problema biancazzurro si chiama fidejussione e viene pretesa per circa 180 mila euro dalla lega di serie C.
I rinforzi acquistati dal Pescara Calcio nell'ultimo giorno di mercato rischiano di non scendere in campo comntro la Samb in quanto i loro contratti non sono coperti da adeguata fideiussione per circa 180mila euro. Il tutto sarebbe nato dalla mancata ricapitalizzazione di Pincione ma il problema sarebbe, secondo la società, già risolto grazie ad una fidejussione garantita forse da Claudio Di Giacomo o forse dallo stesso Pincione tramite il famigerato conto biancazzurro a Dubai.
Entro la mezzanotte di oggi si dovrebbe quindi sapere se Macalli e la Lega di C daranno il nulla osta all'impiego dei nuovi acquisti mentre lunedì prossimo sapremo quali sono le reali intenzioni di Pincione.
Nella riunione del cda di lunedì invece sapremo qual esarà il futuro della Pescara Calcio. Se Pincione non dovesse far fronte alla "benedetta" ricapitalizzazione la Caripe potrebbe passare al comando della società. In pratica bisognerà vedere e sapere se i soldi presenti a Dubai di Pincione sono o meno immediatamente trasferibili a Pescara.
Nella perenne burrasca societaria bisogna anche registrare lo scongiurato sciopero del settore giovanile. Le squadre (primavera a parte) ora sono tutte al lavoro, comprese quelle degli Allevi (allenati da Maurizio Cialini) e dei Giovanissimi (allenati da Raffaele Di Zio). Cetteo Di Mascio, senza primavera, non andrà più in panchina ma sarà responsabile di tutto il vivaio biancazzurro.

Parlando di calcio si puo' dire solo che dopo l'incontro con la Sangiustese si conclude, dopo il primo turno, l'avventura di coppa italia per il Pescara 2007-08.
La classifica finale vede Samb e Teramo qualificate al passaggio al turno successivo. La classifica del primo turno vede infatti Teramo e Samb a 8 punti, Pescara 6, Sangiustese 3, Giulianova 1.
Domenica, contro la Sambenedettese, mister Lerda potrebbe avere a disposizione una formazione "completa" ma in ogni caso mancherà Pomante, squalificato per un turno.
Per finire segnaliamo che per i tifosi ospiti della Samb la Pescara Calcio, attraverso il suo sito ufficiale, offre la vendita online dei biglietti validi per la 4a giornata di Campionato di Serie C1 Girone B.

ARRIVA LA SAMB SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/9/2007

E' arrivato il momento di lasciar perdere le beghe societarie per un giorno e pensare al derby con la Samb che arriverà all'Adriatico con circa 700 tifosi al seguito per dar vita a quello che si preannunncia un bel derby, sia in campo che sugli spalti (peccato avere solo ora questa cornice di pubblico visto che gli ospiti hanno disertato l'Adriatico fino al 2002, meglio tardi che mai...).

Sarà interessante vedere quale undici manderà in campo mister Lerda, visto che per la prima volta avrà a disposizione tutti i nuovi tesserati.

Sarà importantissimo conquistare la prima vittoria stagionale che darebbe la spinta giusta per quella che si preannuncia come la settimana decisiva per le questioni societarie: se Pincione non riuscirà a versare quanto dovuto (ed è quello che sperano moltissimi i tifosi), pare che la Caripe abbia già pronto un imprenditore disposto ad acquisire la nostra società.
Le uniche info trapelate sono che si tratta di un imprenditore che è già stato nel mondo del calcio e che non è abruzzese: speriamo bene!


Ricordiamo infine che è necessario ritirare gli abbonamenti, perchè contro la Samb non saranno ammessi gli ingressi con i voucher.

Il derby adriatico e il PE anti Samba SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/9/2007

La Sambenedettese del presidente Marcello Tormenti e guidato dal tecnico Guido Ugolotti (ex giocatore di Roma, Pisa e Avellino) dopo aver agguantato il primo punto in campionato e la qualificazione al secondo turno di Coppa Italia di C arriva all'Adriatico di Pescara per un derby rivierasco che mancava dalla stagione 2002-2003.
L’ultima gara giocata dai rossoblu di sambenedetto allo stadio abruzzese risale alla semifinale playoff del primo giugno del 2003 quando gli uomini di Colantuono furono sconfitti per 2-0 con conseguente abbandono dei sogni di B.
Entrambe le formazioni si trovano all’ultimo posto ed hanno estrema necessità di vincere per risalire e quindi sarà di sicuro una sfida molto combattuta.
Per questa sfida Ugolotti riavrà a disposizione sia Soddimo che Santoni che hanno scontato il doppio turno di squalifica ma perde capitan Tinazzi appiedato dal giudice sportivo dopo l’espulsione contro il Lanciano. Tornano disponibili anche Giorgino ed Alteri che hanno smaltito l’influenza che li aveva colpiti nei giorni passati.
Per quanto riguarda il Pescara, dopo il primo punto conquistato in trasferta con la sangiovannese, Lerda avrà a disposizione praticamente una nuova formazione grazie allo sblocco della situazione dei nuovi acquisti rimasti ai box fino ad ora per la mancanza di una fideiussione richiesta dalla Lega per coprire l’ingaggio degli stessi. I "nuovi" nomi biancazzurri sono quelli di Ferrarese, Micco, Caracciolo, Conti, Sansovini e Di Liso a cui occorre aggiungere Indiveri e Romito, che hanno già esordito. Nel Pescara con tanti ingressi in rosa disponibili fa contro il solo Pomante in difesa che dopo l'espulsione di domenica scorsa guarderà la partita dalla tribuna.
Ecco la lista dei 20 giocatoti rossoblu che prenderanno parte al match di Pescara.
Portieri: Bindi, Visi
Difensori: Camisa, Galeotti, Santoni, Ferrini, Moi, Servi, Pistillo
Centrocampisti: Carboni, Giorgino, Marino, Cia, Morini, Palladini, Soddimo
Attaccanti: Alteri, Curiale, Olivieri, Romanelli.
Per quanto riguarda i biancazzurri la possibile formazione che scenderà in campo oggi alle 15.00 potrebbe essere così composta:
In porta Indiveri mentre in difesa ci saranno Diliso, Vitale, Romito e Conti (o Fortunato) a fare da centrali.
Esterni di centrocampo Felci, Micco o Di Matteo con centrali Ferrarese e Caracciolo. Per l' attacco due tra Alfageme, De Lucia e Sansovini.
Dalla città marchigiana sono attesi oltre 600 tifosi. Fino a ieri, infatti, erano stati venduti circa 450 tagliandi. Si attende anche un imponente spiegamento di forze dell'ordine con il compito di evitare qualsiasi contatto tra le due tifoserie.
Speriamo che a vincere sia come sempre il buon senso fuori dello Stadio e il Pescara Calcio in campo!
Tutti allo stadio!

Pe-Samb 4-1, cronaca e interviste SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/9/2007

La quarta giornata del campionato di C1 vede finalmente il Pescara vincere e convincere difronte al proprio pubblico in una partita sentita da entrambe le tifoserie. La gara bella e con un Pescara brillante ha regalato uno spettacolo che all'Adriatico ormai avevamo dimenticato.
La "nuova" squadra messa in campo da mister Lerda da un'ottima prova e convince per gioco e determinazione sempre sostenuta dallo splendido pubblico di casa. I biancazzurri di Lerda scendono in campo con un 4-4-2 che vede in avanti il duo De Lucia-Alfagemea.
La Samb risponde con un più cauto 4-5-1 che vede Curiale in attacco supportato alle spalle dagli esterni Cia e Soddimo.
La gara inizia con entrambe le squadre che alzano i ritmi e la Samb prova subito ad impegnare Indiveri che deve prima smanacciare in angolo un traversone di Cia e poi è costretto alla presa a terra su tiro di Soddimo. Il Pescara pero' è in giornata e risponde con Micco che ribatte in porta una palla respinta su tiro di Alfageme.
Proprio lo straniero biancazzurro va in gol al 13'. L'argentino proveniente dal Brescia, che fino alla sostituzione è stato tra i migliori in campo (sostituzione dovuta per una botta involontaria al naso rimediata da Palladini), imboccato da Di Liso gira a rete battendo Visi.
La reazione della Samb è flebile e una buon lavoro di centrocampo contiene le iniziative rossoblu'. Il primo tempo si chiude con il Pescara in vantaggio di una rete.
La ripresa si apre con il calcio di rigore conquistato e battuto da De Lucia che relizza il suo secondo centro stagionale.
Sul due a zero Mister Lerda inizia le sostituzioni e inserisce Luca Di Matteo e Sansovini (debutto stagionale) che troveranno entrambi nel finale il gol.
Al 32'st, infatti, Sansovini porta palla in contropiede e prova la conclusione con Visi che ribatte ma la palla finisce a Di Matteo che fa sedere Ferrini sulla linea di porta e manda in rete la sfera.
Al 41'st la rete della bandiera per la Samb che in un batti e ribatti trova pronto Curiale che risolve mandando la palla in rete. Dalla ripartenza a centrocampo arriva il quarto centro biancazzurro con Sansovini che, in contropiede, salta il proprio avversario e trafigge per la quarta volta Visi.
Insomma un bel Pescara che lascia facilmente entusiasti grazie anche alla vittoria particolare di un derby adriatico da tutti molto sentito. Non bisogna pero' cullarsi sui facili entusiasmi ricordando che la Samb non attraversa un buon momento. Dunque godiamoci finalmente la vittoria e continuiamo a sostenere la squadra.
Nel finale di gara il tecnico dei marchigiani Mister Ugolotti si dice molto deluso dalla prestazione dei suoi Cosi' il tecnico della Samb: "in questa partita abbiamo avuto all’inizio delle occasioni dove potevamo andare in vantaggio. E’ un momento difficile e i miei giocatori non hanno dimostrato carattere. A questo punto occorre guardarsi in faccia. Ora dovrò anche cambiare le valutazioni su alcuni elementi. Oggi ho notato anche che ci sono dei problemi sulle cose basilari del calcio. Dobbiamo chiedere assolutamente scusa per queste prestazioni indecorose e condivido il malcontento della tifoseria che giustamente ci ha contestato. Il Pescara, seppur a corto di preparazione, a differenza nostra, ci ha messo tantissima voglia. Oggi non abbiamo proprio giocato. L’episodio del rigore ci ha dato la mazzata finale. Se dovessi rigiocare la gara rifarei le stesse scelte".
Mister Lerda invece sottolinea la grande prestazione in un momento delicato sottolineando che l'obiettivo stagionale è la salvezza:"E' stata una grande vittoria che ci fa ben sperare per il futuro. Questa è una piazza che con la serie C non c’entra nulla. Spero che i tifosi ci stiano vicini anche in futuro. Il nostro obiettivo rimane la salvezza".
Per finire ricordiamo la CLASSIFICA: Potenza 10 Lanciano, Ancona, Salernitana 8, Gallipoli, Lucchese, Taranto e Perugia 7 Arezzo 6 Crotone 5 Sorrento, Massese e Pescara 4 Sangiovannese e Martina 3 Juve Stabia 2 Samb e Pistoiese 1

Il Tabellino:
Pescara: Indiveri, Di Liso, Fortunato, Romito, Vitale; Felci, Ferraresi, Caracciolo, Micco; Alfageme, De Lucia.
A disp: Aridità, Conti, Leone, Packer, Di Matteo, Zappacosta, Sansovini.
Samb: Visi, Pistillo Servi, Galeotti, Ferrini, Marino, Giorgino, Romanelli, Soddimo, Curiale, Cia.
A disp: Bindi, Moi, Camisa, Olivieri, Palladini, Morini, Alteri
Reti: 13' Alfageme -55' De Lucia (Rig)- 79' Di Matteo - 87' Curiale -88' Sansovini.
Ammoniti: Diliso, Servi, Caracciolo, De Lucia
Note: spettatori 4.000 circa. Nel primo tempo invasione di campo pacifica da parte di un tifoso che attraversa tutto il campo per andare a "salutare" i tifosi marchigiani.

ENNESIMA PROROGA PER PINCIONE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/9/2007

La scadenza era arrivata, eravamo da tempo tutti in trepida attesa di conoscere definitivamente se Pincione fosse rimasto alla guida della società o meno (se quindi i soldi dichiarati depositati nella banca di Dubai fossero reali e disponibili per la società), ma per l’ennesima volta dobbiamo assistere ad un nuovo rinvio.

Dall’assemblea straordinaria della Pescara Calcio tenutasi nello studio del notaio Amicarelli alla quale Pincione è intervenuto in videoconferenza, non si è giunti a nulla di definitivo come tutti speravamo: si è infatti concessa un’altra settimana di tempo a Pincione per poter effettuare materialmente il versamento della somma di denaro utile alla ricapitalizzazione.

Non entriamo nel merito delle questioni tecniche, però ci limitiamo a constatare che sono mesi che su svariati argomenti sentiamo parlare di ultimatum che puntualmente vengono prorogati: speriamo che stavolta sia l’ultima.

Tra l’altro quello che ci è più difficile comprendere è come sia possibile che nel terzo millennio in cui con un semplice click si muovono ingenti quantità di denaro da un posto all’altro del pianeta, per la Pescara Calcio occorrono settimane solo per verificare l’esistenza e la disponibilità di nemmeno due milioni di euro!

Non resta che fare il solito: aspettare!


CON I RANGERS A CASTELLAMMARE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/9/2007

I Pescara Rangers per la trasferta di Castellammare di Stabia i muoveranno in pullman!!

Come sempre e da trent'anni a questa parte continuiamo e continueremo a portare il nome di Pescara in giro per l'Italia Onorati e Fieri di essere PESCARESI!!!

Per informazioni e prenotazioni entro e non oltre venerdì dalle ore 18:30 alle 20:30 presso il bar Mystic sotto la Curva Nord "Marco Mazza"!!

TUTTI IN TRASFERTA!!!!!

 

...DAL 1976 L'IMPERO CONTINUA !!!

A CASTELLAMARE PER VINCERE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/9/2007

In attesa di risolvere una volta per tutte le questioni societarie, la squadra si appresta ad affrontare la trasferta di Castellamare di Stabia che potrebbe già dare una piccola svolta al campionato dei biancazzurri.
La gara rivestirà molta importanza soprattutto se sarà confermata l’ottima prova contro la Samb: l’eventuale vittoria in terra campana confermerebbe la bontà dell’organico e infiammerebbe la piazza per il derby della prossima settimana quando all’Adriatico arriverà l’Ancona.
E’ una gara che i biancazzurri hanno tutte le carte in regola per vincere, ma scendere in campo con la mentalità sbagliata sarebbe fatale e si rischierebbero figuracce che in questo momento non ci possiamo permettere.
Probabile in attacco l’esordio dal primo minuto di Sansovini che sarà preferito a De Lucia per le sue caratteristiche fisiche da contropiedista

Come al solito la squadra sarà seguita dai ragazzi della nord capitanati dai Pescara Rangers.

Probabile formazione
Indiveri, Diliso, Romito, Fortunato, Vitale; Caracciolo, Ferraresi, Micco, Di Matteo, Alfageme, Sansovini


AVANTI COSI' PESCARA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/9/2007

Il Pescara conquista i tre punti anche a Castellammare di Stabia vincendo 1 a 3 (Felci, Sansovini, Felci) e, oltre al balzo in avanti in classifica, dà continuità alla bella vittoria di domenica scorsa.
Nonostante i campani non siano una big, i biancazzurri portano a casa i tre punti con una prestazione convincente segnando 3 reti in trasferta e su un campo in erba sintetica.

Da quando c’è la squadra titolare, cioè nelle ultime due gare, la squadra ha segnato ben 7 reti (subendone due), ha dimostrato di giocare un buon calcio e soprattutto ha evidenziato una panchina all’altezza della situazione, visto che mister Lerda ha saputo dare la giusta quadratura alla squadra e all’occorrenza ha azzeccato i cambi, a dimostrazione anche di uno spogliatoio unito.

Sembra veramente tutta un’altra musica rispetto alle sconcertanti vicende societarie di cui evitiamo di parlare perché stufi: l’importante ora è non esaltarsi troppo e cercare di continuare a tener ben separati l’aspetto tecnico da quello societario.

Ben venga invece l’entusiasmo della piazza che ha un gran voglia di tornare a gioire dopo le recenti umiliazioni dello scorso anno: è un campionato da vivere domenica dopo domenica senza fissare obiettivi, ma senza neanche porsi limiti.

Questi ragazzi stanno onorando al meglio la maglia biancazzurra e meritano di essere sostenuti: sarebbe il caso quindi di tornare a riempire l’Adriatico per dare la spinta che si meritano, già a partire dalla prossima gara che si preannuncia molto stimolante sia in campo che sugli spalti, visto che ci sarà il “derby dell’Adriatico” con l’Ancona.


Questa la formazione vittoriosa oggi:
Indiveri, Di Liso, Romito, Fortunato, Vitale; Felci, Ferraresi, Caracciolo (Leone), Micco; Sansosivini (De Lucia), Alfageme (Packer).


la 5° giornata SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/9/2007

La quinta giornata del campionato di C1/B si conclude con il Potenza agganciato in vetta da Ancona e Salernitana con 11 punti, ma primo in media inglese. Il Pescara in classifica balza al 5° posto con Perugia e Taranto a quota 7 ma sui biancazzurri pende la scure della penalizzazione per i ritardi nei pagamenti dovuti alla lega.

Ancona-Massese 2-1
7’ Mastronunzio (A), 44’ Pippi (M), 89’ Nassi (A)

Gallipoli-Pistoiese 1-1
5’ Motta (P), 15’ Morello (G)

Juve Stabia-Pescara 1-3
21’ e 70’ Felci (JS), 54’ Sansovini (JS), 82’ aut. Diliso (JS)

Martina-Crotone 1-5
17’ Dal Rio (C), 31’, 47’ e 78’ Ghezzal (C), 44’ Guariniello (M), 87’ Espinal (M)

Perugia-Arezzo
Posticipo lunedi` ore 20.45

Potenza-Lanciano 0-0

Salernitana-Taranto 3-2
7’ e 73’ Cutolo (T), 39’ Ferraro (S), 56’ Cardinale (S), 87’ Di Napoli (S)

Sambenedettese-Sorrento 1-1
71’ Galeotti (S), 81’ Sibilli (P)

Sangiovannese-Lucchese 1-1
12’ Scucugia (S), 88’ Zanetti (L)

CAPOCANNONIERE: DI GENNARO (Gallipoli) con 5 reti


Juve stabia in vendita e sala stampa SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/9/2007

Il 3-1 subito in casa dallo Juve Stabia scatena la rabbia dei tifosi nei confronti del patron. In sala stampa, smentito l'interesse di altre cordate, il proprietario gialloblu' Cesarano saluta tutti e annuncia l'addio definitivo.
I duri cori subiti dopo l'umiliazione interna per 3-1 con il Pescara, spingono Cesarano a dimettersi: "Invito l'assessore Cuomo a sedersi qui con me, da questo momento annuncio a Comune, Stampa e tifosi che anticipo il mio addio e già da stasera lascierò Castellammare. Non voglio più aver niente a che fare con chi mi ha trattato la seconda volta così, dopo i sacrifici che ho fatto per salvarla nell'era D'Arco. Da domani non pagherò più un euro per emolumenti o contributi, se ci sono persone interessate a prelevare la società bene, altrimenti da questo momento la Juve Stabia non esiste più. Liquiderò i giocatori e li inviterò a rescindere i contratti subito, non tornerò mai più nella città di Castellammare di Stabia".
Le dichiarazioni di Michele Cesarano segnano l'inizio di uno dei momenti più difficili degli ultimi anni per la Castellammare sportiva.

Al termine della gara l'allenatore biancazzurro Franco Lerda descrive una gara convincente per i suoi ma ribadisce l'obiettivo salvezza del Pescara. Per il tecnico biancazzurro è dunque presto per pensare a qualcosa di piu' di una salvezza tranquilla sottolineando che bisognerà aspettare altre 5 o 6 gare per conoscere il reale valore di questa squadra.
Cosi' Lerda: “Abbiamo interpretato bene la partita: certo il risultato fa sembrare che sia stata una passeggiata, ma non è stato cosi’. Nel primo tempo siano stati fortunati nell’episodio del palo della J.Stabia, ma poi abbiamo sicuramente meritato la vittoria per quanto fatto vedere.Elogio tutta la compagine per lo spirito e l’umiltà mostrate specie in questo difficile momento societario. Sono arrivati giocatori esperti che possono aiutare i tanti giovani che abbiamo in organico, come per esempio Di Matteo. Il nostro obiettivo resta una salvezza tranquilla e far un buon campionato. Lasciamo far passare altre 5-6 giornate per capire meglio i valori in gioco in questo girone. Certo il Pescara è squadra di blasone, ma non dimentichiamo che negli ultimi 6 anni e’ retrocessa ben 4 volte”.

Comunicato Pescara Rangers SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/9/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA


30/09/07 … Arriva l’Ancona


I Pescara Rangers invitano tutti i tifosi del delfino a recarsi ed a riempire lo stadio Adriatico in occasione del derby contro gli odiati marchigiani.
Pescara – Ancona non è solo la partita che manca da quasi sette anni ma è anche l’occasione per rinnovare il Nostro incondizionato appoggio e sostegno ai nostri giocatori, le uniche persone meritevoli di rappresentare i colori storici della squadra della nostra città, perché con il loro impegno e la loro grinta stanno raggiungendo risultati che ripagano i nostri sacrifici e ci permettono di sognare…


FORZA RAGAZZI !!!


TUTTI ALLO STADIO


….. L’IMPERO CONTINUA !!!

Ecco l'Ancona di Schiavoni. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/9/2007

Sarà perché l'Ancona non fa visita al Pescara da 7 anni (l'ultima volta il 1° novembre 2000, 3-2 per i dorici con le reti di Parente, Castiglione ed Albino), sarà soprattutto per il primo posto in classifica, ma domenica all'Adriatico saranno tanti i tifosi biancorossi. La macchina organizzativa dei tifosi dorici si è subito messa in moto e per domenica potrebbero essere piu' di 800 i sostenitori biancorossi presenti a Pescara.
In risposta i tifosi biancazzurri capitanati dai Pescara Rangers promettono di offrire la giusta cornice di pubblico per sostenere una squadra che sembra aver ricompattato i tifosi per l'impegno profuso dalla squadra nella difesa dei colori.
A Pescara dunque, una volta tanto, in attesa dell'Ancona capolista, non si parla piu' di beghe societarie (o se ne parla poco). Anche la scure pendente della possibile penalizzazione di punti non offusca l'entusiasmo della tifoseria in vista di una gara molto sentita.
Dopo le angosce dello scorso campionato con la salvezza ai play out, l'Ancona del presidente Giampiero Schiavoni guidata da Francesco Monaco (ex Ascoli e Lanciano) arriva a Pescara da capolista di girone. Reduci da un pareggio con il Lanciano e da una vittoria interna per 2-1 con la Massese, i marchigiani sono pero' in leggero affanno e proprio nella partita con la Massese hanno offerto una prestazione non esaltante. La trasferta pescarese si presenta, per i biancorossi, come una tappa cruciale per il proseguo del campionato e mister Monaco per il derby adriatico dovrà fare a meno di Albanese (convocato in rappr.va under 20) Galuppo, Di Fausto e Puglia fuori per infortunio. In compenso il tecnico dorico contro il Pescara ha a disposizione in avanti Nassi (a segno con la Massese) che puo' utilizzare in coppia con Lacrimini o Mastronunzio (capocannoniere con tre reti).
Sulla partita contro i biancazzurri il tecnico anconetano, in un'intervista rilasciata al Corriere Adriatico, definisce il derby di Pescara "un ostacolo difficile".
Così Monaco: «Sotto l’aspetto mentale e fisico dobbiamo cominciare e prepararci bene perchè quello che affronteremo all’Adriatico non è più il Pescara delle prime giornate. Sono arrivati giocatori esperti e di categoria come Indiveri, Di Liso, Ferrarese, Caracciolo, Leone, Sansovini. Sono gasati anche loro dopo le due vittorie consecutive. Poi è anche un derby molto sentito... insomma la solita battaglia».


Da Ancona in 500 e partita in TV. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/9/2007

In 500 all’“Adriatico”. L’obiettivo per la tifoseria dorica organizzata, allo stato attuale delle cose, è di arrivare almeno in 500 all'Adriatico. La prospettiva verosimile relativa al numero di supporter biancorossi che domenica giungeranno a Pescara per appoggiare l’Ancona si è ridimensionato nel corso della settimana.
I biglietti venduti sono circa la metà di quelli disponibili, ma stando alle prenotazioni ricevute dei club organizzati, sommati ai partenti in treno o con mezzi propri, la stima dei tifosi biancorossi dovrebbe essere intorno a 500 unità.

La gara PESCARA CALCIO - AC ANCONA sara' diretta dall' Arbitro Sig. Carlo MARROCCO di Pisa che sarà coadiuvato dagli assistenti Sig. CHIARI di Terni e Sig. DOBOSZ di Roma 2.

Per i possessori di un ricevitore satellitare, il derby Pescara-Ancona potrà essere visto anche in televisione al canale 891 di E’tv Marche, così come sarà visibile in streaming presso il sito www.etvmarche.it.

IL PESCARA C'E', MA VINCE L'ANCONA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/9/2007

L’Ancona si aggiudica il derby passando 3 a 1 all’Adriatico contro un Pescara bello, ma poco concreto.
I biancazzurri scendono in campo col solito piglio e dopo due minuti sono già in vantaggio con un bel colpo di testa di Sansovini su assist di Alfageme: per il brevilineo attaccante è la terza rete consecutiva.
E’ il solito Pescara che non concede nulla agli avversari e impone un ritmo forsennato alla gara e per 30 minuti schiaccia i marchigiani nella propria metà campo: dirompente sulle fasce e veemente in avanti dove su tutti giostra uno strepitoso Alfageme.
L’argentino arriva sempre primo sul pallone, salta puntualmente l’uomo e fa salire la squadra favorendo l’inserimento dei centrocampisti: è lui l’uomo in più del Pescara.

Al 36’ però infortunatosi deve abbandonare il campo sostituito dal pur bravo De Lucia che però ha le stesse caratteristiche tecniche: da qui inizia a prendere coraggio l’Ancona complice anche una direzione di gara discutibile dell’arbitro Marrocco di Pisa che, dopo aver negato un rigore a Caracciolo apparso almeno dubbio, fischia tutto contro i biancazzurri fermandoli ogni volta che passano il centrocampo.
Dopo tante punizioni concesse ai marchigiani, allo scadere arriva il pari dell’Ancona con l’ex Caremi, complice anche una distrazione difensiva.

La ripresa si apre con lo stesso copione del finale del primo tempo: l’arbitro permette ai marchigiani di praticare un gioco molto duro, punendo invece puntualmente il minimo contatto o fuorigioco dei biancazzurri.
Inevitabilmente il match si incattivisce e ne fa le spese mister Lerda che viene espulso per proteste.
I biancazzurri si innervosiscono e prendono il secondo gol ad opera di De Suosa su un’azione molto simile al primo gol; non bastano gli ingressi di Di Matteo e Leone a pareggiare, visto che al 32’ Miglietta indovina il gol della domenica con uno splendido tiro da fuori area che batte all’angolino Indiveri.
A questo punto la partita finisce, nonostante i biancazzurri provino in tutti i modi ad accorciare le distanze, spinti come sempre da una curva meravigliosa che li ringrazierà a fine gara.

Peccato perchè in campo non si è vista la differenza di punti in classifica, ma questo è il calcio.

Ora non bisogna demoralizzarsi e lunedì occorrerà fare punti nel posticipo di Taranto, in attesa dei maledetti punti di penalizzazione che arriveranno grazie alla inoperosità dell’attuale dirigenza la quale non vediamo l’ora tolga il disturbo, nessuno escluso.


il Pescara di oggi:
Indiveri, Diliso, Romito, Fortunato, Vitale (18'st Di Matteo L.), Felci, Caracciolo (20'st Leone), Ferraresi, Micco, Alfageme (36' De Lucia), Sansovini.

 

TORNANO GLI ABBONAMENTI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/10/2007

Da domani e fino alla prossima gara interna con l’Arezzo, sarà riaperta la campagna abbonamenti.

E’ l’occasione giusta per chi non l’avesse fatto prima, di dare un segnale forte ai ragazzi che stanno onorando sul campo la nostra maglia disonorata dalla dirigenza:
i ragazzi di mister Lerda hanno dimostrato di meritarsi l’apporto di più gente possibile e, soprattutto in vista delle imminenti penalizzazioni, sarà necessario ancor di più l’apporto di tutti noi tifosi.


ABBONATEVI


A TARANTO SENZA ALLENATORI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/10/2007

Entrambi gli allenatori Lerda e Manari sono stati squalificati dal giudice sportivo e quindi non potranno essere in panchina nel posticipo di lunedì a Taranto.

La società invece è stata multata di € 2.000 per lancio di petardi.

 

Sul fronte societario sembra arrivata al capolinea l’avventura (e che avventura!) di Pincione & Co. che presto potrebbero dimettersi facendo posto al gruppo Soglia insieme alla Caldora e Barberini, ma preferiamo sorvolare sulle questioni societarie fin quando non ci saranno notizie ufficiali, visto che abbiamo assistito a 9 mesi di chiacchiere che hanno partorito solo oscenità.

Speriamo bene e che eventuali nuovi proprietari ridiano almeno la dignità ai tifosi biancazzurri.


A TARANTO CON I RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/10/2007

I Pescara Rangers per la trasferta a Taranto di Lunedì 8 Ottobre si muoveranno in pullman, è inutile ricordare l'importanza del sostegno alla squadra in questo momento, l'amore verso questi colori non ha ostacoli, per noi esiste solo il Pescara 7 giorni su 7 !!!

Per info e prenotazioni rivolgersi presso il bar Mystic sotto la Curva Nord entro e non oltre Venerdì dalle ore 18:00 alle ore 20:30.

TUTTI A TARANTO!!!

PESCARA RANGERS 1976 L'IMPERO CONTINUA


I SOGLIA PRENDONO IL PESCARA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 5/10/2007

Da qualche ora Pincione non è più il proprietario del Pescara: il pacchetto azionario è infatti passato alla famiglia Soglia la quale sarà affiancata da un imprenditore locale, al momento sconosciuto.

L’importante era cambiare società per evitare l’imminente fallimento che quindi sarà scongiurato grazie alla ricapitalizzazione che effettuerà la famiglia campana.

I Soglia, che operano nel campo alberghiero, dovrebbero essere una famiglia affidabile e seria non solo dal punto di vista economico, ma con quello che abbiamo passato negli ultimi anni, dall’ultimo Scibilia a Paterna e poi ancora con Pincione, applaudiremo i nuovi proprietari quando vedremo e toccheremo con mano l’operato.

Certo è che sono partiti col piede giusto, visto che ci hanno tolto di mezzo Pincione & Co. e non hanno aspettato il fallimento della società per poterla acquistare a quattro soldi, come nelle probabili intenzioni di molti imprenditori locali.

Resta da vedere chi sarà il partner locale: speriamo non sia nessuno che si sia mai accostato alla società, quindi nessun ex socio/proprietario, VOGLIAMO GENTE NUOVA.

In attesa della presentazione che dovrebbe avvenire nel fine settimana, sarebbe cosa gradita che coloro i quali non si sono abbonati, sfruttassero quest’occasione per farlo: torniamo a riempire l’Adriatico.

Abbonamenti fino a mercoledì SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 6/10/2007

Saranno in vendita fino a mercoledì gli abbonamenti per chi vorrà assistere, allo stadio, alle restanti quattordici gare casalinghe del Pescara. I prezzi vanno dagli 80 euro della Curva Mazza ai 140 della Tribuna Maiella. Acquistabili anche le poltronissime rosse 425 euro. Sono previste naturalmente riduzioni per ragazzi, donne ed anziani. Vendibili anche i cosiddetti abbonamenti familiari a costi molto vantaggiosi.
Le rivendite sono le solite, consultabili sul sito ufficiale .
www.pescaracalcio.com
ABBONATEVI TUTTI!!!


Tutto su Taranto-Pescara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/10/2007

Domani il Pescara scenderà in campo allo Iacovini di Taranto per il posticipo della 7° giornata del campionato di C1 B (diretta su raisport sat ore 20.45, arbitro Sig. La Rocca di Ercolano).
La trasferta pugliese vede i biancazzurri opposti al nuovo Taranto sport, rifondato nel 2004, guidato dal presidente Luigi Blasi e allenato dal tecnico Marco Cari (ex Teramo, Fermana e Perugia).
Il Taranto, a quota 8 punti in classifica, proviene da una sconfitta a Salerno e un pareggio ad Arezzo. L'ultima vittoria per i rossoblù risale alla quarta giornata di campionato nell'incontro casalingo con il Gallipoli. La situazione dei pugliesi attualmente non esaltante promette una gara contro i biancazzurri mirata al rilancio di classifica. Il tecnico rossoblù dovrà pero' fare i conti con assenze e indisposizioni. Ascenzi è l'unico attaccante disponibile (salvo un recupero in extremis di Dionigi). Assente Mancini al quale si sono aggiunti dalla scorsa settimana anche Caccavallo e Cammarata (grande ex biancazzurro). In compenso il Taranto recupera l’argentino Cejas, Cavallo e Migliaccio, ma tutti e tre scenderanno in panchina.
Il tecnico di Ciampino, quindi, dovrà adattare i disponibili con un modulo ad hoc per il Pescara. Probabile uno schieramento rossoblù con un 4-3-2-1 con Ascenzi in attacco al posto dell’infortunato Cammarata e l’inserimento di Marsili a centrocampo dal primo minuto.
Questi i 21 convocati del Taranto da mister Cari: Portieri: Barasso, Faraon; Difensori:Tesser, Di Bari, Pastore, D`Alterio, Ungaro, Colombini, Zaccanti, Migliaccio; Centrocampisti: De Falco, Sciaudone, Marsili, Malagnino, Cavallo, De Liguori, Cejas; Attaccanti: Zito, Cutolo, Pellecchia, Ascenzi.
Il Pescara, dopo la sconfitta interna ad opera dell’Ancona, assolutamente indigesta, spera di rifarsi nel posticipo e scenderà in riva alla Jonio forte di una nuova proprietà ma soprattutto con un morale e una tifoseria alle stelle.
Per la gara di domani sera, mister Lerda è intenzionato a schierare il Pescara con un tradizionale 4-4-2.
Tutti disponibili in casa biancazzurri ad eccezzione di Alfageme. L'argentino nell'ultima gara casalinga, contro i chierichetti dell'Ancona, era stato costretto ad abbandonare il campo di gioco anzitempo perchè fatto ripetutamente bersaglio dei dorici (con la complicità di un arbitro quantomento distratto) e in settimana non si è allenato con continuità. Il tecnico Lerda (ex rossoblù) potrebbe fare a meno del numero 10 argentino sostituendolo fin dal primo minuto con l'ottimo De Lucia.
Nel Pescara dovrebbe riproporsi la formazione dell'ultima gara ma probabilmente si verificheranno degli avvicendamenti nella formazione. Oltre al possibile impiego di De Lucia potrebbero esserci novità in difesa dove Conti o Pomante potrebbero sostituire Romito (inseguito dal Taranto nel corso del mercato estivo). Contro gli jonici possibile anche l’impiego sulla fascia di Vicentini.
Questo il probabile undici iniziale : Indiveri, Di Liso, Romito, Fortunato, Vitale, Felci, Caracciolo, Ferraresi, Micco, De Lucia, Sansovini.

TARANTO-PESCARA: I PRECEDENTI
Dopo 4 anni ritorna anche una classica come Taranto-Pescara. Le due squadre nella loro storia si sono incontrate numerose volte sempre tra campionati di serie B e di serie C. L`ultima gara disputata in serie B coincide proprio con l`ultima vittoria del Taranto (stagione 1991/92, Taranto-Pescara 2-1).

L`ULTIMO PRECEDENTE.
L`ultimo Taranto-Pescara si giocò 4 anni fa (stagione 2002/03, campionato di C1). La squadra abruzzese che poi a fine stagione festeggiò la promozione in serie B attraverso i play-off, il 13 aprile 2004 umiliò gli uomini di mister Brini con un seco 4-0. In gol ci andarono Apa, Biancone (doppietta) e Filippi (autorete).

CURIOSITA`
Il Taranto non riesce a battere il Pescara allo "Iacovone" da 15 anni. Era la stagione 1991/92 e il 7 giugno 1992 si giocò proprio Taranto-Pescara. La gara terminò 2-1 per i rossoblù grazie ad una doppietta di Lorenzo.

STATISTICHE
In totale ci sono 24 precedenti con 14 vittorie del Taranto, 5 pareggi e 5 sconfitte. Sono 26 i gol segnati e 14 quelli subit.


GERARDO SOGLIA E' IL PRESIDENTE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/10/2007

Gerardo Soglia è il nuovo presidente del Pescara.

Il nuovo Cda è composto anche dal fratello Francesco, i sigg. Onesti e Russo (collaboratori di fiducia del presidente) e a sorpresa anche Di Giacomo (!).

La presentazione ufficiale dovrebbe esserci a metà settimana, mentre già domani Francesco Soglia seguirà la squadra a Taranto.


Comunicato PESCARA RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/10/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA

 


Finalmente dopo mesi passati tra incertezze generali proclami e forte rischio fallimento, forse, possiamo tornare a pensare al calcio,quel calcio che piace a noi, fatto di stadi, di tifo, di colore e di passione.
Usiamo la parola “forse” perché purtroppo troppo spesso negli ultimi anni ci siamo dovuti ricredere sui “personaggi” che si sono avvicendati alla presidenza della nostra amata Pescara Calcio.
Abbiamo vissuto nel pomeriggio di Domenica ore di attesa prima che, finalmente, si potesse tirare un sospiro di sollievo e mettere fine alla farsa chiamata “Pincione” che ci ha fatto vivere il peggior periodo in settant’anni di gloriosa storia!!

Noi Pescara Rangers ci sentiamo di distaccarci dal gesto di qualcuno che, durante la conferenza stampa ha messo la Nostra sciarpa al collo del nuovo Presidente della Pescara Calcio. Questo comunicato non vuol essere per alcun motivo una condanna al Sig.Gerardo Soglia anzi vogliamo far capire quanto siano importanti per NOI i colori biancoazzurri, vogliamo spronare la nuova proprietà affinché riporti la nostra squadra nel posto che merita e riacquisisca il prestigio che aveva.

Ricordando inoltre che rifiutiamo, per qualsiasi motivo, gente come Iaconi, Oliveri e Di Giacomo, indegni di essere solamente accostati al nome Pescara Calcio per la loro infamia, arroganza e interesse per il solo proprio tornaconto economico!!

BUON LAVORO PRESIDENTE

 

DAL 1976 .... L’IMPERO CONTINUA !!!


BUON PARI A TARANTO: 1 - 1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/10/2007

Il Pescara del nuovo corso Soglia, prende un punto prezioso allo Jacovone di Taranto al termine di una gara con poche occasioni da rete, ma giocata intensamente da entrambe le squadre.

Il Taranto fa la partita e il Pescara gioca di contenimento affidandosi al contropiede di Sansovini che stasera è stato affiancato dall’ottimo Di Matteo.

L’episodio che potrebbe determinare l’esito della gara si registra al 53’quando per un fallo di mano di Diliso i pugliesi usufruiscono di un calcio di rigore: Cutolo tira forte e angolato, ma Indiveri si distende sulla sua destra e riesce a toccare con le dita la palla mandandola sul palo.
L’estremo biancazzurro insieme a Di Matteo e Sansovini è stato il migliore tra i biancazzurri che nell’ultimo quarto d’ora accusano un calo fisico che fa prendere coraggio ai tarantini che chiudono i biancazzurri nella propria metà campo col solo Sansovini a rincorrere i palloni nella metà campo avversaria.

Al 84’ in una delle poche disattenzioni della difesa, il Taranto passa in vantaggio grazie a un rasoterra di De Liguori lasciato colpevolmente solo sul dischetto del rigore.
Sembra fatta per i rossoblu anche perché il Pescara non sembra avere le forze per tentare la rimonta, ma dopo cinque minuti Sansovini sigla il pari con la quarta rete stagionale: su un calcio d’angolo battuto dalla sinistra, Di Matteo sul primo palo spizza la palla di testa a favore di Sansovini che tra due difensori riesce ad inzuccare e a festeggiare sotto il settore ospiti dove sono presenti un centinaio di encomiabili tifosi pescaresi.

Finisce 1 a 1 e ora i biancazzurri sono attesi dal doppio turno casalingo contro Arezzo e Perugia che probabilmente ci diranno meglio i reali valori di questa squadra.

Sarebbe opportuno riempire l’Adriatico continuando ad abbonarsi (c’è tempo fino a mercoledì), anche per far sentire alla nuova proprietà il calore del pubblico pescarese.

 

La formazione di stasera:
Indiveri, Diliso (15'st Zappacosta), Vitale, Romito, Caracciolo, Conti (35'st Pomante), Ferraresi, Felci, Micco (1'st Packer), Di Matteo, Sansovini.


Arezzo -3 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/10/2007

La delibera della Commissione Disciplinare Nazionale: Arezzo -3, Presidente inibito e ammenda.
La Commissione Disciplinare Nazionale della F.I.G.C. ha reso noto, con comunicato ufficiale n. 11/CDN pubblicato in data odierna, quanto segue:
penalizzazione di 3 punti da scontarsi nella stagione sportiva in corso, 1 anno di inibizione al Presidente amaranto Piero Mancini e ammenda di euro 15.000,00 a carico dell'A.C. AREZZO S.p.A. .

Dunque accolte in pieno le richieste del Procuratore della Repubblica Palazzi: All'Arezzo tre punti di penalizzazione in classifica. Il tutto per aver violato, nella passata stagione sportiva, la clausola compromissoria che vieta alle società calcistiche di rivolgersi alla giustizia ordinaria. Alla società amaranto vanno tre punti di penalizzazione in classifica e la multa di 15.000 Euro; al suo presidente, invece, Piero Mancini, un anno di inibizione.


Comunicato Pescara Rangers SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/10/2007

Finalmente possiamo tornare a fare ciò che ci compete maggiormente:
sostenere i NOSTRI COLORI!!! Ora tocca a NOI!!!
NOI Pescara Rangers invitiamo, in occasione della gara interna di Domenica 14 Ottobre con l'Arezzo, tutto il popolo biancoazzurro, a gremire lo stadio Adriatico e a colorarlo con sciarpe, maglie e bandiere!!!
VOGLIAMO UNA CURVA BIANCOAZZURRA!!!
TORNIAMO A FARLA TREMARE!!!

PESCARA RANGERS 1976 L'IMPERO CONTINUA

Oggi tocca all'Arezzo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/10/2007

Oggi all'Adriatico va di scena l'ottava giornata di campionato e il Pescara riceve un'agguerritissimo Arezzo reduce da una penalizzazione di tre punti. L'arrivo del nuovo proprietario e l'appello dei Rangers alla mobilitazione per i nostri colori aumentano la febbre d'attesa per un'incontro casalingo che potrebbe segnare una vera e propria svolta. Lerda dovrà fare a meno dell'argentino Alfageme ma avrà a disposizione l'intera rosa.
L’Arezzo reduce da due pareggi e una vittoria interna con il Lanciano, dopo la penalizzazione è tornato a quota 8 in classifica e si ritrova appaiato al proprio al Pescara. Il club amaranto allenato da Luciano De Paola (proveniente dalla primavera del Brescia ed ex calciatore di Lazio, Cagliari e Cosenza) non ha squalificati nella rosa e tra i disponibili per la trasferta pescarese avrà gli ex biancazzurri Vigna e Mezzanotti.

Questa la terna arbitrale per la partita:
Arbitro sig. Tasso Gianmattia della sezione di La Spezia;
Assistenti sig. Santangelo Michele e sig. Di Lascio Paolo di Salerno.

Pescara 2 - Arezzo 0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/10/2007

Finisce con una vittoria per 2-0 la partita del Pescara contro un Arezzo galvanizzato dalla penalizzazione in classifica.
Un primo tempo abbastanza equilibrato, dove entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di andare in vantaggio ma senza riuscirci. La ripresa si mette subito male per gli amaranto che dopo nove minuti si ritrovano sotto di due gol. Al 3° segna Caracciolo che è pronto a mettere in rete la respinta di un tiro da lui stesso effettuato, mentre al 9° è bravo Sansovini a raccogliere, di testa, un cross proveniente dalla destra.
L'Arezzo ha provato a reagire costruendo gioco ma non rivelandosi mai pericoloso sotto porta ad eccezione di un gol annullato a Kroupi.
Il Pescara balza a 11 punti e aggancia in classifica Lanciano, Potenza e Lucchese.
Riassumiamo quindi, l’ottava giornata del campionato di C1/B. L’Ancona continua a vincere e si attesta da sola al comando della classifica staccando la Salernitana.
Questi i risultati:
Lanciano-Juve Stabia 1-1
13’ Bonvissuto (L), 92’ Caputo (JS)
Lucchese-Gallipoli 2-1
18’ Cipolla (L), 49’ Briano (L), 59’ Lo Monaco (G)
Martina-Taranto 0-1
39’ Zito
Massese-Crotone 0-0
Pescara-Arezzo 2-0
48’ Caracciolo, 54’ Sansovini
Pistoiese-Salernitana 0-0
Sambenedettese-Perugia 0-1
25’ Califano
Sangiovannese-Potenza 1-0
87’ Salvatori
Sorrento-Ancona 0-1
47’ Mastronunzio

CAPOCANNONIERI: DI GENNARO (Gallipoli) e DI NAPOLI (Salernitana) con 6 reti

UNA SQUADRA AFFIDABILE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/10/2007

La partita di ieri ha dato l'ennesima dimostrazione della bontà dell'organico a disposizione di Lerda e di questo non si può non ringraziare l'ex ds Nucifora che in pochissimo tempo e con striminzite risorse economiche, ha allestito un organico competitivo.

Dopo queste prime partite, la rosa ha dimostrato di essere sia numericamente che qualitativamente ben assortita e non ultimo sembra proprio che si sia formato un bel gruppo affiatato all’interno dello spogliatoio.

I punti fermi sono costituiti proprio dall’ossatura, dall’asse portante della squadra: Indiveri in porta, Romito centrale, Caracciolo a centrocampo e Sansovini in attacco (ha siglato la quinta rete consecutiva in cinque gare disputate) danno infatti ampie garanzie di rendimento.
Attorno a loro si muovono bene tutti gli altri, da Alfageme (in bocca al lupo per la situazione familiare) a Fortunato, da Felci a Di Matteo, da Diliso a Ferrarese e via via tutti gli altri.

Insomma il giusto mix di esperienza e gioventù che, grazie anche alla ritrovata stabilità societaria e ad un pubblico che non ha mai abbandonato questi colori, potrebbe riservare delle piacevolissime sorprese, sopperendo anche ai punti di penalizzazione in arrivo, sempre che si resti con i piedi per terra e si continui a lavorare con la giusta umiltà.
ARRIVA LA PRIMA PENALITA' SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/10/2007

Arriva il primo punto di penalizzazione, quello più scontato.
Infatti in serata è stata assegnata questa penalità da scontarsi nel campionato in corso, dovuta al ritardato pagamento dell’Irpef; inoltre è stato inibito l’allora presidente Pincione per mesi 6 da scontare nella stagione sportiva di prossimo tesseramento.

Pertanto la squadra occupa ora in solitudine il decimo posto in classifica con 10 punti.

In attesa di conoscere le altre probabili penalizzazioni, la squadra si prepara al confronto casalingo con il Perugia dove mancherà nuovamente Alfageme che è ancora in Argentina.
Quasi sicuramente il forte attaccante argentino tornerà disponibile dalla gara successiva, visto che fortunatamente le condizioni del fratello vanno migliorando sempre più e a breve dovrebbe far rientro in città.
Rinnoviamo i ns in bocca al lupo.

Il Perugia di Cuccureddu SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 19/10/2007

Dopo la vicenda della penalizzazione per il Pescara l'attenzione torna al campionato e all'esigenza di puntare subito al recupero dei punti sottratti.
Domenica il Pescara riceverà il Perugia degli ex biancazzurri La Vista e De Martisnella per la nona giornata di campionato.
Il Perugia del Presidente Silvestrini è allenato da Antonello Cuccureddu ex calciatore di Brescia, Juventus e Fiorentina ed ex tecnico di Crotone, Avellino e Sassari Torres.
I grifoni, che attualmente navigano a quota 15 punti in classifica, arrivano all'Adriatico dopo tre risultati utili consecutivi (pareggio 1-1 a Pistoia, vittoria interna 2-1 con la Massese e vittoria esterna a San benedetto per 1 a 0).
Il tecnico sardo per la trasferta pescarese dovrebbe optare per il modulo 4-4-2 ma in settimana la squadra ha provato sia un 4-3-3 che un 4-3-2-1, con La Vista e Mazzeo alle spalle di Califano.
Nel Perugia oltre a Bernini si sono allenati a parte anche Cherubini e il rientrato Sofian ma Cuccureddu dovrà certamente fare a meno del centrocampista Porro appiedato dal giudice sportivo.
Nel Pescara di Lerda mancherà ancora Alfageme e il giovane Zappacosta.
Giacomo Zappacosta è stato infatti convocato dall'allenatore Massimo Piscedda per uno stage di allenamento nella nazionale Under 20 che, il 23 Ottobre disputerà un'amichevole con la Cisco Roma "Berretti" c/o il C.S. "La Borghesiana". Per il centrocampista biancazzurro si tratta della seconda convocazione stagionale.
Per finire segnaliamo che alle 19:00 di ieri è scaduto il termine per effettuare le tessere di abbonamento alle gare casalinghe della Stagione Sportiva 2007/08.
Il totale delle nuove tessere sottoscritte dai tifosi del Pescara è di 641.

Pescara 1 Perugia 2 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 21/10/2007

Il Perugia di Cuccureddu espugna, soffrendo, l'Adriatico di Pescara e arriva al terzo posto in classifica dietro Salernitana e Ancona.
Lerda conferma la formazione vincente sull'Arezzo e schiera con un 4-4-2 Indiveri, Diliso, Vitale, Romito, Conti, Felci, Micco, Caracciolo, Ferraresi, Cani, Sansovini. In Panchina Pomante, Leone, Fortunato, Di Matteo L., Vicentini e De Lucia.
Il Perugia risponde con un 4-3-3 formato con Puggioni, Rizzo, Demartis, Taurino, Cherubini, Del Nevo, La Vista, Catinali, Amore, Mazzeo e Califano.
La gara inizia con un ritmo sostenuto da parte di entrambe le squadre intenzionate a superarsi. Subito Puggioni dopo 2 minuti viene chiamato alla deviazione in calcio d'angolo traversone insidioso.
Al 12° Amore pressato perde palla e Caracciolo prova il tiro che va sopra la traversa. Il Pescara prende in mano la partita e accellera e il Perugia fatica a contenere.
Al 26° arriva il gol degli ospiti con un "uno due" in attacco di Califano per Mazzeo che di sintistro beffa Indiveri. L' esultanza costa il cartellino giallo per l'attaccante perugino.
Nel secondo tempo Il Pescara parte subito in avanti alla ricerca del pareggio e il Perugia cerca il possesso palla per raffreddare l'undici biancazzurro.
Il Perugia comunque non sta a guardare e al 12° su un traversone di Rizzo arriva il colpo di testa di Mazzeo che fa temere la rete.
Al 16°il Perugia sfiora il raddoppio sfruttando il contropiede. Mazzeo mette al centro per catinali, che prova un pallonetto ma Vitale mette una pezza per Indivieri.
Al 23° arriva il meritato pareggio di Felci che mette in rete su una respinta di Puggioni che aveva ribattuto un insidioso colpo di testa di De Lucia.
27° traversa di Caracciolo e rete di Sansovini che viene annullata per un fuori gioco inesistente. L'uscita di Delnevo toglie filtro e giometria al Perugia che ora soffre molto il Pescara.
Al 28° il direttore di gara ci mette la sua e giudica fallo un contatto tra Felci e Amore. Batte Mazzeo, Indiveri repinge e ancora Mazzeo torna sulla sfera e mette a segno la rete del vantaggio ospite.
Nei minuti di recupero Felci viene espulso, Mocarelli perde palla, commette fallo Amore, traversone in area e l'arbitro concede il rigore al Pescara per fallo in area. Al 47° batte Sansovini e Puggioni neutralizza il rigore e salva un successo improbabile.
Cuccureddu sulla gara dichiara:" E' un ruolino di marcia che ci fa ben sperare - afferma il tecnico biancorosso - avevo detto che mi sarebbe piaciuto vincere attraverso il gioco e per molti tratti della partita lo abbiamo fatto. Riuscire a vincere due partite fuori casa è molto gratificante anche perchè ci fa scalare in alto la classifica ma dobbiamo rimanere con i piedi ben piantati per terra. Adesso ci attende un impegno importante contro la Salernitana davanti al nostro pubblico che, come sempre, ci darà una grossa mano e dobbiamo rimanere tranquilli. Ho ricordato ai ragazzi che dobbiamo affrontare tutte le partite come fossero finali. Del Nevo l'ho sostituito perchè mi aveva fatto arrabbiare - continua il mister - quando fai una cosa cosa che non devi fare una volta, due, alla terza ti tolgo. Quanto ai rigori se ci sono bisogna darli ma la compensazione non mi sta bene, comunque un bravo a Puggioni e anche a Mazzeo per la doppietta.
La bella prestazione di La Vista? Giorgio sapeva che finora non era stato brillantissimo, abbiamo parlato in settimana e l'ho rimesso in squadra, in una posizione un pochettino diversa, a Pescara dove - conclude Cuccureddu - mi aspettavo che potesse fare una grande partita come poi è avvenuto".

Il Tabellino di gara.
PESCARA: Indiveri, Diliso, Vitale, Caracciolo, Romito, Conti, Felci, Ferraresi, Sansovini, Cani (46' De Lucia), Micco 53' Di Matteo). A diposizione: Aridità, Pomante, Leone, Fortunato, Di Matteo, Zappacosta L. Vellucci, De Lucia. All.: Lerda

PERUGIA(4-4-2): Puggioni; Rizzo, Cherubini, Catinali, Demartis, Taurino, La Vista, Delnevo (66'Mocarelli), Califano (71' Anaclerio), Amore, Mazzeo (87' Sorrentino). A disp: Bianchi, Mocarelli, Morfù, Accursi , Sorrentino, Anaclerio. All: A. Cuccureddu

ARBITRO: GIANLUCA VUOTO DI LIVORNO
ASSISTENTI: MARCO TOTI e ENRICO LENZI

Reti: 26' pt Mazzeo; 23' st Felci; 40' st Mazzeo (r)
Ammoniti: 24' Romito; 26' Mazzeo; 43' Diliso, 48' Conti, 57' Caracciolo
Espulso al 40' st Felci
Spettatori 2.700 CIRCA
Angoli 7 A 2 per il Perugia Recupero: 1' PT; 5' ST

 

Risultati finali:
Crotone-Sangiovannese 4-0
Ancona-Gallipoli 2 - 2
Arezzo-Sambenedettese 0-0
Juve Stabia-Lucchese 1-1
Massese-Pistoiese 1-0
Pescara-Perugia 1-2
Salernitana Lanciano 0-0
Taranto-Sorrento 1-1
Potenza-Martina Posticipata

I Pescara Rangers a Martina. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/10/2007

I Pescara Rangers per la trasferta di DOMENICA 28 OTTOBRE a Martina franca si muoveranno in pullman.
Per prenotazioni entro e non oltre Giovedì presso il Bar Mystic sotto la Curva Nord!!
Ovunque giocherai da sola mai sarai..!!

TUTTI A MARTINA!!

PESCARA RANGERS 1976 L'IMPERO CONTINUA

Il Martina di Camplone e Sullo SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/10/2007

Domenica prossima il Pescara sarà impegnato nella delicata trasferta a Martina Franca nella 10° giornata di campionato.
Avversari dei biancazurri saranno gli ex Camplone, Massara e il centrocampista Salvatore Sullo al Pescara per tre stagioni. La società pugliese guidata dal presidente Gianfranco Chiarelli si trova in un momento delicato e i piena crisi di risultati. Solo quattro punti in classifica per otto gare disputate e nessuna vittoria.
Lo scorso 17 ottobre la panchina è stata affidata all'ex tecnico pescarese Andrea Camplone e al suo vice Massara. Camplone è subentrato a Rizzo nella conduzione tecnica del Martina nell'ottava giornata e ha trovato un organico carente, un'infermeria piena e l'ultimo posto in classifica. L'ex biancazzurro ha accettato la difficile panchina pugliese trovando un organico incompleto e dovrà aspettare il mercato di gennaio per avere nuove pedine sul suo scacchiere.
Il debutto per Camplone in panchina è stato rinviato per neve con la gara Potenza Martina (si recupera il 14 nov) e sarà quindi il suo "vecchio" Pescara a tenerlo a battesimo domenica.
Per quanto riguarda, invece, la situazione degli infortunati nel compagine pugliese, anche Bedin e Lollini vanno verso il completo recupero. Nessun calciatore Squalificato.

Nel Pescara di Lerda i problemi si chiamano invece giudice sportivo che toglie una pedina fondamentale e infermeria.
Il Giudice Sportivo in serata ha emesso le sentenze per le squalifiche relative alle sanzioni della 9^ giornata. Nel Pescara Simone Felci è stato squalificato per due gare, dopo l'espulsione rimediata per proteste nella partita di domenica scorsa contro il Perugia. Una giornata invece a Caracciolo, che è stato ammonito, e risultava nell'elenco dei diffidati. Elenco nel quale va ad aggiungersi Diliso (3^ ammonizione) ai già presenti Felci e Leone.
In difesa potrebbe mancare anche Romito che continua ad avere un problema all'adduttore lungo.
Tra i biancazzurri potrebbe tornare in campo l'argentino Alfageme a centrocampo ma il suo utilizzo è incerto a causa degli allenamenti saltatai.
Assente giustificato Zappacosta, appena rientrato dalla partita di ieri con la nazionale Under 20 di C.

I precedenti tra Martina e Pescara risalgono al campionato di serie C1 girone B della stagione 2002-2003.
Nel girone di andata della 5° giornata il 29.09.2002 Martina-Pescara finì 0-1 con gol di Giampaolo.
Nel girone di ritorno nella 22° giornata il 02.02.2003 Pescara-Martina finì 3-0 con gol di Cecchini (2) e Palladini.

Martina-Pescara PRE-GARA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/10/2007

Marina-Pescara 10a giornata campionato serie C1 girone B. Inizio gara ore 14.30 Stadio Stadio Comunale G.D. Tursi.
I convocati dei mister Lerda. PORTIERI: Indiveri e Aridità. DIFENSORI: Mottola, Diliso, Vicentini, Vitale, Pomante, Conti e Fortunato. CENTROCAMPISTI: Paolucci, Leone, Ferraresi, Micco, Packer, Di Matteo L. e Zappacosta. ATTACCANTI: Cani, De Lucia, Alfageme e Sansovini.
La probabile formazione del Pescara (4-4-2): Indiveri, Diliso, Conti, Pomante, Vitale; Di Matteo, Leone, Ferraresi, Micco; Alfageme, Sansovini.
La probabile formazione del Martina (4-3-3-):Mancini, Scoppellitti, Gambuzza, Mariniello, Bruno, Mancino, Castiglia, Favasulli, Manca, Guariniello, Liguori.
Arbitro dell'incontro è il signor Nicodano Orso Matteo della sezione di Milano, coadiuvato dagli assistenti Paglione Italo di Campobasso e De Falco Domenico di Isernia.

Martina-Pescara 1-1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 28/10/2007

La 10a giornata del Pescara si chiude con un pareggio agguantato al Turi di Martina Franca grazie all'autorete di Mariniello.
Il Pescara soffre e non brilla nel gioco e il punto in trasgerta lo guadagna grazie a Indivieri che salva il risultato in piu' di un'occasione.
Il Pescara scende in campo con il consueto 4-4-2 schierato con Indiveri, Diliso, Conti, Pomante, Vitale, Ferraresi, Leone, Fortunato, Micco, Sansovini e De Lucia. Nella formazione di Lerda manca come titolare L'argentino Alfageme che sostituir¨¤ al 23¡ã del 2t Sansovini mentre parte sin dall'inizio Fortunato.

Il primo tempo si apre con un Martina subito determinato a rendere la vita difficile ai biancazzurri che gi¨¤ al 5¡ã rimediano il primo cartellino giallo di Leone (per proteste).
Al 12¡ã cross al centro per Manca, che manca l¡¯aggancio con il pallone di un soffio.
Al 18¡ã la punizione di Mancino dai 25 mt viene deviata in angolo dalla barriera.
Al 24¡ã e al 28¡ã ammonizione per De Lucia e Diliso per gioco scorretto.
Al 33¡ã Sul cross dalla bandierina Manca sfiora di testa ma il pallone si perde sul fondo. Dopo due minuti di recupero, con un Pescara annebbiato, si chiude il primo tempo.

Alla ripresa non ci sono variazioni tra le due squadre e al 18¡ã arriva il GOL del Pescara. Micco penetra tra le maglie della difesa dei pugliesi e sul tiro arriva la deviazione di Mariniello che beffa Mancini. Pescara in vantaggio ma su autorete degli avversari.
Al 20¡ã Camplone richiama Castglia e al suo posto entra l'ex biancazzurro Sullo. Un minuto piu' tardi il Pescara prova a chiudere la gara quando su un lungo cross in area Sansovini raccoglie e impegna severamente Mancini.
Al 29¡ã i padroni di casa arrivano al pareggio. Palla in profindit¨¤ per Guariniello, che batte Indiveri in uscita.
Dopo il pareggio al 31¡ã su un buon colpo di testa di Manca Indiveri salva il risultato. Al 48¡ã la reazione del Pescara trova la deviazione di Mariniello in angolo; la palla sfiora la porta di Mancini .
La gara si conclude dopo cinque minuti di recupero, il sig. Nicodano manda tutti negli spogliatoi: per Camplone ¨¨ il primo pareggio alla guida del Martina e per il Pescara arriva un punto che serve a muovere la classifica.
Il Pescara in una gara "offuscata" rimedia 4 cartellini gialli (Leone, Di Liso, Alfageme, De Lucia) che creeranno sicuri problemi di formazione e organico a Lerda.


Il Tabellino della gara
Serie C1 ¨C Gir. B. 10^ Giornata
MARTINA (4-3-3): Mancini; Falzone, Moresi, Mariniello, Bruno; Mancino, Castiglia (20¡ä st Sullo), Favasuli; Manca, Ligori (23¡ä st Arias), Guariniello (35¡ä st Costantini). A disp.: Murriero; Gambuzza, Armenise, SCopelliti, Arias, Costantini. All. Camplone.
PESCARA (4-4-2): Indiveri; Diliso (29¡ä pt Mottola), Conti, Pomante, Vitale; Ferraresi, Leone, Fortunato (30¡ä st Zappacosta), Micco; Sansovini (23¡ä st Alfageme), De Lucia . A disp.: Aridit¨¤; Vicentini, Di Matteo, Packer. All. Lerda
ARBITRO: Nicodano di Milano ASSISTENTI: Paglione di Campobasso e De Falco di Isernia.
RETI: 18¡ä st Micco (P), 29¡ä st. Guariniello (M).
NOTE Spettatori 1500 circa. Ammoniti Leone (P), De Lucia (P), Favasuli (M), Arias (M), Alfageme (P). Calci d¡¯angolo 7-3. Recuperi: 2¡¯ pt, 5¡¯ st

Salta la panca di Arezzo e Pistoiese SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/10/2007

Stefano Cuoghi è il nuovo allenatore dell'Arezzo.
L'ex allenatore del Foggia prende il posto dell'esonerato Luciano De Paola al quale non è stata concessa una ulteriore prova d'appello dopo la sconfitta di domenica contro il Gallipoli.
Cuoghi debutterà sulla panchina amaranto giovedì pomeriggio nella sfida interna con il Martina di Andrea Camplone.
Dall'inizio del campionato a oggi sono 5 le panchine saltate, senza contare quella di Adriano Cadregari che ha deciso di lasciare il Taranto alla vigilia della 1a giornata. Di queste cinque panchine, 3 riguardano squadre toscane.
Dopo l'Arezzo, anche la Pistoiese sostituisce il tecnico.
Francesco D'Arrigo e' stato esonerato dalla guida della Pistoiese (C1). La squadra e' stata affidata all'allenatore in seconda Andrea Bellini. Fatale a D'Arrigo e' stata la sconfitta interna di ieri sera contro il Sorrento. Bellini e' stato a lungo calciatore e capitano degli arancioni, attualmente al terzultimo posto nel girone B della C1, con 7 punti dopo dieci partite.


I cambi
Juve Stabia: da Rigoli a Capuano;
Massese: da Melotti a Giannini;
Sangiovannese: da Caccia a Tedino;
Martina: da Pellegrino a Camplone;
Arezzo: da De Paola a Cuoghi.

Insulti a Camplone arriva la Multa. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/10/2007

>Il giudice sportivo, Pasquale Marino, ha deciso di infliggere al Pescara Calcio una multa di 500 euro perchè i propri sostenitori, in campo avverso e ripetutamente, rivolgevano frasi offensive nei confronti di Andrea Camplone.

Ammende società C1/B
3.500 euro Sambenedettese
500 Pescara
400 Salernitana
200 Perugia e Crotone

DELUDENTE 0 a 0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/11/2007

Il Pescara non va oltre lo 0 a 0 contro la Massese di Giannini.
La partita non è stata esaltante causa anche il terreno molto pesante che non ha avvantaggiato la squadra di Lerda chiamata a far gioco; la Massese si è limitata a giocare di rimessa senza rischiare più di tanto.
In attacco Sansovini e Alfageme non hanno brillato, ma è stata tutta la squadra a offrire una prestazione opaca; non bastano le assenze e il campo pesante a giustificare un calo che si sta avvertendo da qualche settimana.

Non è più il Pescara bello e battagliero di un mese fa; si fa sentire sicuramente la mancata preparazione estiva (grazie Pincione…), ma sono discutibili anche alcune scelte di Lerda che continua a tenere in panchina Fortunato.

Ora ci aspettano due trasferte (Cotone e Pistoia), ma comunque l’obiettivo resta sempre quello di restare a “galla” fino e gennaio quando, classifica alla mano, la società si regolerà su come puntellare la squadra per l’obiettivo finale della stagione.
I play off restano a pochi punti, ma è meglio guardare indietro per ora, cercando di non restare immischiati nei bassifondi della classifica.

 

Questa la squadra di oggi:
Indiveri, Mottola (35’st Paponetti), Vitale, Conti, Pomante, Caracciolo,. Di Metteo (5’st De Lucia), Ferraresi, Micco (24’st Vicentini), Sansovini, Alfageme.


on line le foto della gara

A Crotone per fare punti SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 3/11/2007

A Crotone il Pescara è chiamato a fare risultato, perché una sconfitta relegherebbe i biancazzurri nella zona play out, zona dalla quale invece si deve cercar di stare più lontani possibili fino alla riapertura del mercato di gennaio.

Allo Scida i biancazzurri (speriamo di rivederli con le maglie giuste) se la vedranno contro una squadra in ottima salute che dopo un avvio in sordina, sta scalando la classifica e sarà sicuramente una delle pretendenti per i play off; Lerda ritroverà Felci, Diliso e Leone che torneranno molto utili visto che sicuramente ci sarà un inevitabile turn over.

La squadra infatti giocherà la terza gara in sette giorni e le ultime due (con Martina e Massese) sono state giocate su campi pesanti che si faranno sentire ancor di più su una squadra che non ha fatto la preparazione estiva.
Speriamo di rivedere in Calabria il Pescara battagliero di qualche tempo fa.

INDENNI A CROTONE: 1-1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/11/2007

La dodicesima giornata di C1 per il Pescara va di scena allo Ezio Scida di Crotone.
Missione compiuta: era importante fare punti sul difficile campo del Crotone, la terza forza del campionato e i biancazzurri ci sono riusciti pareggiando 1 a 1.
Il Pescara in giallo schiera Indivieri, difesa a quattro con Pomante e Mottola, felci a centrocampo e il duo sansovini-alfageme in attacco. In panchina Leone, Di Matteo e De Lucia mantre Romito e Di Lisio risultano indisponibili per infortunio.
Il crotone risponde con una difesa a quattro e l'ex Nello Russo titolare al rientro dopo l'infortunio di Castellammare di Stabia.
Le reti tutte nel primo tempo: al 17’ i padroni di casa passano in vantaggio con un colpo di testa di Basso sul quale Indiveri non può nulla. Passano solo sette minuti e arriva il pari del Pescara con Micco. Tutto parte da un traversone dalla sinistra di Caracciolo, che attraversa l'area avversaria, con l'estremo difensore del Crotone che smanaccia e manca la presa. Dal palo opposto raccoglie Alfageme che prova a battere a rete ma sulla ribattuta del portiere Micco è pronto a concludere.
Il Crotone prova a reagire e 6 calci d'angolo per i padroni di casa raccontano una partita difficile per i biancazzurri ma gli uomini di Lerda hanno chiuso bene i varchi. Sul finire del 1t super Indiveri blocca la palla sulla linea su tiro di Nello Russo.
Il primo tempo si chiude senza recupero per Carmine La Mura, della sezione arbitrale di Nocera Inferiore.
In avvio di ripresa Crotone determinato a guadagnarsi i tre punti per non perdere la corsa alla vetta della classifica. Anche qui sono due le occasionissime: al 41 il Crotone colpisce la traversa con Ghezzal, mentre sull’ultima azione è Di Matteo ad andare vicino al gol.
Un pari tutto sommato meritato, ma gran merito va riconosciuto a Indiveri che si sta confermando un ottimo portiere, mentre in difesa pesa l’assenza di Romito.
Il Pescara sale a 13 punti con i play off a 6 punti e i play out a 2 e domenica si giocherà a Pistoia che occupa la quint’ultima posizione: potrebbe essere l’occasione per tornare a vincere dando uno scossone alla classifica che al momento è anonima.
Al seguito del Pescara un gruppo di circa 30 tifosi biancazzurri ai quali va il nostro consueto ringraziamento.

BRAVO PRESIDENTE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 8/11/2007

Il Presidente Soglia si conferma sempre più una persona serie e attaccata alla causa Pescara.
Ci ha colpito molto, in positivo naturalmente, l’intervista rilasciata a Marchetti su Il Messaggero, in particolare quando punta il dito contro le precedenti gestioni e il vuoto assoluto lasciato.

La situazione debitoria infatti è molto peggio di quanto si potesse immaginare tant’è che alla domanda se la situazione fosse realmente disastrosa, il Presidente ha testualmente risposto:
«No, peggio. Molto peggio. Per un mese, ogni persona che incontravamo ci chiedeva soldi. So bene che quando si compra una società la situazione debitoria reale non è mai esattamente quella rappresentata. Ma qui si è passato ogni limite. E comunque, prima o poi ci occuperemo anche dei vecchi amministratori...»
«Chi ha avuto la responsabilità di amministrare la società negli ultimi tempi e lo ha fatto male, dovrà risponderne. Non so se lo sapete, ma c’erano ammanchi di cassa per parecchie centinaia di migliaia di euro. Per questo un pilastro sul quale vorremmo ricostruire la società è proprio quello della moralità».


Il Presidente ha poi detto che saranno fondamentali le prossime 3 gare (Pistoiese, Gallipoli e Sorrento) dalle quali si capirà che tipo di campionato potrà fare la squadra e di conseguenza a gennaio si adopererà in tal senso.

Infine ha rivolto un appello ai tifosi chiedendo di gremire lo stadio soprattutto nella gara contro la “sua” Salernitana, una gara che ci terrebbe in maniera particolare a vincere.

Cerchiamo di accontentarlo, e non solo in quell’occasione.

Rinnoviamo il nostro “in bocca al lupo” al Presidente e al suo staff per questa avventura pescarese che hanno iniziato nel migliore dei modi.
La trasferta di Pistoia SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 10/11/2007

Il Pescara già da ieri a Pistoia ha completato questa mattina la rifinitura. La 13ima giornata di campionato vede dunque i biancazzurri impegnati contro gli arancioni guidati dal giovane tecnico Andrea Bellini (ex capitano con 14 anni nella Pistoiese) ex vice dell’esonerato D’Arrigo.
La Pistoiese con 11 punti in classifica sta cercando di riemergere da una situazione difficile e proviene da una vittoria interna contro la Samb e da un buon pareggio a reti inviolate con la sangiovannese.
Andrea Bellini dopo la partitella infrasettimanale di giovedì non ha svelato le proprie mosse.
Il tecnico arancione (cui la Lega di serie C ha concesso la deroga fino al 29 di questo mese) decide di mischiare le carte in vista della gara contro il Pescara e, al cospetto di una selezione mista Berretti-Allievi schiera, nei due tempi, due formazioni "camuffate". Difficile, alla luce di questo, prevedere le mosse del mister, anche se sono da escludere stravolgimenti rispetto alla gara di domenica scorsa.
Preoccupazione per i toscani per l'infortunio di Motta (ex Teramo e Bari), uscito anzitempo per una botta alla caviglia destra (si teme una slogatura): il giocatore si sottoporrà ad esami radiografici, ma la sua presenza contro il Pescara è in forte dubbio. Sarebbe una tegola pesante, stante anche l'assenza di Cocco, alle prese con una fastidiosa pubalgia. Non sarà della partità anche Briganti, squalificato il cui posto, sull'out di destra, sarà preso da Pisani, mentre i centrali di difesa saranno il rientrante Venturelli e Calabro. A centrocampo Femiano, Lanzillotta, Guerri e Gambadori si giocheranno tre posti da titolare, mentre Bellazzini e Boldrini saranno impiegati a supporto dell'eventuale Motta.
Contro il Pescara il probabile modulo arancione sarà comunque il 4-4-2 con l'obiettivo di alzare lo score dei toscani che in campionato hanno messo a segno solo 7 reti.
Nel Pescara del tecnico Franco Lerda ci saranno invece ventuno giocatori e cioè Indiveri, Aridità, Bartoletti, Mottola, Vicentini, Vitale, Pomante, Romito, Fortunato, Zappacosta, Leone, Caracciolo, Ferraresi, Felci, Micco, Packer, Di Matteo L., Paponetti, Sansovini, De Lucia, Alfageme.
Modulo 4-4-2 con Romito che dovrebbe ritrovare il posto come centrale difensivo affiancato da Pomante mentre al posto di Diliso, che non ha ancora smaltito l'infortunio muscolare rimediato due settimane fa a Martina, dovrebbe esserci Mottola con Vitale sulla sinistra.
A centrocampo accanto al capitano Caracciolo possibile l'impiego di Ferraresi o Fortunato. Esterno sinistro Micco e Felci a destra mentre in avanti il tandem Alfageme-Sansovini.
Arbitro dell'incontro, domani ore 14.30 allo stadio Melani di Pistoia, è Alessandro Pizzi della sezione di Saronno. Assistenti Scilla Gennaro di Verona e Marco Buoso di Treviso. Pizzi è al terzo anno di direzione in C1 e non ha precedenti con le due squadre.

Pistoiese-Pescara finisce 0-0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/11/2007

Finisce senza reti la sfida tra Pistoiese e Pescara valida per la 13^ giornata del Campionato di Serie C1-B.
Alla fine un tempo per uno fra arancioni e abruzzesi e lo 0-0 è il risultato che fotografa meglio una partita ben interpretata dalla Pistoiese nella prima frazione, cui ha fatto seguito un secondo tempo nettamente di marca biancazzurra.
Nei primi 45 minuti, meglio, decisamente, la Pistoiese. Gli uomini del giovane Bellini giocano con piu' determinazione dei biancazurri e creano almeno quattro grosse occasioni da gol.
Motta, a sorpresa in campo dal primo minuto, e già al 5', sugli sviluppi di un corner di Di Simone, gira di tacco con la palla che va fuori di poco. Al 21', su cross dello stesso Di Simone, ancora Motta gira verso Indiveri che lascia scorrere a pochi centimetri dal palo più lontano. Sempre Motta mezz'ora piu' tardi costringe Fortunati al recupero.
Al 38' sempre Motta prova il tiro a incrociare e Indiveri si salva con l'aiuto del palo ma sulla ribattuta raccoglie Guerri che spara sicuro a rete, trovando però sempre l'opposizione in bello stile del portiere pescarese.
Il Pescara del primo tempo, per contro, sta tutto in un bel tentativo al volo di Alfageme sugli sviluppi di una punizione di Leone dalla tre quarti.

Nella ripresa la musica cambia... I Biancazzurri di Lerda rientrano sul terreno di gioco con un'altra mentalità, prendono in mano le redini del gioco e costringono sulla difensiva una Pistoiese sempre più guardinga e sempre più incapace di mettere la testa fuori dal proprio guscio.
Al 5', Aresti in uscita salva su Alfageme e poi al 17', dopo un bel cross di Di Matteo, Leone va al tiro dalla distanza con la palla che colpisce Sansovini e termina in rete. L'arbitro, su segnalazione dell'assistente, la signorina Gennaro, annulla per fuorigioco, e a nulla servono le proteste dei Biancazzurri.
Il Pescara domina la gara e al 21' ci prova Leone su punizione: Aresti si salva di pugno. Al 27' ci prova Ferraresi, ma il suo pallonetto da ottima posizione termina di poco alto.
Bellini cambia le carte in tavola, richiamando prima Breschi, poi l'esausto Lanzillotta e l'opaco Boldrini, sostituiti rispettivamente da Bellazzini, Genova e Biancospino.
La gara, nel finale, si incanala sui binari di un grigio equilibrio: la Pistoiese non vuole rischiare la sconfitta, il Pescara è costretto ad accontentarsi.
In pieno recupero l'ultimo brivido: lo regala il neo-entrato De Lucia, che segna con la mano il possibile gol-partita. L'arbitro annulla e spedisce tutti a fare la doccia.
Finisce 0-0... Bellini si tiene stretto il terzo risultato utile consecutivo, e festeggia, a suo modo, un piccolo record: da quando siede sulla panchina arancione non ha ancora preso gol.
Per il Pescara è un punto che muove la classifica ma che per quanto visto nel secondo tempo lascia l'amaro in bocca.

La 13ima giornata di campionato di C1 girone B si completa con le altre gare in cui l'Arezzo schiaccia il Crotone. Il Gallipoli batte di misura il Potenza. Il Lanciano supera la Sangiovannese. Tra il Perugia e la Lucchese termina in pareggio. La Sambenedettese batte di misura la Juve Stabia. Sorrento vittorioso sul Martina. La gara tra il Taranto e la Massese sospesa per incidenti sul 2-1 per gli jonici.
La gara nel capoluogo pugliese è stata sospesa al 13' del secondo tempo sul 2-1 per i padroni di casa, causa disordini dei tifosi sugli spalti con conseguente recupero a data da destinarsi. Domani sera in posticipo tv si gioca Salernitana-Ancona.
Questi i dettagli delle gare disputate:
Arezzo-Crotone 3-0
25’pt, 3’st Mirtaj, 20’st Martinetti (A)

Gallipoli-Potenza 1-0
2'st Stendardo

Lanciano-Sangiovannese 1-0
44’pt Pintori

Perugia-Lucchese 0-0

Salernitana-Ancona lun. 12 ore 20,45

Sambenedettese-Juve Stabia 2-1
27’pt Caputo (JS), 4’st Curiale (S), 35’st Morini (S)

Sorrento-Martina 1-0
47’pt Rastelli

Taranto-Massese 2-1 (sospesa 14’st per incidenti)
2’pt Di Bari (T), 20’pt Cammarata (T), 5’st Bonatti (M)


Ucciso Gabriele Sandri SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/11/2007

L'ennesima giornata di calcio e sangue. Anche se lunghissimo e articolato sarà il dibattito per stabilire quanto, in questo caso specifico, siano correlati.

Un giovane romano di 26 anni è rimasto ucciso mentre, insieme a un gruppo di amici, raggiungeva Milano per seguire la partita della Lazio a San Siro. Ucciso da un colpo di pistola per quello che al momento viene considerato un tragico errore di un agente di polizia, intervenuto per sedare una rissa tra tifosi nella piazzola di un autogrill di Arezzo.
Sono le 9.10, nell'area di servizio Badia al Pino, lungo la carreggiata nord dell'A1, pochi chilometri prima della città toscana. Gabriele Sandri, negoziante e dj, scende da una Renault Scenic insieme ad altri quattro amici. Sulla stessa piazzola ci sono altre due auto, con tifosi juventini a bordo, e si scatena una rissa. In un'area di servizio sulla carreggiata opposta dell'autostrada, ci sono due pattuglie della Polstrada di Battifolle. I poliziotti accendono le sirene delle loro auto, nella speranza di sciogliere il capannello di tifosi. Poi, da una pistola di ordinanza, partono due colpi, da una distanza di circa 60 metri, uno dei quali colpisce al collo Gabriele Sandri, sul sedile posteriore della macchina, e lo uccide. Manca l'ufficialità della dinamica che verrà sancita una volta conclusi gli accertamenti .
Secondo le prime testimonianze degli amici della vittima, i colpi sarebbero stati esplosi mentre l'auto stava uscendo dall'area di servizio . I ragazzi in auto avrebbero sentito un rumore forte e, pensando a una sassata, si sarebbero accorti solo in un secondo tempo che Gabriele stava male e perdeva sangue. Sotto choc, avrebbero continuato la corsa, per fermarsi al casello di Arezzo, dove sono stati poi fermati dalla polizia. Inutile, l'intervento del 118 . L'auto con la salma di Sandri viene portata alla caserma della polizia stradale di Battifolle dove arrivano anche gli investigatori della squadra mobile, il questore, la polizia scientifica. Gli amici che erano con lui in auto vengono portati in questura per essere ascoltati.
Per il poliziotto scatta l'interrogatorio da parte del pm Giuseppe Ledda. La caserma diventa anche meta di altri ultrà della Lazio, partiti da Roma dopo aver saputo della morte di Gabriele. Da lì, una ridda di voci incontrollate. Versioni discordanti dei fatti, la rissa che viene minimizzata e trasformata in una "scaramuccia", ma sul piazzale dell'autogrill vengono rinvenuti dei coltelli, forse abbandonati in tutta fretta prima dell'ultima disperata fuga. In caserma arrivano anche Cristiano Sandri, fratello di Gabriele, e il padre del giovane. «Me lo hanno ammazzato con una pistola. Ora le istituzioni facciano la loro parte, con tutti i decreti di urgenza che hanno fatto me lo hanno ammazzato», dice Cristiano. L'avvocato Luigi Conti, amico della famiglia, è sul piede di guerra: «È stato un omicidio volontario». Non è ancora stata disposta l'autopsia sul corpo della vittima, mentre l'agente che avrebbe sparato i due colpi è stato interrogato, per il momento, solo in qualità di persona informata dei fatti.

Il questore di Arezzo, Vincenzo Giacobbe parla di «tragico errore», formula utilizzata anche dal ministro dell'Interno, Giuliano Amato. «L'errore di un intervenuto per evitare che una rissa fra tifosi potesse degenerare». Giacobbe ha ricordato che si tratta di «un agente che fa parte di un reparto che ci dà grandi soddisfazioni, un operatore che ha lavorato sempre bene». «Quanto accaduto oggi mi inquieta. Da un lato una morte assurda che i nostri cuori e le nostre menti non riescono ad accettare: un giovane ha perso la vita per mano di un poliziotto giovane come lui che era lì per portare legalità e non certo lutti. Dall'altro l'amara constatazione che ancora una volta opposte tifoserie si sono affrontate in nome del fanatismo più bieco e becero».
Sono le dichiarazioni del capo della Polizia, Antonio Manganelli, sulla morte del giovane tifoso. Manganelli assicura che «la polizia saprà assumersi le proprie responsabilità e senza reticenze e fornirà massima collaborazione alla magistratura incaricata dell'accertamento dei fatti». «Il protrarsi di manifestazioni di violenza comunque legate a vicenda calcistiche impone per il futuro ancora maggiore intransigenza e rinnovato fermo rigore nel difficile cammino che mondo della sicurezza e mondo dello sport hanno intrapreso per restituire al gioco del calcio la sua corretta dimensione».
«Sull'assunzione di responsabilità – ha commentato il Presidente della Federcalcio Giancarlo Abete - siamo tutti d'accordo: e d'altra parte ci sono presidenti che girano sotto scorta, a seguito di decisioni dure nei confronti di alcune frange della tifoseria».

Un ondata di rabbia e odio ha caratterizzato il prosieguo della giornata pseudo calcistica all'interno e all'esterno degli stadi. I tifosi laziali si sono radunati davanti alla caserma della Polstrada. Alcuni di loro si sono scagliati contro le volanti della polizia.«Assassini, ora volete insabbiare tutto!».
Intanto a Roma si è scatenata una guerriglia urbana , durata alcune ore tra ultras (di Roma e Lazio schierati fianco a fianco) e forze dell'ordine con assalti a due caserme di Polizia e Carabinieri, alla sede del Coni e allo stadio Olimpico. È stato disposto il rinvio dell'incontro Roma-Cagliari (decisione del Prefetto su richiesta dell'Osservatorio del calcio) per avitare che migliaia di persone convergessero allo stadio ma non è bastato a scongiurare scontri e devastazioni, numerosi feriti, esplosioni di petardi e di una bomba carta. Le solite scene di guerra, con arresti e auto in fiamme. Aggrediti addetti all'ordine pubblico, vigili urbani, fotografi e giornalisti. La polizia è stata costretta a sparare lacrimogeni per disperdere i facinorosi.

Sugli altri campi, tra mille polemiche, le squadre sono scese in campo, con il lutto al braccio e con dieci minuti di ritardo. Niente striscioni sugli spalti dove alcuni gruppi di tifosi organizzati, per esempio gli ultrà del Torino, hanno scelto di disertare la curva. In quasi tutti gli stadi si sono alzati cori violenti all'indirizzo delle forze dell'ordine, ma i fatti più gravi si sono verificati allo stadio Azzurri d'Italia di Bergamo dove Atalanta-Milan è stata sospesa, su decisione del questore, dopo 7 minuti, per le minacce degli ultrà.
Un gruppo di "tifosi" incappucciati, e con il volto coperto per evitare l'identificazione, ha distrutto il vetro antisfondamento intimando all'arbitro e ai giocatori di sospendere la gara. Già intorno alle 13, nei pressi dello stadio, un gruppo di ultras nerazzurri aveva assaltato una camionetta della polizia con una sassaiola nella quale sono stati feriti due agenti. Da quel momento è cominciata una serie di scontri con lanci di petardi e fumogeni, che si sono ripetuti all'inizio della gara.
Scontri anche alla stazione dove gli agenti della Polfer sono stati presi di mira dai tifosi del Milan, giunti a bordo di un treno ordinario. Ora gli agenti della Digos sono al lavoro per identificare i responsabili del tentativo di invasione di campo; a disposizione delle forze dell'ordine ci sono le immagini delle telecamere installate dentro e fuori lo stadio e quelle trasmesse durante la carica dalle televisioni. Ancora una volta, come in troppe occasioni nel recente passato i giocatori della squadra di casa hanno cercato un dialogo con i capi ultrà, conferendo loro, di fatto, uno status di soggetto istituzionale che da anni permette ai gruppi più volenti di tenere in scacco il mondo del calcio.

Mai così benedetta e opportuna, la sosta del campionato in calendario nel prossimo fine settimana. Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio, ha convocato un vertice per questo pomeriggio alle 17 a Roma, con i vice presidenti federali, il presidente della Lega Calcio Matarrese e i dirigenti delle Leghe e delle Associazioni di categoria di allenatori e calciatori. Si fa sempre più concreta la possibilità che vengano vietate le trasferte del tifo organizzato. Seguiranno consulti con il mondo politico e istituzionale per ripartire, per l'ennesima volta, con regole più severe.

STOP AI CAMPIONATI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/11/2007

I campionati di calcio professionistici si fermeranno domenica prossima in segno di lutto per la morte di Gabriele Sandri, mentre i campionati dilettantistici si disputeranno regolarmente.

Pertanto la gara Pescara Gallipoli, insieme a tutta la 14° giornata della serie C1, è rinviata a data da destinarsi.

Mercoledì ci saranno a Roma i funerali di Gabriele e sarebbe bello se anche qualche rappresentante della tifoseria pescarese si recasse sul posto a rendergli onore, così come fecero diverse tifoserie in occasione della perdita del nostro condottiero Bubù.

Anche i Pescaresi al funerale SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 14/11/2007

Stamane si sono svolti a Roma i funerali di Gabriele Sandri.

GIUSTIZIA senza vendetta è ciò che chiedono i familiari e tutti gli amici di “Gabbo”.

Tra le migliaia di persone presenti, era massiccia la presenza di ultras giunti da tutta l’Italia, compresa la rappresentanza della tifoseria pescarese.

Julio Gonzalez; sogno avverato! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/11/2007

Due anni dopo il terribile incidente che gli costò l'amputazione di un braccio, l'ex attaccante del Vicenza torna in campo con la squadra paraguaiana del Tacuary: ''Ringrazio Dio di avermi dato questa nuova opportunità'' ASUNCION - Un sogno che sembrava impossibile e che si avvera.
A due anni dal terribile incidente automobilistico in seguito al quale subì l'amputazione del braccio sinistro, Julio Gonzalez torna a giocare una gara da professionista. L'ex giocatore del Vicenza è tra i convocati del Tacuary, che affronta l'Olimpia per la nona giornata del torneo Clausura in Paraguay.
L'annuncio della convocazione e dell'impiego del giocatore è arrivato dal presidente del Tacuary, Francisco Ocampo, il quale ha spiegato come il l'attaccante scenderà in campo senza la protesi al braccio. "Ho passato momenti molto difficili nella mia vita, ma non ho mai smesso di credere in Dio che ora mi dà un'altra volta l'allegria e la possibilità di fare quello che più mi piace: giocare a calcio", queste le parole di Gonzalez.
Tanta terapia e soprattutto tante delicate operazioni dopo le quali gli era stato detto che per lui il calcio era un capitolo chiuso. Ma la fede in Dio e la forza di volontà ne hanno permesso il ritorno in campo, con il Tacuary che nel giugno scorso lo ha messo sotto contratto. Per Gonzalez si tratta di un ritorno, avendo giocato nel club prima di arrivare in Europa: "La mia famiglia mi ha appoggiato in tutto ed io ho fatto tutto quello che era possibile per realizzare questo sogno. Nella vita di tutti i giorni uso un braccio ortopedico, ma sono preparato per giocare senza. In Italia sono stato un anno in un centro di riabilitazione e questo mi ha aiutato molto. Sono grato al Tacuary e a Francisco Ocampo, perchè sin dall'inizio hanno fatto di tutto perchè io potessi tornare a giocare. La vita è tanto bella, e ancora di più se uno pensa che qui ed in tutto il mondo ci sono problemi. Per questo motivo, la speranza e l'allegria non si devono mai perdere.

In bocca al lupo Gonzalez!

INIZIAMO A SOGNARE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/11/2007

Continua a lavorare a fari spenti il presidente Soglia che al contrario dei suoi predecessori, non fa proclami, ma esclusivamente fatti.

Dopo anni e anni passati vanamente a sentire solo e sempre promesse che mai si sono tramutate in realtà, la notizia del giorno è che pare ormai certa l’acquisizione del complesso Poggio degli Ulivi da parte della famiglia Soglia che la rileverebbe da Peppe De Cecco.

Infatti in un’intervista a Radio Delta 1 è proprio De Cecco a darne conferma dicendo che manca soltanto al firma.
L’imprenditore pescarese ha poi avuto parole d’elogio per il presidente Soglia e detto da lui c’è proprio da crederci perchè proprio Peppe De Cecco ha avuto nel corso degli anni colloqui con i vari Sciblia & Oliveri prima, con Paterna poi, per finire con Pincione: tutti interessati alla struttura, ma nessuno che poi ha mai messo mano al portafogli.

De Cecco infine si augura che la sua Angolana possa divenire una società satellite del Pescara creando così un polo calcistico di tutta l’area metropolitana pescarese.

Stavolta possiamo iniziare veramente a sognare…

Biglietti per Sorrento e recuperi SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 20/11/2007

I biglietti per la gara di Sorrento possono essere acquistati presso i punti vendita:
- Tabaccheria "Camaioni" - Via B. Croce, 199 - 65126 Pescara - 085/4511002
- Eurotour - Via Genova, 20 - 65122 Pescara - 085/4224040


Intanto la Lega di serie C ha fissato la data per il recupero della 14° giornata dove il Pescara affronterà il Gallipoli: si giocherà mercoledì 12 dicembre alle ore 14.30 (complimenti per la scelta, giorno feriale alle 14.30!!!).


Speriamo che alla luce di questo recupero non si disputi il posticipo lunedì 10 perchè con ogni probabilità la partita indiziata potrebbe essere proprio il derby Lanciano Pescara; a quel punto il Pescara rischierebbe di giocare in meno di 48 ore due partite importantissime, senza considerare che poi domenica 16 dicembre arriverà all’Adriatico il Potenza per la prima di ritorno.

Potenza-Martina, 1-0 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 22/11/2007

Con una rete al 25' della ripresa di Cammarota, il Potenza si aggiudica il recupero della 9a giornata di campionato, non disputata causa neve il 21 ottobre scorso.
Dopo ben 74 giorni il Potenza torna al successo pieno battendo al Viviani il fanalino di coda Martina guidato dall'ex biancazzurro Camplone.
Tre punti importantissimi, quelli conquistati dai lucani contro i pugliesi, che fanno balzare il Potenza a quota 16 punti (scavalcando anche il nostro Pescara) e lasciando il Martita sempre piu' solo in fondo alla classifica.

A SORRENTO PER VINCERE SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 24/11/2007

Nella gara di Sorrento il Pescara dovrà cercare a tutti i costi la vittoria: da troppo tempo mancano i tre punti e la zona play out si è fatta terribilmente vicina.
Ci auspichiamo che Lerda abbia preparato a dovere la gara in cui vorremmo vedere uno spirito battagliero dei ragazzi per tutti i novanta minuti e non solo per un tempo come avvenuto nell’ultimo mese.

La vittoria sarebbe auspicabile anche per preparare al meglio il prossimo match all’Adriatico contro la capolista Salernitana.


Intanto prosegue l’ottimo lavoro della società capitanata dai fratelli Soglia: da domani infatti sul sito ufficiale della Pescara Calcio sarà in fase di testing la web cronaca diretta della partita dei biancazzurri.

Sorrento-Pescara, pre gara. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/11/2007

Oggi il Pescara scende in campo sul sintetico dello stadio "Italia" di Sorrento contro la locale formazione guidata da Massimo Morgia (ex Foggia, Palermo e Catanzaro) e che annovera nella rosa tanti "senior" tra cui l'ex biancazzurro Carmine Gautieri.
Il Sorrento a quota 17 punti in campionato proviene da due pareggi con Lanciano e Juve Stabia e da una vittoria interna contro il Martina. I partenopei a differenza del Pescara in settimana hanno disputato i sedicesimi di finale di Coppa Italia contro il Gallipoli. Mercoledì 21 scorso la gara tra i campani e i pugliesi è finita 1-1. Alla rete del "Gaucho" Gautieri per il Sorrento ha risposto Cigan per i giallorossi gallipolini.
Il Sorrento è una delle compagini del girone B con l'età media più alta e l'aver disputato una gara infrasettimanale di coppa puo' essere un vantaggio per i biancazzurri.
Il Pescara con la sosta forzata di campionato ha avuto il tempo di preparare la trasferta recuperando dagli infortuni Romito e Diliso. Lerda dorebbe affidarsi al collaudato 4-4-2 schierando Indiveri tra i pali con linea difensiva a quattro con Pomante-Romito in coppia centrale, Diliso a destra e Vitale (0 Vicentini) a sinistra. A centrocampo, Caracciolo, Ferraresi, Felci e Micco con il probabile impiego di Di Matteo al posto di Micco. Per l'attacco previsto il duo Sansovini-Alfageme .
Tra i convocati biancazzurri ci sono anche Aridità, Mottola, Fortunato, Ferraresi, Leone, Packer, Paolucci, Paponetti e Çani.
Nella formazione avversaria il tecnico Morgia dovrebbe invece adottare un 4-2-3-1 con Vanin dall' inizio e Ripa in forse.
La probabile formazione campana potrebbe comporsi con Brunner in porta, difesa a quattro con Vanin a destra al posto dello squalificato Ferrara mentre nella corsia opposta Pezzella. Maury e Braca i due centrali difensivi. A centrocampo conferme per Nicodemo e Ottobre con Piccioni e Sibilli sugli esterni. In attacco Rastelli in coppia con Fragiello o Ripa.
La gara Sorrento-Pescara (15ima giornata di andata) sarà diretta dal sig. Christian Taverna della sez. arbritrale di Taurianova. Il fischietto calabrese verrà coadiuvato dagli assistenti Giampaolo Bianchi di Cosenza e Alessandro Bagnato di Reggio Calabria.

PESCARA IN CRISI, MA LERDA RESTA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 25/11/2007

Doveva essere la gara del rilancio, ma invece arriva un’altra prestazione deludente che per la prima volta fa scivolare i biancazzurri in zona play out: ora siamo appena quint’ultimi a 14 punti e domenica prossima arriva la capolista Salernitana.

Anche oggi la squadra regala un tempo agli avversari che chiudono meritatamente in vantaggio la prima frazione di gara.
Nella ripresa le cose vanno un po’ meglio, ma nonostante la rete annullata a Cani nel finale e una traversa di Ferraresi, il Sorrento vince con merito e il Pescara deve ringraziare nuovamente il portierone Indiveri che ha evitato un passivo più pesante.

Sarà una coincidenza, ma da quando c’è la nuova proprietà (e non c’è più il ds Nucifora) la squadra sembra essersi smarrita e non rispondere più appieno al mister; stranamente in un clima più sereno con una società solida alle spalle, la squadra ha perso lo smalto e la brillantezza delle prime partite, invece di cambiare in meglio.


Quattro punti nelle ultime sei partite (compreso il punto col Martina che poi ha perso tutte le altre gare) sono un pessimo ruolino di marcia: se poi aggiungiamo i “casi” Fortunato (uno dei migliori che è stato inspiegabilmente relegato in panchina come centrocampista e non più come centrale difensivo) e Alfageme (il giocatore più tecnico della squadra che da un po’ di tempo viene impiegato esterno e non centrale come predilige e dove ha fatto vedere le cose migliori) tutto lasciava presagire ad un cambio di guida tecnica come avviene solitamente in questi casi, anche se le colpe non sono attribuibili esclusivamente al tecnico.

Ma invece a fine gara il presidente Soglia ha ribadito la piena fiducia al mister Lerda attribuendo di fatto questa crisi alla squadra: speriamo che abbia ragione lui.

DOMENICA SENZA I SALERNITANI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 26/11/2007

Come noto domenica non ci saranno i tifosi campani all’Adriatico.

L’ufficialità arriva proprio dal sito della società biancazzurra che ha diramato questo comunicato:

Pescara-Salernitana
Le misure di sicurezza adottate dalla Prefettura

In relazione a quanto determinato dall'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, la Prefettura di Pescara ha conseguentemente disposto l'adozione delle seguenti prescrizioni:

- il settore ospiti dello stadio "Adriatico" resterà chiuso;
- la vendita dei biglietti dovrà essere effettuata esclusivamente nella provincia di Pescara. E' inoltre vietato vendere biglietti attraverso i circuiti telematici al di fuori della provincia di Pescara;
- Ciascun acquirente potrà acquistare un solo tagliando;
- Sarà vietato il cambio nominativo sia per i tagliandi che per gli abbonamenti.


Pescara Calcio S.p.A.


Comunicato PESCARA RANGERS SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 30/11/2007

COMUNICATO UFFICIALE PESCARA RANGERS 1976
CURVA NORD MARCO MAZZA


In occasione della partita con la Salernitana, NOI PESCARA RANGERS, per tutto il primo tempo, lasceremo completamente vuoto il settore centrale della Curva Nord Marco Mazza, restando in silenzio.

Questa “dolorosa” iniziativa è una forma di protesta conseguente all'assurda e tragica situazione che sta schiacciando il mondo del calcio e la sua parte più pulita: I TIFOSI!!!

Oggi decreti anticostituzionali già limitano la libertà di espressione.
Inoltre le decisioni: prese dall'Osservatorio del Viminale, sulla base di scelte totalmente arbitrarie e discutibili, privano noi tifosi, ma soprattutto noi Liberi Cittadini, della libertà di circolazione costituzionalmente garantita, attraverso il divieto di seguire la propria squadra in trasferta.

Oggi è toccato ai salernitani, domani potrebbe toccare a TUTTI NOI !!!

 

DAL 1976 .... L’IMPERO CONTINUA !!!


Condannati i tifosi del Taranto. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/12/2007

In data 30 Novembre 2007, il Tribunale di Taranto in composizione monocratica nel procedimento penale, ha riconosciuto gli imputati responsabili dei gravi episodi verificatisi allo stadio Iacovone di Taranto in data 11/11/07 (gara Taranto-Massese): gli imputati sono stati condannati a pene detentive che variano da 3 anni più 8 mesi a 3 anni di reclusione, con inibizione dai pubblici uffici per 5 anni e divieto di accesso agli stadi ove si disputeranno le partite del Taranto per i prossimi cinque anni. Nel procedimento penale si è costituita parte civile la Lega Professionisti Serie C formulando richiesta di risarcimento dei danni: il Tribunale, nonostante le eccezioni sollevate dai difensori degli imputati, ha ammesso la costituzione di parte civile della Lega alla quale è stata quindi riconosciuta la qualità di danneggiata. Nel dispositivo della sentenza il Tribunale ha condannato gli imputati al risarcimento dei danni a favore della Lega Professionisti Serie C rimettendo al Giudice Ordinario in sede civile la determinazione del quantum.
La sentenza in oggetto rappresenta un importante precedente giurisprudenziale in considerazione del riconoscimento della qualità di parte offesa alla Lega Professionisti Serie C. Le motivazioni della sentenza saranno depositate nei prossimi trenta giorni (da lega-calcio-serie-c.it).

Pescara-Salernitana pre-gara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/12/2007

Domani all'Adriatico per la 16^ giornata del Campionato Professionisti Serie C1/B 2007/2008 va di scena Pescara-Salernitana alle ore 14.30.
Gli amaranto del presidente Antonio Lombardi sono guidati dal Tecnico anconetano Andrea Agostinelli (ex calciatore di Lazio, Genoa e Napoli ed ex tecnico di Crotone, Napoli e Triestina).
La Salernitana con una squadra costruita con l’unico intento di entrare in cadetteria dalla porta principale si trova non a caso in vetta alla classifica di C1 B con 30 punti. La trsferta di Pescara arriva pero' in un momento delicato. Dopo il 2-0 interno contro la Sangiovannese e l'ottima vittoria esterna a Martina per 2 a 0 è arrivato lo scialbo pareggio interno contro il Potenza. I granata, nonostante la conquista della vetta della classifica, hanno sofferto nell'ultima gara e si è evidenziato il bisogno di un organico più competitivo per continuare nella corsa promozione. Il centrocampo non soddisfa Agostinelli causa il rendimento di Giannone e Mamede. Dopo l'ultimo allenamento pre-ritiro il mister granata ha reso nota la lista dei convocati per la gara a Pescara.
Non saliranno sul pullman i due squalificati, Cardinale e Ciarcià, Robertiello, Mamede e Troise. Per Cardinale e Robertiello, però, c'è l'impegno con la Berretti a cui sono stati aggregati.
Il probabile modulo 4-4-2 vedrà schierati Pinna in porta con difesa a 4 con Ambrogini, Milanese, Di Deo, Fusco o Cardinale. A centrocampo Ciarcià, Soligo, Magliocco o Masini. In avanti l'attaccante di lusso, per la categoria, Di Napoli.

Il Pescara dal canto suo dopo i buoni risultati ottenuti nella prima parte del campionato si ritrova in piena zona "rossa".
Maggior indiziato per la situazione dei biancazzurri è il tecnico Lerda. Anche se il presidente del Pescara, Gerardo Soglia, ha ribadito piu' volte che il tecnico non è in discussione dopo la bruttissima sconfitta di Sorrento sono in molti a chiederne la testa. In tanti, soprattutto tifosi, mettono in discussione il tecnico (esordiente in C1) rimproverando tante scelte tecniche e i numerosi cambi in corsa. Tra i problemi evidenti il discutibile impiego di Alfageme, il mancato impiego di Fortunato e da ultimo Paponetti titolare a Sorrento.
Sarà dunque una gara importante per tutti senza tralasciare Gerardo Soglia che ritrova una società alla quale è stato legato, essendo stato suo padre Presidente del club amaranto per sei anni.
Tra i convocati del Pescara ci sono Indiveri e Aridità, Mottola, Vitale, Romito, Pomante e Fortunato, Leone, Caracciolo, Felci, Micco, Packer, Di Matteo L., Ferraresi e Paolucci, Sansovini, De Lucia, Çani e Alfageme. Squalificato Di Liso.

Nella gara, alla quale non potranno assistere i tifosi della Salernitana per disposizioni dell'osservatorio sulle manifestazioni sportive del viminale, i Pescara Rangers, attraverso un comunicato pubblicato su questo sito, hanno reso noto che lasceranno vuota la parte centrale della curva nord "Marco Mazza" dell'Adriatico per manifestare il loro dissenso contro le nuove regole sulla sicurezza che colpiscono i tifosi in trasferta.
I tifosi amaranto potranno seguire la gara sull'emittente televisiva satellitare conto TV (a pagamento).

La partita Pescara-Salernitana sarà diretta da Davide Pecorelli della sezione A.I.A. di Arezzo. Il direttore di gara sarà assistito dai collaboratori di linea Gianni Iannilli e Giampiero Fiore, entrambi della sezione di Frosinone.

Per finire segnaliamo che l'Ufficio Stampa della Pescara Calcio ha reso noto che è stata ufficializzata la nomina di Martino Ferrari quale Direttore Generale del Pescara Calcio SpA, carica che era rimasta vacante dalla fine della stagione sportiva 2000/01.
La sua piena operatività avrà inizio dal 1° Gennaio 2008.
Martino Ferrari, veronese, arriva dal Chievo Verona, dove è entrato nel 2001 prendendo la gestione dell’Area Commerciale e Marketing, una collaborazione che non si è mai interrotta fino al 2007. Nel prestigioso club ha maturato esperienze di significativo successo, in particolare nel settore del marketing sportivo, come la fortunata partnership con la major cinematografica Columbia Tristar Films Sony Pictures, durata tre stagioni e talmente innovativa da indurre la Lega Calcio a modificare il regolamento nella parte che riguarda l'apposizione del marchio del main sponsor sulle maglie. Il suo apporto nel Chievo ha interessato anche il settore giovanile, valorizzato con creazione di affiliazioni, sviluppo di marketing territoriale, operazioni di licensing.
"Sono entusiasta della carica affidatami – ha dichiarato il giovane manager veronese – che ho accettato senza riserve perché mi rendo conto che Pescara è sempre stata una piazza importante e oggi, con l'avvento dei Soglia, sono convinto lo sarà ancor di più. Lavorerò com'è nel mio stile, cioè in modo aziendalistico".


Pescara-Salernitana pre-gara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 1/12/2007

Domani all'Adriatico per la 16^ giornata del Campionato Professionisti Serie C1/B 2007/2008 va di scena Pescara-Salernitana alle ore 14.30.
Gli amaranto del presidente Antonio Lombardi sono guidati dal Tecnico anconetano Andrea Agostinelli (ex calciatore di Lazio, Genoa e Napoli ed ex tecnico di Crotone, Napoli e Triestina).
La Salernitana con una squadra costruita con l’unico intento di entrare in cadetteria dalla porta principale si trova non a caso in vetta alla classifica di C1 B con 30 punti. La trsferta di Pescara arriva pero' in un momento delicato. Dopo il 2-0 interno contro la Sangiovannese e l'ottima vittoria esterna a Martina per 2 a 0 è arrivato lo scialbo pareggio interno contro il Potenza. I granata, nonostante la conquista della vetta della classifica, hanno sofferto nell'ultima gara e si è evidenziato il bisogno di un organico più competitivo per continuare nella corsa promozione. Il centrocampo non soddisfa Agostinelli causa il rendimento di Giannone e Mamede. Dopo l'ultimo allenamento pre-ritiro il mister granata ha reso nota la lista dei convocati per la gara a Pescara.
Non saliranno sul pullman i due squalificati, Cardinale e Ciarcià, Robertiello, Mamede e Troise. Per Cardinale e Robertiello, però, c'è l'impegno con la Berretti a cui sono stati aggregati.
Il probabile modulo 4-4-2 vedrà schierati Pinna in porta con difesa a 4 con Ambrogini, Milanese, Di Deo, Fusco o Cardinale. A centrocampo Ciarcià, Soligo, Magliocco o Masini. In avanti l'attaccante di lusso, per la categoria, Di Napoli.

Il Pescara dal canto suo dopo i buoni risultati ottenuti nella prima parte del campionato si ritrova in piena zona "rossa".
Maggior indiziato per la situazione dei biancazzurri è il tecnico Lerda. Anche se il presidente del Pescara, Gerardo Soglia, ha ribadito piu' volte che il tecnico non è in discussione dopo la bruttissima sconfitta di Sorrento sono in molti a chiederne la testa. In tanti, soprattutto tifosi, mettono in discussione il tecnico (esordiente in C1) rimproverando tante scelte tecniche e i numerosi cambi in corsa. Tra i problemi evidenti il discutibile impiego di Alfageme, il mancato impiego di Fortunato e da ultimo Paponetti titolare a Sorrento.
Sarà dunque una gara importante per tutti senza tralasciare Gerardo Soglia che ritrova una società alla quale è stato legato, essendo stato suo padre Presidente del club amaranto per sei anni.
Tra i convocati del Pescara ci sono Indiveri e Aridità, Mottola, Vitale, Romito, Pomante e Fortunato, Leone, Caracciolo, Felci, Micco, Packer, Di Matteo L., Ferraresi e Paolucci, Sansovini, De Lucia, Çani e Alfageme. Squalificato Di Liso.

Nella gara, alla quale non potranno assistere i tifosi della Salernitana per disposizioni dell'osservatorio sulle manifestazioni sportive del viminale, i Pescara Rangers, attraverso un comunicato pubblicato su questo sito, hanno reso noto che lasceranno vuota la parte centrale della curva nord "Marco Mazza" dell'Adriatico per manifestare il loro dissenso contro le nuove regole sulla sicurezza che colpiscono i tifosi in trasferta.
I tifosi amaranto potranno seguire la gara sull'emittente televisiva satellitare conto TV (a pagamento).

La partita Pescara-Salernitana sarà diretta da Davide Pecorelli della sezione A.I.A. di Arezzo. Il direttore di gara sarà assistito dai collaboratori di linea Gianni Iannilli e Giampiero Fiore, entrambi della sezione di Frosinone.

Per finire segnaliamo che l'Ufficio Stampa della Pescara Calcio ha reso noto che è stata ufficializzata la nomina di Martino Ferrari quale Direttore Generale del Pescara Calcio SpA, carica che era rimasta vacante dalla fine della stagione sportiva 2000/01.
La sua piena operatività avrà inizio dal 1° Gennaio 2008.
Martino Ferrari, veronese, arriva dal Chievo Verona, dove è entrato nel 2001 prendendo la gestione dell’Area Commerciale e Marketing, una collaborazione che non si è mai interrotta fino al 2007. Nel prestigioso club ha maturato esperienze di significativo successo, in particolare nel settore del marketing sportivo, come la fortunata partnership con la major cinematografica Columbia Tristar Films Sony Pictures, durata tre stagioni e talmente innovativa da indurre la Lega Calcio a modificare il regolamento nella parte che riguarda l'apposizione del marchio del main sponsor sulle maglie. Il suo apporto nel Chievo ha interessato anche il settore giovanile, valorizzato con creazione di affiliazioni, sviluppo di marketing territoriale, operazioni di licensing.
"Sono entusiasta della carica affidatami – ha dichiarato il giovane manager veronese – che ho accettato senza riserve perché mi rendo conto che Pescara è sempre stata una piazza importante e oggi, con l'avvento dei Soglia, sono convinto lo sarà ancor di più. Lavorerò com'è nel mio stile, cioè in modo aziendalistico".

BATTUTA LA CAPOLISTA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 2/12/2007

Dopo oltre un mese il Pescara torna alla vittoria strapazzando la capolista Salernitana all’Adriatico.
Il 2 a 1 finale non rende giustizia ai biancazzurri che avrebbero meritato un risultato più rotondo viste le numerose occasione fallite soprattutto nel finale.
E’ un Pescara ritrovato che per tutti i novanta minuti ha mantenuto la giusta concentrazione non concedendo quasi nulla ai campani; il 4-4-2 riproposto da Lerda con De Lucia al fianco di Sansovini in avanti da i suoi frutti già dopo 15 minuti.
E’ proprio il brevilineo attaccante a smarcare sulla sinistra Micco che trafigge sul primo palo il portiere granata; il Pescara continua a fare la partita e dopo due minuti il portiere campano Pinna si deve superare su un pallonetto di Sansovini.
Ma il il raddoppio arriva al 25’ con una splendida punizione sotto l’incrocio di Vitale.

Si va all’intervallo con il Pescara padrone del match e anche nella ripresa, ad eccezione di un paio di interventi del portierone Indiveri, i biancazzurri sembrano in grado di arrivare tranquillamente alla conquista dei 3 punti.
Ma al 65’ l’arbitro concede un contestatissimo rigore alla Salernitana che da la possibilità di riaprire una gara praticamente chiusa ai campani: dal dischetto segna Di Napoli, ma il penalty deve essere ripetuto perché diversi giocatori sono entrarti in area di rigore.
Sulla ripetizione Indiveri riesce a deviare la palla sulla traversa negando la gioia del gol all’attaccante granata.
La partita però si riapre pericolosamente all’86 quando Vitale sfortunatamente è autore del più classico delle autoreti, dopo che tre minuti prima Sansovini si era letteralmente divorato il 3 a 0.
Gli ultimi minuti sono vissuti col fiato sospeso, ma è Alfageme (entrato nella ripresa) a divorarsi l’ennesimo gol al 94’ quando a tu per tu con l’estremo granata riesce a sbagliare un gol fatto..

Alla fine i tre punti sono ampiamente meritati e servono a dare una boccata d’ossigeno sia alla classifica che stava diventando preoccupante, sia al morale visto che i campani hanno subito all’Adriatico il primo stop stagionale.
E domenica si va a Lanciano con l’obiettivo di fare tre punti.

Da segnalare la presenza silenziosa in tribuna di una trentina di tifosi salernitani arrivati a gara iniziata, nonostante fosse stato loro impedito di seguire la squadra in trasferta.

Il Pescara di oggi
Indiveri, Mottola, Vitale, Caracciolo (76’ Fortunato), Romito, Pomante, Felci, Ferraresi, De Lucia (68’ Alfageme), Sansovini (85’ Di Matteo), Micco.


On line le foto della gara

1.650 biglietti per Lanciano SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 4/12/2007

La S.S. Lanciano comunica che per la gara Lanciano-Pescara di domenica prossima, sono disponibili per i tifosi biancazzurri 1.650 biglietti al costo di € 10 più € 1,20 per la prevendita che sarà effettuata da martedì 4 a venerdì 7 Dicembre.

Ecco i punti vendita:

- TABACCHERIA CAMAIONI - Via B. Croce - PESCARA
- EUROTOUR - Via Genova, 20 - PESCARA
- SUN CENTER - C.so Umberto I, 413 - MONTESILVANO (PE)
- SUN CENTER SPES - Via Lago Isoletta, 5 - PESCARA
- SUN CENTER - Via Naz. Adriatica Sud, 56 - PESCARA
- SUN CENTER - Via Gobetti, 30 - PESCARA
- SUN CENTER - P.za Salvador Allende - PESCARA


Affrettiamoci a comprare i tagliandi


VERSO LANCIANO SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 7/12/2007

Alla vigilia del derby di domenica i calciatori del Lanciano in un comunicato accusano il loro presidente per il mancato pagamento degli stipendi, promettendo comunque attaccamento alla maglia a partire proprio dalla gara di domenica.

Il Pescara invece si appresta ad affrontare la gara nel migliore dei modi, visto l’entusiasmo per la vittoria con la Salernitana.
Lerda pare intenzionato a schierare lo stesso undici che ha sconfitto i campani con il giovane Mottola confermatissimo in difesa e De Lucia preferito ad Alfageme in attacco.

Nonostante le tantissime problematiche affrontate dai tifosi biancazzurri nel reperimento dei tagliandi (la società farebbe bene a rivedere tutta la gestione dei ticket), sarà comunque folta la rappresentanza pescarese nella vicina cittadina frentana.

Probabile formazione: Indiveri, Mottola, Romito, Pomante, Vitale, Caracciolo, Felci, Ferraresi, Micco, De Lucia e Sansovini.

A LANCIANO FINISCE 1-1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 9/12/2007

Finisce 1 a 1 il derby di Lanciano col il Pescara che non riesce a regalare la gioia dei 3 punti ai duemila tifosi giunti al Biondi.
Tutto sommato il pari è il risultato più giusto giocato da due squadre che non si sono risparmiate su un terreno molto pesante.
Il primo tempo scorre via senza troppi sussulti, col Pescara che tiene in mano la partita, ma che non riesce ad essere pericoloso in avanti.
Nella ripresa è l’ex Micco a sbloccare il risultato al termine di una bella azione sulla fascia sinistra.
Sembra mettersi tutto per il verso giusto, ma ancora una volta l’arbitro concede l’ennesimo rigore dubbio contro il Pescara che Bonvissuto insacca sulla sinistra di Indiveri che riesce solo a sfiorare.
Negli ultimi minuti entrambe le squadre tentano di conquistare l’intera posta, ma l’occasione più limpida è sui piedi di Cani che pero fallisce il colpo del ko.

Da segnalre che Alfageme è stato mandato in tribuna per scelta tecnica, mentre il mister frentano Moriero a fine gara ha detto che il Lanciano avrebbe meritato la vittoria: probabilmente ha visto un’altra gara…


Mercoledì di nuovo in campo per il recupero: alle ore 14.30 all’Adriatico arriverà il Gallipoli, una gara da vincere a tutti i costi.

 

Il Pescara di oggi Indiveri, Mottola, Pomante, Romito, Vitale; Felci, Ferraresi, Caracciolo, Micco; Sansovini, De Lucia.

 

on line le foto della gara

Domani il Gallipoli per il recupero. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 11/12/2007

Il Gallipoli Calcio s.r.l. è una società calcistica pugliese, fondata nel 1999, avente colori sociali giallo e rosso, gli stessi del Lecce calcio. Nel 2004 la squadra giocava nella categoria di Eccellenza e nel 2005, guidata da Francesco Giugno, vince il girone H della serie D, ottenendo così una doppia promozione. Successivamente la squadra guidata da Gaetano Auteri passa dalla C2 alla C1.
I giallorossi, attualmente del presidente Senatore Vincenzo Barba, sono guidati da Dario Bonetti (ex tecnico del Potenza ed ex calciatore di Roma, Milan, Samp, Juve etc etc). Il Tecnico bresciano arrivato in Puglia dopo un'esperienza con la squadra ungherese del Sopron, predilige il modulo 4-3-3.
Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, partita persa contro il Sorrento per 1 a 0, presidente e tifosi hanno cominciato a contestare mister Bonetti, accusato di aver fatto delle scelte tecniche errate. Il tecnico pero' ha dalla sua i risultati che parlano chiaro; 28 punti e secondo posto in classifica di c1 (Niene male, aggiungiamo noi di Solopescara.com, per una società che non ha neanche un sito web ufficiale).
Il Gallipoli, come detto a quota 28 punti, si trova in piena zona prmozione e arriva da una sconfitta esterna a Crotone e da una vittoria interna con la Juve Stabia.
Per la trasferta pescarese, per il recupero della 14ima giornata, nella gara prevista per domani alle ore 15.00, Bonetti dovrà fare a meno del difensore (Lancianese) MOLINARI per squalifica.
Nessuno squalificato invece tra i biancazzurri di Lerda anche se c'è da registrare l'ingresso in diffida di Fabio Ferraresi. Il centrocampista di Fano va ad aggiungersi ai quattro compagni già diffidati che sono: Felci, Vitale, Indiveri e Alfageme.
Da segnalare che il Giudice sportivo ha inflitto una multa di 1.500,00 euro al PESCARA CALCIO S.p.a. perchè propri sostenitori in campo avverso (Lanciano) introducevano ed accendevano nel proprio settore diversi fumogeni; inoltre facevano esplodere nel proprio settore alcuni petardi, di cui uno lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze.

MISSIONE COMPIUTA: ALTRI 3 PUNTI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 12/12/2007

Un gran bel Pescara soprattutto nel primo tempo vince con pieno merito il difficile match col Gallipoli e continua la risalita in classifica.

I primi 45 minuti sono a senso unico con i biancazzurri che dominano in lungo e in largo la partita; già al 9’ Sansovini torna al gol battendo il portiere giallorosso con un tocco dall’area piccola su assit di Felci, uno dei migliori in campo.
Felci è protagonista al 39’ con un gran tiro che si stampa sulla traversa e due minuti dopo è ancora Felci che pennella uno splendido assist per Cani che realizza il 2 a 0.
Nel primo tempo vanni vicino al gol anche Diliso, Caracciolo e Sansovini, insomma un tiro al bersaglio nella porta di Rossi, ma nei minuti di recupero arriva la beffa che riapre la gara: il Gallipoli infatti accorcia le distanze con un colpo di testa di Vistola su punizione di Monticciolo, sull’unico tiro del primo tempo.

La rete da fiducia al Gallipoli che al 62’ arriva al 2 a 2 con Russo che in mischia riesce a trafiggere l’incolpevole Indiveri.
Il Pescara però non si da per vinto e riesce nuovamente a passare in vantaggio al 66’ ancora con l’albanese Cani su assist di Vitale.
Sotto la pioggia battente i biancazzurri difendono con le unghie i preziosi e meritati tre punti e al 95’ è festa grande con i tifosi che vanno a festeggiare sotto la Curva Nord: una vittoria che rilancia i biancazzurri, soprattutto in vista del nuovo match casalingo di domenica col Potenza, altra gara da vincere.

Lerda anche stavolta lascia in tribuna Alfageme, ma indovina la mossa Cani che viene preferito a De Lucia.
Nella ripresa sono entrarti Fortunato, Di Matteo e Leone, rispettivamente per Caracciolo, Sansovini e Felci.


Il Pescara di oggi:
Indiveri; Di Liso, Pomante, Romito, Vitale; Felci, Caracciolo, Ferraresi, Micco; Cani, Sansovini


On line le foto della gara

D'OBBLIGO BATTERE IL POTENZA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 15/12/2007

I biancazzurri si apprestano ad affrontare nel gelo dell’Adriatico il Potenza nella prima giornata di ritorno.
Sicuramente si giocherà su un terreno pesante e con un clima polare viste le condizioni meteo, ma il Pescara anche stavolta sarà chiamato a fare la partita e dovrà conquistare la vittoria per continuare la risalita in classifica.

Il Potenza è una squadra abbordabile, ma sarebbe un errore letale sottovalutarli: occorrerà anche stavolta scendere in campo con lo stesso spirito e lo stesso agonismo delle ultime 3 gare.
All’andata finì con un umiliante 4-0 ai danni dei baby biancazzurri e non sarebbe male “vendicarli” rifilando ai lucani lo stesso score.

Lerda pare intenzionato a confermare l’undici che ha sconfitto mercoledì il Gallipoli, ma non sono escluse sorprese dell’ultimo momento.


Questi i convocati:

PORTIERI: Indiveri e Aridità;
DIFENSORI: Mottola, Diliso, Vitale, Pomante, Conti, Fortunato e Romito;
CENTROCAMPISTI: Leone, Ferraresi, Caracciolo, Felci, Packer, Di Matteo, Micco e Zappacosta;
ATTACCANTI: De Lucia, Sansovini, Alfageme e Cani.

GARA RINVIATA A DOMANI ORE 14,30 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 16/12/2007

dal sito ufficiale della società

In seguito al sopralluogo effettuato poco fa, la terna arbitrale ha ufficializzato il rinvio della gara Pescara-Potenza per impraticabilità del campo.
Come previsto dal regolamento, le due società si sono accordate per disputare la gara domani, con calcio d'inizio alla stessa ora precedentemente prevista per oggi.


Pescara - Potenza 3 - 1 SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 17/12/2007

La 18ima giornata di C1 si gioca di Lunedi' in un Adriatico imbiancato e su un campo molto pesante.
I biancazzurri di Lerda in questa prima gara di ritorno erano chiamati a riscattare la gara di andata quando un baby Pescara fu "maltrattato" dai lucani rimediando ben 4 gol. (La gara di Potenza finita 4-0 resta il peggior risultato stagionale dei biancazzurri).
Obiettivo centrato e onta cancellata con un Pescara determinato e travolgente (nel primo tempo) che si impone per 3 a 1 sul Potenza. La gara, che è stata pesantemente condizionata dalle condizioni atmosferiche, è stata vinta con merito dai biancazzurri nonostante un secondo tempo buio. Per il Pescara che sale a quota 24 in classifica si aprono scenari interessanti con la concreta prospettiva di intervento nel calciomercato invernale. Sansovini a quota 8 reti in classifica marcatori diventa protagonista dell'ariete biancazzurro mentre Alfageme, finalmente in campo, non brilla e pecca di presunzione mancando un assit decisivo per De Lucia comodo a rete. Domenica 23, nell'ultima gara del 2007, il Pescara sarà impegnato nella delicata trasferta a Lucca.

Questa la cronaca.

Per la gara Lerda conferma l'unidici vittorioso sul Gallipoli. Alfageme torna in panca.
La gara iniziata alla 14.30 vede il Pescara così schierato: Indiveri, Diliso, Romito, Pomante, Vitale, Felci, Caracciolo, Ferraresi, Micco; Sansovini, Cani. In panca ci sono Conti, Fortunato, Leone, Di Matteo, Alfageme. De Lucia.
Il Potenza si presenta con Pipolo, Lolaico, Memè, urbano, Cuomo, Di Bella, Vianello, Cammarota, Konte, Berretti, Delgado.
Il Tecnico Marco Tosi deve rinunciare a Dettori e Ametrano.
La gara giocata su un campo pesante inizia con squadre molto corte e sin dalle prime battute è chiara la determinazione dei biancazzurri padroni di casa di non lasciare nulla agli ospiti.
Sugli spalti non cè neanche il tempo di prendere posto che già al 4° 1t il Pescara passa in vantaggio.
Il Potenza perde palla a centrocampo e Sansovini viene lanciato a rete, sul filo del fuorigioco, e in velocità batte Pipolo.
L'Adriatico si scalda e al 7° minuto su cross di Micco, Felci manda sulla traversa e sulla ribattuta Pomante centra ancora la traversa.
AL 8° minuto su calcio d'angolo la palla finisce a Felci che in diagonale batte ancora Pipolo. Il Pescara dilaga.
Il doppio vantaggio dura poco e al 10° un Pescara travolgente cambia ancora il risultato.
Al 10° 1t Sansovini di testa centra il 3 a 0.
Sul clamoroso 3 a 0 il Pescara rallenta e i Lucani provano a costruire. Al 25° Urbano, di testa, centra un palo e sulla ribattuta Berretti si trova fuori tempo per accorciare le distanze. Attorno alla mezz'ora di gioco il Pescara trova spazi per affondi in contropiede, ma il nervosismo e i falli tecnici iniziano a spezzettare il gioco.
Il primo tempo si chiude con tre minuti di recupero .

La ripresa si apre con le stesse formazioni della primo tempo.
A cambiare pero' sembra essere il Potenza che mostra di non gradire il risultato. Come era logico attendersi gli ospiti tornano in campo determinati a uscire dall'Adriatico a testa alta.
Sui tentativi degli ospiti però i biancazzurri sono pronti a ripartire in contropiede. Come nella seconda metà della prima frazione il gioco spezzettato singhiozza tra un fallo e l'altro.
Al 3° 2t subito ammoniti Felci e Berretti per una controversia a centrocampo. Al 5° Cuomo sfiora il palo difeso da Indivieri con un destro a girare.
Al 6° 2t esce Cani entra De Lucia.
Al 15° 2t esce un esausto Sansovini ed entra Alfageme che dopo due minuti si fa ammonire per il mancato rispetto di una distanza su barriera.
Al 16° 2t, sula stessa punizione occasione del cartellino giallo a Alfageme, passa il Potenza con Delgado.
Al 20° Fortunato prende il posto di Caracciolo. Il Potenza inizia a credere all'impresa e il Pescara inizia a faticare a contenere i lucani.
Al 23° 2t esce Vianello per Grillo. Al 29° 2t Grillo con un sinistro da fuori impegna Indivieri sulla ribattuta Berretti rimette in mezzo e un difensore biancazzurro salva Indivieri. Al 31° 2t sempre Berretti spara su Pomante che fa scudo con il corpo ad un Pescara che si ritrova in grande difficoltà.
Biancazzurri incapaci di ripartire bersaglati dal neo entrato Grillo e Berretti e da un modulo avversario mutato al 4-2-4. Al 36° 2t Di Bella interrompe con il braccio un'azione di De Lucia ma l'arbitro lascia correre.
Al 37° 2t inizia a piovere su un campo già pericoloso e pesante.
Al 39° 2t esce Berretti per Falanga.
Sul finire il Pescara si chiude nella propria metà campo (acquitrino) e soffre la voglia dei lucani di ribaltare il risultato.


Tra poco on line le foto della gara.

 

Squalificati Alfageme e Felci SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 18/12/2007

In vista dell’importante gara di domenica prossima a Lucca, il Pescara dovrà fare a meno di Alfageme e Felci che sono stati squalificati dal giudice sportivo per un turno per l’ammonizione rimediata lunedì scorso nel recupero col Potenza.

Possibile l’impiego di Di Matteo candidato a sostituire sulla fascia destra Felci (uno dei biancazzurri più in forma), ma nel corso della settimana si saprà di più sulle intenzioni di Lerda. In attacco invece appare scontata la riconferma della coppia Sansovini – Cani.

Il Pescara inoltre è stato multato di € 1.000.


A LUCCA PER CONFERMARSI SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/12/2007

Nell’ultima gara dell’anno, il Pescara è chiamato a dare conferma al Porta Elisa di Lucca alle ultime ottime prestazioni.

Agli squalificati Alfageme e Felci si aggiunge il febbricitante Fortunato che non è partito nemmeno per la Toscana.

Probabile che Lerda, qualora decidesse di non rischiare dal primo minuto Di Matteo, opti per lo spostamento di Ferraresi sulla destra con Leone a far coppia con Caracciolo al centro del campo; tutto confermato in attacco dove l’albanese Cani affiancherà Sansovini.


Il probabile undici potrebbe essere il seguente
Indiveri, Diliso, Romito, Pomante, Vitale; Ferraresi, Leone, Caracciolo, Micco, Cani e Sansovini


BATTUTI AL 98' !!! SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/12/2007

Si chiude con una sconfitta l’ultima gara del 2007.
Un Pescara non apparso in forma come nelle ultime prestazioni, si deve arrendere per 2 a 1 alla Lucchese addirittura al 98’(!!!) dopo che si era trovato in vantaggio nel primo tempo grazie ad un’altra rete di Micco servito da Sansovini.

La gara infatti è decisa all’ultimo minuto degli otto concessi e chiaramente il finale è tutt’altro che da fair play: addirittura è il presidente Soglia ad essere il più imbufalito soprattutto perché il mister dei toscani Braglia, avrebbe fatto visita all’arbitro durante l’intervallo, atteggiamento “moggiesco” ovviamente non piaciuto a nessuno, soprattutto se si considerano poi gli 8 minuti di recupero apparsi veramente troppi.

La Lucchese però non ha rubato nulla, avendo giocato meglio del Pescara apparso un po’ sulle gambe: probabilmente in molti hanno accusato il tuor de force affrontato nelle ultime settimane giocando sempre su campi pesanti.
La sosta di tre settimane arriva al momento giusto.


Il Pescara di oggi

Indiveri, Diliso, Romito, Pomante, Vitale, Di Matteo, Ferraresi, Caracciolo, Micco, Cani, Sansovini.

La cronaca della gara SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 23/12/2007

La ricca cronaca del match in collaborazione con loschermo.it (on-line le foto della gara):

2' Sansovini tenta la percussione centrale e viene fermato in affanno da Nocentini al limite dell'area;
5' Scalise si avventura in un pericoloso dribbling e perde palla in fase difensiva, Micco crossa ma non succede niente;
7' si fa viva la Lucchese con una punizione di Renzetti dalla destra che nessuno riesce a deviare in rete, con Indiveri che, attento, blocca;
9' la Lucchese alza il ritmo ed è Scalise che ruba palla e si invola sulla destra crossando preciso per Bertolini che solo davanti a Indiveri calcia debolmente;
10’ Ancora il numero uno pescarese in evidenza quando Giglio si libera in area e calcia forte dall'altezza del dischetto del rigore, trovando un riflesso felino del portiere che a una mano salva la propria porta;
22' Renzetti calcia dalla sinistra trovando dalla parte opposta la deviazione in girata di Scalise, la difesa libera in angolo. Subito dopo Masini lanciato da De Simone supera anche Indiveri ma si decentra senza riuscire a ribadire a rete;
27' GOL; è veloce la manovra che porta Sansovini a crossare da destra per l'accorrente Micco: stop di petto e tiro in corsa per il goal dell'ex che porta in vantaggio gli uomini di Lerda. La Lucchese protesta per un eventuale fallo di Cani su Guidi;
30' Masini stoppa di petto una palla in area e Romito da dietro lo travolge col corpo, sarebbe fallo, ma a dir la verità nessun arbitro fischierebbe mai un rigore del genere;
31’ ancora Masini calcia fuori in diagonale;
32' il Pescara alleggerisce la pressione con Micco che si invola sul fondo e calcia per la testa del piccolo Sansovini che manda abbondantemente alto;
33' ammonzione per Briano, ma il minuto più che altro viene ricordato per il petardo che annuncia l'arrivo in curva est della seconda tranche di tifosi pescaresi, in totale circa 200, molto rumorosi per tutta la partita;
35' nuova occasione sottoporta con Masini che anticipa Indiveri ma ancora una volta non trova la zampata vincente;
37' la seconda grande occasione del Pescara, con De Simone che perde palla in attacco dopo essersi prodotto in un colpo di tacco piuttosto fuori luogo e Micco che sul rovesciamento di fronte arriva al tiro da buona posizione calciando però debolmente, Gazzoli para senza problemi;
38' Masini viene fermato per un fuorigioco davvero dubbio e al 40' De Simone calcia da fuori senza creare problemi a Indiveri;
42' GOL; l'assedio rossonero dà i suoi frutti con Bertolini che verticalizza per Masini che, spalle alla porta in area, stoppa e si gira, calciando la palla nell'angolo dove Indiveri stavolta non può arrivare;
45' dagli sviluppi di un angolo Bertolini calcia alto e la punta rossonera due minuti dopo ha la palla buona per il vantaggio: Scalise sulla destra va sul fondo e crossa, Indiveri è scavalcato e Bertolini sul palo opposto calcia fuori di un soffio;

51' Masini innesca Giglio davanti a Indiveri, ma l'arbitro ferma per fuorigioco;
52' Indiveri regala un brivido ai propri tifosi inventandosi una bislacca (e completamente inutile) uscita coi piedi sulla trequarti: i compagni di reparto restano attoniti di fronte all'iniziativa del numero uno e la palla finisce sui piedi di Scalise: la porta sarebbe vuota, ma è troppo distante per l'esterno rossonero, che per di più calcia sul corpo di un avversario;
56' manovra avvolgente con Masini che sulla destra scambia con Scalise e si lancia in area, palla a Bertolini che serve nuovamente Masini il quale dalla sinistra serve rasoterra Giglio che a porta vuota spara alto da non più di un metro di distanza;
70' Sansovini si inserisce in area dalla sinistra resistendo a Morello, ma calcia fuori;
80' Briano in girata calcia alto da fuori, tiro spettacolare ma poco pericoloso;
90' Guidi, rasoterra innocuo;

Poi il colpo di scena con l'arbitro che assegna 8 minuti di recupero sorprendendo tutti; in effetti si tratta di un recupero oggettivamente ingiustificato al termine di una gara piuttosto corretta dove i giocatori del Pescara, appagati dal pareggio, hanno sì perso tempo in qualche occasione, ma visti gli usi e costumi della serie C, niente di particolare.
I biancazzurri, in sofferenza, protestano vibratamente ma dopo un tiro di Bono che incontra la schiena di un difensore e termina in angolo con Indiveri che sarebbe stato spiazzato dalla deviazione, sono proprio Micco e compagni a portarsi avanti mettendo in difficoltà la Lucchese con qualche traversone e guadagnando un paio di calci di angolo che tengono il pubblico di casa col fiato sospeso.

97' GOL; Masini dalla sinistra batte Indiveri con un diagonale che fa esplodere lo stadio, getta nella disperazione i giocatori abruzzesi e regala agli uomini di Braglia la vittoria.

Coda polemica con l'entourage pescarese che ha mal digerito la sconfitta e il presidente Soglia che lamenta non meglio precisate offese ricevute dai propri giocatori da parte di Braglia e lo stesso tecnico rossonero nello spogliatoio dell'arbitro durante l'intervallo, annunciato un ricorso alla Procura Federale.

Dal canto suo il tecnico rossonero in conferenza stampa, dopo essersi dichiarato orgoglioso dei suoi ragazzi e aver ribadito che la vittoria è meritata, sostiene di aver chiesto all'arbitro lumi sul goal pescarese, dove secondo lui ci sarebbe stato un evidente fallo di Cani su Guidi, ma precisa di essersi rivolto al direttore di gara nel corridoio degli spogliatoi, davanti a tutti.

Lucchese: Gazzoli; Morello, Nocentini, Guidi; Scalise (73' Dei), Briano, De Simone (84' Bono), Renzetti; Masini, Giglio, Bertolini (81' Bonfanti). A disp: Castelli, Azizou, Bolzan, Bruni. All. Braglia.

Pescara: Indiveri, Diliso, Vitale, Caracciolo (56' Leone), Romito, Pomante, De Matteo (52' Packer), Ferraresi, Cani, Sansovini (87' De Lucia), Micco. A disp. Aridità, Conti, Mottola, Zappacosta. All. Lerda

Arbitro: Corletto di Castelfranco Veneto

Reti: 27' Micco, 41' e 97' Masini

Note: ammoniti Sansovini, Scalise, Briano, Di Matteo,Romito, Micco. Angoli 7-4 per la Lucchese. Circa 2.500 spettatori.

Amichevole col Chievo il 5 gennaio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/12/2007

Sabato 29 dicembre il Pescara riprenderà gli allenamenti dopo la sosta natalizia.

Il programma prevede una doppia seduta sia il 29 che il 30, prima di altri due giorni di riposo per il Capodanno.

La squadra si rivedrà nuovamente il 2 pomeriggio e giovedì 3 partirà per il mini ritiro di Affri (Vr) dove alloggerà in una delle strutture alberghiere del Gruppo Soglia.

Sabato 5 è prevista l’amichevole col Chievo a Calmasino di Bardolino (Vr) alle ore 14.30.

La squadra rientrerà a Pescara l’11 per preparare il prossimo impegno casalingo all’Adriatico con la Sangiovannese domenica 13.

Amichevole col Chievo il 5 gennaio SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 27/12/2007

Sabato 29 dicembre il Pescara riprenderà gli allenamenti dopo la sosta natalizia.

Il programma prevede una doppia seduta sia il 29 che il 30, prima di altri due giorni di riposo per il Capodanno.

La squadra si rivedrà nuovamente il 2 pomeriggio e giovedì 3 partirà per il mini ritiro di Affri (Vr) dove alloggerà in una delle strutture alberghiere del Gruppo Soglia.

Sabato 5 è prevista l’amichevole col Chievo a Calmasino di Bardolino (Vr) alle ore 14.30.

La squadra rientrerà a Pescara l’11 per preparare il prossimo impegno casalingo all’Adriatico con la Sangiovannese domenica 13.
 

Voci di mercato e la certezza Soglia. SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 29/12/2007

Il Pescara targato Soglia inizia a muoversi per rinforzare la squadra approfittando del mercato invernale.
Quello che appare subito evidente buttando l'occhio sui nomi circolanti è che si tratta di calciatori importanti a cui puntano tanti club anche di categoria superiore.
Gli obiettivi del club biancazzurro, secondo quanto si apprende dalla stampa, sarebbero i centrocampisti Mondini (Mantova), Fialdini (Frosinone) e Dettori (Potenza).
Per il centrocampo biancazzurro la società si sarebbe mossa sia verso il centrocampista 32enne del Frosinone Jimmy Fialdini (già nel mirino di Sangiovannese e Perugia), sia verso il giovane Stefano Mondini classe 83 di proprietà del Mantova, proveniente dalle giovanili del Milan, in prestito alla Pistoiese ma anche verso il 22enne pescarese doc Andrea Carozza, attualmente al Bari.
Nelle ultime ore pero' la scelta sarebbe ricaduta su Francesco Dettori classe '83. Secondo i ben informati, sull'ingaggio di Dettori mancherebbe soltanto l'ufficialità (contratto triennale).
Oltre al centrocampo, per il mercato invernale biancazzurro si è parlato anche di attaccanti. Dopo la voce di un improbabile ritorno di Varricchio (attualmente al Padova) i nomi buoni sono quelli di Motta (Pistoiese) e Morante (Hellas Verona).
Simone Motta della Pistoiese (30), 7 reti in maglia arancione quest'anno è nel mirino dei Soglia che hanno confermato l'interessamento per il bomber di Udine ma l'ostacolo rimane una valutazione troppo alta.
Per Morante invece bisagna tener presente che i Soglia sono ben legati alla realtà veneta scaligera (Il gruppo Alberghiero ha sede a Verona) e la notizia di un interessamento del Pescara Calcio per l' attaccante dell'Hellas Verona non è passata inosservata. Morante, 28enne centravanti romano, (30 presenze e 18 reti lo scorso anno con la Samb) è stato recentemente al centro di notizie, da lui stesse difinite false, su una sua esclusione dalla rosa titolare. Nonostante le sue smentite la notizia indica un momento difficile e un ambiente non certo sereno. Il club gialloblu' non attraversa un buon periodo e a gennaio potrebbe rinnovare la formazione sfruttando i tanti club che bussano alla sua porta per le pedine del suo organico. Dunque quella di Morante è piu' che una possibilità e lo stesso claciatore potrebbe essere attirato in riva all'Adriatico dal carisma e dalla solidità dei progetti portati avanti dai Soglia.
Altre notizie sul mercato biancazzurro riguardano la possibilità di riscatto della comproprietà di Christian Conti, difensore romano ventenne ora in biancazzurro ma diviso a metà con i pugliesi.
Per il mercato in uscita, tra i giocatori scarsamente utilizzati in questa parte della stagione, che con buona probabilità andranno in prestito ci Axel Vincentini (21), Luca Paponetti (23), Ivan Vellucci (21), Giovanni Scappaticci (20), Daniele Fruci (19) e Matteo Ciofani (19). Potrebbero invece partire definitivamente il brasiliano Ricardo Packer Douglas (20), che è in prestito dal Siena, ed il portiere Gabriele Bartoletti (23).
Infine, Soglia ha promesso l'apertura a breve di un punto vendita della società, che si occuperà principalmente dei biglietti ed in seguito del merchandising. Inutile dire che grazie a questo nuovo gruppo dirigente anche solo le voci di mercato prendono un'altra piega. La società sta tornando ad essere un punto di riferimento ed una certezza non solo per i tifosi ma anche per l'ambiente sportivo nazionale. Dopo i teatrini societari del "pago io non tu no" e lo spettro del fallimento che ci ha inseguito per un'intera stagione finalmente Pescara ha un grande Presidente e questa volta il futuro è una certezza.

I NUMERI DEL PESCARA SOLOPESCARA.COM
Pubblicata in data 31/12/2007

Nell’augurare a tutti i tifosi pescaresi un brillantissimo 2008 sperando che sia realmente l’anno della rinascita per i nostri colori, di seguito riportiamo i numeri del campionato del Pescara.

 

PARTITE GIOCATE : 19 (9 in casa, 10 in trasferta)

PUNTI : 24 +1

PARTITE VINTE : 6 (5 in casa, 1 in trasferta)

PARTITE PAREGGIATE : 7 (1 in casa, 6 in trasferta)

PARTITE PERSE : 6 (3 in casa. 3 in trasferta)

GOL FATTI : 25 (16 in casa, 9 in trasferta); è il secondo miglior attacco insieme alla Salernitana, dopo il Gallipoli (32)

GOL SUBITI : 26 (13 in casa, 13 in trasferta); è la seconda peggior difesa insieme al Martina, dopo la Sangiovannese (29)

BOMBER: Sansovini con 8 reti; è terzo nella classifica cannonieri insieme a Ghezzal del Crotone, dopo Di Napoli (Salernitana) e Di Gennaro (Gallipoli) con 11

 

Visualizzato: 9753 volte

ID: 116

Stampa questa Pagina

Torna alla Home Page

Indietro - Pagina Precedente



Contenuti Correlati

Knowledge Base - Chi Siamo [vedi]
Nell'ormai lontana estate del 2001 navigando qua e la nella grande rete, ci accorgemmo che erano poc
Knowledge Base - Ringraziamenti [vedi]
Solopescara.com ringrazia tutti quelli che in qualsiasi modo hanno contribuito e continuano a farlo
Knowledge Base - Note Legali - Condizioni Generali di Utilizzo del Portale [vedi]
Uso del sito - Norme Generali di Utilizzo Solopescara.com è un sito amatoriale, non può pertanto co
Nuova pagina 1

               


Powered by www.solopescara.com

SOLOPESCARA.COM NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON E' IN ALCUN MODO COLLEGATO ALLA PESCARA CALCIO.
Loghi e marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta, tutto il resto è di www.solopescara.com
Contatti: info@solopescara.com, fabio@solopescara.com, max@solopescara.com 
E' assolutamente esclusa da questo sito, per le sue stesse finalità, qualsiasi forma di attività pubblicitaria diretta o indiretta.

Questo sito non offre alcun servizio commerciale e non effettua vendita di oggetti e/o prodotti direttamente o indirettamente. Il materiale esposto (biglietti, figurine, maglie etc etc) è a puro scopo illustrativo e non è in alcun modo in vendita!. Il loghi e i banner diversi da solopescara.com se presenti sono esclusivamente per scambio link e comunque senza alcun corrispettivo economico.

E' e rimane del tutto gratuita la lettura agli utenti ai soli fini culturali/cognitivi dell'intero contenuto del sito stesso, mentre è fatto espresso divieto di riproduzione per fini commerciali.

Prima di consultare il sito e utilizzare servizi è fatto obbligo a tutti di leggere le note legali e le condizioni di utilizzo di solopescara.com Questo portale è on line dal settembre 2001 - NU SEM NU E QUAND PASSEM NU LA GEND DIC:<< ESSE QUISS LI PISCARIS>>